Klatskin tumore vie biliari

Home Forum SALUTE Klatskin tumore vie biliari

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  colilla 5 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61402

    colilla
    Partecipante

    Salve a tutti, cercherò brevemente di illustrarvi la mia situazione e il mio quesito.
    Mio nonno 88 anni autonomo autosufficiente e in salute un paio di mesi fa comincia ad accusare stanchezza, analisi rivelanouna lieve anemia e biliribuna e transaminasi alle stelle, ecografia e responso del medico calcoli al fegato, ma dopo un mese circa diventa giallo quindi tac e purtroppo il responso: tumore di Klatskin alle vie biliari, inoperabile.
    Calvario di 20 giorni in un noto ospedale di Roma per fargli perlomeno un drenaggio della bile con inserimento protesi.
    Ora dopo 20 giorni di ospedale e 12 fermo a letto ha difficoltà a camminare ma piano piano a suon di parolacce (sono la sua carica) con il mio aiuto e quello di un deambulatore qualcosa fa, l’appetito è ancora sano e dorme parecchio,è abbastanza lucido e in sè anche se delle volte come dire..un po’ rimbambito.. ma a 88 anni è comprensibilissimo.
    Lui non sà la patologia di cui è affetto ma pensa sempre siano solo calcoli.
    Domani ho appuntamento in ospedale per prendere accordi per l’assistenza ospedaliera domiciliare per le cure palliative(dicono arrivi entro le 24h), penso più che altro per la terapia del dolore anche se dolore non ne ha.
    Proprio in merito il mio quesito: i medici mi hanno chiaramente detto nessuna speranza e niente da fare ed io a 88 anni non mi aspetto di certo un miracolo ne che viva fino ai 200 anni per il mio egoismo ma la mia fortissima volontà è che i10 giorni o i 10 anni che gli rimangono li viva nella maniera più dignitosa possibile e con meno sofferenze possibili.
    Sono da sempre interessata alle terapie”alternative” e mi informavo in merito leggevo dell’aloe di Padre zago, della formula Caisse, della curcumina, della vitamina b17, del bicarbonato di sodio di Simoncini ecc…per fare del bene non vorrei fare il contrario a causa della mia ignoranza.
    Io avrei provato subito con l’aloe ma essendo uno stimolatore della produzione di bile non vorrei far danno visto che lui ha già la bilirubina alta(la protesi dentro non riesce a drenare tutto).
    Quindi penso sia meglio rivolgersi a qualche naturopata specializzato in questo tipo di trattamenti per vare un parer più autorevole.
    Sapete a chi rivolgermi, e in fretta? Noi abitiamo a Roma.
    Ripeto il mio desiderio e intento , adoperando terapie alternative, non è quello di curare il cancro ma di assicurargli la MIGLIOR QUALITA’ DI VITA possibile.
    Per il momento lui prende un antiacido la mattina a digiuno (pantoprazolo 20 mg.)
    Io gli do Vitamina C +Zinco 300 mg. 2 volte al giorno e Fitomariano Solgar (cardo mariano350mg titolato in silimarina alll’80%) 3 volte al giorno lonatno dai pasti.
    Grazie a tutti quelli che mi vorranno rispondere.


    #61403

    Genio
    Partecipante

    Colilla, se consenti, dopo una mia ricerca svolta da autodidatta, in tutta sincerità posso indicarti che, ci sono due possibilità per la cura del tumore che ha il tuo Nonno.
    La prima: suggerisci al Medico se può iniettare un farmaco vasodilatatore direttamente nelle vie biliari del fegato dove sono le cellule tumorali, con questa cura quotidiana è possibile una remissione completa del tumore, perchè la regolare Vasodilatazione Arteriosa nell'area tumorale aumenterà l'energia elettrochimica dovuta all'O2 Paramagnetico, determinando l'arresto dello sviluppo tumorale, e in seguito le costanti Vasodilatazioni stimoleranno la ricrescita di nuove cellule del fegato ottenendo in questo modo l'eliminazione del tumore.
    La seconda possibilità è assumere quotidianamente il Perossido di Idrogeno (H2O2) opportunamente diluito con acqua distillata come suggerisce lo studio che invio.
    Assumendo regolarmente il Perossido di Idrogeno aumenterà la pO2 arteriosa grazie alla quale si irradierà nel sangue una maggiore Energia Elettrochimica determinata dall'O2 paramagnetico la quale certamente arresterà lo sviluppo del tumore, per la remissione totale però servirà un'adeguato periodo di tempo.

    http://ecocreando.weebly.com/guida-duso-del-perossido-di-idrogeno-al-35-alimentare.html


    #61404
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1367244648=colilla]

    Io avrei provato subito con l’aloe ma essendo uno stimolatore della produzione di bile non vorrei far danno visto che lui ha già la bilirubina alta(la protesi dentro non riesce a drenare tutto).
    Quindi penso sia meglio rivolgersi a qualche naturopata specializzato in questo tipo di trattamenti per vare un parer più autorevole.
    Sapete a chi rivolgermi, e in fretta? Noi abitiamo a Roma.
    Ripeto il mio desiderio e intento , adoperando terapie alternative, non è quello di curare il cancro ma di assicurargli la MIGLIOR QUALITA’ DI VITA possibile.
    Per il momento lui prende un antiacido la mattina a digiuno (pantoprazolo 20 mg.)
    Io gli do Vitamina C +Zinco 300 mg. 2 volte al giorno e Fitomariano Solgar (cardo mariano350mg titolato in silimarina alll’80%) 3 volte al giorno lonatno dai pasti.
    Grazie a tutti quelli che mi vorranno rispondere.

    [/quote1367244648]
    Non conosco dei naturopati, altri utenti del forum, tra cui dei medici, potranno eventualmente darti suggerimenti, se trovo delle informazioni utili le inserisco


    #61405
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #61406
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Provare le iniezioni che ti suggerisce Genio non sarebbe male, ma dove trovi un dottore che lo vorrà fare?


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61407
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Anche a me quello che ha detto Genio non mi sembra male, ma badate bene a sensazione, per il resto non essendo un medico non so poi se effettivamente sia la strada migliore.

    Aggiungo che se tuo nonno non connette bene ogni tanto e sembra rimbambito è causa della birilubina che puoi abbassare con un clistere di lattuga, aglio e sale. Il tutto bollito in acqua. Nel caso intendi fare questi clisteri, mandami un pm che ti do la ricetta precisa.

    Informati… abbassare la birilubina già lo aiuta a stare meglio nel frattempo che non si trova una soluzione. Incrociamo le dita.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #61408

    Genio
    Partecipante

    Grazie per la Vostra approvazione Pasgal, Farfy, e Colleghi del Forum, sono più che certo che con l'iniezione diretta del farmaco vasodilatatore, se l'area tumorale non è troppo estesa, si potrà eliminare totalmente il tumore in poche settimane.
    Posso fare con una certa sicurezza queste affermazioni dopo aver capito, potendolo anche dimostrare che, le costanti Vasodilatazioni Arteriose irradiano una maggiore Energia Elettrochimica nell'area cellulare deteriorata stimolando la ricrescita di nuove cellule del corpo.


    #61409

    colilla
    Partecipante

    Grazie a tutti per le vostre risposte, in questi momenti è importante sentire la vicinanza e l'interessamento delle persone, in un altro forum mi hanno segnalato questo link ed io ho preso appuntamento con la dottoressa pe quest'altra settimana, voi che ne pensate del MDB?


    #61410
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1367257343=colilla]
    Grazie a tutti per le vostre risposte, in questi momenti è importante sentire la vicinanza e l'interessamento delle persone, in un altro forum mi hanno segnalato questo link ed io ho preso appuntamento con la dottoressa pe quest'altra settimana, voi che ne pensate del MDB?
    [/quote1367257343]
    Se hai le possibilità direi che soprattutto in questa situazione e una scelta che farei


    #61411
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1367261489=colilla]
    Grazie a tutti per le vostre risposte, in questi momenti è importante sentire la vicinanza e l'interessamento delle persone, in un altro forum mi hanno segnalato questo link ed io ho preso appuntamento con la dottoressa pe quest'altra settimana, voi che ne pensate del MDB?
    [/quote1367261489]
    Cercando in rete qualcosa per te, ho trovato un sito dove hai cercato pure tu l'aiuto e infatti ho visto che ti hanno suggerito la cura di Bella. Direi che è ottima, se tuo nonno non è ancora devastato dalla chemio, perchè la cura sua si basa sul rinforzo del sistema immunitario. Se vuoi potresti dare al tuo nonno cominciando da 1 goccia al digiuno l'acqua ossigenata in 1\4 di bicchiere di acqua pura. Poi aumenti ogni giorno di 1 goccia e vedi come reagisce. Ci si può arrivare a 10 gocce per tre volte al giorno ma io faccio solo la mattina 10 gocce, mi raccomando al digiuno.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.