La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

Home Forum SALUTE La dieta vegetariana non è soltanto sana ma anche più sicura.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 926 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #50140
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Non mi è mai piaciuto, a sensazione, quel santone.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #50137
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante

    Riporto un consiglio di Francois (Cerchio Firenze77), che condivido … :

    Su questo fatto dell'alimentazione si sono create tutte le medicine alternative che voi ben conoscete. Ma prendiamo quest'uomo, il quale per generazioni ha avuto ,un certo tipo di alimentazione: ebbene, non si può pensare che da un momento all'altro smetta di essere carnivoro senza che ciò non porti uno scompenso. E dico questo con molta tranquillità.

    E' chiaro che l'ideale per uno spiritualista, per chi crede che la materia non sia tutto, è quella di non uccidere delle forme viventi abbastanza organizzate, come quelle animali, e quindi in un certo senso di farsi vegetariano; questa è indubbiamente l'ideale morale al quale lo spiritualista automaticamente tende e a cui è bene tendere; ma è anche vero che non si può di punto in bianco cambiare alimentazione senza che vi siano delle ripercussioni. Quindi, coloro che volessero farsi vegetariani non lo facciano per seguire una moda, per imitazione, perchè l'uomo evoluto è vegetariano; deve essere una scelta sentita, altrimenti non serve a niente.

    Io consiglierei, a chi volesse indirizzarsi verso un'alimentazione vegetariana, di farlo con gradualità, ma soprattutto di farlo quando veramente questa decisione corrisponde a un bisogno interiore, bisogno che fa sentire nei confronti della carne una vera repulsione. In questo caso si può fare; altrimenti non ha senso.

    un amico del cerchio scrive questo pensiero che riporto integralmente e che condivido :
    … Questo insegnamento ha il grande pregio di non avere dato regole comportamentali a nessuno.
    Però ci ha insegnato a pensare, a osservare la vita con altri occhi, a renderci consapevoli dei nostri limiti e dei nostri veri bisogni.
    Così si cresce e così, un giorno, si potrà anche arrivare a concepire un mondo in cui non ci sarà bisogno di reprimere una vita (qualunque vita) per sostenere la nostra.
    Bene, per chi ci è già arrivato, ma è anche bene per chi, gradatamente percorre gli scalini della propria maturità spirituale riconoscendo ciò di cui ha bisogno, senza che nessuna morale altrui, lo obblighi a conformarsi a una natura che non gli appartiene.

    🙂


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #50141
    sphinxsphinx
    Partecipante

    Caro Brig0,sono d'accordo solo in parte con quanto riporti.

    Non ritengo veritiero che non si possa pensare da un momento all'altro di diventare vegetariani o vegani.
    Non personalmente,che sono stata graduale per questioni psicologiche,ma ho amici che sono passati immediatamente da una dieta carnea ad una dieta vegana (due di questi sono medici) e ti posso assicurare che ne hanno avuto un gran vantaggio,soprattutto per quanto riguarda forza fisica. Ai controlli medici tutti i valori che precedentemente avevano scompensi sono rientrati nella norma..questo dopo 2 mesi di cambiamento.
    Nessuna ripercussione,nessun indebolimento ….

    La dieta carnea è un'aberrazione per l'uomo, che non è un carnivoro,non è un onnivoro e nemmeno un erbivoro..noi siamo frugivori.

    Sono d'accordissimo che non va fatto per seguire mode e fesserie del genere.

    :cor:

    http://blog.libero.it/SSNV/4132100.html

    [youtube=]htwtTzcUao4


    #50142
    deg
    Partecipante

    [quote1303735350=sphinx]
    Caro Brig0,sono d'accordo solo in parte con quanto riporti.

    Non ritengo veritiero che non si possa pensare da un momento all'altro di diventare vegetariani o vegani.
    Non personalmente,che sono stata graduale per questioni psicologiche,ma ho amici che sono passati immediatamente da una dieta carnea ad una dieta vegana (due di questi sono medici) e ti posso assicurare che ne hanno avuto un gran vantaggio,soprattutto per quanto riguarda forza fisica. Ai controlli medici tutti i valori che precedentemente avevano scompensi sono rientrati nella norma..questo dopo 2 mesi di cambiamento.
    Nessuna ripercussione,nessun indebolimento ….

    La dieta carnea è un'aberrazione per l'uomo, che non è un carnivoro,non è un onnivoro e nemmeno un erbivoro..noi siamo frugivori.

    Sono d'accordissimo che non va fatto per seguire mode e fesserie del genere.

    :cor:

    http://blog.libero.it/SSNV/4132100.html

    [/quote1303735350]

    Ho smesso di mangiare carne da un giorno all'altro e non ho avuto nessun scompenso, anzi ..
    :bay:


    #50143
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    sphinx totalmente d'accordo con te. Sono dell'idea che il fatto che lo si faccia lentamente, possa essere di aiuto psicologico… Non per un eventuale scompenso fisico, ma per l'adattamento alla dieta che ci è stata tramandata tradizionalmente e a cui siamo abituati.
    Inoltre apprezzo anche quando le persone comincino a prendere coscienza dell'argomento, anche solo diminuendo il consumo di carne. E' pur sempre qualcosa, e a volte puoi raggiungere lo stesso scopo 🙂
    Importantissimo è secondo me conoscere e prendere coscienza. Di lì a poi abbiamo tutti gli strumenti per decidere liberamente. Non possiamo imporre un modo di vedere di sicuro, nessuno è perfetto, ma possiamo essere testimoni di questo regime alimentare, e delle atrocità a cui vengono sottoposti gli animali.
    In senso assoluto, una persona che non mangia carne ma formaggi, non sarà al 100% vegetariano, ma di sicuro non preferiresti che tornasse, magari come scusa perché lo trova ovunque, a mangiare 2-3 volte la settimana animali morti 🙂

    Comunque siamo e saremo sempre di più :uuuu:


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #50145
    deg
    Partecipante

    Ho letto di persone che, pur essendo carnivori, questa pasqua hanno evitato la carne, soprattutto gli agnelli. Come dici tu Inneres, è già qualcosa.

    Se uno ci tiene proprio tanto, andasse a caccia, scuoiasse e sbudellasse, poi mangiasse pure la sua cara carne una volta ogni tanto …. avrebbe più senso che comprare le bistecche sotto plastica.

    Qualcuno scrisse che era indecente far vedere ai bambini le immagini degli allevamenti di animali.
    Per me, ripeto, far vedere ai bambini immagini fasulle di mucche felici al pascolo e poi andare a comprare la bistecca del supermercato, quello è davvero indecente, oltre a essere di un'ipocrisia totale.
    I bambini capiscono anche senza immagini forti, non c'è bisogno di traumatizzarli, ma solo di fargli capire come funziona, e che sappiano cosa mangiano.
    Comunque pare che sono gli italiani che contano più vegetariani in Europa. Almeno un primato positivo ce l'abbiamo (mi ci conto anch'io con gli italiani .. )! :hehe:


    #50144
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante

    se uno lo “sente” … il cambiamento può essere immediato … senza ripercussioni sul fisico … anzi … il mio essere nella totalità dei suoi veicoli è … un esempio di eccezione alla regola della norma … 😉


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #50146
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    [quote1303756576=deg]
    Ho letto di persone che, pur essendo carnivori, questa pasqua hanno evitato la carne, soprattutto gli agnelli. Come dici tu Inneres, è già qualcosa.

    Se uno ci tiene proprio tanto, andasse a caccia, scuoiasse e sbudellasse, poi mangiasse pure la sua cara carne una volta ogni tanto …. avrebbe più senso che comprare le bistecche sotto plastica.

    Qualcuno scrisse che era indecente far vedere ai bambini le immagini degli allevamenti di animali.
    Per me, ripeto, far vedere ai bambini immagini fasulle di mucche felici al pascolo e poi andare a comprare la bistecca del supermercato, quello è davvero indecente, oltre a essere di un'ipocrisia totale.[/quote1303756576]

    Infatti, ma loro sanno bene che tanti diventerebbero vegetariani… e allora via con il marketing fasullo, le mucche allegre che pascolano in prato verde con il sole a mezz'aria…

    [quote1303756576=deg]I bambini capiscono anche senza immagini forti, non c'è bisogno di traumatizzarli, ma solo di fargli capire come funziona, e che sappiano cosa mangiano.
    Comunque pare che sono gli italiani che contano più vegetariani in Europa. Almeno un primato positivo ce l'abbiamo (mi ci conto anch'io con gli italiani .. )! :hehe:
    [/quote1303756576]
    Sono d'accordo, dovrebbero studiarlo nelle scuole…
    C'è anche una puntata dei Simpson sull'argomento, che lasciava intendere senza far vedere.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #50147
    silvana
    Partecipante

    [quote1303761352=deg]
    [quote1303735350=sphinx]
    Caro Brig0,sono d'accordo solo in parte con quanto riporti.

    Non ritengo veritiero che non si possa pensare da un momento all'altro di diventare vegetariani o vegani.
    Non personalmente,che sono stata graduale per questioni psicologiche,ma ho amici che sono passati immediatamente da una dieta carnea ad una dieta vegana (due di questi sono medici) e ti posso assicurare che ne hanno avuto un gran vantaggio,soprattutto per quanto riguarda forza fisica. Ai controlli medici tutti i valori che precedentemente avevano scompensi sono rientrati nella norma..questo dopo 2 mesi di cambiamento.
    Nessuna ripercussione,nessun indebolimento ….

    La dieta carnea è un'aberrazione per l'uomo, che non è un carnivoro,non è un onnivoro e nemmeno un erbivoro..noi siamo frugivori.

    Sono d'accordissimo che non va fatto per seguire mode e fesserie del genere.

    :cor:

    http://blog.libero.it/SSNV/4132100.html

    [/quote1303735350]

    Ho smesso di mangiare carne da un giorno all'altro e non ho avuto nessun scompenso, anzi ..
    :bay:

    [/quote1303761352]
    Anche io e mio marito ,smesso da un giorno all'altro,sono circa 2 anni e mezzo e ne siamo felici!!Stiamo benissimo e l'abbiamo fatto perchè abbiamo preso consapevolezza della sofferenza degli animali..solo in seguito,informandomi,ho capito che la salute ne avrebbe giovato e così è stato!!Fare del bene agli animali,fa bene al corpo e allo spirito


    #50148
    Erre Esse
    Partecipante

    Leggete questa parte del seguente post a questo indirizzo

    http://sacroprofanosacro.blogspot.com/2011/04/il-nostro-avversario.html

    C’è un veleno nella vostra alimentazione…
    Nel 1870 le persone si limitavano ad un consumo di zucchero di 7 Kg. all'anno per persona. Nel 1900 il consumo era già salito a 20 Kg. Prima dell'ultima guerra era di 44 Kg. ed oggi, 1963, siamo arrivati a una media di oltre 50 Kg.! 7 Kg. contro 50, vale a dire 7 volte tanto, ossia il 700%. Anche se gli Svedesi i Danesi e gli Americani ci superano ancora con i loro 80 Kg. È forse un onore marciare alla testa di tutte le 'stupidaggini', come ad esempio per il consumo di alcoolici? Con gli Italiani abbiamo già raggiunto il 2° posto fra i popoli europei.

    So bene che il mangiare e il bere rappresentano per l'uomo la bussola della vita, ma a me interessa soltanto rendere accessibili queste cognizioni a tutti quanti le cercano a beneficio della loro salute, e dire: 'Lo zucchero industriale danneggia molto di più dei soli denti, e divora molto di più del solo calcio'.

    Scienziati consapevoli della loro responsabilità hanno da molto tempo espresso il loro punto di vista: 'Il deterioramento precoce dei denti non è un processo isolato, bensì il sintomo di una malattia generale molto più grave, un segnale d'allarme che il ricambio è compromesso e la salute in genere è minacciata'. Perchè il mondo scientifico e medico non danno l'allarme e non organizzano una campagna di divulgazione? Certamente può contribuire molto l'ignoranza, l'indifferenza, la rassegnazione, ma la dichiarazione del Dr. Steiniger appare rivelatrice:

    'Lo scopritore di un microbo patogeno d'infezione può essere sicuro di incontrare riconoscimenti ed onori, ma lo scopritore di una causa di malattie da civilizzazione può contare, per prima cosa, sulla querela per danni agli affari dei produttori'.

    Ci comportiamo noi diversamente? Siamo noi migliori? Non consideriamo forse chiunque ci ammonisca come un 'guastafeste'? Siamo noi sufficientemente grati ai pionieri della scienza, assai spesso bollati per la loro ricerca della verità, mediante una coraggiosa imitazione? Dottoressa M. Muller (tratto da Kultur und politik, N° 3 Autunno 1964)

    Da http://www.veganitalia.com

    Pazzesco, e consideriamo che sono concetti e dati relativi al 1964! Lo zucchero bianco agisce da ‘lama’ verso il nostro sistema ghiandolare, il quale non riesce più a connetterci ai nostri corpi superiori sottili. La mancanza di consapevolezza dipende anche da questo fenomeno mondiale. Le ghiandole sono etericamente ingolfate, bloccate… L’energia è tagliata fuori. Il contatto è silente, la trasmissione è out. Questo è solo ‘uno’ dei motivi per cui ci siamo smarriti nel tempo, che non corrisponde più nemmeno al flusso del tempo originale.


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 926 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.