l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Questo argomento contiene 3,614 risposte, ha 101 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 3 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,841 a 1,850 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #69163
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [quote1317884772=giorgi]
    Il lavoro diminuirà sempre, è la macchina, è la tecnologia che sostituisce il nostro lavoro ed è logico che ogni anno che passa ci saranno sempre più persone senza lavoro.

    Poi i paesi più poveri lavorano a basso costo, quindi ci sarà sempre più concorrenza.

    gli stati non hanno più soldi perché sono tutti indebitati fino al collo.

    Emettono titoli di stato per avere in mano fondi ma questi titoli contribuiscono col tempo a creare sempre più debito, perché gli interessi che pagano non sono nemmeno sufficienti e figuriamoci se quel giorno dovranno rendere tutto a chi non emetterà più nessun titolo.

    I soldi non si possono fare giocando in borsa, i soldi si fanno col lavoro, è come uno scambio, mentre ora come ora la borsa è al primo posto e quindi significa che quelle persone che comprano azioni, molti si arricchiscono con soldi di altre persone, c'è chi ci rimette ma chi ha in mano la situazione di certo non ci rimette e fa sempre più quattrini.

    Tutti i governi mondiali dovrebbero eliminare tutte le azioni, di borsa e di titoli, ma nessuno emana questa legge e viaggiando in questo senso che non ci sarà più nessuna via di scampo.

    I governi stanno tagliando da tutte le parti per poter respirare un pochino e con questo sistema tagliando nei settori significa lasciare molte più persone senza lavoro.

    La tecnologia e la concorrenza elimineranno sempre più lavoro e come pensano questi governi a far funzionare il paese, non c'è via di scampo, fino che sprecano quattrini per fare guerre e non intervengono ad eliminare titoli di stato e borse mondiali tutte le nazioni una per una faranno gare per schiacciare una nazione per poter sopravvivere loro stessi.

    I popoli sono stanchi nel trovarsi sempre con finanziarie, non accettano più una vita di regressione e come pensano questi governi a dare fine a tutte queste ingiustizie, questi governi sono strapagati per guidare il paese ma alla fine ci portano tutti nel burrone, oggi come oggi non esiste nessun partito che vuole dare fine a tutte queste ingiustizie, tutti parlano di creare posti di lavoro ma tutti sappiamo che il lavoro lo abbiamo dato in mano alla tecnologia e quel poco che rimane se lo è preso in mano quei paesi che lavorano per poco.

    Le tv e i giornali tutti i giorni fanno altro che parlare di borsa e titoli di stato che salgono e scendono ma tutto questo è come un pendolo che fa altro di andare da una parte per poi tornare dall'altra e quindi questa borsa è stata solo una invenzione per poter andare avanti anni e anni, mentre oggi come oggi è divenuto una speranza che ora non ha più un futuro.

    Questi governi vorrebbero continuare a fare guerre a quelle nazioni ad impoverirle nel tenerle sotto schiavitù, per far si che altre nazioni di benessere riuscissero ad andare avanti ma oggi come oggi le guerre non possono più farle perché gli sono proibite dai nostri superiori Esseri di Luce, e quindi con tutte le politiche che oggi sono in vigore stanno per essere cancellate per sempre, perché siamo oramai ai tempi dei cambiamenti, perché ora come ora una via di mezzo con i loro sistemi non sono più accettati, quindi [size=7]la loro ora sta per terminare definitivamente. :lente:
    Tutti i telegiornali e i quotidiani sono divenute favole da bambini, parole e scritture senza senso;
    e a noi cosa ci interessa tutte quelle informazioni se i paesi vanno sempre a finire nel peggio?
    [/quote1317884772]
    :VV:


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #69164
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1317885010=DESTINO]
    bè,io lo compilato,che mi frega,sono cose che tutti sanno,i cell. li anno tutti basta guardare le vendite nei negozi,le auto ,tutti abbiamo l assicurazzione e gia sanno quante ne abbiamo…….è una buffonata bella e buona,ma avete letto le domande? scontate,ovvie e facilmente verificabili con altri sistemi di acquisto e vendite……..VIVA L ITALIA
    [/quote1317885010]
    probabilmente cosi scaricano la responsabilità con una autocertificazione..


    #69159

    DESTINO
    Partecipante

    oddio ragazzi mi fate cadere in depressione…………quindi ci sara” un disastro? finiremo a gambe al aria?


    #69165
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [quote1317887363=Richard]
    [quote1317885010=DESTINO]
    bè,io lo compilato,che mi frega,sono cose che tutti sanno,i cell. li anno tutti basta guardare le vendite nei negozi,le auto ,tutti abbiamo l assicurazzione e gia sanno quante ne abbiamo…….è una buffonata bella e buona,ma avete letto le domande? scontate,ovvie e facilmente verificabili con altri sistemi di acquisto e vendite……..VIVA L ITALIA
    [/quote1317885010]
    probabilmente cosi [size=36]scaricano la responsabilità con una autocertificazione..
    [/quote1317887363]
    autocertificazione … la ciliegina sulla torta
    [size=7]auguri italiano :hehe: festeggiamo :yesss: con il censimento [size=36]150 anni
    http://www.pugliapress.org/2011/10/05/%E2%80%9Cil-censimento-della-popolazione-nei-150-anni-dell%E2%80%99unita-d%E2%80%99italia%E2%80%9D/ :legg:


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #69166

    Anonimo

    http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fitaliadallestero.info%2Farchives%2F12460

    L’Italia paga il prezzo della decadenza
    DI REGINA KRIEGER – 8 OTTOBRE 2011
    PUBBLICATO IN: GERMANIA

    TRADUZIONE DI ITALIADALLESTERO.INFO

    Tutti gli sforzi per ridurre il debito economico non hanno giovato all’Italia, il paese è stato persino declassato. Ora si prevedono ulteriori nervosismi sul mercato finanziario e la singolare reazione di Silvio Berlusconi non facilita le cose.

    Il declassamento dell’Italia da parte di Standard & Poor’s è come uno scappellotto. Gli sforzi delle ultime settimane, per calmare i mercati finanziari con le misure di austerità sono state spazzati via con poche parole.Tuttavia la reazione del governo italiano alla notizia da New York è stata ancora peggiore.

    Il commento ufficiale di stamattina da palazzo Chigi, la sede del governo di Silvio Berlusconi, evidenzia la visione del tutto personale che il premier ha del mondo. Ha detto che la decisione di Standard & Poor’s è stata presa per motivi politici, e non proprio sulla base di fatti reali. E’d’accordo sul fatto che non sono state ancora prese misure per il rilancio della crescita, che sono ancora in fase di preparazione, ma le valutazioni dell’agenzia di rating sarebbero state influenzate dalle notizie trapelate dai quotidiani italiani.

    La colpa quindi è della stampa? Dei cattivi giornalisti, che come i cattivi giudici sono sempre fondamentalmente ostili al capo di governo? Berlusconi continua a perdere sempre più il contatto con la realtà. Nei giorni scorsi si è letto più della sua vita sessuale che di tentativi seri di governare il paese.

    La Banca mondiale, l’OCSE, Confindustria, tutti hanno ridimensionato le proprie previsioni di crescita, all’unanimità hanno chiesto con forza più crescita. Hanno detto che la manovra finanziaria approvata dal governo una settimana fa si basa troppo su tagli e aumenti di imposte e troppo poco su riforme strutturali. In Italia tutti sanno che la situazione è critica e, nonostante ciò, Berlusconi resta aggrappato al potere.

    Standard & Poor’s non usa mezzi termini: “una coalizione debole e differenze all’interno del parlamento” sono alla base del giudizio dell’agenzia di rating. Gli atteggiamenti minacciosi della Lega Nord, partner della coalizione di governo, il cui leader Umberto Bossi continua a paventare la secessione del nord, risuonano inverosimili quanto le scuse di Berlusconi per tentare di giustificare le sue notti con donne a pagamento. Ma senza di lui Berlusconi perderebbe la maggioranza in parlamento.

    Questi sono i principali problemi dell’Italia

    La montagna di debiti

    L’Italia ha su di sé, seconda dopo la Grecia, la più grande montagna di debiti dei paesi della zona Euro. Si tratta di 1900 miliardi di euro circa, equivalente al 120 per cento del prodotto interno lordo annuo. Gli accordi UE consentono un limite massimo di solo il 60 per cento. Il cumulo di debiti crescerà ulteriormente, dato che il governo vuole riuscire ad arrivare al 2013 senza nuovi debiti. Per quest’anno ci si aspetta un deficit del 3,8 percento del PIL, nel 2012 il nuovo debito dovrebbe assestarsi sull’ 1,4 per cento.

    Alto reindebitamento

    Anche con il nuovo indebitamento, in questo e nel prossimo anno, l’Italia potrebbe sfondare il limite del deficit del 3 per cento: la commissione UE si aspetta un calo tra il 4,0 e il 3,2 per cento. Il governo riuscirà solo nel 2014 a venirne fuori senza nuovi debiti.

    Crescita debole

    Se la paragoniamo alla Germania e alla Francia, gli altri grandi paesi dell’UE, in Italia non c’è spinta alla crescita. La commissione UE ha ridotto appena pochi giorni fa le previsioni di crescita dell’Italia per il 2011 dall’1,0 al 0,7 per cento. Per esempio: l’intera unione monetaria, con l’1,6 per cento, potrebbe in breve crescere più del doppio. Non sono in vista miglioramenti immediati: gli esportatori forniscono le proprie merci prevalentemente ad altri paesi dell’UE e l’Italia non riesce a trarre un reale profitto dal boom dei paesi emergenti, così come fa la Germania. Allo stesso tempo l’economia interna soffre a causa di investimenti edili atrofizzati. Il consumo delle famiglie non riesce a ripartire a causa dell’elevata disoccupazione e dell’aumento dei prezzi; subisce inoltre l’aumento delle tasse imposto dal governo, per contrastare il forte indebitamento per esempio ha aumentato l’IVA dal 20 al 21 per cento.

    Esportazioni e consumo

    Quindi gli esportatori italiani perdono fette di mercato mondiale, esportando le loro merci verso altri paesi europei e non riuscendo, quindi, ad approfittare appieno dello sviluppo dei paesi emergenti, così come fanno gli antagonisti tedeschi. Allo stesso tempo l’economia interna soffre a causa di investimenti edili atrofizzati. Anche il consumo delle famiglie progredisce a stento a causa dell’elevata disoccupazione e dell’aumento dei prezzi.

    Governo fragile

    La fragile coalizione di centro destra del capo del governo Silvio Berlusconi, accusato di corruzione e sfruttamento della prostituzione, ha esitato a lungo nell’attuare le severe riforme finanziarie, che, sul modello dell’”Agenda 2010” in Germania [una serie di riforme progettate ed attuate per ristrutturare il sistema sociale e il mercato del lavoro tedesco, ndt] potrebbero gettare le basi per una crescita a medio termine più incisiva . Solo in seguito alle pressioni dei mercati finanziari, Berlusconi si è preoccupato delle riforme. Così sono stati approvati il decreto contro la tutela dei licenziamenti ingiustificati e quello sui tagli delle pensioni.

    A Berlusconi viene inoltre principalmente rimproverato di avere nel mirino solo il proprio interesse e quello del suo impero mediatico, e non i bisogni del paese. “L’Italia ha reagito in modo pietoso” dichiara il commissario dell’UE Günther Oettinger. “L’Italia ha problemi di guida politica, non di struttura economica”, concorda l’amministratore delegato di Commerzbank Martin Blessing.

    Nessun leader in vista

    Senza Berlusconi lo spread tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi salirebbe immediatamente di 100 punti, dichiara un politico dell’opposizione e fa riferimento alla Spagna, dove l’annuncio di nuove elezioni ha inviato segnali positivi alle Borse.

    Manca solo un’alternativa politica. L’opposizione si compone di molti partiti, ha molti leader, buoni programmi, ma non ha sfidanti o innovatori, di cui il paese ora avrebbe bisogno.

    L’ Italia ha già vissuto una grande crisi, quando il sistema partitico si è sgretolò a causa di un gigantesco scandalo di bustarelle [Tangentopoli, ndt]. Allora si formò un “governo tecnico”, formato da esperti di tutti i settori. Ora questa sarebbe la soluzione migliore per l’Italia. Il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo e l’ex amministratore delegato dell’Unicredit Alessandro Profumo hanno già fatto intendere che sono disponibili.

    L’agenzia di rating Moody’s prende tempo e deciderà il mese prossimo, se declassare anche lei l’Italia. Forse per allora ci sarà un nuovo governo. Il declassamento è “il caro prezzo della decadenza”, ha commentato il quotidiano economico Il Sole 24 Ore.

    Come la crisi dell’euro influenza i mercati

    Quali sono le immediate conseguenze di un euro più debole?

    Se diamo uno sguardo al mercato petrolifero è tutto molto chiaro: in un mercato globale come quello attuale, un euro indebolito equivale ad un dollaro rafforzato. Siccome sul mercato petrolifero il dollaro americano è la valuta corrente, per logica un barile di greggio dovrebbe essere pagato di più in euro.

    A lungo andare questo porterà conseguenze anche per i consumatori: poiché se il prezzo del petrolio cresce, rincarano anche altri prodotti come la benzina e il gasolio. “In genere vale la regola che, ciò che non è commercializzato in euro diventa più caro” chiarisce Adalbert Winkler, docente di finanza internazionale e sviluppo alla School of Finance & Management di Francoforte.

    Ma allora quanto conta il crollo della borsa?

    L’attuale debolezza nel mercato delle valute è relativa: nei mesi scorsi l’euro è drasticamente calato e giovedì è stato valutato meno di 1,36 dollari – il record lo si è avuto nel 2008 con quasi 1,60 dollari. Tuttavia la comunità monetaria aveva fatto il suo ingresso nel 1999 con solo 1,18 dollari – ed è calato nel 2000 fino a 0.83 dollari, prima di assestarsi più o meno stabilmente con un trend positivo.

    Ma esistono anche effetti positivi di una moneta europea indebolita?

    Si, la cosa vale sia per l’esportazione dei prodotti tedeschi nei paesi fuori della zona Euro sia nella zona Dollaro. “Poiché le merci pagate con un euro solido sono più convenienti per gli acquirenti, cosa che fa aumentare la richiesta”, dice il professor Michael Frenkel, rettore della Scuola Superiore di Management Otto Beisheim di Vallendar.

    Molti prodotti “Made in Germany”, secondo la sua opinione, hanno una forte richiesta a causa della combinazione tra euro debole e alto standard di qualità. “Da ciò trae profitto l’economia tedesca ben allineata con l’esportazione”. Dall’altro lato naturalmente aumentano i costi dell’importazione.

    Le oscillazioni delle valute vengono comunicate singolarmente?

    Non si può dare una risposta così in linea generale. “C’è sempre la questione, se per esempio gli importatori possano davvero stravolgere l’adeguamento dei prezzi anche tenendo d’occhio le future partecipazioni al mercato”, fa riflettere il professor Winkler. Questo si può ben immaginarlo nel caso dei discount, che continuano a aumentare i prezzi considerata la battaglia della concorrenza nel settore, di solito non a senso unico – per non demotivare la clientela.

    La debolezza dell’euro ha conseguenze anche sugli investimenti e sui crediti?

    Si. “Se si investe in valuta estera, questo denaro influenza positivamente il le riserve monetarie” chiarisce Niels Nauhauser, esperto di finanza dell’associazione consumatori del Baden-Württemberg. Sconsiglia però, di indirizzare gli investimenti in danaro solo e soltanto nel settore monetario. “Qui dovrebbe valere sempre il principio della ragionevole distribuzione del patrimonio su differenti forme di investimento”. Un euro debole è dannoso per il credito, che circola in valuta estera – come alcuni finanziamenti immobiliari. “Perché diventano più onerosi sulla base del debito residuo”.


    #69167

    giorgi
    Partecipante

    Scritto da giorgi:
    Possono fare le riforme che vogliono ma non riusciranno mai a risanare il paese, per risanare il paese bisogna stravolgere tutto il sistema che purtroppo nessun governo mondiale ne ha la forza di farlo, perché dovrebbero cancellare tutto ciò che è vecchio e incamminarci per il nuovo, ma dato che ci sono troppi interessi questo non è possibile farlo.

    In tutto il pianeta nessun governo che conosciamo ora farà ciò che dovrebbero fare, quindi non si tratta di cambiare il governo come molti la pensano, perché anche cambiarlo la differenza è che il fallimento potrebbe avvenire o con più velocità o in un fallimento di meno velocità ma di certo oramai si arriva alla fine del vecchio sistema che oggi come oggi non si possono più avere queste regole millenarie.

    I nostri politici mondiali avrebbero preso posizione in questi momenti per fare una guerra mondiale perché per questi signori l'unica soluzione sarebbe proprio di portare i paesi a fare guerre per distruggere la tecnologia, perché proprio la tecnologia ci sta togliendo il lavoro e invece che ringraziare che siamo arrivati a questo punto il loro intento sarebbe di disfarsene per poi ricominciare da capo ed ecco che poi il lavoro ci sarebbe stato per tutti; e di certo chi poi ci rimette sono sempre i più deboli.

    Ma dobbiamo sapere che i nostri Esseri di Luce impediscono una guerra mondiale e proprio in questi momenti stanno smantellando quelle strutture che potrebbero scatenare inconvenienti e stanno togliendo di mezzo questi responsabili perché vogliono che questa terra ridiventi un paradiso, quindi tutto ciò che è vecchio e inutile man mano cadrà per sempre.

    Ma i giornali e i governi di queste cose non parlano perché pensano che come hanno sempre fatto continueranno a fare, ma siamo arrivati ai tempi della terra promessa e questo avverrà.
    ………………………………………….
    Tratto da uno scritto:
    La spinta finale di cui abbiamo parlato recentemente si è trasformata in un grande conflitto segreto tra la cabala e i suoi più fedeli seguaci, e un determinato gruppo di forze armate che stanno occupandosi della rimozione di questi esseri che fanno ostruzionismo, in modo che i cambiamenti possano avvenire senza problemi. Questa lotta ha raggiunto un punto in cui siamo ora pronti ad intervenire per porre fine all’ultima resistenza della cabala. I nostri cugini di Agartha hanno iniziato ad assistere le forze a favore delle riforme, per garantire con assoluta certezza che non ci sia una improvvisa svolta negli eventi, in favore degli oscuri. Noi diciamo a loro, Procediamo fino alla vittoria!

    Fonte:

    http://www.costanza2003.org/aggiornamenti/nidle27settembre2011.htm

    http://www.costanza2003.org/aggiornamenti/aggiornamenti.htm

    http://www.costanza2003.org/messaggiQuinsey/messaggi.htm

    ……………………………………
    Scritto da giorgi:

    Io non mi fido più delle parole di qualsiasi governo o di quei governi che danno promesse e riforme, questi signori non ci diranno mai la verità e tutto ciò che fanno o scrivono i giornali è tutta una menzogna la verità vogliono che sempre sia nascosta dunque a mio avviso diffidiamoci ed impariamo ad ascoltare chi ci vuole aiutare per davvero e non solo una parte di popolo ma l'aiuto è per tutta l'umanità, che è non solo dal più forte ma l'aiuto verrà anche dal debole.
    …………………………………………………
    Scritto di giorgi:
    Di canalizzazione ce ne sono tante e ci sono quelle false ma esistono anche quelle vere, impariamo a capire quelle vere, ascoltiamo il nostro cuore che è proprio il cuore che ci guida:

    qui ci sono delle canalizzazioni elaborate con voce “da Mario gattoaladino” su youtube, io le ho ascoltate e tutte queste per me sono verità, queste persone sono da ammirare e queste persone fanno parte di quei esseri che si sono incarnati per aiutare l'umanità e di queste persone mai come in questi anni si trovano qui sulla terra e sono proprio venuti per far evolvere questa umanità perché l'energia del Creato ha deciso che questa Terra ridiventi un Paradiso, ed impariamo a non farci prendere dalla paura perché proprio questi governi fanno altro che creare tensione e paure, come del resto stiamo vivendo, perché non vorrebbero che la massa si svegliasse da questa vita di illusione che per millenni ci hanno tenuto sempre con forza nel buio:

    http://www.youtube.com/user/gattoaladino#g/u


    #69168
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1318123098=giorgi]
    Ma dobbiamo sapere che i nostri Esseri di Luce impediscono una guerra mondiale e proprio in questi momenti stanno smantellando quelle strutture che potrebbero scatenare inconvenienti e stanno togliendo di mezzo questi responsabili perché vogliono che questa terra ridiventi un paradiso, quindi tutto ciò che è vecchio e inutile man mano cadrà per sempre.
    [/quote1318123098]

    Se sono davvero esseri di Luce, si manifestassero a chi li chiama almeno… Invece mi pare la solita cantilena di Sheldan Nidle, per vendere libri(?), purtroppo.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #69169

    giorgi
    Partecipante

    [quote1318144116=InneresAuge]
    [quote1318123098=giorgi]
    Ma dobbiamo sapere che i nostri Esseri di Luce impediscono una guerra mondiale e proprio in questi momenti stanno smantellando quelle strutture che potrebbero scatenare inconvenienti e stanno togliendo di mezzo questi responsabili perché vogliono che questa terra ridiventi un paradiso, quindi tutto ciò che è vecchio e inutile man mano cadrà per sempre.
    [/quote1318123098]

    Se sono davvero esseri di Luce, si manifestassero a chi li chiama almeno… Invece mi pare la solita cantilena di Sheldan Nidle, per vendere libri(?), purtroppo.
    [/quote1318144116]

    Scritto da giorgi:
    Non è assolutamente vero che è la solita cantilena, perché se vai a leggere i messaggi canalizzati a tempo addietro le parole sono diverse.

    Questi Esseri di Luce non la pensano come noi proprio perché non sono per nulla aggressivi e rispettano il nostro libero arbitrio ed è per questo che non intervengono come noi vorremmo, ma hanno un loro piano che andrà per certo in porto nel modo più giusto.

    Quello che voglio dire la situazione che oggi è qui sulla terra la crisi non è solo dalla Grecia, o Italia o altre nazioni pure l'America ne è coinvolta e sono peggio di noi, ma è una crisi che andando avanti in questo modo la risolverebbero oggi giorno solamente quei paesi per esempio la Cina ed appunto per il fatto che quella popolazione lavora per poco guadagno e non sono tassati come noi, quindi andando avanti in questo passo, una nazione come la Cina ne sarebbe fuori dalla crisi proprio perché sono in crescita di lavoro, mentre noi occidentali oramai siamo arrivati alla fine di un sistema e se questo sistema non viene stravolto completamente non ne usciremo nessuno, perché ogni anno ci saranno persone sempre in aumento di senza lavoro, e come sappiamo gli ammortizzatori sociali vanno sempre a scarseggiare e come pensi che si risolva questo problema?

    Mica per nulla vogliono aumentare l'età pensionabile, ma se vediamo questa faccenda dovrebbero invece mandare in pensione le persone non nel prolungamento ma prima, proprio perché molti giovani non hanno la possibilità di entrare a far parte del lavoro perché il lavoro è in calo e questo calo sarà sempre in aumento, e che non vengano qui a dire di consumare di più per avere più posti di lavoro, queste persone che fanno quei discorsi non hanno capito nulla alla situazione che siamo messi oggi giorno, e non sono nemmeno in grado di portare fuori dalla crisi il paese, dunque stiamo attenti a chi dice che un partito è meglio dell'altro, perché oggi come oggi sono tutti in fallimento, non sono in grado di risolvere la situazione.

    Tu dirai che la popolazione al giorno d'oggi campa più anni, ma io ti dico che molti muoiono molto prima di arrivare alla pensione, dunque non è vero che la vita si è allungata, perché è allungata per alcuni ma per molti si è accorciata e guarda quanta gente sempre di più si ammala?

    Oggi siamo arrivati che la tecnologia sostituisce il lavoro umano e andando avanti col progresso dovremmo un bel giorno vivere del lavoro che svolgeranno le macchine al nostro posto ed è la macchina che ora come ora la troviamo in tutti i settori, quindi queste macchine ci tolgono il lavoro e sarà sempre in crescita fino che la tecnologia si fa sempre più avanti, quindi un domani le macchine lavoreranno per noi e sarà solo quella pochissima popolazione che sarà occupata nel lavoro e tutti gli altri dovrebbero vivere bene appunto per mezzo di queste macchine che ci hanno sostituito.

    Ma come sappiamo nessun governo mondiale vorrebbe arrivare a farci stare bene senza lavoro, perché per farlo dovrebbero non cambiare le istituzioni come vorrebbero fare ma dovrebbero stravolgere tutto il sistema completamente ma una parte non ne hanno idea perché hanno troppo concetti di mentalità vecchia e l'altra parte è perché non vogliono che si arrivi a questo punto, poi non ne hanno le forze per farlo.

    Come mai ancora oggi esistono le borse, come mai oggi giorno esistono ancora i titoli di stato e per tirare avanti ne inventano degli altri, questo significa che non hanno più alternative ed è proprio perché non si esce più da questo tunnel che oggi sta crollando.

    Questo governi sono solo capaci di creare guerre in certe nazioni per divenire padroni dei loro terreni e sono solo capaci di rafforzare sempre di più armamenti per tenere schiavi alcune popolazioni e se fosse per loro oggi giorno saremmo non in questa crisi ma saremmo già in una guerra mondiale che per questi potenti sarebbe stato una soluzione per annullare una parte della popolazione e per avere una ricostruzione a tutto ciò che sarebbe stato distrutto e solo in questo modo avrebbero potuto continuare a tenere la popolazione al loro dominio dando da lavorare a tutti, ma purtroppo questo non possono più farlo e i messaggi di canalizzazione lo dicono chiaramente che ogni volta che ci vogliono mettere mano per fare disastri gli viene impedito.

    E se ascolti fino alla fine questo video ti chiarisce bene la situazione di noi, e come lavorano questi Esseri di Luce:


    #69170
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Ti ringrazio giorgi, sono d'accordo sulla valutazione negativa della situazione… il problema è che la soluzione potrebbe essere una falsa soluzione frutto di chi ti sta ponendo davanti al problema.
    Dalla descrizione del video:

    Tutti i mondi che vivono ponendo alla base delle loro civiltà l'amore hanno smesso da tempo di essere divisi, hanno realizzato un solo governo e condividono tutto quello che possiedono in fraternità, pace e armonia.

    Io direi = NWO? Un unica religione “New Age” sotto un unico governo controllato dagli “Illuminati”, con meccanismi di controllo mentale come il Progetto Blu Beam…
    Fraternità, pace e armonia = Liberté, Égalité, Fraternité versione 2.0 con l'inclusione della religione che prima era libera?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #69171

    giorgi
    Partecipante

    [quote1318179405=InneresAuge]
    Ti ringrazio giorgi, sono d'accordo sulla valutazione negativa della situazione… il problema è che la soluzione potrebbe essere una falsa soluzione frutto di chi ti sta ponendo davanti al problema.
    Dalla descrizione del video:

    Tutti i mondi che vivono ponendo alla base delle loro civiltà l'amore hanno smesso da tempo di essere divisi, hanno realizzato un solo governo e condividono tutto quello che possiedono in fraternità, pace e armonia.

    Io direi = NWO? Un unica religione “New Age” sotto un unico governo controllato dagli “Illuminati”, con meccanismi di controllo mentale come il Progetto Blu Beam…
    Fraternità, pace e armonia = Liberté, Égalité, Fraternité versione 2.0 con l'inclusione della religione che prima era libera?
    [/quote1318179405]

    La religione non deve esistere, fa solo confusione e gli illuminati se ne andranno per sempre perché saremo sotto il dominio non degli illuminati che sono questi che fino ad ora ci hanno dominato ma saremo alleati con i nostri Esseri di Luce e ci saranno quelle leggi che loro stessi usano, ci daranno la tecnologia molto più avanzata e quindi il nostro lavoro di oggi quel prossimo sarà del tutto diverso non è più lavoro ma saremo noi come spendere il tempo nel miglior dei modi e ogni individuo farà ciò che ha dentro di se, perché oggi come oggi è come se stessimo a vivere come se fosse un sogno e questo sogno non è come sembra di nostro dominio ma è dominato da altri, quindi oggi come oggi siamo manipolati ed è qui che man mano ci sono sempre più persone che si stanno svegliando appunto perché iniziano a percepire che la vita che hanno fatto non è del tutto comandata dal proprio io.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,841 a 1,850 (di 3,615 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.