LA "CADUTA" DI DARWIN…

Home Forum MISTERI LA "CADUTA" DI DARWIN…

  • This topic has 21 partecipanti and 119 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 120 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2212
    deg
    Partecipante

    [quote1234884646=lila]
    Non condivido la teoria di Darwin sull'evoluzione,ma vallo a dire a chi la fa ancora studiare sui libri di scuola!
    [/quote1234884646]

    Sarà, ma se l'alternativa è l'insegnamento del solo creazionismo a scuola, (come aveva decretato la Moratti)?
    Eh no! Allora preferisco che ci sia Darwin, o un altro del genere, per la par condicio!!! ~grrr
    http://download.repubblica.it/pdf/micromega.pdf


    #2209
    narvik
    Partecipante

    La teoria di Darwin sicuramente è una teoria interessante sotto molti aspetti anche logica e suffragata da ricerche scentifiche valide.
    Che ci sia stata una evoluzione negli anni della specie umana, animale e vegetale è innegabile; l'ambiente che ci circonda nel corso dei secoli e cambiato enormemente e tutte le specie si sono dovute adattare alle cambiate condizioni di vita….mah…. da lì ad aver la presunzione di spiegare utilizzando questa teoria le radici dell'uomo e delle specie viventi mi sembra alquanto azzardato. Se l'uomo è la evoluzione di una scimmia, perchè allora esistono ancora le scimmie? Se l'uomo di Neanderthal è l'antenato dell Homo Sapiens, perchè queste due specie hanno vissuto contemporaneamente nello stesso periodo per lungo tempo? http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/scienza_e_tecnologia/neanderthal-dna-misteri/neanderthal-sapiens/neanderthal-sapiens.html
    E così via di domande e di obiezioni se ne potrebbero fare a migliaia se non a centinaia di migliaia. Darwin ebbe sicuramente delle ottime intuizioni considerando anche il contesto storico e sociale in cui ha vissuto. Ma gli scienziati oggi più bigotti dei contempranei di Darwin, hanno messo un paraocchi enorme e sono andati avanti per la loro strada ignorando prove schiaccianti (che solo ora qualcuno ha il coraggio di fare uscire) per avallare le proprie cieche convinzioni; e per dare ancora più risalto alle proprie idee hanno intrapreso una battaglia inspiegabile verso uno sparuto numero di altrettanto ciechi avversari: I Creazionisti. Ma poi dico, chi lo ha mai detto che se molte delle certezze volute dalla scienza moderna non siano vere devono per forza essere vere quelle di altri assurdi vaneggiatori come lo sono i creazionisti con la loro visione dogmatica della storia? Io sinceramente questo non l'ho mai capito. Lo scienziato se si vuole definire tale deve essere sempre alla ricerca della verità, deve essere aperto e valutare qualsiasi possibilità ed asserire finalmente che la teoria di Darwin è una buona base di partenza ma niente di più.


    #2213
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    se la ricerca di wilcock sull'etere o energia intelligente descrive in effetti una versione molto più vicina alla realtà, allora si capisce perchè tanta censura anche sulle origini dell'uomo


    #2214
    deg
    Partecipante

    [quote1234886660=narvik]
    La teoria di Darwin sicuramente è una teoria interessante sotto molti aspetti anche logica e suffragata da ricerche scentifiche valide.
    Che ci sia stata una evoluzione negli anni della specie umana, animale e vegetale è innegabile; l'ambiente che ci circonda nel corso dei secoli e cambiato enormemente e tutte le specie si sono dovute adattare alle cambiate condizioni di vita….mah…. da lì ad aver la presunzione di spiegare utilizzando questa teoria le radici dell'uomo e delle specie viventi mi sembra alquanto azzardato. Se l'uomo è la evoluzione di una scimmia, perchè allora esistono ancora le scimmie? Se l'uomo di Neanderthal è l'antenato dell Homo Sapiens, perchè queste due specie hanno vissuto contemporaneamente nello stesso periodo per lungo tempo? http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/scienza_e_tecnologia/neanderthal-dna-misteri/neanderthal-sapiens/neanderthal-sapiens.html
    E così via di domande e di obiezioni se ne potrebbero fare a migliaia se non a centinaia di migliaia. Darwin ebbe sicuramente delle ottime intuizioni considerando anche il contesto storico e sociale in cui ha vissuto. Ma gli scienziati oggi più bigotti dei contempranei di Darwin, hanno messo un paraocchi enorme e sono andati avanti per la loro strada ignorando prove schiaccianti (che solo ora qualcuno ha il coraggio di fare uscire) per avallare le proprie cieche convinzioni; e per dare ancora più risalto alle proprie idee hanno intrapreso una battaglia inspiegabile verso uno sparuto numero di altrettanto ciechi avversari: I Creazionisti. Ma poi dico, chi lo ha mai detto che se molte delle certezze volute dalla scienza moderna non siano vere devono per forza essere vere quelle di altri assurdi vaneggiatori come lo sono i creazionisti con la loro visione dogmatica della storia? Io sinceramente questo non l'ho mai capito. Lo scienziato se si vuole definire tale deve essere sempre alla ricerca della verità, deve essere aperto e valutare qualsiasi possibilità ed asserire finalmente che la teoria di Darwin è una buona base di partenza ma niente di più.
    [/quote1234886660]
    Non me ne intendo molto narvik, ma sicuramente la scimmia non è l'antenata dell'uomo, come l'uomo Neanderthalis non è l'antenato dell'uomo sapiens sapiens.
    E non credo che Darwin abbia potuto dire una sciocchezza del genere!
    La scimmia è una specie distinta dall'uomo, Darwin dice soltanto che hanno antenati comuni.
    Stessa cosa per il Neanderthalis, è una specie più antica dell'uomo sapiens e dell'uomo sapiens sapiens, che si è sviluppato su un altro ramo e forse ci sono anche lì degli antenati in comune.
    Per ragioni tutt'oggi sconousciute, i neanderthal si sono estinti, ma sembra che siano vissuti per decine di migliaia di anni, una specie vincente quindi!

    Ora non dico che Darwin abbia capito tutto. L'improvviso salto in avanti degli sapiens, per esempio, non lo ha mai spiegato e nemmeno ha tentato di farlo. L'anello mancante è sempre mancante!
    Oggi qualcuno dice che ci potrebbe essere stata manipolazione genetica …..

    La cosa fondamentale per me è non lasciare la scuola in mano al vaticano!
    Abbiamo solo Darwin ora, ma se chiudiamo a Darwin, che è una base di partenza come dici tu narvik, siamo fritti!


    #2215
    narvik
    Partecipante

    La scienza fino ad oggi ha asserito che l'uomo deriva dalla scimmia e che l'uomo di Neanderthal è l'antenato di dell' Homo Sapiens, se poi tu hai altre informazioni in merito beh sono qui pronto ad ascoltarle. Per quanto riguarda il Vaticano poi sono d'accordo con te (mai detto il contrario nei miei post).


    #2216
    deg
    Partecipante

    Non era mia intenzione fare polemiche!
    Forse non intendiamo la stessa cosa. So che Darwin dice che gli uomini moderni discendono da un antenato scimmiesco, per me significa che l'uomo non discende dalla scimmia attuale, bensì che la sicmmia attuale e l'uomo attuale hanno un antenato in comune.
    Dettagli linguistici mi dirai…….. ma non è esattamente la stessa cosa.

    In quanto al neanderthal sapevo che l'antenato comune che abbiamo con loro risalirebbe a circa 500 000 anni fa, ma non discendiamo direttamente da loro, non è nemmeno sicuro che, pure avendo coabito per lungo tempo u questo pianeta, si siano verificati incroci tra i due…… Anche se forse il gruppo zero viene proprio da loro. Ma la scienza non ha ancora capito se si erano verificato o meno questi incroci. Il Neanderthal è considerato allo stato attuale delle conoscenze un “ramo morto”.

    Ma Darwin sosteneva che il sapiens discendeva dal neanderthal?
    Sbagliava anche su questo allora!

    Siamo cugini delle scimmie e cugini dei neanderthal, non i figli!

    Dall’analisi del ’97 sul Dna mitocondriale del Feldhofer, il più famoso reperto neandertaliano, è risultata la sua estraneità dalla nostra linea evolutiva, poiché il Dna di Neandertal è significativamente diverso dal nostro. “Per quanto riguarda l’Europa” dichiara Olga Rickards “tutti i dati molecolari che noi abbiamo sono compatibili con al massimo 103 incroci tra Neandertal e Sapiens in più di dodicimila anni di coabitazione, ciò significa che Neandertal e Sapiens non si piacevano!

    Quindi possiamo dire che l’uomo moderno ne’discende da Neandertal ne’si è incrociato con lui e per tanto siamo in presenza di due specie diverse: Homo neanderthalensis e Homo sapiens”.http://junior.galileonet.it/primo-piano/8084/neandertal-messo-a-nudo

    E a scuola non hanno aggiornato i testi? :hehe:

    Per il vaticano, se c'è bisogno di spiegare lo faccio: l'accenno al vaticano era per sottolineare l'importanza, secondo me, di un altro suono di campane che non sia il creazionismo per quanto riguarda le origini della specie, ma non di certo in risposta a te, narvik, visto che non ne avevi parlato. :hihi:


    #2217
    narvik
    Partecipante

    Niente polemiche, per carità, parliamo della stessa cosa; come dici bene i libri di scuola nella classica tabella della evoluzione parlano di uomo di neanderthal come dell'antenato dell'uomo sapiens; lo so che adesso qualcuno sta dicendo che non è vero (ho postato anch'io un link che ne parla), fatto sta che una notizia del genere doveva essere data a reti unficate invece e passata quasi in secondo piano, una notizia del genere doveva fa dire ad alcuni eminenti scenziati convinti da sempre di questo, che forse la evoluzione dell'uomo non è avvenuta come si pensava…. ma niente soltanto che le due sono specie differenti… e questo secondo me è un fatto di una gravità assoluta!


    #2218
    deg
    Partecipante

    Concordo sulla gravità. Ma si sa che i libri scolastici, anche se vanno cambiati ogni anno, non sono aggiornati. Se ricordi la Montalcini insiene ad altri fece un gran casino per far rimettere Darwin a scuola! E se pensi che già si sapeva che probabilmente anche Darwin era superato…..

    Il “neanderthal cugino” non è una notizia recente!
    Ma i miei ragazzi non vanno più a scuola e non mi è mai capitato di andare a vedere che cavolo stavano insegnando.
    Ora sono davvero curiosa di andare a vedere!


    #2219
    Rezlan
    Partecipante

    Molti di coloro che criticano Darwin non si sono mai presi la briga di aprire un libro e leggere almeno in parte le sue ricerche.
    Nessuno pare comprendere che l'uomo è, secondo la TEORIA dell'evoluzione un discendente della famiglia dei -pitechi (cercopitechi, australopitechi e via discorrendo), ben diverso dal “uomo discende dalla scimmia”; che il Nehandertalensis NON è un nostro antenato diretto (probabilmente ci sono stati parecchi incroci in ogni caso, essendo un parente così vicino era possibile l'inseminazione), inoltre non si fa caso che si parli di tempi di MILIARDI DI ANNI.
    Ho sentito insegnanti integralisti americani dire che l'evoluzione non è valida perchè “se io lascio una bicicletta in giardino non diventa una moto”, o ancora meglio, “se metto del cibo sopra un albero le rane non imparano a volare”.

    La teoria di Darwin è scientificamente dimostrata in molte delle sue parti, non ancora per l'evoluzione umana, ma non credo ci sia di meglio al momento

    (e non venite a dirmi che qualche altra teoria è più plausibile/più confermata di quella Darwiniana, altrimenti siete estremamente di parte).

    Semplicemente trovo inaccettabile che in una scuola bisogni raccontare anche la favola di Adamo ed Eva, ben venga tutto il resto purchè scientificamente plausibile, secondo me.


    #2220
    deg
    Partecipante

    Appunto, ritorniamo a ciò che dicevo prima: ben venga Darwin nelle scuole.
    Meglio di niente!
    Poi sarebbe anche il caso di leggerlo in effetti! Ci devo pensare! :hehe:


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 120 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.