Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 2 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,461 a 1,470 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95245
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.473
    “Se guardiamo in basso a destra, possiamo vedere che illustra la metà di sopra di un ottaedro o forma piramidale, definita con una spirale circolare. Insieme ad altri, credo che la formazione di Barbury sia una chiave per comprendere la natura geometrica delle dimensioni nell'universo.

    Il cerchio a sinistra in basso sarebbe la prima dimensione, col simbolo di un punto nel mezzo del vuoto. Il cerchio di sopra rappresenterebbe questo punto che entra in movimento, allargandosi a spirale dal suo centro. Ecco la seconda dimensione, la prima volta in cui il moto avviene in un medium altrimenti statico, formando una superficie piatta.

    Infine, il basso a destra, la terza forma, rappresenta la prima volta in cui questa energia a spirale porta la sua forma a divenire entità tridimensionale. Se guardiamo l'immagine di sotto, possiamo infatti vedere come spirale descriva completamente la forma di una piramide o la metà superiore di un ottaedro.”


    ——-

    http://www.tanogabo.it/Inviati_speciali/sfinge_risorgiva.htm


    #95246
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Camillo sei un.. genio senza lampada grazie.
    A quelli che fanno i disegni nel grano direi e bastaaa non si capisce nulla cambiate modo di comunicare oppure siamo davvero stupidi.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #95247
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1391097685=camillo]

    La forza “elastica nell'esempio” che cerca di far tornare l'elastico in un cerchio perfetto gli sciamani l'hanno chiamata INTENTO. L'intento è sia energia potenziale che forza, volontà, capacità di mutare vibrazione, campo unificante… insomma è il vero motore dell'universo.

    [/quote1391097685]

    Fra le cose che più mi sono rimaste impresse durante il mio periodo “ebraico” c'è il concetto di Kavanàh (intenzione).
    Non c'è mitzvot propriamente eseguita senza Kavanàh, cioè non esiste rituale senza l'appropriata Intenzione.

    “Kavanàh” significa partecipazione, nel senso di aderire nel modo più bello al dialogo col divino.

    Nel senso più esteso, come io lo concepisco, l'Intenzione è l'unico e vero motore di tutta la vita.
    E'il “Sentimento” di Neville Goddard http://unleashyourinnerstrength.files.wordpress.com/2011/09/feeling_is_the_secret_1944_ebook_sep2011.pdf, secondo la mia opinione.
    Non mi meraviglia trovare lo stesso senso anche negli sciamani.
    Grazie Camillo


    #95248
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1391098524=giusparsifal]
    [quote1391097685=camillo]

    La forza “elastica nell'esempio” che cerca di far tornare l'elastico in un cerchio perfetto gli sciamani l'hanno chiamata INTENTO. L'intento è sia energia potenziale che forza, volontà, capacità di mutare vibrazione, campo unificante… insomma è il vero motore dell'universo.

    [/quote1391097685]

    Fra le cose che più mi sono rimaste impresse durante il mio periodo “ebraico” c'è il concetto di Kavanàh (intenzione).
    Non c'è mitzvot propriamente eseguita senza Kavanàh, cioè non esiste rituale senza l'appropriata Intenzione.

    “Kavanàh” significa partecipazione, nel senso di aderire nel modo più bello al dialogo col divino.

    Nel senso più esteso, come io lo concepisco, l'Intenzione è l'unico e vero motore di tutta la vita.
    E'il “Sentimento” di Neville Goddard http://unleashyourinnerstrength.files.wordpress.com/2011/09/feeling_is_the_secret_1944_ebook_sep2011.pdf, secondo la mia opinione.
    Non mi meraviglia trovare lo stesso senso anche negli sciamani.
    Grazie Camillo
    [/quote1391098524]


    #95243
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    :salu:

    Tra l'altro, un po' di Ego, lo ammetto, simpatico ritrovarmi nelle parole di Lipton, che in qualche modo da conferma a uno dei miei motti in firma, “L'Oggettività è la Soggettività Condivisa”…


    #95249
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    http://www.iconicon.it/blog/2014/01/keshe-ecco-bonificare-fukushima/

    KESHE: ECCO COME BONIFICARE FUKUSHIMA

    https://www.youtube.com/watch?v=4f02CcnHjSk

    La situazione nella centrale nucleare di Fukushima Daiichi sta peggiorando e vi è la necessità di una procedura-ponte immediata per decontaminare le terre e le acque nella zona.
    In questo video dimostriamo un’alternativa e procedura economica per decontaminare i terreni e le acque in casa e terreni agricoli.
    Note tecniche al video: guardare su Youtube, attivando i sottotitoli con la traduzione nella propria lingua.

    Avvertenze e procedure di sicurezza
    Assicuratevi di indossare indumenti protettivi quando si inizia a maneggiare i NANO materiali.
    Mantenere una buona distanza dai contenitori quando si introduce l’acqua nel contenitore, a causa della spruzzata del contenuto di ebollizione.
    Si consiglia agli agricoltori di lavorare come gruppi collettivi piuttosto che come individui e chiedere alle autorità di vigilanza TEPCO di essere presenti, quando svolgono tali procedure sul terreno o per la decontaminazione dell’acqua.
    I Nano-materiali possono penetrare nella pelle, si prega di indossare i guanti quando si effettuano operazioni con questi materiali.
    Indossare abbigliamento con materiali spessi e pesanti stivali e guanti, quando i effettua decontaminazione sulla terra o acqua.
    Il processo mostrato in questo video creerà una condizione per rimuovere i materiali, ma non creare o spiega la condizione per gestire i materiali dopo la rimozione dalla terra o acqua.
    Una volta raccolti, la movimentazione dei materiali contaminati deve essere lasciata alla TEPCO e al governo giapponese .
    I contadini non devono camminare sulla terra fino a che non sono sicuri che essa, monitorando con rivelatori di radiazione, viene decontaminata con la nuova tecnologia.
    Con questo processo, macchine agricole possono essere utilizzate per introdurre nuovi materiali sulla terra e le stesse macchine possono essere usate per arare e raccogliere il nuovo materiale contaminato dalla terra.
    Utilizzare macchine agricole come i trattori per disperdere i nano-materiali prodotti e per la raccolta dei nuovi materiali contaminati in seguito dalla terra.
    Qualsiasi abbigliamento o accessori contaminati possono essere lavati in acqua, mettendolo in contenitore che materiali Nano-rivestiti fresco elaborati vengono messi in e dopo poche ore l’abbigliamento può essere rimosso , che i materiali radioattivi di abbigliamento saranno allegati al patinata materiali.
    Non usare la mano per lavare gli indumenti contaminati.
    Nel lavaggio utilizzare un bastone di legno, che deve essere sostituito dopo ogni lavaggio.
    Non riutilizzare il bastone e posizionarlo con i materiali Nano dal lavaggio del tamburo d’acciaio spiegato dopo.
    L’acqua dopo il lavaggio deve essere esente da qualsiasi radiazione, ma gli elementi rivestiti devono essere collocati nel contenitore e consegnati alla TEPCO.
    Indossare sempre un vestiario protettivo per non entrare in contatto con materiali contaminati, estratti dal terreno agricolo o dall’acqua.
    Scavare un buco nel terreno, mettere il contenitore in acciaio, o il tamburo per i materiali raccolti e posizionare una spessa lastra pesante sulla parte superiore del foro.
    Assicurarsi che questo è ben posizionato lontano da qualsiasi luogo residenziale.
    Non guardare mai dentro al contenitore e assicurarsi che il contenitore è facile da sollevare e da sostituire, una volta che è stato rimosso da TEPCO .
    Una volta raccolta, la movimentazione dei materiali contaminati deve essere lasciata alla TEPCO e al governo giapponese.
    Diamo ulteriori consigli sul forum del workshop Keshe Foundation.
    Il lavoro della Fondazione ha bisogno di sostegno in modo che possiamo rimanere indipendenti dai governi e multinazionali per la nostra ricerca. È possibile sostenere il nostro lavoro donando fondi alla Fondazione utilizzando il fondo di donazione sul sito web della Fondazione Keshe in modo che possiamo continuare con le nostre opere e gli insegnamenti di nuovi scienziati presso il nostro Spaceship Istitute.

    Fonte: http://forum.keshefoundation.org/forum/keshe-official/31153-fukushima-daiichi-nuclear-accident-cleanup-video


    #95250

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo

    Forse è una stupidaggine,ma non pensi che nel reatttore Keshe,la velocita di rotazione dei gas inseriti,possa avere una qualche rilevanza?


    #95251
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1391513379=orsoinpiedi]
    @camillo
    Forse è una stupidaggine,ma non pensi che nel reatttore Keshe,la velocita di rotazione dei gas inseriti,possa avere una qualche rilevanza?
    [/quote1391513379]

    Quello che uno pensa può essere solo ciò che uno spera.
    Qui la questione è maledettamente seria e concreta. Quindi SOLO UNA VERIFICA DA PARTE DEGLI ENTI COMPETENTI può dire qualcosa che abbia una base reale.
    Il problema è che conoscendo i miei colleghi dubito molto che prendano in considerazione di fare una verifica. Keshe ha dato troppo poche dimostrazioni, l'ambiente scientifico è profondamente “allergico” a questo tipo di personaggi.
    Probabilmente però, nonostante tutto, una prova verrà fatta in quanto la società giapponese responsabile del reattore è messa malissimo… qualsiasi soluzione per quanto vaga deve essere vagliata. Presumo che una prova fatta dall'ENEA se finanziata dai Giapponesi costerà molto poco rispetto alle perdite che sta subendo e anche se ci fosse una probabilità su 1000 la prova andrebbe fatta.
    Per noi che assistiamo dall'esterno se (dico SE) funzionasse sarebbe finalmente una prova tangibile.

    Se poi desideri la mia personale opinione, ebbene io dico che ci sono più probabilità che sia vero di quelle che danno gli scettici.
    Vedremo come va a finire

    Se la tua domanda invece riguarda l'aspetto puramente teorico, deducibile da quanto scritto nel 1° libro di Keshe allora la metterei così:
    La procedura descritta è QUASI UN RACCONTO DI FANTASCIENZA che un fisico non potrebbe mai credere se… non avesse visto l'influenza totale della mente- intento sulla materia.

    Comunque qui siamo su ALTRO GIORNALE e certe cose si possono dire, poi il lettore comprenderà che sono tentativi di uscire dagli schemi, per cui possono essere le più grandi baggianate come invece un nuovo modo di guardare.

    I passi per creare un reattore Keshe sono i seguenti:
    1° creare un ambiente iniziale ad altissimo vuoto almeno 10 alla meno 5 millibar (Condizioni simili a quello che ci sono nel vuoto cosmico)
    2° ionizzare il gas l'idrogeno e/o l'elio rarefatto; secondo Keshe, non occorrerebbe una grande differenza di potenziale occorre inoltre la presenza di pochissimo materiale leggermente radioattivo, keshe consiglia di “dipingere” le pareti con del potassio. Questa ionizzazione serve a trasformare l'idrogeno e/o l'elio in plasma.
    3° far ruotare il gas in modo da fornire energia cinetica alle particelle (all'inizio c'era una elica interna che ruotava ora Keshe preferisce far ruotare la sfera esterna)
    4° sembrerebbe che a questo punto, aspettando un tempo indeterminato (forse giorni o settimane), le particelle elementari creassero una specie di “micro-civiltà” viva e variabile di volta in volta. Keshe sostiene di pregare[u][/u] ogni volta che crea la situazione.

    Sembrerebbe che le particelle elementari protoni, neutroni ed elettroni si “aprissero” in modo dolce, lui dice che è come due automobili si urtassero leggermente, si fermano, si aprono le portelle ed escono i componenti. (Quando invece negli acceleratori nucleari lanciamo le auto una contro l'altra, lo scontro genera rottami diversi da urto a urto ma non si conoscono i passeggieri se non per brandelli di carne)

    I tre componenti (materia, antimateria, materia-oscura) che escono sono vivi e in questo vuoto rarefatto esprimono le loro personalità, smettendo di comportarsi come folla, ma facendo prevalere le individualità più capaci in base anche all'ambiente in cui nascono, si mette altresì in gioco un'energia 1000 superiore a quella nucleare. Però questa energia non esplode o si disperde casualmente, essa viene “gestita” dal nucleo vivo della “micro-civiltà” che si forma. Questo accadrebbe perché quel tipo di energia ultrasottile risentirebbe moltissimo del pensiero e dell'intento.

    L'osservatore esterno vedrà formarsi una sfera di luce plasmatica all'interno della sfera, se le condizioni sono giuste e il tempo di attesa adeguato, questa sfera di micro-civiltà si evolve e si stabilizza. A questo punto viene descritto un metodo detto “METODO DI DILUIZIONE DI KESHE”, si introduce una piccolissima quantità di gas al centro della sfera di micro-civiltà. La sfera luminosa comincia a “cibarsi” di questa materia gassosa introdotta, la scompone nei suoi tre elementi di base. Keshe dichiara che a volte occorrono giorni affinché la piccolissima quantità di gas venga “mangiata”. A quel punto Keshe dice di introdurre altro materiale e così via.

    La sfera di “micro-civiltà” che si verrebbe a formare ad un certo punto non ha più bisogno di ionizzazione o di rotazione, semplicemente si auto-mantiene.

    Questo è quello che io ho creduto di capire. Certo siamo lontanissimi dalla fisica. Ma io non ho paura di seguire Keshe in queste ipotesi, ricorda che io ho visto la materia modificarsi, smaterializzarsi.. con l'uso della sola Volontà-intento. Quindi ho il coraggio adeguato per dire cose che mettono al rogo la mia laurea di fisica.

    Dato che ci siamo proseguo con le “fantasticherie”, ci sono quindi tre scomposizioni fondamentali possibili:
    – scomposizione del neutrone in tre “esserini” detti Materia, Antimateria, Materia-oscura”
    – scomposizione del protone in tre “esserini” detti Materia, Antimateria, Materia-oscura” diversi dai precedenti
    – scomposizione dell'elettrone in tre “esserini” detti Materia, Antimateria, Materia-oscura” diversi dai precedenti
    Nella così detta fusione fredda LENR avremo quindi tre tipologie differenti a seconda di quale particella viene prevalentemente “scomposta”

    Infine ecco la risposta alla tua domanda, nel reattore Keshe introducendo materiale radioattivo esso viene scomposto completamente, poi è possibile invertire il processo.
    Qui sta il punto, attento! Il reattore (o sfera di micro-civiltà) di keshe ha mangiato il materiale, che è radioattivo per noi, ma per lui (reattore) sono solo protoni e neutroni in più o in meno non ha importanza tanto trasforma tutto in Materia, Antimateria e Materia-Oscura. E' da questo brodo formato dai tre elementi di base che invertendo il processo si riformerà nuova materia atomica. Non è detto che si riformi la stessa, ma se anche si riformasse la stessa supponiamo sia Cesio si formerà l'isotopo stabile e non il radioattivo.
    Quindi dal punto di vista della “pazzesca” teoria di Keshe la risposta è… Si! E' possibile eliminare la radioattività in quel modo, usando il reattore. Il reattore viene regolato in parte dalla sua rotazione, ad ogni velocità di rotazione corrisponde una differente riformazione della materia.


    #95252
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1391606958=camillo]
    [quote1391513379=orsoinpiedi]
    @camillo
    Forse è una stupidaggine,ma non pensi che nel reatttore Keshe,la velocita di rotazione dei gas inseriti,possa avere una qualche rilevanza?
    [/quote1391513379]
    ..
    – scomposizione dell'elettrone in tre “esserini” detti Materia, Antimateria, Materia-oscura” diversi dai precedenti
    Nella così detta fusione fredda LENR avremo quindi tre tipologie differenti a seconda di quale particella viene prevalentemente “scomposta”.

    [/quote1391606958]

    The Resonance Project (fbook):

    When a tetrahedron perfectly fits inside of a sphere, three of its 4 points will intersect with it's surface at 19.47 degrees (north or south) which divides the sphere's volume in an exact ratio of 1/3 to 2/3.

    We observe increased activity and energy levels at both 19.47 north and south on all spheres including the Earth (the largest volcano and mountain on Earth is there: the Big Island of Hawaii) as well on Jupiter (The Big Red Spot) and increased sunspot activity on the surface of the sun (pictured).

    Quando un tetraedro viene perfettamente circoscritto dentro una sfera, tre dei suoi 4 vertici intersecheranno la sfera a 19.47° nord-sud, dividendola in un rapporto esatto di 1/3 e 2/3
    Osserviamo attivita incrementata e livelli di energia maggiori a 19.47° nord e sud in tutte le sfere inclusa la Terra (il piu grande vulcano è alle Hawaii) e anche su giove (la grande macchia rossa) e maggior attivita dalle macchie solari sul sole.

    AB: Spieghiamo a tutti in merito ai 19,5 gradi. C' è qualcosa che tutti possono dimostrare a sè stessi e questo riguarda il punto dei 19.5 gradi (sopra o sotto l' equatore) di un pianeta, potete osservare fenomeni molto inusuali, evidenza dell' energia nei pianeti a 19.5 gradi. E' corretto?

    DW: Assolutamente.

    RH: Riguarda il Sole e tutti i pianeti solidi, come la Terra in cui viviamo o Marte, fino ai pianeti gassosi giganti, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, troviamo che i più grandi punti energetici sono a 19.5 gradi.

    AB: Che è il punto iperdimensionale di cui ci hai sempre parlato e che tu credi essere la fonte di energia per tutti i pianeti, giusto?

    RH: Non è materia di fede. E' nato quando abbiamo visto questa geometria, questo schema, ricorda che tutta la scienza parte osservando uno schema…

    AB: Si.

    RH: Quindi abbiamo iniziato a fare domande a persone che conoscevo, esperti in vari campi, cosa significa questo schema? Qualcuno ha mai notato questo schema da qualche parte prima? Fu il mio amico Stan Tenen, della Fondazione Meru, che stava lavorando sui testi Biblici da anni e anni..

    AB: Si, si, si.

    RH: Che disse, “oh, questo schema è stato trovato nel Coxeter e da altri eminenti matematici e si relaziona a modelli iperdimensionali. Modelli di spazi in stati più elevati, realtà elevate che non si possono vedere e toccare o sentire, ma si possono modellare matematicamente in modo teorico e sono stati usati come parte della fisica del diciannovesimo secolo, quando la fisica era appena nata..da persone – giganti della scienza – come Faraday e altri.

    AB: E' tua posizione, Richard, che l' energia a questo punto, questo punto iperdimensionale di cui hai sempre parlato, sia la fonte di energia di molte delle cosiddette “free-energy”?

    RH: Questo è ciò che mi ha unito a Gene. Perchè, io arrivai così al punto e lui ci arrivò dalla fisica del ventesimo secolo e iniziò a vedere sempre più anomalie, questo fu l' inizio della nostra conversazione. Un giorno gli dissi, “Gene, non credo che la “fusione a freddo” sia una fusione. Credo sia qualcosa di diverso, qualcosa di più fondamentale, qualcosa di rivoluzionario, qualcosa potenzialmente iperdimensionale, qualcosa che arriva da un' altra dimensione e appare nella nostra dimensione come una fonte anomala di energia, sotto certe condizioni…
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2403

    http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_di_Coxeter
    In matematica, un gruppo di Coxeter è un gruppo astratto che ammette una descrizione formale in termini di simmetrie speculari. In realtà, i gruppi finiti di Coxeter, sono più precisamente i gruppi euclidei di riflessione finiti; i gruppi di simmetria dei poliedri regolari ne forniscono degli esempi. Va detto subito che non tutti i gruppi di Coxeter sono finiti e che non tutti possono essere descritti in termini di simmetrie e riflessioni euclidee.

    Coxeter, la geometria nata dal caleidoscopio
    http://areeweb.polito.it/didattica/polymath/htmlS/Interventi/Articoli/Coxeter/Coxeter.htm

    Coxeter Planes
    http://www.math.lsa.umich.edu/~jrs/coxplane.html


    #95253

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Grazie Camillo.
    Penso che la rotazione sia importante per la creazione di vortici nel plasma.
    Mi piacerebbe vedere cosa succederebbe nel reattore se fosse sottoposto anche a onde sonore.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,461 a 1,470 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.