l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina

Questo argomento contiene 3,614 risposte, ha 101 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 721 a 730 (di 3,615 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #68042

    marì
    Bloccato

    Beppe Grillo candidato alla segreteria del PD

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]tXpYm-nZ-Us[/link]

    hahaha


    #68043

    temujin
    Partecipante

    Sarebbe ora di avere qno di serio in politica
    😀


    #68044
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1247516710=Marì]

    Il nemico della stampa
    di Umberto Eco

    Nel 1931 il fascismo aveva imposto ai professori universitari, che erano allora 1.200, un giuramento di fedeltà al regime. Solo 12 (1 per cento) rifiutarono e persero il posto. Alcuni dicono 14, ma questo ci conferma quanto il fenomeno sia all'epoca passato inosservato lasciando memorie vaghe. Tanti altri, che poi sarebbero stati personaggi eminenti dell'antifascismo postbellico, consigliati persino da Palmiro Togliatti o da Benedetto Croce, giurarono, per poter continuare a diffondere il loro insegnamento. Forse i 1.188 che sono rimasti avevano ragione loro, per ragioni diverse e tutte onorevoli. Però quei 12 che hanno detto di no hanno salvato l'onore dell'Università e in definitiva l'onore del Paese.

    Ecco perché bisogna talora dire di no anche se, pessimisticamente, si sa che non servirà a niente.

    Almeno che un giorno si possa dire che lo si è detto
    (09 luglio 2009)
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/il-nemico-della-stampa/2104060&ref=hpsp

    :bravo: … e non ha torto :yesss:

    [/quote1247516710]

    Grande Umberto Eco… :ok!:
    e vi dico, che questi sbagli (aver permesso a vincere a berlusca) si pagano amaramente


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #68045

    meskalito
    Partecipante

    cos'è beppe inizia la fase 2 ?


    #68046

    marì
    Bloccato

    [quote1247519398=farfalla5]
    [quote1247516710=Marì]

    Il nemico della stampa
    di Umberto Eco

    Nel 1931 il fascismo aveva imposto ai professori universitari, che erano allora 1.200, un giuramento di fedeltà al regime. Solo 12 (1 per cento) rifiutarono e persero il posto. Alcuni dicono 14, ma questo ci conferma quanto il fenomeno sia all'epoca passato inosservato lasciando memorie vaghe. Tanti altri, che poi sarebbero stati personaggi eminenti dell'antifascismo postbellico, consigliati persino da Palmiro Togliatti o da Benedetto Croce, giurarono, per poter continuare a diffondere il loro insegnamento. Forse i 1.188 che sono rimasti avevano ragione loro, per ragioni diverse e tutte onorevoli. Però quei 12 che hanno detto di no hanno salvato l'onore dell'Università e in definitiva l'onore del Paese.

    Ecco perché bisogna talora dire di no anche se, pessimisticamente, si sa che non servirà a niente.

    Almeno che un giorno si possa dire che lo si è detto
    (09 luglio 2009)
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/il-nemico-della-stampa/2104060&ref=hpsp

    :bravo: … e non ha torto :yesss:

    [/quote1247516710]

    [color=#ff0000]Grande Umberto Eco… [/color] :ok!:
    e vi dico, che questi sbagli (aver permesso a vincere a berlusca) si pagano amaramente

    [/quote1247519398]

    Come sempre :hehe:


    #68047

    marì
    Bloccato

    [quote1247519475=meskalito]
    cos'è beppe inizia la fase 2 ?

    [/quote1247519475]

    … non lo so, ma e' divertente la cosa hahaha


    #68048

    marì
    Bloccato

    Madre Mastella di STRASBURGO (direbbe Vauro) hahaha :

    Per la prima volta a Strasburgo gli stipendi sono uguali per tutti
    L'eurodeputato del Pdl: “Questi non sanno quanto si prende a Montecitorio”

    “Una miseria questi 290 euro”
    Mastella protesta per la diaria

    dal nostro inviato MARCO MAROZZI

    STRASBURGO – “Una diaria di 290 euro! 'Sta miseria. Non ci si sta dentro. Questi non sanno cosa si prende al Parlamento italiano”. Clemente Mastella esterna il suo disappunto per le nuove “durezze” a cui sono sottoposti i 736 eurodeputati. “Si prende meno che in Italia”. Lo urla in ascensore, sventolando furioso le carte che via via gli porgono i suoi assistenti. Studia i chilometraggi. Chiede a Cristiana Muscardini, storica eurodeputata di An, ora nel Pdl assieme all'ex ministro di Prodi, come funzionino le firme-presenze per essere pagati.

    Per albergo e vitto la Ue paga ai deputati 295 euro al giorno. Più una correzione legata alla durata del viaggio e alla distanza fra casa e aeroporto (tre euro al chilometro). Fino a questa legislatura gli euro erano 250: l'aumento è legato alla nuova normativa scattata all'Europarlamento. Da quest'anno tutti i deputati guadagnano uguale: 7.666,31 lordi al mese, indicizzati sull'inflazione. Al netto, sono 5.700 euro. Con pensione dopo cinque anni, finito il mandato. Finora invece gli stipendi erano equiparati a quelli dei parlamentari nazionali: gli italiani erano i Paperoni e adesso prendono meno; ma per lituani, bulgari, e molti altri è una pacchia.

    Nel conto, poi, ci sono 4.402 euro al mese per spese generali: vere o no, non si deve dimostrare nulla. Solo essere presenti in aula almeno sette volte all'anno. Altri 17.570 euro mensili, invece, sono per l'indennità di segreteria: stipendi e spese degli assistenti scelti dal deputato. Finora anche questa cifra era intascata senza ricevute, magari per collaboratori condivisi fra deputati.

    I biglietti aerei per la prima volta non sono rimborsati a forfait: i rimborsi di business class per biglietti low cost o per viaggi di gruppo in auto erano prassi diffusa. Così ora è obbligatoria la ricevuta. Idem per la benzina: 0,49 euro al km. Infine, 4.148 euro sono destinati a viaggi fuori dai rispettivi Stati e 149 euro al giorno, hotel escluso, per missioni extra-Ue. Finisce così l'escamotage di incassare 1.500 euro in nero a settimana per i viaggi aerei che i deputati compiono per le tre settimane mensili di sedute a Bruxelles o Strasburgo. Alcuni, peraltro, si facevano vedere all'Europarlamento anche la quarta settimana, quella destinata al collegio di casa. Altri 1.500 euro.

    (15 luglio 2009)

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/europa-parlamento/mastella-lamenta/mastella-lamenta.html

    Ma poverimo! §(°

    hahaha


    #68049

    marì
    Bloccato

    Il presidente della Repubblica scrive a Berlusconi, a Maroni e ad Alfano
    “Norme tra loro eterogenee, non poche delle quali prive di organicità e sistematicità”

    Sicurezza, Napolitano promulga la legge
    ma esprime “perplessità e preoccupazioni”

    Di Pietro: “Doveva rinviarla alle Camere. E' titubante, il suo lamento è un grido al vento”
    Il Pd: “Il premier e il Governo ascoltino l'iniziativa del Capo dello Stato”

    ROMA – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha promulgato la legge sulla sicurezza http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/ddl-sicurezza-7/terza-fiducia/terza-fiducia.html approvata dal Parlamento il 2 luglio scorso, ma ha inviato al premier e ai ministri interessati una lettera in cui esprime “perplessità e preoccupazioni”. Una nota del Quirinale spiega che il capo dello Stato ha ritenuto “di non poter sospendere in modo particolare la entrata in vigore di norme, ampiamente condivise in sede parlamentare, volte ad assicurare un più efficace contrasto – anche sul piano patrimoniale e delle infiltrazioni nel sistema economico – delle diverse forme di criminalità organizzata”.

    “Suscita peraltro perplessità e preoccupazioni – prosegue la nota – l'insieme del provvedimento che, ampliatosi in modo rilevante nel corso dell'iter parlamentare, risulta ad un attento esame contenere numerose norme tra loro eterogenee, non poche delle quali prive dei necessari requisiti di organicità e sistematicità; in particolare si rileva la presenza nel testo di specifiche disposizioni di dubbia coerenza con i principi generali dell'ordinamento e del sistema penale vigente”.

    “Su tali criticità – conclude il comunicato del Colle – il presidente Napolitano ha ritenuto pertanto di richiamare l'attenzione del presidente del Consiglio e dei ministri dell'Interno e della Giustizia per le iniziative che riterranno di assumere, anche alla luce dei problemi che può comportare l'applicazione del provvedimento in alcune sue parti. La lettera, ampiamente argomentata, è stata inviata, per conoscenza, anche ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati”.

    Il primo commento all'iniziativa è quello di Antonio Di Pietro, secondo il quale il capo dello Stato avrebbe dovuto rinviare la legge alle Camere. “Esprimo profondo dolore – afferma il leader dell'Idv – per la titubanza del presidente della Repubblica nel prendere in mano la situazione e soprattutto nell'affrontare i compiti che la Costituzione gli assegna. Se è vero come è vero che Napolitano aveva dei dubbi sulla coerenza costituzionale delle norme sulla sicurezza, il suo compito era quello di rinviare il testo alle Camere. Il suo lamento dopo aver firmato il provvedimento è come un grido al vento, che ammanta di ipocrisia una legge che meritava di essere espulsa dall'ordinamento”.

    Per il Pd hanno espresso approvazione per le parole di Napolitano, Marco Minniti e Lanfranco Tenaglia, rispettivamente responsabili della Sicurezza e della Giustizia del partito. “Le parole del presidente della Repubblica sul disegno di legge sulla sicurezza confermano le preoccupazioni che avevamo per lungo tempo espresso nel corso del dibattito parlamentare” – hanno affermato i due. “Si è invece proceduto a colpi di fiducia, anche per tacitare riserve e dissensi presenti all'interno della maggioranza. Questa iniziativa forte del presidente della Repubblica non può e non deve essere ignorata dal presidente del Consiglio e del Governo”.

    Infine hanno aggiunto: “La via maestra è che il Governo assuma l'iniziativa di tornare in Parlamento per affrontare e risolvere la questione aperta dal capo dello Stato. Se il Governo seguirà questa strada, non mancherà la nostra cooperazione. Nel caso contrario saremo noi a presentare appositi disegni di legge in Parlamento”.

    (15 luglio 2009)

    Il testo sulla sicurezza promulgato da Napolitano

    http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=88682&idCat=54

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/ddl-sicurezza-8/napolitano-15lug/napolitano-15lug.html

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]zhnxjsRQDso[/link]


    #68050
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Le nuove norme sulle espulsioni dei clandestini contenute nella legge sull'immigrazione avranno un effetto “contraddittorio e paradossale”. Quello di “non rendere più punibile , o al più punibile solo con un'ammenda, la condotta del cittadino extracomunitario che fa rientro in Italia pur dopo essere stato materialmente espulso”. E' quanto osserva il presidente della repubblica Giorgio Napolitano nella lettera in cui spiega le proprie perplessità sulla legge sulla sicurezza, da lui promulgata oggi. Napolitano sottolinea che , in precedenza, per casi di questo tipo erano puniti “con la reclusione da uno a cinque anni”.
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1618445391.html


    #68051

    marì
    Bloccato

    [quote1247807148=Richard]
    Le nuove norme sulle espulsioni dei clandestini contenute nella legge sull'immigrazione avranno un effetto “contraddittorio e paradossale”. Quello di “non rendere più punibile , o al più punibile solo con un'ammenda, la condotta del cittadino extracomunitario che fa rientro in Italia pur dopo essere stato materialmente espulso”. E' quanto osserva il presidente della repubblica Giorgio Napolitano nella lettera in cui spiega le proprie perplessità sulla legge sulla sicurezza, da lui promulgata oggi. Napolitano sottolinea che , in precedenza, per casi di questo tipo erano puniti “con la reclusione da uno a cinque anni”.
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1618445391.html
    [/quote1247807148]

    Che faccia di melda che ha il “corruttore”. #sich


Stai vedendo 10 articoli - dal 721 a 730 (di 3,615 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.