l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Stai vedendo 10 articoli - dal 571 a 580 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #67891
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1244442142=farfalla5]
    Rich, dai ho letto che pdl era quasi alla pari con pd…e ora mi scoraggi così….
    [/quote1244442142]
    non c'è stata la vittoria schiacciante
    l'IDV è raddopiato
    al Parlamento Europeo la situazione sarà più equilibrata


    #67892
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    ROMA – “Stavolta la misura è davvero colma”. Così Pd, Idv e Udc si mettono insieme e scrivono al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per esprimere il “proprio disagio” contro il ddl intercettazioni e contro “questo modo di legiferare della maggioranza” che di fatto è diventato “un mercato delle vacche” tra Lega e Pdl. Il voto di fiducia di oggi su questo provvedimento, assicura il capogruppo del Pd Antonello Soro in una conferenza stampa convocata insieme al presidente dei deputati dell'Idv Massimo Donadi e al vice-capogruppo dell'Udc Michele Vietti, “ha come unico obiettivo quello di impedire che ci possa essere una libera espressione da parte dei parlamentari della maggioranza su questo ddl”. Ma così facendo, interviene Donadi, si mette di fatto anche “un bavaglio alla stampa” e si nega ai cittadini “il diritto di conoscere e quindi di essere informati”. “L'Udc è molto gelosa della sua specificità di opposizione – precisa Vietti – ma stavolta la situazione è tale che occorre un'azione congiunta per far capire ai cittadini quanto la situazione stia diventando pericolosa. E noi chiediamo a Napolitano di valutarla bene questa situazione per capire se non ci sia un rischio per gli equilibri costituzionali”.
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_988549110.html

    Il testo del mio intervento:
    “Quasi due anni dopo la raccolta delle firme per la legge di iniziativa popolare Parlamento Pulito ho l'onore di essere ricevuto e ascoltato come primo firmatario della proposta di legge. Due anni per parlare alla Commissione Affari Costituzionali.
    http://www.beppegrillo.it/

    Fantastico! Non bisogna dire niente. Silenzio. Fate passare l’informazione, coi gesti. Stiamo facendo una cosa fantastica. Abbiamo piazzato trenta virus in una trentina di comuni. Ma è una cosa incredibile. Una rivoluzione dal basso fatta con la gente, con la Rete. Invece che farla con le salme in televisione l’abbiamo fatta con questa cosa qua. Trenta virus in trenta città, anche importanti. Livorno, Bologna, Modena, Ancona, Forlì, Cesena, Pesaro, Reggio Emilia, Rivoli, Spoleto, Brindisi, Caltanissetta, Ferrara e non ce le ho tutte. Anche nei piccoli centri. Una cosa fantastica. Ne basta uno lì dentro per creare un corridoio di trasparenza. Gli roviniamo tutti i giochini: PDL, PDmenoelle, queste salme che si mettono d’accordo con inceneritori, rigassificatori, cementificare l’urbanizzazione delle città.
    http://www.beppegrillo.it/

    ROMA – Beppe Grillo approda in parlamento e il termine 'psiconano', che il comico genovese ha usato in tanti spettacoli e comizi di piazza per definire il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, è stato sdoganato nell'Aula del senato e finisce agli atti.
    http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/grillo-audizione/grillo-audizione/grillo-audizione.html


    #67893
    marì
    Bloccato

    … qui c'e' il video di Grillo

    [link=hyperlink url][youtube=450,340]YiBtBlKtanU[/link]

    :bay:


    #67894
    Errante
    Partecipante

    Voto di fiducia sul decreto legge sulle intercettazioni in cui si decide anche una stretta sulla libertà dei blog e l'intervento di Grillo alla commissione … ma guarda un po' che coincidenza strana #ha

    Hanno forse visto che con le elezioni le idee libere che circolano nel web hanno avuto un ampio riscontro e ne hanno paura?


    #67895
    marì
    Bloccato

    [quote1244673166=Errante]
    Voto di fiducia sul decreto legge sulle intercettazioni in cui si decide anche una stretta sulla libertà dei blog e l'intervento di Grillo alla commissione … ma guarda un po' che coincidenza strana #ha

    Hanno forse visto che con le elezioni le idee libere che circolano nel web hanno avuto un ampio riscontro e ne [color=#ff0000]hanno paura?[/color]

    [/quote1244673166]

    SI! … e molta :hehe:


    #67896
    Errante
    Partecipante

    Un tentativo subdolo per portare davanti a tutti Grillo come metro di paragone dei Blogger irrispettosi per raccogliere consensi sulla legge bavaglio.

    Ne hanno di paura


    #67897
    Spiderman
    Partecipante

    Hanno anche tanta prepotenza, direi più quella piuttosto che paura.


    #67898
    eroinelvento
    Partecipante

    Di seguito pubblichiamo un intervento di Bifo sui risultati delle elezioni. Si tratta della risposta a una domanda che Carta ha posto a lui e ad altri: dopo i risultati elettorali, da dove ripartire? Dove vedi uno spiraglio?

    Il problema dell'Europa è la demenza senile
    Franco Berardi Bifo

    [11 Giugno 2009]
    Non sempre ci sono spiragli. In Europa ora è chiaro, di spiragli non ce n’è più. Non ho mai creduto in quella vecchia pippa dell’ottimismo della volontà. L’ottimismo della volontà è isterismo.
    Quello che ora ci occorre è una intelligenza spregiudicata e coraggiosa.
    Il problema d’Europa non è politico.
    Il problema d’Europa è la demenza senile. L’epoca moderna realizzò un equilibrio delicatissimo tra sfera del conoscibile, infosfera e ragione. La volontà politica agiva razionalmente perché questo equilibrio lo rendeva possibile.
    L’accelerazione dell’emissione semiotica, l’infittirsi dell’Infosfera hanno prodotto alla lunga un effetto di sovraccarico, di
    indecidibilità ansiogena, di panico. Al tempo stesso l’Europa è invecchiata abnormemente.
    Si tratta di un problema demografico, prima di tutto, ma non soltanto. Un paese di vecchi che si abbarbicano penosamente alla vita, non perché la amino, ma perché è di loro proprietà. Un paese di vecchi bisognosi di giovani badanti filippine moldave o marocchine, vecchi idioti terrorizzati dall’agilità sprezzante dei popoli giovani che hanno sofferto talmente per colpa nostra, da non temere più nessuna sofferenza.
    La demenza senile [perdita di memoria, incapacità di giudizio, paura irragionevole di ciò che non si conosce] si diffonde in tutti gli ambiti generazionali di questa società culturalmente decrepita, socialmente declinante.
    I ventenni che votano per Beppe Grillo o per Umberto Bossi non sono meno senilmente dementi, incapaci di elaborare un pensiero che li conduca fuori dal buio in cui si aggirano psicopatici.
    Come andrà a finire, ora è facile prevederlo. I vecchi sono superarmati e uccideranno. Il pogrom, la violenza, la guerra civile interetnica.
    Questo è il futuro d’Europa. Dovremmo cercare un modo per tradurre in termini laici, materialisti ed autonomi quel concetto che i cristiani esprimono con la parola: rassegnazione.
    Cosa si fa quando non c’è più niente da fare? Come restare liberi e felici quando la demenza aggressiva si cela in ogni anfratto? Come creare zone di resistenza umana, quando una macchina da guerra è nascosta in ogni nicchia?
    http://www.carta.org/campagne/dal+mondo/europa/17726


    #67899
    RichardRichard
    Amministratore del forum


    #67900
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante

    Ricevo e inoltro: :yesss:

    È passato l'emendamento D'Alia.

    L 'attacco finale
    alla democrazia è iniziato!

    Berlusconi e i suoi sferrano il colpo
    definitivo alla libertà della rete internet per metterla sotto
    controllo.

    Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il
    cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri
    provvedimenti scellerati come l 'obbligo di denuncia per i medici dei
    pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senta
    tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC), è stato
    introdotto l'articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o
    istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”. Il testo la
    prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla
    Camera l'articolo è diventato il n. 60. Anche se il senatore Gianpiero
    D'Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo, questo la dice
    lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della “Casta” che non
    vuole scollarsi dal potere.

    In pratica se un qualunque cittadino che
    magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge che
    ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento
    può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se
    all'estero. Il Ministro dell'interno, in seguito a comunicazione
    dell'autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto
    l'interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di
    connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di
    filtraggio necessari a tal fine. L'attività di filtraggio imposta
    dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale
    obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000
    a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni
    per l'istigazione a delinquere e per l'apologia di reato, da 6 mesi a 5
    anni per l'istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine
    pubblico o all'odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero
    essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la
    Casta con questa legge? Si stanno dotando delle armi per bloccare in
    Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta
    l'informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è
    ormai l'unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro
    è l'unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto
    500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il
    Governo interviene per l'ennesima volta, in una materia che vede
    un'impresa del presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e
    d'interessi. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l'istituzione di
    una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra
    poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge
    su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto
    rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno
    che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e
    informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare.

    Obama
    ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene
    di censurarlo e di far diventare l'Italia come la Cina e la Birmania.

    Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono
    stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista
    specializzata Punto Informatico.

    Fate girare questa notizia il più
    possibile. È ora di svegliare le coscienze addormentate degli italiani.

    È in gioco davvero la democrazia!!!
    [youtube=425,344]X-1-xrrAa1M


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 571 a 580 (di 3,615 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.