l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Questo argomento contiene 3,614 risposte, ha 101 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,121 a 1,130 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #68441
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    mi sa che vedremo il piu basso e schifoso livello, sempre piu alla luce del sole, prima della nuova alba


    #68442

    Detective
    Partecipante

    E si!!! Prima dell'alba siamo nella m***a fino al collo :hehe:


    #68443

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1264700890=Erre Esse]

    Sono parere che sia un “buon segno”…
    Cioè che il vecchio paradigma non è mai stato così in basso.
    E' probabile che quest'anno sia al suo livello più infimo.

    [/quote1264700890]

    Sarà anche un buon segno RS, sta gente però fa schifo ugualmente.


    #68444
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #68445
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://rassegnastampa.mef.gov.it/mefnazionale/View.aspx?ID=2010012914817125-1
    Italia al primo posto nel G5 delle mafie
    di Panara Marco
    a dossier Italia al primo posto nel G5 delle mafie Cosa nostra, ndrangheta e camorra gestiscono 112 miliardi di dollari l'anno DAL NOSTRO NVIATO MARCO PANARA DAVOS Nel G5 della criminalità l'Italia è in testa. Abbiamo la mafia pi potente e, per volume d'affari dell'economia criminale, siamo ilsecondo mercato delpianeta, dopo gli Stati Uniti e prima del Giappone e della Cina, Nella classifica delle grandi mafie globali, quelle italiane prese nel loro complesso sono al posto numero uno. Seguono la mafia cinese, la Yakuza giapponese, la mafia russa e le mafie sudamericane. Insieme questi cinque sistemi criminali, ciascuno formato da diverse organizzazioni, si spartiscono cifre che sono nell'ordine delle migliaia di miliardi di dollari realizzati su vari mercati. Quello degli Stati Uniti da solo viene valutato 310 miliardi di dollari, quello italiano 112, quello giapponese e cinese rispettivamente 84 e 83…


    #68446
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #68447

    Detective
    Partecipante

    [quote1264978623=Richard]
    http://archiviostorico.corriere.it/2010/gennaio/30/premier_racconta_una_barzelletta_Gesu_co_8_100130014.shtml
    [/quote1264978623]

    Notizia:
    Roma – Una barzelletta nell’attesa dell’arrivo del capo dello Stato all’inaugurazione dell’anno giudiziario. L’ha raccontata Silvio Berlusconi nella sala Giallombardo dove era insieme ai presidenti delle Camere Schifani e Fini, al vicepresidente del Csm Mancino e agli alti magistrati. «Come siete belli», si rivolge alle toghe in ermellino e poi racconta la storiella che così viene poi riferita da chi era presente: «Dio è preoccupato per la degenerazione regnante sulla terra, e invia Gesù in missione. Dopo 33 anni, però, suo figlio ancora non ritorna. Passa qualche altro decennio e di Gesù nessuna traccia. Dopo 100 anni si sente alle porte del Paradiso un imprevisto “toc toc”. Dio apre le porte del Paradiso. «Papà», esclama Gesù. «Figlio mio, che cosa è successo? Ti aspettavo 60 anni fa». E lui: «Papà, in terra è successo di tutto, non c’è più la pena di morte e mi hanno dato l’ergastolo».
    Il Corriere della Sera
    30 Gennaio 2010

    Ed ecco cosa ne consegue…. :hehe:

    HO SCRITTO IL 30 GENNAIO 2010:

    UNA STORIA VERA, IN UN PROSSIMO FUTURO CHE ACCADRÀ IN UN LUOGO DELLA TERRA, FORSE IN ITALIA.
    TUTTO IL MONDO IN DIRETTA TELEVISIVA GUARDA SGOMENTO E CON TIMORE REVERENZIALE UNA DELLE TANTE SCENE IN CUI L'UMILIAZIONE E LA MORTIFICAZIONE SONO LE ASSOLUTE PROTAGONISTE.
    MILIARDI DI TELESPETTATORI SANNO CHE PRIMA O POI TOCCHERÀ A LORO.
    LA SCENA È QUESTA: SI VEDE UN GIOVANE UOMO VESTITO DI SACCO, MA ELEGANTE, FORTE E VIRILE. È ACCOMPAGNATO DA UN POSSENTE ESERCITO DI ESSERI POTENTI.
    AI SUOI PIEDI, STRISCIANDO COME UN VILE SERPENTE, IPOCRITA E VIGLIACCO, IMPLORANDO PERDONO PER I SUOI INNUMEREVOLI PECCATI MORTALI IL SIGNOR SILVIO BERLUSCONI E TANTI ALTRI POTENTI DELLA TERRA. ESSI E BERLUSCONI SI BATTONO IL PETTO DICENDO TUTTI IN CORO, “SIGNORE MEA CULPA”, “MEA MAXIMA CULPA”. PERÒ DAL GIOVANE UOMO, CHE LI GUARDA DALL'ALTO IN BASSO, RICEVONO TANTA COMMISERAZIONE, MA ANCHE TANTA E TANTA GIUSTIZIA E CONDANNA.
    LE VITTIME DI BERLUSCONI E DEGLI ALTRI POTENTI, INVECE, DAL GIOVANE UOMO RICEVONO FELICITÀ, BENESSERE E AMORE.
    IL GIOVANE UOMO SI CHIAMA GESÙ, DETTO IL CRISTO, IL FIGLIO DI DIO. L'ESERCITO CHE LO ACCOMPAGNA È COMPOSTO DA MILIONI DI UOMINI DOTATI DI LUCE PROPRIA E ABITANTI DELLE STELLE. IL GIORNO È QUELLO DEL GIUDIZIO ED È PROSSIMO A VENIRE.
    QUESTA NON È UNA BARZELLETTA, SIGNOR BERLUSCONI, QUESTA È UNA PROFEZIA CHE SI COMPIRÀ CERTISSIMAMENTE PERCHÈ VOLUTA DA DIO E RICHIESTA DAI GIUSTI.

    GIORGIO BONGIOVANNI
    STIGMATIZZATO

    PORDENONE (ITALIA)
    30 GENNAIO 2010

    [link=hyperlink url] http://www.giorgiobongiovanni.it/ita/ultimi_scritti1/2010/10_01-gen.html#_30gen10 [/link] :si:


    #68448
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    MILANO – Il rapimento di Abu Omar, l'Imam sequestrato a Milano nel febbraio 2003, avvenne ad opera della Cia con la “conoscenza e forse la compiacenza” del Sismi, allora diretto dal generale Nicolò Pollari. Ma la responsabilità penale dei servizi segreti nazionali non è stata accertata a causa del segreto di Stato apposto dai governi Prodi e Berlusconi e confermato dalla Corte Costituzionale con una sentenza che costituisce “un paradosso logico e giuridico di portata assoluta e preoccupante”.
    http://www.repubblica.it/cronaca/2010/02/01/news/abuomar-sismi-2150647/


    #68449
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #68450

    windrunner
    Partecipante

    E' nata, dal 1° gennaio 2010, Difesa Servizi Spa, “primo passo dello sgretolamento della Pubblica amministrazione”, come l'ha chiamato il capogruppo pd alla Camera Gian Piero Scanu. Concepita con un disegno di legge e poi inserita con cinque commi nella legge finanziaria per superare le perplessità nella stessa maggioranza, l'azienda cui verrà affidata gran parte dell'attività della Difesa è una realtà. Mancano i decreti di attuazione, che devono arrivare entro metà febbraio, ma il processo è avviato.

    Alla Difesa spa andrà la responsabilità di ogni acquisto per le Forze armate, armamenti esclusi. Le decisioni saranno prese dal consiglio di amministrazione, otto membri di scelta ministeriale, che dovranno rendere conto solo al ministro, per un budget fra i tre e i cinque miliardi di euro. Il meccanismo spazza via ogni criterio di trasparenza: la Corte dei Conti potrà intervenire solo in caso di comportamenti penalmente rilevanti (in sostanza, di dolo conclamato), mentre non è ben chiaro che cosa succederà se la Difesa spa dovesse andare in perdita.

    L'azienda ha il potere di inserire nelle strutture militari anche impianti energetici, senza limitazioni legate alle esigenze delle Forze armate: in parole povere, potrebbe far eseguire la costruzione delle centrali nucleari all'interno delle caserme, senza preoccuparsi di ottenere autorizzazioni dagli enti locali e scavalcando ogni discussione. La Difesa spa curerà anche non meglio definite “sponsorizzazioni”: un termine che inevitabilmente propone immagini di blindati in missione sulle montagne dell'Afghanistan colorati come le monoposto di formula 1, o cacciatorpediniere colorati come le barche della Coppa America, idee molto lontane dalla tradizione delle Forze armate.

    Ma il vero affare è quello del mattone: la Difesa spa gestirà anche le dismissioni immobiliari, con lo scopo dichiarato di recuperare danaro per le spese militari. Ad affiancarla, secondo i piani del governo, saranno società di gestione del risparmio, che dovranno valorizzare il patrimonio della Difesa creando dei fondi di investimento e vendendone i titoli, per poi rimborsare all'erario il valore di partenza degli impianti venduti e versare alla Difesa le plusvalenze.

    Il meccanismo ha già trovato un intoppo: per garantire la creazione di queste plusvalenze, a fianco dell'inevitabile cambiamento di destinazione d'uso dei beni immobili era prevista la possibilità di un ampliamento della volumetria pari al 30 per cento, anche qui scavalcando ogni autorizzazione, compresa quella sull'impatto ambientale. Un nuovo scempio, bloccato però come incostituzionale dai giudici della Consulta.

    Fonte: La Repubblica
    Fonte: http://aamterranuova.it/article4210.htm


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,121 a 1,130 (di 3,615 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.