l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Questo argomento contiene 3,614 risposte, ha 101 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,321 a 1,330 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #68642
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    una volta si diceva che tra i mafiosi si facevano fuori e chi se ne frega…ora mi sembra sta succedendo dentro pdl.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #68643
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    dal forum di Nibiru2012

    Massoneria, Televisione, Governo. Vi va di vivere un'esperienza?
    « il: 11 Luglio 2010, 16:12:44 »
    Ciao Ragazzi, anche se son nuovo (o quasi) di queste parti volevo focalizzare un punto ben preciso sulla situazione italiana in riferimento all'intreccio tra gli elementi citati nel titolo.

    Quello che volevo evidenziare, da studioso delle politiche di comunicazione di massa, riguarda il sistema in cui siamo immersi, vorrei provare a farvelo davvero toccare con mano, in modo non opinionabile. Molto difficile, ma tangibile. Questo topic è quella che io chiamo vera “comunicazione” e vera “informazione” ed in un certo senso esorterei a cercare questo tipo di comunicazione intangibile per sostenere qualsivoglia tesi.

    Vi va di seguirmi in questo “esperimento”? Dai, è interessante…

    Cominciamo prima con un leggero richiamo alla “storia”.

    Anno 1981: da wikipedia:
    “Il 17 marzo 1981, una perquisizione della Guardia di Finanza nella villa di Licio Gelli a Castiglion Fibocchi (AR) e nella fabbrica di sua proprietà (la Giole, sempre a Castiglion Fibocchi) portò alla scoperta di una lunga lista di alti ufficiali delle forze armate e di funzionari pubblici aderenti alla P2. La lista, la cui esistenza era presto divenuta celebre grazie ai media, includeva anche industriali, giornalisti e personaggi facoltosi come il più volte Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (a quel tempo non ancora in politica), Vittorio Emanuele di Savoia, Fabrizio Cicchitto e Maurizio Costanzo. Vi sono molti elementi, a partire dalla numerazione, che lasciano tuttavia ritenere che la lista rinvenuta fosse incompleta.”

    Ci siamo? Ok, il contesto storico c'è..perfetto….poi venne quindi successivamente ritrovato il documento considerato eversivo, il programma della P2 che per chi volesse approfondirlo si trova al seguente link:
    http://studenti.collegiomazza.it/misteri-italia/p2-piano.pdf

    Facciamo ora un bel saltone: anno 2008. gennaio: cade il governo Prodi, in seguito alla vicenda Mastella. Si instaurerà il Governo Berlusconi. Successivamente, verrà nominata la Gelmini Maria Stella come ministro per l'istruzione, la quale proporrà al parlamento una legge di tagli alla scuola pubblica ed un regime di “rigore”, voto in condotta etc. Nel programma di Gelli si può individuare una certa risoluzione verso la scuola pubblica, con l'intenzione in taluni casi anche di “svuotarle”, chiudendo (come si leggerà) “il rubinetto del pretesto automatismo: titolo di studio-posto di lavoro”, salvo poi pararsi in corner riferendosi ad una scuola meritocratica (che al momento attuale stanno cercando di instaurare come scuola privata, in modo da poter selezionare meglio alcuni “cognomi”…non so se mi spiego. Comunque, seguitamente all'annuncio della legge Gelmini, vanno in rivolta le scuole, totalmente..professori e alunni per una volta insieme…i motivi son ben chiari. questa legge taglia un sacco di fondi, svuotando sostanzialmente la scuola di investimenti nell'istruzione (laboratori, docenti, strutture) e quindi di prospettive di crescita.
    Ma al tg2, un servizio su questa crisi scolastica mi suonò talmente arcigno che non potei esimermi dal postare su youtube il video, dopo un'attenta ricerca.
    Prima di darvi il link, vi scrivo cosa vi era indicato nel programma di rinascita democratica della p2:

    “D) Altro punto chiave è l'immediata costituzione di un'agenzia per il coordinamento della stampa locale (da acquisire con operazioni successive nel tempo) e della TV via cavo da impiantare a catena in modo da controllare la pubblica opinione media nel vivo del paese”.

    Ora: sul digitale terrestre ci stiamo arrivando, ed in piu abbiamo già il “garante della comunicazione”. Quindi ci siamo…vediamo ora fattivamente come avviene il controllo della comunicazione.

    Prima di guardare il video, però, Vi chiedo di porre attenzione alla vera manipolazione dell'informazione, e vi propongo di leggere le prossime righe come un comunicato veerso chi guarda: e cioè…

    “CAra signora di Voghera, caro Operai di Termini Imerese…sapete è sbagliato dissentire, si crea un disagio a chi ti sta intorno, i ragazzi son svogliati e non hanno voglia di studiare. Questi ragazzi non sanno nemmeno perchè sono in rivolta, fanno solo danni. Quindi, fanno sciopero creandovi innumerevoli disagi. ”

    Shock!!

    Questo è ciò che arriva alla “signora di Voghera” che quindi convincerà suo figlio che è sbagliato fare questa rivolta. Ricordate, il sistema vuole la divisione delle parti sociali, perchè è piu semplice fermare una pecora alla volta che tutte insieme.

    Scrivo anche le parti salienti, che poi troverete nel video:
    0:19 “Ma è difficile cogliere REALMENTE lo spirito di una manifestazione come questa che stamattina ha creato DISAGI a cosenza….”

    0:31 “Nessuno vuole spiegare i motivi della protesta….Nessuno dice cosa non si può accettare della legge Gelmini”

    infine concentratevi bene (ma molto bene) su questo messaggio:
    1:06: “Il diritto di sciopero invade e viola i diritti altrui”

    Ecco..questo è il messaggio. Questo è il delitto (o il delirio)…non vi dico cosa troverete subito dopo. Perchè questo è un “regalino” che vi lascio spacchettare da soli.
    Questa che ho fatto è informazione non è opinione.
    vi lascio ora il link.
    http://www.youtube.com/watch?v=_t89sCNJnlQ
    Buona visione…e spero di aver reso un buon servizio.

    Avviso per chi dopo la visione si sente un pò “chiuso” e “soffocato”…ascoltate questa canzone del buon Gaber:
    http://www.youtube.com/watch?v=Sj95KpfhvRE

    Insieme, ce la si può fare…ma non è detto..

    P.s.: quello che viviamo oggi è un processo che proviene da tanti anni.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #68644

    ezechiele
    Partecipante

    [youtube=480,385]hvteGj8EaD0


    #68645

    Xeno
    Partecipante

    [quote1279124643=ezechiele]
    [youtube=480,385]hvteGj8EaD0
    [/quote1279124643]

    #p


    #68646
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    che palle, mi ricordo anche cicciolina cercava di entrare nella politica, anzi per un po' ci era riuscita….ma questa qui ce l'ha fatta proprio, mannaggia della miseria…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #68647

    Detective
    Partecipante

    [quote1279138517=ezechiele]
    [youtube=480,385]hvteGj8EaD0
    [/quote1279138517]

    hahaha hahaha hahaha hahaha hahaha hahaha


    #68648
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Se pensate che forse stiamo esagerando, sentite cos'ha dichiarato all'Agenzia ANSA il Capogruppo PD Marco Monari: “E' stata una questione pedagogica. Favia, come spesso gli capita, aveva irriso con il primo intervento evocativo della logica di gruppo così ci siamo sentiti liberi di rispondere con 'logica di gruppo' anche nella seconda istanza da lui proposta… chissà se ha capito?”.

    Avete capito bene, non è uno scherzo. Il Capogruppo del PD ha votato (e fatto votare) contro un atto istituzionale – senza entrare nel merito dello stesso – solo per dare “una lezione”!
    E così per le infantili ripicche del capocordata PD, due provvedimenti utili sono stati bloccati. Ringrazino la maggioranza quindi gli insegnanti precari e gli agricoltori.
    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2010/07/i-bulli-del-pd-e-le-infantili-ripicche.html


    #68649
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Messaggio politico.
    “In Italia manca il pluralismo dell’informazione: è questo il messaggio politico che ha voluto lanciare la Commissione europea con la sua scelta”, sostiene il professore Francesco Siliato, esperto di media. E spiega: “Data la scarsità di nuovi soggetti, e visto che chi aveva l’analogico terrestre – cioè Rai e Mediaset – era avvantaggiato nel passaggio al digitale, l’Europa ha deciso di dare il via libera a Sky con un anno di anticipo sul previsto. In altri paesi come la Francia, dove i nuovi soggetti ci sono davvero, questa eccezione non sarebbe stata fatta”.

    Ora Sky potrà partecipare alla gara per l’assegnazione delle frequenze tv: in palio ci sono cinque multiplex, ognuno dei quali corrisponde a circa sei canali standard oppure a tre in alta definizione. Il colosso di Rupert Murdoch potrebbe aggiudicarsene uno: “Se ciò avvenisse, sarebbe estremamente importante per Sky – dice Siliato – per due motivi. Il primo è che avrebbe una vetrina in chiaro per esporre tutte le offerte satellitari. Manderebbe in onda di certo SkyTg24 e Sky Sport Tg, attirando verso la pay tv nuovi clienti perché, va ricordato, gli abbonamenti costituiscono il 92 per cento degli introiti di Sky, mentre gli incassi pubblicitari solo l’8 per cento”. E proprio gli abbonamenti hanno permesso a Sky di diventare la seconda azienda televisiva in Italia dopo la Rai: nel 2009 i ricavi sono stati 2,711 miliardi di euro (di cui solo 223 di pubblicità) mentre quelli di Mediaset 2,506 miliardi, quasi tutti dovuti alla vendita degli spot.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/07/22/lo-squalo-che-non-si-piegaal-cavaliere/42821/


    #68650
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    L’inferno dei profughi eritrei nella Libia
    di Gheddafi e l’Italia fa finta di niente
    “Ci torturano a tutte le ore, ci insultano e ci picchiano. Stiamo morendo nel deserto”. E’ il racconto drammatico dei 245 rifugiati eritrei dal centro di detenzione di Braq, vicino a Sebah, nel sud della Libia. Storie nerissime di torture ripetute anche su donne e bambini. La vicenda è esplosa negli ultimi giorni grazie all’intervento del Consiglio italiano rifugiati (Cir) che al governo Berlusconi chiede di intervenire per trasferire i rifugiati in Italia.

    Maurizio Massari, portavoce del ministro degli Esteri Franco Frattini ha replicato che non si tratta di un “un problema tra Italia e Libia” e “non si capisce perché solo l’Italia si debba fare carico di questi rifugiati e del problema dei rifugiati in generale”. Ma Roma ha sottoscritto con Tripoli il pattugliamento marittimo congiunto e, a partire dal maggio 2009, le autorità italiane hanno trasferito nel paese del colonnello Gheddafi migranti e richiedenti asilo intercettati in mare. Anche se la Libia non è parte della Convenzione sui rifugiati del 1951 e non ha una procedura di asilo.

    Anche Amnesty International si appella alle autorità di Tripoli perché, oltre a fornire acqua, cibo, servizi igienici adeguati e cure, non rinviino forzatamente in Eritrea i rifugiati, “rispettando il principio internazionale del non respingimento verso paesi in cui una persona potrebbe essere a rischio di tortura o altre forme di maltrattamento”…


    #68651
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [youtube=500,385|norel]-aA02xF9qZ4


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,321 a 1,330 (di 3,615 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.