Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 1 anno, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,521 a 1,530 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95303

    Rebel
    Partecipante

    [quote1395095937=Richard]

    Da quanto ho capito il plasma emerge dall'energia del vuoto o zpe e con esso interagisce
    http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/secret_projects/project122.htm

    poi..ad esempio

    http://www.abruzzo24ore.tv/news/Plasma-freddo-potrebbe-essere-alternativa-agli-antibiotici/126983.htm

    [/quote1395095937]

    Abbiamo dato una ben precisa definizione al plasma, il 4° stato della materia, il plasma freddo contrasta con la nostra definizione , e secondo la nostra definizione non emerge dal vuoto, potremmo parlare di materia esotica questo si, ma dobbiamo dargli un altro nome e un'altra definizione.

    La ZPE, Zero Point Energy, Energia di Punto Zero è ciò che si manifesta quando riusciamo a creare dentro uno spazio limitato il vuoto assoluto, cosa ben diversa dal plasma freddo.

    Ora vediamo cosa dice mister K, facciamo un alto vuoto dentro un ambiente chiuso (la sua sfera magica), ci mettiamo un po di atomi di idrogeno, Argo Neon ed Elio, e li facciamo girare dentro la sfera proprio come dentro un frullatore, secondo la sua teoria, dato l'alto vuoto le particelle invece che urtare violentemente una con l'altra, data la bassissima pressione come per incanto si sbucciano (come delle arance) e riescono a liberare la loro energia interna interagendo tra loro in qualche modo creando un plasma a bassa temperatura, con qualche strano effetto.
    Bene, secondo lui con questo sistema è possibile: viaggiare nel cosmo, creare cibo per gli astronauti a volontà, curare ogni genere di malattia, e tante altre cose stupende……

    Io sono sempre pronto a rimangiarmi tutto, ovviamente, ma adesso basta chiacchiere, voglio vedere cose reali, sono 2 anni che compriamo libri, paghiamo per le sue conferenze, e ancora non vediamo nulla di nulla, ma vi viene un vago sospetto? o no?


    #95305
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395131296=Richard]
    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&u=http%3A//journalofcosmology.com/Cosmology5.html
    L'infinito, universo eterno ricicla continuamente energia e massa sia a subatomico ea livello macro-atomico, distruggendo in tal modo e poi rimontare atomi, molecole, stelle, pianeti e galassie (Joseph 2010). Messa, molecole, atomi, protoni, elettroni e particelle elementari vengono continuamente creati e distrutti, e la materia e l'energia, tra cui atomi di idrogeno, sono continuamente riciclato e ricreato da super massicci buchi neri e quasar al centro delle galassie, e via infinitamente piccolo fori di gravità noti anche come “buchi neri”,
    [/quote1395131296]

    http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&nv=1&rurl=translate.google.it&sl=en&tl=it&u=http://www.astrosciences.info/creation.htm&usg=ALkJrhjao2492t2XpZIeXvGsJnWylhMmAw

    Certo che sono dubbioso


    #95306

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia…..
    Il possibile e l'impossibile,solo due termini relativi.


    #95307
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1395141496=Rebel]

    Ora vediamo cosa dice mister K, facciamo un alto vuoto dentro un ambiente chiuso (la sua sfera magica), ci mettiamo un po di atomi di idrogeno, Argo Neon ed Elio, e li facciamo girare dentro la sfera proprio come dentro un frullatore, secondo la sua teoria, dato l'alto vuoto le particelle invece che urtare violentemente una con l'altra, data la bassissima pressione come per incanto si sbucciano (come delle arance) e riescono a liberare la loro energia interna interagendo tra loro in qualche modo creando un plasma a bassa temperatura, con qualche strano effetto.

    [/quote1395141496]
    Ciao Rebel,
    bella immagine che spiega benissimo i concetti espressi da Keshe.
    In mancanza di una verifica tangibile limitiamo ci a considerazioni generiche per vedere almeno le possibilità teoriche.

    Una delle caratteristiche della materia è la COESIONE. Questa caratteristica si può vedere in ogni cosa, le forze che la realizzano però cambiano.
    Così abbiamo che:
    la coesione delle Galassie è data da un super-buco-nero al centro, ed è di tipo gravitazionale,
    la coesione del sistema solare è ancora la gravità della stella al centro del sistema,
    la coesione di una molecola e di un atomo è data dalla forza elettrica, che ha un gradiente d'intensità di miliardi di volte superiore alla forza di gravità.
    Quando poi guardiamo il nucleo atomico esso è coeso da un altro tipo di forza che definiamo nucleare, essa ha pure un gradiente di intensità di molti ordini di grandezza superiore a quella elettrica.

    Ora guardiamo i due estremi e chiediamoci chi tiene unito l'universo? E cosa tiene coese le particelle elementari (protoni, elettroni, neutroni).

    Le recenti scoperte hanno messo in luce che l'universo non appare coeso da un ultra_super_buco_nero, ma sembra comparire una struttura anomala che crea tale coesione. Le ultime scoperte hanno evidenziato che le galassie ACCELERANO verso l'esterno. Al che tutta l'astronomia ha avuto un momento di crisi filosofica. Abbiamo dovuto tirare in ballo la Materia oscura in modalità molto più marcate e differenti da quanto finora conosciuto.

    Similmente a ciò che sta accadendo nell'immensamente grande si ripete nell'immensamente piccolo. Finora la coesione delle particelle era ipotizzata derivante da tre quark. Me come ci siamo arrivati? Be.. semplificando molto direi che noi abbiamo visto certi effetti derivanti dagli urti con i super-acceleratori, quindi abbiamo costruito un insieme di formule tali da far quadrare il lato teorico con ciò che avevamo visto. Era la cosa migliore che potevamo dire in quel momento con quegli effetti.

    Ora abbiamo un sacco di trasmutazioni a bassa energia, strani fenomeni di eccessi inspiegabili di calore, o di intensi campi magnetici. Quindi occorre rivedere il tutto in modo da far quadrare i nuovi fenomeni con le nuove teorie.
    Purtroppo c'è una forza d'inerzia psicologica e conoscitiva, per cui molti scienziati dicono che NON ci sono questi “strani” fenomeni e rimangono fermi sulle posizioni di partenza, si aggrappano al noto, al conosciuto a ciò che non li spiazza, sono a volte più conservatori di quanto credono di essere.

    Keshe nel bene o nel male sta contribuendo alla rottura dello schema. Il suo concetto di base è che in uno stato di ultravuoto le particelle elementari isolate hanno un comportamento gassoso, cioè si espandono impercettibilmente con il risultato che diventano MOLTO PIU' penetrabili, meno dure di quanto avessimo mai supposto.
    Quindi se riusciamo a farle “sfregare” tra di loro si “SBUCCIANO come arance”, Molto bella l'immagine, grazie Rebel

    Il resto è ovvio dire , l'intensità delle forze di coesione è di diversi ordini di grandezza superiore alle forze nucleari, che sono più grandi delle forze elettriche, che aloro volta sono più grandi delle forze magnetiche.
    Lo stupore arriva quando Keshe comincia a dire che le altre forze sono solo particolari derivazioni dei veri campi originali intensissimi che lui chiama “magnetici” e che struttura in tre tipi detti: materia; antimateria; materi-oscura. Anche la gravità è un loro residuo.


    #95308

    Ramaiolo
    Partecipante

    Cosa ne pensate della Kesche fundation e della recente mossa di mettere a dispozione di tutti i brevetti della fondazione…..?


    #95309

    Ramaiolo
    Partecipante

    Ho dato un occhiata ai progetti della kesche fundation e nn riesco a capire se sono di facile realizzazione o meno


    #95310
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395162094=camillo]
    [quohte1395141496=Rebel]

    Ora vediamo cosa dice mister K, facciamo un alto vuoto dentro un ambiente chiuso (la sua sfera magica), ci mettiamo un po di atomi di idrogeno, Argo Neon ed Elio, e li facciamo girare dentro la sfera proprio come dentro un frullatore, secondo la sua teoria, dato l'alto vuoto le particelle invece che urtare violentemente una con l'altra, data la bassissima pressione come per incanto si sbucciano (come delle arance) e riescono a liberare la loro energia interna interagendo tra loro in qualche modo creando un plasma a bassa temperatura, con qualche strano effetto.

    [/quote1395141496]
    Ciao Rebel,
    bella immagine che spiega benissimo i concetti espressi da Keshe.
    In mancanza di una verifica tangibile limitiamo ci a considerazioni generiche per vedere almeno le possibilità teoriche.

    Una delle caratteristiche della materia è la COESIONE. Questa caratteristica si può vedere in ogni cosa, le forze che la realizzano però cambiano.
    Così abbiamo che:
    la coesione delle Galassie è data da un super-buco-nero al centro, ed è di tipo gravitazionale,
    la coesione del sistema solare è ancora la gravità della stella al centro del sistema,
    la coesione di una molecola e di un atomo è data dalla forza elettrica, che ha un gradiente d'intensità di miliardi di volte superiore alla forza di gravità.
    Quando poi guardiamo il nucleo atomico esso è coeso da un altro tipo di forza che definiamo nucleare, essa ha pure un gradiente di intensità di molti ordini di grandezza superiore a quella elettrica.

    Ora guardiamo i due estremi e chiediamoci chi tiene unito l'universo? E cosa tiene coese le particelle elementari (protoni, elettroni, neutroni).

    Le recenti scoperte hanno messo in luce che l'universo non appare coeso da un ultra_super_buco_nero, ma sembra comparire una struttura anomala che crea tale coesione. Le ultime scoperte hanno evidenziato che le galassie ACCELERANO verso l'esterno.

    [/quote1395162094]
    Così se comprendiamo davvero che l’Universo è una Super-Galassia, allora la nostra prossima domanda è se esso possieda anche una Sfera niversale con un asse centrale. La Teoria dell’Universo Anisotropico di Borge Nodland e John Ralston in realtà rivela proprio questo. Assi hanno scoperto che i campi di torsione che esistono in tutto l’universo, che nel loro cammino causano naturalmente la rotazione delle particelle, non sono uniformemente distribuiti, ma piuttosto formano un Asse Universale (La parola “anisotropico” significa “non uguale in ogni direzione”). Nodland e Ralston hanno scoperto che più vicina una particella nello spazio è a questo Asse Universale, maggiore è il movimento spirale torsionale che sperimenterà lungo il suo cammino; è un effetto sottile ma piuttosto apprezzabile. Come scrivono P.F. Schewe e B.Stein in Physics News Update:

    Questo articolo non solo supporta l’idea di un Asse Universale, ma anche di “muri di dominio”, come abbiamo appena detto. Così hanno dimostrato
    Che l Universo deve anche essere circondato da un campo di energia in forma di toroide sferico: una sfera con un asse nord-sud centrale.
    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8795

    Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso


    #95311
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Per quanto riguarda la tecnologia
    Moray King che segue da molti anni queste ricerche spiega che col plasma e la rotazione e rapide accelerazioni o pulsazioni si riesce sembra a controllare l energia del vuoto con effetti misurabili
    Infatti haramein usa campi magnetici pulsati

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&u=http%3A//www.bibliotecapleyades.net/ciencia/secret_projects/project122.htm
    L'energia del punto zero esiste veramente?

    Se è così, una vera e propria energia è già presente e la sua conservazione non sarebbe un problema.

    Il vero problema concentra su come fluttuazioni casuali potrebbero diventare coerente. Qualsiasi coerenza spontanea sembra violare la seconda legge della termodinamica, che è generalmente inteso come sistema dovrebbe evolvere verso un comportamento casuale, non verso la coerenza.

    Questo punto è ampiamente discussa nelle teorie del sistema di auto-organizzazione (11,12). Prigogine (13) ha vinto il premio Nobel 1977 per la chimica per definire le condizioni alle quali un sistema potrebbe evolversi da casualità verso la coerenza. Le condizioni sono che il sistema deve essere lontano dall'equilibrio,non lineare nella sua dinamica e hanno un flusso di energia attraverso di essa. Queste condizioni sono espresse in termini generali teoria del sistema, e si scopre che le teorie già pubblicate della ZPE possono, in determinate circostanze, rispettare queste condizioni.

    Nonostante l'intrigante possibilità offerta dalla teoria dei sistemi, nessuna discussione puramente teorica potrebbe mai dimostrare che l'energia di punto zero potrebbe essere sfruttato come fonte di energia. Solo un esperimento accoppiato con la teoria sarebbe convincente. Questo articolo si illustra come le anomalie rilevate connessi con le oscillazioni di ioni-acustiche nel plasma potrebbe essere una manifestazione di un'interazione ZPE coerente e in particolare, come il moto cicloide di nuclei di aa plasma potrebbe indurre una sufficiente coerenza ZPE per manifestare un'anomalia gravitazionale.

    Questo articolo evidenzia anche invenzione che utilizza la rotazione brusca di campi elettrici per provocare una produzione di coppie ipotizzato di cariche virtuali dall'energia vuoto attraverso un sistema macroscopico. L'invenzione uscite riferito strapotere durante free running. L'invenzione uscite riferito strapotere durante free running, e la sua piena rivelazione potrebbe costituire un esperimento che potrebbe essere ripetuto dalla comunità scientifica…

    Wheeler (16) ha applicato la teoria della relatività generale alla ZPE per creare un taglio naturale nella sua teoria della geometrodinamica. In relatività generale il tessuto di curve spaziali in funzione della densità di energia.

    Quando la densità diventa sufficientemente grande, spazio pizzica come sta formando un buco nero. Questo dà luogo alla formazione di strutture iperspaziali che Wheeler chiamato “wormholes”.

    Il suo calcolo ha dato canali microscopici dell'ordine di 10-33 (al-33a) cm con una (massa equivalente) densità di energia di 10 +94 (al 94 °) g/cm3 (al cubo).

    La vista risultante è che il tessuto di spazio è costituito da forma costantemente e annihilating coppie di microscopici “mini” blackholes e whiteholes che flussi elettrici canale dentro e fuori del nostro spazio tridimensionale.

    Questi mini buchi dinamica manifesti che potrebbe essere modellato come un turbolento, plasma virtuale che Wheeler chiama la “schiuma quantistica”. In questa visione le particelle elementari sono come bolle o vortici derivanti dalle dinamiche della energia del vuoto.


    #95312

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Richard,tutto ciò mi sembra un evoluzione della teoria dello stato stazionario di Hermann Bondi, Thomas Gold e Fred Hoyle.Teoria a suo tempo soppiantata dall'attuale del Big Bang(lasciando molte lacune).
    Ti cito:
    “Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso”

    Ecco, questo mi piace molto di piu.Lo spazio inteso come un fluido


    #95313
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395171297=orsoinpiedi]
    Richard,tutto ciò mi sembra un evoluzione della teoria dello stato stazionario di Hermann Bondi, Thomas Gold e Fred Hoyle.Teoria a suo tempo soppiantata dall'attuale del Big Bang(lasciando molte lacune).
    Ti cito:
    “Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso”

    Ecco, questo mi piace molto di piu.Lo spazio inteso come un fluido

    [/quote1395171297]

    Certo il modello di hoyle andrebbe ripreso e aggiornato, Hoyle diceva che lo spazio e un campo creativo che genera materia e haramein arriva a questo , il mare negativo di Dirac produce l universo visibile.
    Inoltre applicando la torsione allo spazio creativo lo si tratta come un fluido o superfluido
    In questo quadro il toroide si espande mentre si contrae, questo flusso a doppio toroide risulta da una applicazione della torsione alle equazioni di campo di Einstein


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,521 a 1,530 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.