Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 1 anno, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,551 a 1,560 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95334
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro rebel,
    a me NON viene il dubbio, nel senso che io avevo aperto una finestra di disponibilità e di accettazione, ma finché non vedo prove certe rimango delle mie idee iniziali. Il dubbio arriva quando prima ci hai creduto.
    Nella fase iniziale faccio l'ipotesi che quello che dice sia vero e mi muovo di conseguenza, ma ovviamente resto in attesa della verifica.
    Inoltre direi che alcune cose strane sono state viste, tipo l'esperimento della cocacola, o la stranissima incrostazione formatasi attorno al reattore, o comunque le guarigioni, inoltre la teoria è… MOLTO interessante e fa quadrare un sacco di fenomeni, direi che è l'abbozzo del primo ponte tra teorie scientifiche della Fisica e teorie esoteriche alchemiche.

    Il soggetto Keshe va inquadrato in un'altra veste, egli è un essere duplice, spero converrai con me che è un “medium” e che quello che dice è un miscuglio tra realtà fisica e realtà “astrale” o eterica.

    Se tu avessi conosciuto Pier Luigi Ighina vedresti strane similitudini, almeno per me è così.
    Ighina si muoveva sul piano “astrale” alla grande. E' lì che il suo messaggio comincia ad avere un senso e una coerenza.

    L'umanità per il momento è lontanissima da questo sapere. La fisica lo ignora completamente e per giunta CHIUDE le porte.

    A mio parere coloro che hanno compreso maggiormente il messaggio di ighina sono i “ritmici” (così si definiscono).
    http://mastergrace.weebly.com/

    Essi hanno preso coscienza degli aspetti occulti della questione, cogliendo l'aspetto alchemico, inteso come capacità di operare fenomeni con la mente, usando però anche strumenti tecnici di aiuto. Strumenti che vanno visti come un rituale induttivo piuttosto che come qualcosa di meccanico e ripetibile.

    Per capirci, per esempio il “microscopio lenticolare di Ighina” per me, dopo attenta analisi e soprattutto rivedendo l'intervista che ho fatto con lui, mi risulta chiarissimo che Ighina suggerisce che occorre attivare la vista “astrale” per poter usare quel tipo di strumento. Quindi lo strumento ha validità ZERO per chi non ce la fa, ma nello stesso tempo potrebbe dare un grandissimo aiuto alle persone “dotate”.

    Tutto ciò che riguarda Ighina è così: assurdo, falso o vero dipende da come si guarda.
    Rimane invece un grosso punto di domanda: perché questi individui raccontano mezze verità?
    Non sarebbe più semplice dire pane al pane e vino al vino?

    Per me Keshe è simile a Ighina, anche se quello che sto per dire è poco scientifico, posso dirti che ho fatto delle ricerche sul piano astrale e lui risulta della categoria Ighina ti ricordo che era di questa categoria anche il GRANDE TESLA.

    Per concludere, osserva il motore Tesla Free energy citato due post fa, poniamoci alcune domande:
    1) lo hanno fatto funzionare? risposta Sì! (al 95% è così)
    2) altri con l'identico progetto lo faranno funzionare? risposta… Forse Sì e forse No! (dipende)
    3) da cosa dipende? risposta … dalla “fede” ed energia eterica” dei costruttori (risposta assurda sul pian della fisica classica, risposta logica sui piani sottili)
    4) come andrà a finire? risposta… probabilmente la ripetibilità sarà scarsa e quindi il fenomeno pur esistendo non servirà. La Fisica seleziona ed utilizza solo fenomeni ripetibili da tutti, cioè oggettivi.

    La nuova era entrante con l'apertura del “grande portale” è così, mezzo e mezzo; occorrerà imparare a mescolare le due cose. Anticamente esistevano grandi personaggio detti “attivatori” che realizzavano questa dualità, potevano essere Gran sacerdoti, Faraoni, profeti ma, a parte l'era Atlantidea erano comunque casi isolati, mosche bianche che apparivano come semidei. La nuova era costringerà l'umanità ad un cambio di mentalità per il momento inimmaginabile.


    #95335

    Rebel
    Partecipante

    [quote1396384069=camillo]
    Caro rebel,
    a me NON viene il dubbio, nel senso che io avevo aperto una finestra di disponibilità e di accettazione, ma finché non vedo prove certe rimango delle mie idee iniziali. Il dubbio arriva quando prima ci hai creduto.
    Nella fase iniziale faccio l'ipotesi che quello che dice sia vero e mi muovo di conseguenza, ma ovviamente resto in attesa della verifica.
    Inoltre direi che alcune cose strane sono state viste, tipo l'esperimento della cocacola, o la stranissima incrostazione formatasi attorno al reattore, o comunque le guarigioni, inoltre la teoria è… MOLTO interessante e fa quadrare un sacco di fenomeni, direi che è l'abbozzo del primo ponte tra teorie scientifiche della Fisica e teorie esoteriche alchemiche.

    Il soggetto Keshe va inquadrato in un'altra veste, egli è un essere duplice, spero converrai con me che è un “medium” e che quello che dice è un miscuglio tra realtà fisica e realtà “astrale” o eterica.

    Se tu avessi conosciuto Pier Luigi Ighina vedresti strane similitudini, almeno per me è così.
    Ighina si muoveva sul piano “astrale” alla grande. E' lì che il suo messaggio comincia ad avere un senso e una coerenza.

    L'umanità per il momento è lontanissima da questo sapere. La fisica lo ignora completamente e per giunta CHIUDE le porte.

    A mio parere coloro che hanno compreso maggiormente il messaggio di ighina sono i “ritmici” (così si definiscono).
    http://mastergrace.weebly.com/

    Essi hanno preso coscienza degli aspetti occulti della questione, cogliendo l'aspetto alchemico, inteso come capacità di operare fenomeni con la mente, usando però anche strumenti tecnici di aiuto. Strumenti che vanno visti come un rituale induttivo piuttosto che come qualcosa di meccanico e ripetibile.

    Per capirci, per esempio il “microscopio lenticolare di Ighina” per me, dopo attenta analisi e soprattutto rivedendo l'intervista che ho fatto con lui, mi risulta chiarissimo che Ighina suggerisce che occorre attivare la vista “astrale” per poter usare quel tipo di strumento. Quindi lo strumento ha validità ZERO per chi non ce la fa, ma nello stesso tempo potrebbe dare un grandissimo aiuto alle persone “dotate”.

    Tutto ciò che riguarda Ighina è così: assurdo, falso o vero dipende da come si guarda.
    Rimane invece un grosso punto di domanda: perché questi individui raccontano mezze verità?
    Non sarebbe più semplice dire pane al pane e vino al vino?

    Per me Keshe è simile a Ighina, anche se quello che sto per dire è poco scientifico, posso dirti che ho fatto delle ricerche sul piano astrale e lui risulta della categoria Ighina ti ricordo che era di questa categoria anche il GRANDE TESLA.

    Per concludere, osserva il motore Tesla Free energy citato due post fa, poniamoci alcune domande:
    1) lo hanno fatto funzionare? risposta Sì! (al 95% è così)
    2) altri con l'identico progetto lo faranno funzionare? risposta… Forse Sì e forse No! (dipende)
    3) da cosa dipende? risposta … dalla “fede” ed energia eterica” dei costruttori (risposta assurda sul pian della fisica classica, risposta logica sui piani sottili)
    4) come andrà a finire? risposta… probabilmente la ripetibilità sarà scarsa e quindi il fenomeno pur esistendo non servirà. La Fisica seleziona ed utilizza solo fenomeni ripetibili da tutti, cioè oggettivi.

    La nuova era entrante con l'apertura del “grande portale” è così, mezzo e mezzo; occorrerà imparare a mescolare le due cose. Anticamente esistevano grandi personaggio detti “attivatori” che realizzavano questa dualità, potevano essere Gran sacerdoti, Faraoni, profeti ma, a parte l'era Atlantidea erano comunque casi isolati, mosche bianche che apparivano come semidei. La nuova era costringerà l'umanità ad un cambio di mentalità per il momento inimmaginabile.
    [/quote1396384069]

    Caro Camillo

    Posso essere d'accordo su tutto, o quasi, dato che veniamo da scuole molto diverse, ma non possiamo NON notare una enorme differenza tra il nostro Keshe e come hai citato Ighina e Tesla. Io penso che al momento paragonare queste figure non sia corretto.
    Non paragonerei nemmeno Ighina a Tesla per dirla breve, avevano un approccio molto diverso nelle realizzazioni pratiche e basi scientifiche, se vogliamo Ighina era troppo avanti ed'era considerato un folle, mentre Tesla era molto più collegato alla tecnologia del tempo ma era sconveniente per certe lobby.
    Erano due scienziati molto diversi ma almeno loro ci hanno fatto vedere una marea di apparecchiature in funzione, mentre del nostro mister K nessuno ha mai visto niente di niente, io aspetto ancora fiducioso e, come ho scritto in precedenza sono pronto a rimangiarmi tutto ( cappello compreso :ave: ) ma fino ad allora per me rimane solo un “conferenziere”.


    #95336
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    [size=26]

    [color=#cc3300]FUKUSHIMA: TESTATA CON SUCCESSO LA SOLUZIONE KESHE[/color] 4 aprile 2014

    Straordinario successo su tutti i fronti per i tests che si sono svolti in Giappone a cura della Fondazione Keshe in collaborazione con organizzazioni governative.

    Lavorando su campioni di acqua e di terreno, provenienti dalle zone più critiche della centrale nucleare di Fukushima andata distrutta durante lo tzunami del 2011, la radioattività dell’acqua, delle parti metalliche coinvolte, delle scorie di varia natura presenti in sospensione, Yukako Saito, knowledge seeker attualmente in stage presso la sede italiana ed inviata in missione ha potuto ridurla in un brevissimo intervallo di tempo a ZERO.

    Data l’assoluta eccezionalità del responso del test, che si è svolto in livestream pubblico, per la massima trasparenza nei confronti della popolazione giapponese, esso è stato ripetuto con esito identico e poi ripetuto ancora da altri due laboratori indipendenti. Anche in questi casi il responso è stato sovrapponibile.

    La Fondazione rilascerà ora un annuncio ufficiale non appena i papers scientifici con i tabellari e grafici saranno pronti per la pubblicazione. In queste ore si lavora per preparare i documenti in modo mai prima d’ora adottato in quanto a facilità di lettura e immediato controllo su video reso possibile all’immenso pubblico.

    Una nuova era è prossima a schiudersi per le bonifiche da materiali altamente tossici e radioattivi, non solo per quella location critica che rappresenta una priorità assoluta tra le emergenze, ma per il resto del mondo, ivi compresi tutti quei siti lungo la nostra penisola dove risultano stoccati materiali che perla salute umana sono estremamente pericolosi.

    E l’Italia, paese nel quale l’ing. Mehran Keshe si è stabilito da circa un anno, potrebbe avere un ruolo diplomatico di estrema importanza in questo processo.

    Jervé

    [link=hyperlink url]http://www.iconicon.it/blog/2014/04/fukushima-testata-con-successo-la-soluzione-keshe/[/link]


    #95338

    orsoinpiedi
    Partecipante

    sphinx,il link non esiste piu.Ho cercato,ma nessuna notizia è in rete.
    Ops, questo http://www.iconicon.it/blog/2014/04/fukushima-testata-con-successo-la-soluzione-keshe/


    #95339
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Per rispondere a Sphinx, la vedo come una notizia bomba, ti prego dimmi che la fonte sia credibile :ave:
    Rispondendo invece a Camillo, anch'io penso che tutti questi personaggi sono molto simili. Non è facile, nel caso di Keshe, donare una cosa che è stata già proposta agli inizi degli anni 1900
    Aspettiamo, le cose cambiano, cambiano anche se ci sembra che peggiorino. Nel topic del risveglio delle coscienze ho postato un intervento meraviglioso di Fausto Carotenuto, e se lo ascoltate vi renderete conto di quali meravigliosi cambiamenti siamo stati testimoni.
    Loro, cioè l'élite, non sanno più che pesce pigliare. La gente si mette in massa a difendere la terra, gli animali e i diritti dei popoli oppressi.
    Questo sì che per loro è una cosa nuova.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #95340
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1396613474=sphinx]
    [size=26]

    [color=#cc3300]FUKUSHIMA: TESTATA CON SUCCESSO LA SOLUZIONE KESHE[/color] 4 aprile 2014

    Straordinario successo su tutti i fronti per i tests che si sono svolti in Giappone a cura della Fondazione Keshe in collaborazione con organizzazioni governative.

    Lavorando su campioni di acqua e di terreno, provenienti dalle zone più critiche della centrale nucleare di Fukushima andata distrutta durante lo tzunami del 2011, la radioattività dell’acqua, delle parti metalliche coinvolte, delle scorie di varia natura presenti in sospensione, Yukako Saito, knowledge seeker attualmente in stage presso la sede italiana ed inviata in missione ha potuto ridurla in un brevissimo intervallo di tempo a ZERO.


    [/quote1396613474]

    Come era ovvio, la TEPCO, cioè la società che gestisce l'impianto di Fukushima, ha raccolto la proposta di Keshe e si è interessata. Lo immaginavo in quanto i giapponesi sono in una situazione veramente disperata, in situazioni simili ci si aggrappa ad ogni speranza per quanto assurda.
    Ed ecco che si sono interessati a Keshe e, cosa stupefacente, il metodo descritto ha funzionato.

    In questo link trovate il filmato della giapponese che attualmente lavora lì da Keshe (Gli amici che sono stati da Keshe di recente l'hanno conosciuta di persona).
    http://www.iconicon.it/blog/2014/04/fukushima-testata-con-successo-la-soluzione-keshe/

    Sembra che questa notizia sia dunque vera e che siano in arrivo altre documentazioni, filmati e dichiarazioni da fonti ufficiali della TEPCO che comprovano la bontà dell'esperimento.

    Togliere la radioattività NON è uno scherzo, se veramente funziona si tratta di una scoperta di prima grandezza.
    Questo farebbe salire le quotazioni di Keshe alle stelle. Comunque vediamo come va a finire.
    Il mistero Keshe continua…

    Altra buona notizia sembra che il QEG spedito dagli autori a Taiwan sia stato riprodotto e abbia funzionato.
    Qui filmato dell'arrivo

    Qui fasi costruttive
    http://thefederationoflight.ning.com/video/taiwan-qeg-cicu-a-tour-around-the-factory-building-in-process

    Qui sotto filmato della prima riproduzione, non sappiamo i dati oggettivi ma già il solo fatto di essere entrato in risonanza è incredibile. Con questi aggeggi di solito funziona solo il prototipo e solo con il costruttore. E' evidente che hanno centrato molto bene il problema.
    https://www.youtube.com/watch?v=W5IdtaqNFBs#t=77


    #95341
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Novità dal fronte Keshe

    Il referente principale in Italia di Keshe ha pubblicato nel suo sito ICONICON
    Questo messaggio con i filmati che trovate qui:

    http://www.iconicon.it/blog/2014/04/11209/

    Da oggi la Fondazione Keshe e Starship Institute attraverso Live-stream e YouTube metteranno a disposizione tutte le prove in diretta on line per tutti i nostri sostenitori in tutto il mondo così da monitorare, imparare e insegnare.
    Oggi inizieremo a caricare i primi reattori per la formazione della stella per sollevamento e movimento utilizzando materiali non nucleari e si potrà guardare ogni minuto della prova, 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

    Ora portiamo la tecnologia spaziale, il suo successo e gli insuccessi a casa vostra e, così come apprendere, è possibile guardare e addirittura consigliarci.
    Abbiamo bisogno di tutte le 24 ore di orologio per il funzionamento dei sistemi, di modo che mentre in Europa è notte, le persone di tutto il mondo possono monitorare progressi e problemi, ed è possibile osservare il movimento e la magnetosfera formarsi dal vivo, e si può guardare le riduzioni di peso in formazione e se siamo corretti nella procedura possiamo guardare il primo sollevarsi dei sistemi insieme.

    Questo è uno sforzo internazionale, e c’è bisogno di tutti noi per portare questa tecnologia sulla frontline della scienza.
    Il laboratorio dello Starship Institute da oggi appartiene ed è aperto all’umanità, si vedrà come operiamo, come lavoriamo insieme e potrete unirvi a noi nello sforzo.
    Diamo il benvenuto a tutti voi che siete interessati al nostro lavoro, diamo il link al livestream video da inviare ad ogni individuo che conoscete sulla terra, per oggi cambiare il corso dell’umanità attraverso la collaborazione dei tutte le persone di questo pianeta che unite si rendono conto che non c’è spazio per contenere le informazioni e che le informazioni su questi test diventeranno la fonte di vita e di progresso per l’uomo nel futuro.
    Ringrazio tutti i cercatori di conoscenza per aver approntato i loro sistemi questa settimana per iniziare le prove, le squadre italiane che ci hanno sostenuti per l’anno passato così da essere in grado di raggiungere questo obiettivo, e ringrazio i politici italiani e gli scienziati che ci hanno sostenuto per raggiungere questo punto.

    In questi test come il video è stato rilasciato dai cercatori di conoscenza ieri, useremo due reattori da astronave sviluppati in Iran dagli scienziati iraniani in conduzione con MT Keshe nel 2008.
    [u]Questa è la prima volta in cui stiamo dimostrando la tecnologia spaziale iraniana in pubblico. [/u]
    Dal momento che una nazione pacifica come l’Iran ha avuto e sviluppato queste tecnologie da allora e adesso stiamo mettendo sistemi internazionali costruiti da diversi scienziati di tutto il mondo sullo stesso piano nel laboratorio dello Starship Institute per portare il sogno della umanità fino al punto di volare in modo protetto e senza bruciare alcun combustibile.

    Abbiamo reattori di cui quattro diversi componenti dei sistemi iraniani, un reattore realizzato in Belgio per i sistemi energetici, un reattore in ceramica proveniente dal Belgio, un sistema slovacco, uno dei sistemi Iranain-Belgio e tutti questi sono gestiti da knowlwdge seekers provenienti da Giappone, Repubblica Ceca, Congo Belga, un Americano Arminiano, da Spagna, Belgio e infine dal team iraniano dell’Istituto.
    MT Keshe 

    Mi sembra uno sbilanciamento notevole. Posso confermare che i filmati si riferiscono proprio al luogo dove opera e dove io stesso sono stato parecchie volte. Ho preso in mano alcuni di quei reattori che vedete.
    Quindi c'è della realtà sotto. Recentemente il gruppo italiano un dinamometro elettronico sofisticato che opera in lettura continua senza spegnersi.
    Questo è stato fatto perché il gruppo ha deciso democraticamente di concentrarsi più sull'aspetto gravitazionale che su quello della produzione di energia.

    Se, dico SE, (io non l'ho ancora visto sotto controllo adeguato) si riuscisse a dimostrare che inequivocabilmente il peso cambia… beh direi che è più che sufficiente a scatenare un putiferio scientifico.
    Su questo Keshe è sempre molto tranquillo e sicuro di sé.

    Le mie sensazioni mi dicono che le teorie da lui esposte nel primo libro sono OK, io credo che l'apertura del “grande portale” passerà per quel sapere.
    Tuttavia le sensazioni sono spesso fallaci, il metodo scientifico IMPONE ovviamente fatti VERIFICABILI e non solo teoria.

    Una conferma indiretta che per me ha un certo valore è data dal deposito che si crea sul reattore
    di questo filmato:

    Ho avuto la possibilità di averlo in mano e di osservarlo attentamente. aveva una incrostazione globale strana, veramente strana. In parte era sollevata e aveva uno spessore di mezzo millimetro. Il colore dominante era il verde rame ma c'erano strane striature. Non l'ho toccata su raccomandazione di Keshe che sostiene che presenta una certa pericolosità non meglio definita.
    La formazione di questa incrostazione è stata vista da alcuni componenti del gruppo nelle varie fasi di formazione. Per la prima volta in Belgio. Insomma direi che è difficile pensare ad un taroccamento ad hoc per elettrodeposizione, sinceramente la escluderei però prove certe non ne ho; quello che mi preme dire invece è che questa incrostazione è in perfetto accordo con quello che so sulle teorie orgoniche. Vedere altra discussione in questo forum “free energy”. Lì accenno al fatto che quando si spostano le energie orgoniche-eteriche da un punto ad un altro, gli oggetti a cui si è rubata o scompensata l'energia tendono ad riequilibrarsi, “succhiando2 l'energia dalla materia circostante.
    Ebbene Keshe sostiene che nel reattore una infinitesima quantità di materia in stato di vuoto si espande impercettibilmente, rammollendosi, esiste poi uno strato in cui ci sono degli urti che aprono dolcemente le particelle che passano da uno stato materiale ad uno stato di puro campo. I campi si riaggregano poi formando nuova materia. In queste transizioni esistono dei momenti di squilibrio energetico, per l'istante in cui esiste VIENE richiamata energia eterica compensativa anche dall'esterno ed è questo che fa depositare quella crosta. tuttavia si tratta di un materiale non ben stabilizzato etericamente che potrebbe tentare di “succhiare” energia eterica da chi la tocca, in quanto sta cercando di equilibrarsi. Conoscendo da tempo la teoria orgonica mi sono molto stupito di come il comportamento si conformasse a ciò che sapevo. Se pur indiretta direi che per me è una prova che Keshe ha veramente in mano qualcosa di interessante


    #95342

    littleflower
    Partecipante

    Molti accusano Keshe di essere un millantatore e un truffatore. Certo fino ad ora a parte una bella teoria e molte promesse dal lato pratico non avevamo visto molto.
    Sembra però che negli ultimi mesi Keshe abbia cambiato marcia. Meno parole e più fatti. Così, molte cose che prima sembravano solo un parto delle sue fantasia, ora prendono forma e trovano conferme.
    Personalmente non vedo nelle sue azioni la possiiblità che si tratti di un truffatore. Egli è in perfetta buona fede, ed estremamente convinto delle sue ragioni.
    Keshe ha sempre sostenuto l'idea che ci sia bisogno di un nuovo modo di fare cultura scientifica. E in un certo senso egli ha sempre cercato di fare divulgazione scientifica a modo suo.
    Certo non è sempre facile capire cosa vuole dire, anche perchè le sue idee sono completamente fuori schema rispetto a quello a cui siamo abituati a sentire in fisica, e sicuramente il suo utilizzare neologismi e strani acronimi non aiuta.
    I video pubblicati recentemente sia dalla fondazione che dallo Space Insititute sono finalmente qualche cosa di concreto e con validità scientifica. Cominciamo inoltre a vedere attorno a questo personaggio volti nuovi, e interesse da più parti, sia dal mondo scientifico che industriale.
    Keshe in questi anni ha sempre cercato di condividere le sue scoperte tramite i suoi libri, pubbilcazione di articoli, tramite conferenze e per mezzo del suo sito internet. Purtroppo un po’ perché è difficile comprendere il suo modo di esprimersi e e per il fatto che si tratta di comunque di concetti completamente innovativi e ostici, in pochi sono riusciti veramente a capire le sue teorie. Ora sembra avere alzato il tiro con l'apertura dello “space institute”.
    Ho sfogliato la pagina web dello space institute e devo dire che l’ho trovata eticamente ineccepibile.
    Nel sito si parla di un programma di divulgazione e di un nuovo metodo di insegnamento. Lo scopo dell’istituto è “condividere la conoscenza di keshe e usarla per scopi pacifici e per lo sviluppo spaziale.
    Gli obiettivi sono di insegnare i principi di come lavora il sistema universale .
    E' elencata una scaletta in breve del programma di studi suddiviso in semestri per i primi 3 anni.
    La cosa interessante è che il sistema di insegnamento: tutte le sessioni saranno fatte in ambiente di apprendimento aperto dove ogni individuo diventa parte del processo di insegnamento in quanto non si considera nessuno con conoscenze superiori rispetto che le altre persone dell’istituto.
    Le sessioni saranno fatte sul principio della tavola rotonda e non in un ambiente di lettura.
    Il bello arriva al terzo anno dove solo un numero limitato di membri sarà scelto per fare parte del team che dovrà testare i sistemi di propulsione sviluppati negli anni precedenti. E questo primo gruppo comincerà a insegnare l’uso della tecnologia nell’industria, nella farmaceutica e aereonautica etc.
    Altra cosa interessante è che si accettano massimo 10 studenti per nazione, per sottolineare ancora una volta come la fondazione abbia un carattere multietnico e sovranazionale.
    Lungi da me essere una devozionale, ma a ben guardare questo Keshe sembra sempre più a un Santo piuttosto che a un impostore…


    #95343
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Avevo postato questo video da altra parte ma il posto giusto è qui.
    E' tutto straordinario, le tecnologie che usiamo oggi le abbiamo già viste nei telefilm degli anno 60 !amazed e dal 21 min Paolo Ayo parla di Keshe.
    ecco la descrizione del suo intervento:

    Tramite una dettagliata analisi degli oggetti volanti non identificati e lo studio di alcune testimonianze, Pablo Ayo ha presentato una ipotesi di lavoro sul possibile funzionamento degli UFO, mostrando in dettaglio i loro possibili modelli teorici di volo interstellare, interplanetario, atmosferico e subacqueo tramite una propulsione capace di curvare il tessuto spaziotemporale. La relazione è stata accompagnata da diversi filmati e foto e dalla spiegazione esemplificata di alcuni concetti scientifici teorici, che includono la possibile applicazione delle tecnologie antigravitazionali degli UFO come arma, la vera natura del progetto HAARP e le ricerche dell'LHC di Ginevra.

    Giornalista, scrittore, ricercatore, docente di informatica, Pablo Ayo ha collaborato a lungo con alcuni dei più noti studiosi del mistero. I suoi articoli sono apparsi su riviste come Nexus, Stargate Magazine, Notiziario UFO, Dossier Alieni, Extraterrestre, X-Times, Area 51. Le sue ricerche spaziano dalle civiltà sepolte alle nuove frontiere della fisica quantistica e dell'esplorazione spaziale. Da anni cura una rubrica sugli avvistamenti UFO nel programma Mistero di Italia 1. É editore del mensile online http://www.strangedays.it e fondatore del Centro Ricerche Stargard per i fenomeni supernaturali. Vive e lavora a Roma.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #95344

    Anonimo

    Letter of Mehran Tavakoli Keshe – 18.4.2014.PDF – Google Drive
    docs.google.com

    https://docs.google.com/file/d/0B5adc43O6AoRY0F3djhrRU9qMUE/preview

    edit:
    Here is a link to download all 5 of the PDF's released in the Special Knowledge Seekers Workshop of April 18, 2014…
    https://mega.co.nz/#F!yIA2BLpI!Z3eKvIBMdcavYdY5HjFjZQ


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,551 a 1,560 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.