l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Questo argomento contiene 3,614 risposte, ha 101 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 3,341 a 3,350 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #70663
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.beppegrillo.it/2013/07/colpo_di_stato_dagosto.html
    Il vero obiettivo di questo governo è la distruzione dell'impianto costituzionale per poter cambiare le regole del gioco democratico e assicurare ai partiti il potere e la greppia di Stato. Per cambiare la Costituzione senza impedimenti da parte dell'opposizione in Parlamento e senza il consenso dei cittadini, che ne sono i veri custodi, i partiti vogliono cambiare l'articolo 138, l'architrave. In seguito, sarà istituita una Bicamerale per rivedere la Costituzione con statisti del calibro di Berlusconi (o dei suoi servi, non fa differenza) e di D'Alema e degli altri caporioni del pdmenoelle. Per questo è nato il governo di larghe intese che di tutto si preoccupa tranne che dei problemi del Paese. Cosa dice l'articolo 138?
    “Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.
    Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi. Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti.”
    L'articolo 138 è la barriera tra la Costituzione e i partiti. Impedisce che ne sia fatta carne da porco. Prevede due volte il voto delle Camere e un referendum popolare di conferma. I saggi, prima 10 e poi 40, di stretta osservanza governativa, solo pdl, pdmenoelle e scelta civica, nessuno del M5S, stanno operando laboriosamente per spossessare il Parlamento delle sue (poche) prerogative. I colpi di Stato, come scrisse Curzio Malaparte in Tecnica di colpo di Stato, quasi mai ricorrono alla violenza, di solito avvengono in modo apparentemente legale, nel silenzio ovattato delle cosiddette istituzioni. Il cambiamento della Costituzione discusso ieri in Commissione Affari Costituzionali in soli 55 minuti per poter essere votato in aula, in tutta fretta, il primo di agosto, senza neppure la possibilità di emendarlo, con gli italiani in ferie e con la stampa e le televisioni di Stato asservite e mute, è un colpo di Stato annunciato. E i colpi di Stato vanno combattuti, in nome della democrazia.


    #70664
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #70665
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #70666
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #70667

    giorgi
    Partecipante

    [quote1374949357=Richard]
    giusto
    comunque anche Haramein vende dvd e cerca di chiedere sostegni oltre che muoversi per partecipare a conferenze dove divulgare la sua teoria e le sue idee, poi tramite internet si trova anche altro gratuitamente

    http://members.theresonanceproject.org/

    oppure Wilcock ha scritto moltissimo gratuitamente ma ora vende il suo libro dove raccoglie tutto insieme e per sostenere la sua attivita di ricerca e divulgazione oppure partecipa a conferenze e deve riuscire a finanziarsi un film al cinema sempre per divulgare la sua ricerca e chiaramente sì, si comprerà anche dei vestiti o altro..

    Il sito di THRIVE è pieno di informazioni gratuite e non è quindi indispensabile vedere il film a noleggio, poi è dichiarato apertamente il perchè del pagamento

    non penso che di conseguenza debba ritenere tutti quanti dei truffatori..almeno io la vedo così, viviamo ancora in un mondo dove è necessario sostenersi e produrre qualcosa col denaro, il punto è come lo usi, non è che per fare buone cose si debba stare con i “buchi nelle scarpe”.

    [/quote1374949357]

    [color=#0000cc]Thrive Prospera:[/color]


    #70668
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #70669
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #70670

    Anonimo
    #70671
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1376780702=Pier72Mars]
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/16/modena-lazienda-manda-lavoratori-in-ferie-e-intanto-si-trasferisce-in-polonia/685516/
    [/quote1376780702]
    senza parole 🙁 [quote1376780702=Pier72Mars]
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/16/modena-lazienda-manda-lavoratori-in-ferie-e-intanto-si-trasferisce-in-polonia/685516/
    [/quote1376780702]
    senza parole [quote1376780702=Pier72Mars]
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/16/modena-lazienda-manda-lavoratori-in-ferie-e-intanto-si-trasferisce-in-polonia/685516/
    [/quote1376780702]
    senza parole


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #70672
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Non imparerò mai scrivere da questo cellulare.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 3,341 a 3,350 (di 3,615 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.