Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation

Questo argomento contiene 1,808 risposte, ha 73 partecipanti, ed è stato aggiornato da Hypercom Hypercom 1 anno, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,611 a 1,620 (di 1,809 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95394

    orsoinpiedi
    Partecipante

    [quote1400318905=camillo]
    Caro orso anch'io confesso che ho la tua stessa illogica percezione.
    Mmmmm….. a volte le vie dello “Spirito” sembrano assurde, ma chi siamo noi per giudicare?

    [/quote1400318905]

    I grandi sciamani in tutto il mondo, hanno usato la loro percezione per andare al di la del conosciuto.Non avevano la volontà di creare una religione,ma di guardare oltre il velo delle apparenze.
    Tutti hanno espresso gli stessi concetti:facciamo parte integrante di un Tutto.
    Viviamo effettivamente una Matrix,definita dai nostri 5 sensi,ma il nostro spirito,se ascoltato,ci svela il mondo che è al di la del velo.
    Come dimostrare tutto ciò?
    Non si può,lo si può solo “vivere”.

    P.s. Il tuo viaggio è diretto verso la tua terra natia.Ricordati che stai viaggiando dal mondo delle apparenze verso il Mondo della Realtà. – Aforisma Sufi


    #95395
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Qui potete vedere tutti i reattori costruiti da Keshe e da altri in funzione contemporaneamente.

    Una prima considerazione va fatta, ESISTONO veramente, e a loro modo sono anche non di facilissima costruzione.
    Quindi smettiamo di dire che Keshe se li è sognati, sono reali.
    Molti di quegli oggetti gli ho avuti tra le mani. Alcuni sono fatti di una plastica particolare, altri in rame, altri in acciaio inox.

    Voglio dire che un truffatore non farebbe cose così sofisticate, che costano lavoro e fatica.
    Io lo ripeto le sue teorie sono così ampie e ben inserite in tutto ciò che conosco in modo tale che le darei VERE con probabilità elevata. Ovviamente aspetto prove certe secondo il caro buon metodo scientifico.

    La mia previsione personale è che con una lungaggine esasperante con risultati che saranno solo una frazione di ciò che promette ma comunque QUALCOSA DI BUONO E… SBALORDITIVO arriverà da questo stravagante ingegnere.

    Voi vi chiederete en beh.. cosa sta facendo con tutti i suoi apparati funzionanti? E' solo il solito palcoscenico inconcludente.
    Il sottoscritto avendo tradotto il suo libro e avendo passato una quantità di tempo notevolissimo a capirci qualcosa, ha ora la presunzione di intuire cosa sta facendo e ve lo dico.

    Questi reattori funzionano senza emettere radiazioni, e questo li rende lenti, o meglio molto meno efficienti di quelli in cui ionizzava i vari gas introducendo un potenziale elettrico. Quindi impiegheranno molto tempo ad attivarsi.
    Quando si attivano, e se si attivano, una piccolissima frazione di materia viene sbucciata come un'arancia e lascia uscire l'etere contenuto.

    Nello visuale Keshe l'etere è fatto da tante unità costituiti da piccoli campi magnetici chiamati Ray.
    Keshe classifica questi Ray in tre categorie:
    – quelli a bassa intensità formano un gruppo chiamato [u]materia[/u]
    – quelli ad alta intensità formano una categoria chiamata [u]antimateria[/u]
    – quelli a intensità media sono nel gruppo della [u]Materia oscura[/u].
    Questa prima classificazione trina coincide con i tre Quark della fisica.

    In realtà il loro insieme forma l'ETERE che è la matrice, lo schermo, i pixel di questa realtà che noi chiamiamo materia.
    L'etere è quindi un insieme di tante piccolissime unità di materia (atomi magnetici di Ighina) o raggi di energia se preferite, questi “esserini” sono vivi sotto moltissimi punti di vista.
    Essi sono chiamati da Ighina “Atomi magnetici”, da Reicht “Orgoni”, ecc. Sono così piccoli, ma così piccoli che attraversano qualsiasi materia. Tesla gli aveva intuiti e pensava a loro come ad un gas eterico. Anche Mendeleiev gli aveva intuiti e inizialmente aveva introdotto due gas immateriali.

    Le divergenze riguardano la loro classificazione.
    Intanto possiamo assolutamente dividerli in Orgoni Yang e orgoni Yin ovviamente la somma algebrica dello Yin e dello Yang DEVE sempre dare zero.

    La fisica e keshe usano una classificazione trina.
    Nel Tao affianco allo yin e Yang si usa una classificazione a 5 elementi.
    Ighina e in parte Tesla usavano la classificazione con 7 classi, proprio come i colori dell'arcobaleno o le sette note con tutto il discorso delle armoniche.

    Senza dilungarmi troppo cito la regola alchemica “Il simile attira il simile” regola che, nel campo eterico, è MOLTO forte e rispettata.
    Torniamo ora ai reattori di Keshe ne vedete 6 raggruppati e uno sul tavolo, ebbene se entrano in azione e scompongono una piccolissima frazione di materia, avremo degli orgoni eterici LIBERI entro ogn'uno. Ma gli orgoni così liberati NON sono per niente confinabili esistono sull'eterico e lì non c'è limite di spazio o tempo (sono loro che lo creano) Sì! Sto dicendo propri che comunicano tra di loro ISTANTANEAMENTE non esiste velocità perché non esiste ne un luogo né un tempo. Fa te conto che siano tutte vibrazioni differenti su di una stessa corda che fa da supporto.

    Ora gli orgoni simili si riuniranno in fasci, più due orgoni sono simili più si agganceranno tra loro formando una specie di doppia elica DNA.
    Quello che emerge è che l'orgone nel reattore a si aggancia all'orgone del reattore b oppure al reattore d
    L'insieme che si viene a formare esiste come gruppo complessivo sul piano eterico. Esso potrebbe essere fatto supponiamo da 100 elementi. Ora può succedere che questi 100 elementi ricevano l'ordine di tornare sul piano fisico, ebbe non è detto che riformeranno esattamente la materia di partenza. Questo è facile da comprendere infatti gli orgoni che si sono gemellati per similitudine non si staccheranno facilmente, si rifiutano di tornare nei rispettivi reattori di partenza. Quindi si formerà una nuova materia. Se la materia di partenza era fatta da supponiamo 100 atomi di idrogeno, si potrebbe formare ossigeno, carbonio e idrogeno con un residuo di orgoni che non trovano collocazione e danno energia libera che noi identifichiamo ora come derivante dal LENR.
    Si potrà formare di tutto, dipende dalle condizioni locali.

    Qui è difficile da spiegare questo un ulteriore punto; un orgone che prima della scomposizione esisteva in un determinato spazio ora ricompare in un altro spazio in quanto si è gemellato col simile che si trova su di un altro reattore lontano, In realtà come detto per loro lo spazio non esiste ma esiste invece l'equilibrio equivalente alle distanze tra ogni singolo orgone e tutto il resto della materia dell'universo si altera.
    Nel nuovo equilibrio i reattori contenenti la nuova materia potrebbero dover SPOSTARSI per ripristinare l'equilibrio.

    Possono spostarsi di lato ma anche in alto. insomma Keshe sta cercando di far vedere un fenomeno gravitazionale.


    #95396
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1400654048=camillo]
    Qui potete vedere tutti i reattori costruiti da Keshe e da altri in funzione contemporaneamente.

    Una prima considerazione va fatta, ESISTONO veramente, e a loro modo sono anche non di facilissima costruzione.
    Quindi smettiamo di dire che Keshe se li è sognati, sono reali.
    Molti di quegli oggetti gli ho avuti tra le mani. Alcuni sono fatti di una plastica particolare, altri in rame, altri in acciaio inox.

    Voglio dire che un truffatore non farebbe cose così sofisticate, che costano lavoro e fatica.
    Io lo ripeto le sue teorie sono così ampie e ben inserite in tutto ciò che conosco in modo tale che le darei VERE con probabilità elevata. Ovviamente aspetto prove certe secondo il caro buon metodo scientifico.

    La mia previsione personale è che con una lungaggine esasperante con risultati che saranno solo una frazione di ciò che promette ma comunque QUALCOSA DI BUONO E… SBALORDITIVO arriverà da questo stravagante ingegnere.

    Voi vi chiederete en beh.. cosa sta facendo con tutti i suoi apparati funzionanti? E' solo il solito palcoscenico inconcludente.
    Il sottoscritto avendo tradotto il suo libro e avendo passato una quantità di tempo notevolissimo a capirci qualcosa, ha ora la presunzione di intuire cosa sta facendo e ve lo dico.

    Questi reattori funzionano senza emettere radiazioni, e questo li rende lenti, o meglio molto meno efficienti di quelli in cui ionizzava i vari gas introducendo un potenziale elettrico. Quindi impiegheranno molto tempo ad attivarsi.
    Quando si attivano, e se si attivano, una piccolissima frazione di materia viene sbucciata come un'arancia e lascia uscire l'etere contenuto.

    Nello visuale Keshe l'etere è fatto da tante unità costituiti da piccoli campi magnetici chiamati Ray.
    Keshe classifica questi Ray in tre categorie:
    – quelli a bassa intensità formano un gruppo chiamato [u]materia[/u]
    – quelli ad alta intensità formano una categoria chiamata [u]antimateria[/u]
    – quelli a intensità media sono nel gruppo della [u]Materia oscura[/u].
    Questa prima classificazione trina coincide con i tre Quark della fisica.

    In realtà il loro insieme forma l'ETERE che è la matrice, lo schermo, i pixel di questa realtà che noi chiamiamo materia.
    L'etere è quindi un insieme di tante piccolissime unità di materia (atomi magnetici di Ighina) o raggi di energia se preferite, questi “esserini” sono vivi sotto moltissimi punti di vista.
    Essi sono chiamati da Ighina “Atomi magnetici”, da Reicht “Orgoni”, ecc. Sono così piccoli, ma così piccoli che attraversano qualsiasi materia. Tesla gli aveva intuiti e pensava a loro come ad un gas eterico. Anche Mendeleiev gli aveva intuiti e inizialmente aveva introdotto due gas immateriali.

    Le divergenze riguardano la loro classificazione.
    Intanto possiamo assolutamente dividerli in Orgoni Yang e orgoni Yin ovviamente la somma algebrica dello Yin e dello Yang DEVE sempre dare zero.

    La fisica e keshe usano una classificazione trina.
    Nel Tao affianco allo yin e Yang si usa una classificazione a 5 elementi.
    Ighina e in parte Tesla usavano la classificazione con 7 classi, proprio come i colori dell'arcobaleno o le sette note con tutto il discorso delle armoniche.
    ..
    [/quote1400654048]
    :VV:

    per Keshe questo è il livello di qualità migliore


    #95397

    orsoinpiedi
    Partecipante

    [quote1400683054=camillo]

    Nello visuale Keshe l'etere è fatto da tante unità costituiti da piccoli campi magnetici chiamati Ray.
    Keshe classifica questi Ray in tre categorie:
    – quelli a bassa intensità formano un gruppo chiamato [u]materia[/u]
    – quelli ad alta intensità formano una categoria chiamata [u]antimateria[/u]
    – quelli a intensità media sono nel gruppo della [u]Materia oscura[/u].
    Questa prima classificazione trina coincide con i tre Quark della fisica.

    [/quote1400683054]
    Potremmo visualizzarli come piccoli vortici vibrazionali?


    #95399
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Orso mi chiedi se li puoi visualizzare come vortici? Come buchi neri e buchi bianchi?
    OK! gli puoi visualizzare come più ti aggrada.
    Quello che conta è che cerchi di comprendere le loro proprietà.

    Quello che “credo” di sapere sugli orgoni:
    esistono con probabilità del 100% dubbi zero
    2° creano questa realtà ma sotto certi aspetti ne sono fuori
    3° non sono manovrabili con le forze, gli urti né sono racchiudibili in un contenitore
    4° sono così piccoli che in un elettrone ce ne stanno forse miliardi o più
    5° sono l'unica vera “sostanza” esistente
    6° sembrano operai, formiche che hanno un compito da svolgere, compaiono in questo universo, svolgono il loro dovere e scompaiono. Pulsano tra l'essere qui e l'essere dio sa dove.

    7° sono in grado di comunicare tra di loro ISTANTANEAMENTE per loro lo spazio/tempo non ha il significato che diamo noi. Lo spazio viene tradotto così: due orgoni molto simili creano uno spazio breve, due orgoni molto differenti uno spazio lontano.

    8° per gli orgoni essere toccati, urtati significa semplicemente essere in parziale risonanza con altri orgoni simili.

    9° gli orgoni, non potendo essere mossi manovrati, spinti o tirati da nulla, sono GESTIBILI solo attraverso una loro “modulazione”. Sotto questo punto di vista l'esempio più calzante è immaginarli come un'onda portante. Questa onda viene modulata ricevendo così scopo e caratteristiche.
    10° la modulazione degli orgoni io la chiamo “imprinting”–> vedi sotto cosa dico

    11° qualsiasi campo (elettrico, gravitazionale..) è fatto da loro, quindi un campo elettrico è assimilabile ad un immenso movimento di orgoni. Avremo “formichine” gravitoni per la gravità ecc.

    12° lo spazio che per loro non esiste appare a noi reale così come il tempo ed è generato dal fatto che sono tutti uno differente dall'altro. Cioè se due orgoni sono identici sono lo stesso orgone non più grande e non più piccolo cioè 1+1=1

    13° gli orgoni dunque soggiacciono al [u]principio generale della creatività[/u] che dice:
    “Dal nulla si può ottenere ogni cosa purché la somma sia Zero e i composti ottenuti differiscano per almeno un infinitesimo da tutto ciò che è già stato creato”

    14° qualsiasi orgone ha in potenza le caratteristiche di tutti gli altri, ma esprime sempre una sua peculiarità. Secondo questo principio è ovvio che la vita, la consapevolezza.. ecc. appartengono in potenza anche a loro. Quindi sono potenzialmente vivi! Qualsiasi orgone può essere modulato e apprendere la qualità della modulazione. Ad un certo punto diviene così “istruito” da cominciare ad essere automodulante noi chiamiamo questo coscienza di essere. non c'è cosa infinitamente piccola che possa diventare infinitamente grande, secondo il grande principio alchemico: Il tutto è in tutto ed è tutto in tutto

    L'unico modo di interagire con l'orgone io lo chiamo imprinting, si tratta di una modula zione che si sovrappone alla sua onda portante.
    Per poter modulare occorre essere capaci di creare una vibrazione simile al ricevente che lo modula a mo' di battimenti tra due onde.
    Io classifico l'imprintig in tre categorie:
    a- [u]Imprinting di nascita[/u], l'orgone che compare in questo universo ha già ricevuto un imprinting nell'atto della creazione, quindi ha già una sua modulazione, una sua caratteristica che lo differenzia, uno scopo eventuale da realizzare (un po' come l'influenza astrale di nascita che da l'oroscopo)

    b- Imprinting che riceve dopo la nascita da cause “inorganiche”, forme, suoni, colori, immagini, simboli, ecc. lo modulano. Quindi orgoni presenti in una sfera di vetro sono modulati dalla presenza del vetro e dalla forma sferica, ora se noi sopra il vetro tracciamo un serpente. La modulazione sarà data da vetro + forma sferica + significato del simbolo

    c – [u]Imprinting da un essere vivente.[/u] Gli esseri viventi con la loro volontà, intenzione, visualizzazione, desiderio, emozione… imprintano in misura tanto maggiore quanto più “energia” hanno. L'imprinting umano è un miscuglio tra volontà ed energia. Esso può diventare MOLTO intenso così intenso da modificare la materia impartendo eccezionali imprinting agli orgoni che la formano. In pratica crea una sovramodulazione così forte da sovrastare le modulazioni precedenti. (Questo l'ho visto fare ripetutamente molti anni fa, la materia può essere trasmutata da esseri iperdotati energicamente e con volontà priva di dubbi, ferrea , fede intensa)

    Quindi un orgone modulato, può essere rimodulato avendo a disposizione più energia e volontà rispetto alla modulazione precedente.
    Gli sciamani sviluppano una volontà intensissima che viene chiamata INTENTO, inoltre passano l'intera vita ad accumulare energia orgonica, cercando di economizzarla in primis, lo fanno eliminando o controllando il più possibile desideri, passioni che non vengono aboliti anzi.. ma controllati, soprattutto viene controllata l'IMPORTANZA PERSONALE, che spinge ogni essere a presentare una “maschera” di sé al mondo, sprecando una quantità enorme di energia in questo illusorio VOLOR APPARIRE.


    #95400

    orsoinpiedi
    Partecipante

    [quote1400750054=camillo]
    Caro Orso mi chiedi se li puoi visualizzare come vortici? Come buchi neri e buchi bianchi?
    OK! gli puoi visualizzare come più ti aggrada.
    Quello che conta è che cerchi di comprendere le loro proprietà.

    [/quote1400750054]

    Grazie Camillo,la mia domanda era per facilitarmi la comprensione del fenomeno.Io,in qualche modo, devo “visualizzare”.Visualizzavo dei vortici come si formano nell'acqua(che comparavo all'etere).Stavo pensando agli studi di Viktor Schauberger,ma dopo la tua splendida esposizione,vedo che non c'entra nulla.


    #95401

    pancia37
    Partecipante

    é questa una aplicazione di energia radiante e plasma di keshe ? http://www.wardenclyffe.es/inicio.html


    #95402

    pancia37
    Partecipante

    Il sito sembra molto serio e i generatori non costano niente ed offrono 40 anni di garanzia e autonomia ..


    #95403

    pancia37
    Partecipante

    adesso scoppiano le ditte free energy ? questo funziona con i magneti o il principio del qeg o ancora meglio con i brevetti di tesla : http://neo.sx/index.html


    #95405

    GATO
    Partecipante

    ciao è da ieri mattina che spazzolo il web circa questo sito wardenclyffe, ieri pomeriggio ho fatto un ordine preventivo e relativa email richiedendo se avessero qualche ufficio di rappresentanza in Italia. Subito mi arriva per email la conferma d'ordine e il modo per completare l'ordine e dopo 30 minuti neanche mi arriva una email con tutte le info sull'azienda ma non hanno uffici in Italia


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,611 a 1,620 (di 1,809 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.