Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 2 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,071 a 1,080 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #94856
    Hypercom
    Hypercom
    Partecipante

    “Quando guardiamo attraverso il piccolo universo che conosciamo e pensiamo alla trasmissione della forza elettrica, la trasmissione della forza magnetica e la trasmissione della luce, non abbiamo il diritto di ritenere che non ci può essere qualcosa d'altro che la nostra filosofia che ci fa sognare.” [Lord Kelvin]

    http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012g.html


    #94857
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1358696052=Hypercom]
    “Quando guardiamo attraverso il piccolo universo che conosciamo e pensiamo alla trasmissione della forza elettrica, la trasmissione della forza magnetica e la trasmissione della luce, non abbiamo il diritto di ritenere che non ci può essere qualcosa d'altro che la nostra filosofia che ci fa sognare.” [Lord Kelvin]

    http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012g.html


    [/quote1358696052]




    min 4 http://www.youtube.com/watch?v=9EPlyiW-xGI


    #94855

    Anonimo

    [quote1358698356=camillo]
    ….

    Quando Keshe dice che il suo reattore può tramutare la materia agendo sul MaGrav ebbene, il mio punto di partenza è differente da quello di molti altri, io SO CHE LA COSA SI PUO' FARE perchè l'ho vista fare senza strumenti di sorta. Quindi il mio dubbio è solo questo: Keshe ha uno strumento che fa veramente quella cosa lì?

    Altro dubbio: è lo strumento da solo che agirebbe o è in simbiosi con l'uomo. Nel secondo caso l'uomo sarebbe un attivatore indispensabile, e quindi non occorre solo capire come funziona il reattore, ma anche capire lo stato emotivo e mentale dello sperimentatore.
    #bye
    [/quote1358698356]

    Ciao Camillo, molto interessante la tua esperienza, in merito ad essa ed a quest'ultimo dubbio che hai posto vorrei citare un pezzetto di un articolo che espone alcuni ragionamenti sulle ultime informazioni riguardo la tecnologia magrav

    Come ho già illustrato nel precedente articolo “Keshe: l’ultimatum ai governi e la creazione universale”, la tecnologia Keshe consentirebbe di ricreare le condizioni necessarie per generare la vita ma, stando alle esternazioni dell’ingegnere, la tecnologia da sola non è sufficiente: lo sperimentatore, infatti, deve mettere in atto la creatività attraverso la propria coscienza e ciò che viene creato assumerebbe un rapporto quasi filiale col creatore stesso. Senza l’interazione con la coscienza del creatore, avverte però Keshe, il sistema non funziona: questo è senza dubbio un messaggio fondamentale e di estrema importanza, che molti entusiasti, letteralmente abbagliati dai possibili risvolti tecnologici, hanno quasi del tutto ignorato, concentrandosi pressoché esclusivamente sugli aspetti tecnici.

    Lo stesso Keshe, sollecitato con domande tecniche sul sistema MAGRAVS, ha risposto che la pressione applicata agli elementi nel generatore non è importante, così come non lo sarebbero particolari accorgimenti come i campi magnetici rotanti, smentendo in parte determinati assiomi che in un primo momento apparivano imprescindibili. Sembrerebbe quasi che il sistema MAGRAVS sia effettivamente dipendente dall’intento cosciente del creatore, mentre gli altri aspetti assumerebbero una rilevanza secondaria. Che sia un modo appositamente studiato per farci arrivare per gradi alla conclusione che la creazione e la manipolazione della materia possono avvenire soprattutto attraverso la coscienza creatrice dell’uomo? E se ciò fosse valido anche per la creazione e l’evoluzione della vita? E se, in tutto questo, la tecnologia non fosse poi così determinante?

    Il messaggio nascosto sarebbe di quelli sconcertanti, sebbene provenga da un personaggio alquanto controverso e ben lontano dallo stereotipo del maestro spirituale che elargisce grandi insegnamenti senza chiedere contropartite, con grande umiltà e nel più assoluto distacco dagli elementi materialistici dell’esistenza. Poco importa, perché non è il maestro che va seguito, ma il messaggio e anche dalle persone più terrene e ambigue è possibile trarre un insegnamento divino, basta avere i sensi sufficientemente allenati per percepirlo e il cuore ben disposto ad accoglierlo e metterlo in pratica.

    La citazione è tratta da [link=http://www.ettoreguarnaccia.com/archives/1905]questo[/link] articolo che ho trovato in rete


    #94858
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1358699128=Richard]
    [quote1358696052=Hypercom]
    “Quando guardiamo attraverso il piccolo universo che conosciamo e pensiamo alla trasmissione della forza elettrica, la trasmissione della forza magnetica e la trasmissione della luce, non abbiamo il diritto di ritenere che non ci può essere qualcosa d'altro che la nostra filosofia che ci fa sognare.” [Lord Kelvin]

    http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012g.html


    [/quote1358696052]




    min 4 http://www.youtube.com/watch?v=9EPlyiW-xGI
    [/quote1358699128]


    #94859

    pancia37
    Partecipante

    Questi due video possono sembrare OT , ma sono più centrali di quanto pensate , fanno parte delle cose che dovremo capire prima o poi , per fortuna c'è gente molto in gamba che se ne occupa , e in un futuro non molto lontano capiremo l'importanza che c'è dietro a tutto questo discorso che si va a legare spiritualmente al discorso di keshe e l'energia in generale , vi prego di guardarli tutti e due : http://www.youtube.com/watch?v=jHqEB6umJ7A


    #94860
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1358723112=pancia37]
    Questi due video possono sembrare OT , ma sono più centrali di quanto pensate , fanno parte delle cose che dovremo capire prima o poi , per fortuna c'è gente molto in gamba che se ne occupa , e in un futuro non molto lontano capiremo l'importanza che c'è dietro a tutto questo discorso che si va a legare spiritualmente al discorso di keshe e l'energia in generale , vi prego di guardarli tutti e due : http://www.youtube.com/watch?v=jHqEB6umJ7A
    [/quote1358723112]
    grazie Pancia…la conferenza a dir poco è stupenda. Da qui in avanti mi apre una nuova visione. Grazie ancora :bay:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #94861
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Caro Camillo, il “prestigiatore” di cui parli era per caso Rol?


    #94862
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1358759653=sphinx]

    Caro Camillo, il “prestigiatore” di cui parli era per caso Rol?
    [/quote1358759653]
    No! era Un signore che ebbe una fama minore. Vennero molti giornalisti. Si scrisse di lui anche in quache libro in America.
    Il giornalista Renzo Allegri, venne a trovarci e per tre volte quel signore ebbe la PRIMA pagina sulla rivista GENTE.
    Renzo Allegri ci disse che assomigliava a quello che aveva visto da Rol.
    Il ricercatore che stava dietro a tutto ero io, ma non volli mai che il mio nome comparisse. A quei tempi l'apertura mentale era differente. io ero una persona che insegnava a scuola, insomma dovevo mantenere la mia immagine.
    Ora sono in pensione, non ho nulla da difendere, se non la verità.
    !lol


    #94863
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Ormai mi sembra giunto il momento di provare ad ampliare la visione della fisica.

    La fisica ha adottato il metodo scientifico, pertanto si orientata a studiare solo i fenomeni ripetibili, misurabili.
    In Fisica distinguiamo due tipi di grandezze: Grandezze fisiche (quelle che si possono misurare), e grandezze NON fisiche che non sono quantificabili esattamente.

    Finora l’aspetto mentale, emozionale, intenzionale dello sperimentatore è stato ignorato, classificato inesistente.
    Questo è stato molto utile ci ha permesso di isolare i fenomeni ripetibili indipendentemente dagli operatori; ve lo immaginate un mondo dove l’automobile parte solo se hai il giusto atteggiamento mentale? Non saremmo andati da nessuna parte con la tecnologia. Adottando il metodo che pretende la ripetibilità indipendente dallo sperimentatore, la popolazione è passata dalle poche centinaia di milioni di abitanti ai sette miliardi attuali. Se oggi riusciamo a dar da mangiare a tutti questi individui, lo dobbiamo alle macchine e alle fonti energetiche che le fanno funzionare.

    Ma…Ahimè! Il prezzo è stato alto, abbiamo interagito pesantemente con la Terra, inquinandola, facendo estinguere specie animali… ecc. Ora le risorse energetiche stanno finendo, a questo ritmo ne abbiamo al massimo per altri 200 anni In realtà già ora stiamo raschiato il fondo del barile: FINE delle RISORSE!

    Ecco l’impellente necessità di cambiare livello di Fisica, il passaggio dalla vecchia Fisica classica alla nuova, fa parte del grande cambiamento che io ed altri definiamo Apertura del Grande Portale.

    Osservando le grandezze fisiche, a suo tempo ci si accorse che tutto ciò che conoscevamo di scientifico, poteva essere espresso attraverso tre grandezze fisiche fondamentali: SPAZIO, MASSA, TEMPO.
    Le tre unità di misura inerenti sono il Metro, Kilogrammo, Secondo. Le tre iniziali formano l’acronimo del sistema internazionale di unità di misura detto M.K.S.

    La Fisica che verrà andrà a considerare quattro grandezze fondamentali: SPAZIO, MASSA, TEMPO, INTENTO.
    Si nota che ho aggiunto il vocabolo INTENTO esso esprime l’aspetto mentale, emozionale, intenzionale.
    Appare subito chiaro che manca l’unità di misura dell’INTENTO.
    O.K. non è una grandezza misurabile per il momento, ma questo non significa che non esista, che non agisca, che non debba essere messo sul piatto della bilancia.
    Per esempio, anche l’amore non è misurabile, eppure… quante canzoni! Quale spinta evolutiva! Quale importanza nella vita quotidiana!

    In attesa di trovare un modo per misurare l’INTENTO stabilendo necessariamente un’unità di misura, osserviamo che già ora noi discriminiamo benissimo chi è capace, volonteroso, determinato, efficiente da chi non lo è, e ,se pur “a pelle.

    Finora la fisica classica ha ignorato questo aspetto, irrideva chi cercava di evidenziarlo, si ignoravano i fenomeni che lo comprendevano, si zittivano o incarceravano coloro che esageravano nel metterlo in evidenza.
    Però jl fenomeno compariva, statene certi!
    In medicina comparve il fenomeno detto “Effetto placebo” nonché un certo numero di fatti strani classificati come fuori schema dall’ufficialità, e come miracoli dalle religioni di turno.

    Si dirà O.K. per la medicina, ma nei fenomeni fisici non sì era visto niente. Questo, lo dicono gli scienziati ortodossi attuali, la frase giusta è nei fenomeni fisici non sì era visto niente di RIPETIBILE. Il che è molto, ma molto diverso.
    Ci sono stati un grandissimo numero di fenomeni inspiegabili per esempio nella “Free Energy”.

    A volte penso ai “poveracci” che nel loro piccolo ambiente scoprivano qualcosa che funzionava, spendevano capitali per il brevetto, ma appena altri costruivano avendo differenti INTENTI, finiva tutto in un nulla di fatto. Con grande derisione degli scienziati ortodossi.


    #94864
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1358763518=camillo]
    [quote1358759653=sphinx]

    Caro Camillo, il “prestigiatore” di cui parli era per caso Rol?
    [/quote1358759653]
    No! era Un signore che ebbe una fama minore. Vennero molti giornalisti. Si scrisse di lui anche in quache libro in America.
    Il giornalista Renzo Allegri, venne a trovarci e per tre volte quel signore ebbe la PRIMA pagina sulla rivista GENTE.
    Renzo Allegri ci disse che assomigliava a quello che aveva visto da Rol.
    Il ricercatore che stava dietro a tutto ero io, ma non volli mai che il mio nome comparisse. A quei tempi l'apertura mentale era differente. io ero una persona che insegnava a scuola, insomma dovevo mantenere la mia immagine.
    Ora sono in pensione, non ho nulla da difendere, se non la verità.
    !lol
    [/quote1358763518]

    Stavo per fare la stessa domanda di sphinx 🙂
    Camillo, ci puoi dire chi era/è?
    Grazie

    Edit
    [quote1358763777=camillo]

    La Fisica che verrà andrà a considerare quattro grandezze fondamentali: SPAZIO, MASSA, TEMPO, INTENTO.
    Si nota che ho aggiunto il vocabolo INTENTO esso esprime l’aspetto mentale, emozionale, intenzionale.

    [/quote1358763777]

    A questo proposito è da qualche giorno che vorrei parlarvi di un qualcosa che ho imparato durante il mio periodo “ebraico”, forse uno dei concetti fondamentali e anzi, quello che io penso sia il concetto fondamentale di tutto l'ebraismo e, ancor di più, di tutto l'atteggiamento dell'essere umano :
    la Kavanah.

    Vi riporto la dicitura che Wikipedia ne da in inglese (in italiano non ne ho trovata)

    “Kavanah or Kavannah (also pronounced /kaˈvonə/ by some Ashkenazi Jews) (כונה; in Biblical Hebrew Kawanah), plural Kavanot, (Intention[1] or “direction of the heart[2]”) is the mindset often described as necessary for Jewish rituals (mitzvot).”

    (Per fare in fretta, dal googlese “Kavvanà o Kavannah (anche pronunciato / kavonə / da parte di alcuni ebrei Ashkenazi) (כונה, in ebraico biblico kavvanà), Kavanot plurale, (Intenzione [1] o “direzione del cuore [2]”) è la mentalità spesso descritto come necessario per rituali ebraici (mitzvot). [3]”

    http://en.wikipedia.org/wiki/Kavanah

    Questa breve descrizione è comunque lacunosa, il concetto, ma forse ne scrissi già tempo fa qui sul forum, generale è l'atteggiamento mentale, “l'Intento” per eccellenza che credo sia quello a cui si riferisce, appunto, Camillo.

    Gli ebrei non si smentiscono mai 🙂


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,071 a 1,080 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.