Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 2 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,531 a 1,540 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95314

    Rebel
    Partecipante

    [quote1395183481=Richard]
    [quote1395171297=orsoinpiedi]
    Richard,tutto ciò mi sembra un evoluzione della teoria dello stato stazionario di Hermann Bondi, Thomas Gold e Fred Hoyle.Teoria a suo tempo soppiantata dall'attuale del Big Bang(lasciando molte lacune).
    Ti cito:
    “Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso”

    Ecco, questo mi piace molto di piu.Lo spazio inteso come un fluido

    [/quote1395171297]

    Certo il modello di hoyle andrebbe ripreso e aggiornato, Hoyle diceva che lo spazio e un campo creativo che genera materia e haramein arriva a questo , il mare negativo di Dirac produce l universo visibile.
    Inoltre applicando la torsione allo spazio creativo lo si tratta come un fluido o superfluido
    In questo quadro il toroide si espande mentre si contrae, questo flusso a doppio toroide risulta da una applicazione della torsione alle equazioni di campo di Einstein

    [/quote1395183481]

    La teoria più solida e convincente che ho letto finora è quella di Seth (Julia roberts) che coincide perfettamente con ciò che ha detto Ra (nel Ra-material) e con quello che ci è arrivato dai wingmakers (che Camillo conosce molto bene).

    Delle teorie attuali elaborate dai ricercatori non so che farmene, hanno sempre una falla da qualche parte e dopo poco tempo vengono rielaborare/modificate/contraddette, uno sforzo inutile se vogliamo, una prova lampante è quella della dualità onda/particella dell'elettrone dalla quale non riusciamo a venirne a capo, è spiegata invece in modo esemplare dalle fonti che ho citato prima, il nostro progresso è sempre stato spinto e guidato dall'esterno in qualche modo, bisogna solo avere il coraggio di accettare certi insegnamenti e sospendere il giudizio e lo scetticismo rispetto a certe “ispirazioni” che arrivano quando il tempo è opportuno.

    Quantisticamente parlando la materia solida non esiste, lo spazio interatomico è praticamente quasi vuoto, dal vuoto o nel vuoto appaiono e scompaiono continuamente particelle e antiparticelle che nella maggioranza dei casi si annichilano a vicenda scomparendo in tempi estremamente rapidi, ma…… ci sono dei casi in cui possono essere separate e tenute a debita distanza (vero Camillo?) e aggregandosi attraverso un meccanismo ben spiegato da Seth formano la materia così come la conosciamo, in sostanza tutto ciò che pensiamo sia materia solida è solo luce (fotoni che ruotano creando un toroide intorno a un centro di gravità) tenuta insieme da qualcosa che non capiamo, che ci sfugge, abbiamo provato a chiamarla gravità, materia oscura, enegia oscura, Gluoni che tengono uniti i quark e tante altre belle teorie, ci hanno spiegato invece che è qualcosa di ben diverso, 'quel' qualcosa è una energia creatrice infinitamente potente e intelligente, e ciascuno di NOI ne è una piccolissima parte immortale.


    #95315
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1395211630=Rebel]
    Quantisticamente parlando la materia solida non esiste, lo spazio interatomico è praticamente quasi vuoto, dal vuoto o nel vuoto appaiono e scompaiono continuamente particelle e antiparticelle che nella maggioranza dei casi si annichilano a vicenda scomparendo in tempi estremamente rapidi, ma…… ci sono dei casi in cui possono essere separate e tenute a debita distanza (vero Camillo?) e aggregandosi attraverso un meccanismo ben spiegato da Seth formano la materia così come la conosciamo, in sostanza tutto ciò che pensiamo sia materia solida è solo luce (fotoni che ruotano creando un toroide intorno a un centro di gravità) tenuta insieme da qualcosa che non capiamo, che ci sfugge, abbiamo provato a chiamarla gravità, materia oscura, enegia oscura, Gluoni che tengono uniti i quark e tante altre belle teorie, ci hanno spiegato invece che è qualcosa di ben diverso, 'quel' qualcosa è una energia creatrice infinitamente potente e intelligente, e ciascuno di NOI ne è una piccolissima parte immortale.

    [/quote1395211630]
    Si Rebel, dal vuoto (inteso come il vero nulla) teoricamente si può ricavare qualsiasi cosa purchè contenga ESATTAMENTE due opposti +A e -A. Se si riesce ad allontanare una delle due parti in modo che non si ricomponga dando ancora un valore zero, si è creata una duplice energia una nell'ambiente dove si trova +A e l'altra dove si trova -A. E' il principio dell'Anti_universo. La separazione di +A da -A può essere collocata non solo in luoghi spaziali lontani ma anche nel tempo, e comunque in ciascuna delle 11 dimensioni attualmente ipotizzate.

    Comunque esisterà sempre una certa tendenza naturale al ricompattamento di +A e -A, questa tendenza valida per ogni coppia di opposti creata finisce con l'essere il motore dei cambiamenti che avvengono negli universi.


    #95317
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395215094=Rebel]
    [quote1395183481=Richard]
    [quote1395171297=orsoinpiedi]
    Richard,tutto ciò mi sembra un evoluzione della teoria dello stato stazionario di Hermann Bondi, Thomas Gold e Fred Hoyle.Teoria a suo tempo soppiantata dall'attuale del Big Bang(lasciando molte lacune).
    Ti cito:
    “Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso”

    Ecco, questo mi piace molto di piu.Lo spazio inteso come un fluido

    [/quote1395171297]

    Certo il modello di hoyle andrebbe ripreso e aggiornato, Hoyle diceva che lo spazio e un campo creativo che genera materia e haramein arriva a questo , il mare negativo di Dirac produce l universo visibile.
    Inoltre applicando la torsione allo spazio creativo lo si tratta come un fluido o superfluido
    In questo quadro il toroide si espande mentre si contrae, questo flusso a doppio toroide risulta da una applicazione della torsione alle equazioni di campo di Einstein

    [/quote1395183481]

    La teoria più solida e convincente che ho letto finora è quella di Seth (Julia roberts) che coincide perfettamente con ciò che ha detto Ra (nel Ra-material) e con quello che ci è arrivato dai wingmakers (che Camillo conosce molto bene).

    Delle teorie attuali elaborate dai ricercatori non so che farmene, hanno sempre una falla da qualche parte e dopo poco tempo vengono rielaborare/modificate/contraddette, uno sforzo inutile se vogliamo, una prova lampante è quella della dualità onda/particella dell'elettrone dalla quale non riusciamo a venirne a capo, è spiegata invece in modo esemplare dalle fonti che ho citato prima, il nostro progresso è sempre stato spinto e guidato dall'esterno in qualche modo, bisogna solo avere il coraggio di accettare certi insegnamenti e sospendere il giudizio e lo scetticismo rispetto a certe “ispirazioni” che arrivano quando il tempo è opportuno.

    Quantisticamente parlando la materia solida non esiste, lo spazio interatomico è praticamente quasi vuoto, dal vuoto o nel vuoto appaiono e scompaiono continuamente particelle e antiparticelle che nella maggioranza dei casi si annichilano a vicenda scomparendo in tempi estremamente rapidi, ma…… ci sono dei casi in cui possono essere separate e tenute a debita distanza (vero Camillo?) e aggregandosi attraverso un meccanismo ben spiegato da Seth formano la materia così come la conosciamo, in sostanza tutto ciò che pensiamo sia materia solida è solo luce (fotoni che ruotano creando un toroide intorno a un centro di gravità) tenuta insieme da qualcosa che non capiamo, che ci sfugge, abbiamo provato a chiamarla gravità, materia oscura, enegia oscura, Gluoni che tengono uniti i quark e tante altre belle teorie, ci hanno spiegato invece che è qualcosa di ben diverso, 'quel' qualcosa è una energia creatrice infinitamente potente e intelligente, e ciascuno di NOI ne è una piccolissima parte immortale.

    [/quote1395215094]
    Ho cercato di spiegare che si è proprio in corsa per descrivere queste cose in termini compatibili con la scienza odierna ed è gia difficile cosi, figuriamoci se si cerca di farlo usando un linguaggio totalmente diverso come ad esempio ha fatto Keshe.

    Questa energia intelligente diviene l'energia del vuoto/zpe/etere “moderno”, che col moto toroidale e vorticoso genera la materia e l'effetto gravitazionale sia nel micro che nel macro (torsione)
    E' normale che le teorie vengano rielaborate, il problema è quando si crea un dogma e lo si tiene in piedi costantemente a suon di pezze e si inventano nuove particelle “oscure” senza riconsiderale il ruolo del “vuoto” che come dimostrato, è tutt'altro che vuoto, ma come ritenuto fin dall'antichità è la fonte di tutto e semplifica tutta la comprensione e la fisica dell'universo.

    Ciò che è contenuto in Seth e Ra Material si potrebbe ritenere una elaborazione su concetti appunto esistenti da secoli o millenni.

    Il problema è che si deve ridisegnare un quadro con un linguaggio unico e piu comprensibile. I gluoni sono la “struttura della forza forte” che appunto è sconosciuta, anche qui un termine e un oggetto, il gluone, da eliminare, è la manifestazione di una struttura dell'energia del vuoto “fluida”, come l'acqua ha la sua struttura molecolare, una struttura presente fin dalla scala dimensionale di Planck. Così come i quark, sono strutture che nascono dal “vuoto eterico”

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3946
    I ricercatori hanno simulato l’attività interna dei protoni e dei neutroni in quanto queste particelle costituiscono la maggior parte della massa della materia ordinaria. Ogni protone e neutrone è composto di tre quark, ma la somma della massa di questi tre quarti non rappresenta che l’1% della massa totale del protone.

    Dove si nasconde la massa rimanente del protone? La teoria propone che questa massa sia creata dalla forza che lega i quark tra di loro, si parla di interazione nucleare forte, secondo la teoria quantistica l’interazione forte è portata da un campo di particelle virtuali chiamate gluoni, i quali appaiono all’improvviso per poi scomparire. L’energia emessa da queste variazioni di vuoto va aggiunta alla massa totale del protone…

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.8443.1
    La corrente comprensione della struttura dello spin dei protoni è stata riassunta in un libro per la prima volta. Il libro esamina i tentativi di risolvere i più grandi misteri della fisica. Modelli ed esperimenti ad oggi non sono riusciti a spiegare adeguatamente una proprietà fondamentale dello spin dei protoni…

    ——-
    Inoltre in questo quadro materia e antimateria non sono opposte, ma complementari.
    E questo vuoto è luce
    http://www.lescienze.it/news/2013/02/16/news/luce_vuoto_quantistico_particelle_virtuali_fotoni_effetto_casimir_dinamico-1511221/

    “Molto importante è che la fisica avanzata del dott. V.L. Dyatlov ha chiaramente dimostrato che queste formazioni possono emergere solo quando due forme di etere vengono mescolate insieme, conosciute nel modello di Terletskiy come “physical vacuum of matter” o PVM [= Vuoto Fisico di Materia o VFM] e “physical vacuum of antimatter” o PVA [= Vuoto Fisico di Antimateria o VFA]. (Ovviamente, qui li abbiamo chiamati A1 e A2, poiché sentiamo che la classificazione materia/antimateria è una definizione troppo limitante, dal momento che entrambi sono necessari per produrre materia).”

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_09.htm

    Se ci si immagina questa onda di luce che si muove in avanti ad una determinata velocità, si può visualizzare come si venga formare una sfera. La spirale di luce avrebbe origine nel punto centrale dell'onda, che sarebbe il Polo Nord della sfera. L'onda si innalza a spirale fino alla massima altezza e “scende” di nuovo verso la mediana quando raggiunge l'equatore della sfera, formando il primo emisfero. Poi, allo stesso modo si forma il secondo emisfero, quando l'onda “scende” verso il suo punto più basso e risale di nuovo verso la mediana. Si osservi il diagramma come supporto per visualizzarlo. I numeri in basso rappresentano le armoniche che Cathie ha scoperto essere associate con questo movimento.

    Naturalmente, si potrebbe misurarla come una “particella”, ovvero la sfera, o come una “onda”, ovvero la forma d'onda che crea la sfera. Quindi, con questa invenzione concettuale, Cathie ha fornito una soluzione a quella che è conosciuta in Fisica come la “dualità onda-particella”, dove la luce può apparire o come particella o come onda, a seconda di come la si osserva. Egli indica anche come si formi antimateria come risultato dei moti spiraliformi coinvolti.


    #95316

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Nikola Tesla affermava:
    « Io continuo a ritenere che lo spazio non possa essere curvo, per il semplice fatto che esso non può avere proprietà. Sarebbe come affermare allo stesso modo che Dio ha delle proprietà. Egli non ne ha, ma solo degli attributi di nostra invenzione. Di proprietà si può parlare solo per la materia che riempie lo spazio. Dire che in presenza di corpi enormi lo spazio diventa curvo è equivalente ad affermare che qualcosa possa agire secondo nulla. Io mi rifiuto di sottoscrivere un simile modo di vedere.»

    « Non c'è nulla che sia dotato di vita – dall'uomo, che ha reso schiavi gli elementi, alla più agile creatura – in tutto questo pianeta che non oscilli durante una rotazione. Ogni volta che un'azione sia generata da una forza, anche infinitesimale, il bilancio cosmico viene alterato ed il moto universale ne risente degli effetti.»
    Tesla ammetteva l'esistenza di un'energia che permea tutto l'universo:L'etere.
    Ma come si puo dimostrare l'esistenza dell'etere?Come possiamo immaginare l'esistenza di un oceano di energia creatrice?
    Per questo mi rivolgo ad uno dei piu grandi scienziati Italiani del '900 Marco Todeschini,che non solo dimostra l'esistenza dell'etere,ma va molto piu in la .

    http://www.futuretg.com/index.php?option=com_content&view=article&id=534:marco-todeschini-litaliano-che-unifico-fisica-e-metafisica-&catid=43:physics&Itemid=62

    La TEORIA DELLE APPARENZE è l'opera di Marco Todeschini che ne chiarisce il percorso mentale,che lo porta alla sua rivoluzionaria teoria unificatrice.Con chiarezza,ragionamenti logici e dimostrazioni matematiche egli non solo ci dimostra l'esistenza dell'etere,ma dimostra come le sue ricerche univano armoniosamente il “mondo esterno”
    come crediamo di conoscerlo, al “mondo interno” che abbiamo forse dimenticato.Il concetto di “anima”trova la sua esplicazione in rapporto continuo e totale nella nostra realta.
    Egli paragona l'etere come ad un grande oceano in cui tutto e tutti siamo immersi,e come un oceano fluido segue le leggi della fluidodinamica,dimostrando come queste leggi si applichino perfettamente all'universo ed ai moti dei pianeti ribaltando il concetto stesso di gravita.Vibrazione e vortice sono le parole magiche.
    E' un ritorno alle antiche conoscenze.
    Ora vi lascio alle parole di Todeschini,per quanto concerne i primi capitoli della sua opera


    #95318
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395233760=orsoinpiedi]
    Nikola Tesla affermava:
    « Io continuo a ritenere che lo spazio non possa essere curvo, per il semplice fatto che esso non può avere proprietà. Sarebbe come affermare allo stesso modo che Dio ha delle proprietà. Egli non ne ha, ma solo degli attributi di nostra invenzione. Di proprietà si può parlare solo per la materia che riempie lo spazio. Dire che in presenza di corpi enormi lo spazio diventa curvo è equivalente ad affermare che qualcosa possa agire secondo nulla. Io mi rifiuto di sottoscrivere un simile modo di vedere.»
    [/quote1395233760]
    Infatti, si cerca tuttora di spiegare come questo spazio si curvi, per quale preciso motivo, in che modo si genera l'effetto detto gravità.
    La spiegazione più semplice di questo problema viene dal fatto che si è sviluppata la fisica sul concetto di spazio vuoto, mentre ancora ai tempi di Tesla si ragionava sullo spazio pieno di energia, che con la sua rotazione/spin/torsione genera la realtà e gli effetti fisici.
    Come spiega Haramein che ha passato anni a capire come di preciso la fisica abbia preso questa strada e come spiega Moray King http://www.youtube.com/watch?v=pa2sjMN8sMc o anche qui Bearden
    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.9061.7 per una serie di motivi economici e scientifici, in circa 25 anni si è cancellata l'idea del vuoto creativo “eterico” per uno spazio vuoto, soprattutto per gli ingegneri elettrici, veramente in pochi sanno e hanno avuto modo e tempo per approfondire questo tipo di modello.

    solo di recente sta riemergendo questa conoscenza e la si rimette in discussione seria.

    http://www.vitealternative.com/2009/03/19/la-teoria-dellenergia-cosmica-di-tesla/

    ““L’etere è portatore di luce e riempie ogni spazio, l’etere agisce come forza creativa che dà la vita. Viaggia in “turbini infinitesimi” (“micro eliche”) prossime alla velocità della luce, divenendo materia misurabile. La sua forza diminuisce e arriva a terminare del tutto, regredendo in materia, secondo una specie di processo di decadimento atomico. Gli uomini possono dunque imbrigliare questi processi di passaggio dall’energia alla materia” Tesla.

    ——

    —-
    Poi c'è altro problema, parlando di particelle toroidali..
    qui spiegano un po le problematiche e perche sia meglio un modello toroidale delle particelle:

    http://www.commonsensescience.org/contradictions.html
    2. Internal contradictions of the modern theory.
    It is common to consider the electron as a point-like particle and omit or subtract unwanted mathematical terms associated with infinite energy. The aim is “not so much to get a model of the electron as to get a simple scheme of equations which can be used to calculate all the results that can be obtained from experiment.” The point electron is still a dominant feature of the modern model of the electron. Not long ago, Nobel Prize winner Hans Dehmelt wrote about the “structureless point particle predicted by the Dirac theory.”

    But the electron, proton, and neutron all have measured amounts of spin (angular momentum) and magnetic moment. These features can only exist because the particles have a finite, non-zero size. So, a self-contradiction of the common theory is evident: On one hand, the particles are said to be point-like; on the other hand, they are known to have a finite size (needed to have a spin, magnetic moment and the distribution of charge referenced in the next paragraph). This inconsistency in modern science is incompatible with a Judeo-Christian world view of consistency where expediency is rejected and contradictions are never allowed.


    Dave Bergman developed and published (in 1990) the Spinning Ring model of elementary particles. Charge near the surface of the thin ring rotates at the speed of light.

    This was the first physical model of particles that agreed with all the experimental data. The model requires fewer assumptions than the quantum model of particles. Unlike the quantum model, the new model is a physical model, and it is free of self- contradictions.

    The ring model not only accounts for characteristics of the electron but also works for the proton, positron and the antiproton (with different size, mass, etc.). A single model is successful for all known stable charged elementary particles.

    The charge on the ring is held in place by the magnetic pinch force which balances the strong Coulomb force. http://www.commonsensescience.org/spinning_ring.html


    #95319

    carlott
    Partecipante

    [quote1395314729=Tru]

    RILASCIATO ORA A TUTTI L’INTERO KNOW-HOW

    http://www.iconicon.it/blog/2014/03/ecco-blueprints-della-tecnologia-keshe/
    [/quote1395314729]

    Buongiorno, ho scaricato il file iso. Posso masterizzarlo con Nero? A voi funziona?


    #95320
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Poi c'è altro che cozza col modello standard, parlando di particelle toroidali..
    qui spiegano un po le problematiche e perche sia meglio un modello toroidale delle particelle:

    http://www.commonsensescience.org/contradictions.html
    2. Internal contradictions of the modern theory.
    It is common to consider the electron as a point-like particle and omit or subtract unwanted mathematical terms associated with infinite energy. The aim is “not so much to get a model of the electron as to get a simple scheme of equations which can be used to calculate all the results that can be obtained from experiment.” The point electron is still a dominant feature of the modern model of the electron. Not long ago, Nobel Prize winner Hans Dehmelt wrote about the “structureless point particle predicted by the Dirac theory.”

    But the electron, proton, and neutron all have measured amounts of spin (angular momentum) and magnetic moment. These features can only exist because the particles have a finite, non-zero size. So, a self-contradiction of the common theory is evident: On one hand, the particles are said to be point-like; on the other hand, they are known to have a finite size (needed to have a spin, magnetic moment and the distribution of charge referenced in the next paragraph). This inconsistency in modern science is incompatible with a Judeo-Christian world view of consistency where expediency is rejected and contradictions are never allowed.


    Dave Bergman developed and published (in 1990) the Spinning Ring model of elementary particles. Charge near the surface of the thin ring rotates at the speed of light.

    This was the first physical model of particles that agreed with all the experimental data. The model requires fewer assumptions than the quantum model of particles. Unlike the quantum model, the new model is a physical model, and it is free of self- contradictions.

    The ring model not only accounts for characteristics of the electron but also works for the proton, positron and the antiproton (with different size, mass, etc.). A single model is successful for all known stable charged elementary particles.

    The charge on the ring is held in place by the magnetic pinch force which balances the strong Coulomb force. http://www.commonsensescience.org/spinning_ring.html

    Traduco per chi volesse leggere

    Contraddizioni interne alla teoria moderna
    E' comune considerare l'elettrone come particella puntiforme e omette o sottrarre termini matematici indesiderati associati con energia infinita. L'obiettivo e' “piuttosto avere un semplice schema di equazioni che possano usarsi per calcolare i risultati ottenibili con l'esperimento”
    L'elettrone puntiforme e' dominante caratteristica del modello moderno. ..
    L'elettrone, il protone e il neutrone pero hanno una rotazione/spin misurabile (momento angolare) e momento magnetico. Queste caratteristiche possono esistere solo perche le particelle hanno dimensione finita e non-zero. Quindi e' evidente la contraddizione, da una parte le particelle si dicono puntiformi e dall'altra sappiamo che hanno dimensione finita (necessaria per avere lo spin, il momento magnetico e la distribuzione di carica discussa nel prossimo paragrafo). Questa inconsistenza nella scienza moderna è incompatibile con una visione Giudeo-Cristiana dove l'espediente e' rigettato e le contraddizioni non sono permesse.

    ..
    Dave Bergman ha sviluppato e pubblicato nel 1990 il modello ad anello rotante delle particelle elementari. La carica vicina alla superficie dell'anello ruota alla velocita della luce. Questo è stato il primo modello fisico delle particelle ad essere in accordo con tutti i dati sperimentali. Il modello richiede meno assunti del modello quantistico. A differenza di questo modello quantistico, il nuovo modello è un modello FISICO e non ha contraddizioni interne.
    Il modello ad anello risponde alle caratteristiche dell'elettrone e anche del protone, del positrone e dell'antiprotone (con diverse dimensioni, masse, ecc..) Un modello unico riesce in tutti i casi delle particelle elementari cariche conosciute. La carica sull'anello è mantenuta dalla forza magnetica che bilancia la forza forte di Coulomb.


    #95321
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1395343792=Richard]
    [quote1395162094=camillo]
    [quohte1395141496=Rebel]

    Ora vediamo cosa dice mister K, facciamo un alto vuoto dentro un ambiente chiuso (la sua sfera magica), ci mettiamo un po di atomi di idrogeno, Argo Neon ed Elio, e li facciamo girare dentro la sfera proprio come dentro un frullatore, secondo la sua teoria, dato l'alto vuoto le particelle invece che urtare violentemente una con l'altra, data la bassissima pressione come per incanto si sbucciano (come delle arance) e riescono a liberare la loro energia interna interagendo tra loro in qualche modo creando un plasma a bassa temperatura, con qualche strano effetto.

    [/quote1395141496]
    Ciao Rebel,
    bella immagine che spiega benissimo i concetti espressi da Keshe.
    In mancanza di una verifica tangibile limitiamo ci a considerazioni generiche per vedere almeno le possibilità teoriche.

    Una delle caratteristiche della materia è la COESIONE. Questa caratteristica si può vedere in ogni cosa, le forze che la realizzano però cambiano.
    Così abbiamo che:
    la coesione delle Galassie è data da un super-buco-nero al centro, ed è di tipo gravitazionale,
    la coesione del sistema solare è ancora la gravità della stella al centro del sistema,
    la coesione di una molecola e di un atomo è data dalla forza elettrica, che ha un gradiente d'intensità di miliardi di volte superiore alla forza di gravità.
    Quando poi guardiamo il nucleo atomico esso è coeso da un altro tipo di forza che definiamo nucleare, essa ha pure un gradiente di intensità di molti ordini di grandezza superiore a quella elettrica.

    Ora guardiamo i due estremi e chiediamoci chi tiene unito l'universo? E cosa tiene coese le particelle elementari (protoni, elettroni, neutroni).

    Le recenti scoperte hanno messo in luce che l'universo non appare coeso da un ultra_super_buco_nero, ma sembra comparire una struttura anomala che crea tale coesione. Le ultime scoperte hanno evidenziato che le galassie ACCELERANO verso l'esterno.

    [/quote1395162094]
    Così se comprendiamo davvero che l’Universo è una Super-Galassia, allora la nostra prossima domanda è se esso possieda anche una Sfera niversale con un asse centrale. La Teoria dell’Universo Anisotropico di Borge Nodland e John Ralston in realtà rivela proprio questo. Assi hanno scoperto che i campi di torsione che esistono in tutto l’universo, che nel loro cammino causano naturalmente la rotazione delle particelle, non sono uniformemente distribuiti, ma piuttosto formano un Asse Universale (La parola “anisotropico” significa “non uguale in ogni direzione”). Nodland e Ralston hanno scoperto che più vicina una particella nello spazio è a questo Asse Universale, maggiore è il movimento spirale torsionale che sperimenterà lungo il suo cammino; è un effetto sottile ma piuttosto apprezzabile. Come scrivono P.F. Schewe e B.Stein in Physics News Update:

    Questo articolo non solo supporta l’idea di un Asse Universale, ma anche di “muri di dominio”, come abbiamo appena detto. Così hanno dimostrato
    Che l Universo deve anche essere circondato da un campo di energia in forma di toroide sferico: una sfera con un asse nord-sud centrale.
    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8795

    Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

    Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

    La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso
    [/quote1395343792]

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&u=http%3A//www.greatdreams.com/grace/126/131toroiduni.html%23131.1


    #95322

    Rebel
    Partecipante

    [quote1395358022=carlott]
    [quote1395314729=Tru]

    RILASCIATO ORA A TUTTI L’INTERO KNOW-HOW

    http://www.iconicon.it/blog/2014/03/ecco-blueprints-della-tecnologia-keshe/
    [/quote1395314729]

    Buongiorno, ho scaricato il file iso. Posso masterizzarlo con Nero? A voi funziona?
    [/quote1395358022]
    Non è necessario masterizzare, winrar riesce a estrarre una iso come se fosse un file compattato .zip o altro.


    #95323
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Pat esistono un sacco di programmi che aprono gli iso come fossero dischi virtuali.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,531 a 1,540 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.