La Genesi – Bibbia. Presto pubblicheremo un documento importantissimo

Home Forum TEOLOGIA La Genesi – Bibbia. Presto pubblicheremo un documento importantissimo

Questo argomento contiene 126 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da Pasquale Galasso Pasquale Galasso 8 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 127 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #36237
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Continuo la lettura e continuo a consigliarla ad amici e conoscenti, al di là di quel che ne penso.
    Non c'è dubbio, però, che il “mio” punto cardine sia la questione del libero arbitrio.
    A me continua a non entrare in testa.
    Un tempo avevo risolto la questione così:
    se ad esempio devo consigliare a pasgal la via per raggiungere casa mia, gli darò le opportune indicazioni.
    Ovviamente pasgal può scegliere qualsiasi altra via, a casa mia si arriva da un sacco di percorsi diversi.
    Ecco, il libero arbitrio, per come lo vedo io, è dato solo dalla possibilità di percorso, non dalla scelta di pasgal di venire a casa mia.
    E se non ci viene… peggio per lui!
    Dal mio punto di vista, quindi, rimane una libertà condizionata…


    #36235
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1283773546=giusparsifal]

    Un tempo avevo risolto la questione così:
    se ad esempio devo consigliare a pasgal la via per raggiungere casa mia, gli darò le opportune indicazioni.
    Ovviamente pasgal può scegliere qualsiasi altra via, a casa mia si arriva da un sacco di percorsi diversi.
    Ecco, il libero arbitrio, per come lo vedo io, è dato solo dalla possibilità di percorso, non dalla scelta di pasgal di venire a casa mia.
    E se non ci viene… peggio per lui!
    Dal mio punto di vista, quindi, rimane una libertà condizionata…
    [/quote1283773546]

    La vedo come te, Gius. :ok!:
    Ho cominciato a leggere il libro ieri sera, vediamo lo sviluppo. Per ora l'idea di due creazioni legittime e meno mi fa pensare agli Ebrei e gli Arabi…la continua guerra tra loro…eppure sono fratelli.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #36236
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    5 – “Considera un ideale, sveglia e applica la volontà, e la crescita dell’anima ne sarà il
    risultato” dice Cayce. La terminologia del Course è diversa, ma il principio che sta alla
    base di questa frase è il medesimo. La nostra volontà, il nostro libero arbitrio, è quanto ci
    permette di scegliere lo Spirito Santo invece dell’ego, l’ideale spirituale invece dello scopo
    egoico. Ed i risultati che otterremo renderanno testimonianza della scelta che avremo
    compiuto.
    http://www.edgarcayce.it/media/uncorsoinmira.htm

    Ma è importante ricordarsi che Cayce affermava spesso che solo il Padre sa esattamente quando i cambiamenti verranno, che questi saranno determinati dal modo in cui l’umanità pensa e che Dio, avendoci dato il libero arbitrio, non può agire contro di noi, ma solo con noi.
    http://www.edgarcayce.it/media/ProfezieCayce.htm

    La volontà è stata data all’uomo su tutta la creazione e al di sopra di essa: quella forza che può separare se stessa dal suo Creatore, perché con la volontà l’uomo può o aderire alla legge Divina o opporsi ad essa — quelle leggi immutabili che sono state stabilite tra il Creatore e il creato. 3744-4

    Soltanto all’uomo è dato … il libero arbitrio. Soltanto lui può sfidare il suo Dio. 5757-1

    Se la nostra volontà fosse spezzata, se ci comandassero di fare questo o quello o di diventare un automa, allora la nostra individualità sarebbe persa e saremmo soltanto come in Lui senza coscienza — coscienza — la consapevolezza di essere tutt’uno con lui; con le capacità di scegliere da sé. 1567-2
    Abbiamo continuamente le influenze contraddittorie, o il bene e il male costantemente davanti ad un’entità per la scelta …
    Perché con il libero arbitrio diventiamo i figli del Padre. Senza il libero arbitrio diventiamo automi, o come la natura nella sua bellezza — ma sempre soltanto quell’espressione ; mentre l’anima dell’uomo può crescere per diventare uguale, tutt’uno, con le Forze Creative. 1435-1

    Appena l’uomo contempla il suo libero arbitrio, ci pensa come a un mezzo per fare l’opposto della volontà di Dio, anche se trova che soltanto facendo la volontà di Dio trova la felicità. Ma il concetto di essere al servizio di qualcuno non gli sta bene, perché lo vede come un sacrificio della volontà.
    Soltanto col disinganno e con la sofferenza, in tempo, spazio e pazienza, egli giunge alla saggezza che la sua vera volontà è la volontà di Dio, e la sua pratica è felicità e paradiso. 2537-1
    http://www.edgarcayce.it/media/lavolont%E0.htm


    #36239
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1283779263=Richard]

    Se la nostra volontà fosse spezzata, se ci comandassero di fare questo o quello o di diventare un automa, allora la nostra individualità sarebbe persa e saremmo soltanto come in Lui senza coscienza — coscienza — la consapevolezza di essere tutt’uno con lui; con le capacità di scegliere da sé. 1567-2
    Abbiamo continuamente le influenze contraddittorie, o il bene e il male costantemente davanti ad un’entità per la scelta …
    Perché con il libero arbitrio diventiamo i figli del Padre. Senza il libero arbitrio diventiamo automi, o come la natura nella sua bellezza — ma sempre soltanto quell’espressione ; mentre l’anima dell’uomo può crescere per diventare uguale, tutt’uno, con le Forze Creative. 1435-1

    Appena l’uomo contempla il suo libero arbitrio, ci pensa come a un mezzo per fare l’opposto della volontà di Dio, anche se trova che soltanto facendo la volontà di Dio trova la felicità. Ma il concetto di essere al servizio di qualcuno non gli sta bene, perché lo vede come un sacrificio della volontà.
    Soltanto col disinganno e con la sofferenza, in tempo, spazio e pazienza, egli giunge alla saggezza che la sua vera volontà è la volontà di Dio, e la sua pratica è felicità e paradiso. 2537-1
    http://www.edgarcayce.it/media/lavolont%E0.htm

    [/quote1283779263]

    forte questo pezzo, non ci avevo mai pensato che proprio il libero arbitrio, la possibilità di fare le nostre esperienze fa di noi esseri individuali, forti e capaci di decidere. Se no…eravamo solo degli automi…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #36289
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Se no eravamo in trappola, pedine di un gioco di cui noi non eravamo i protagonisti.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #36238
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Sto leggendo il libro, per ora posso dire che mi piace, ho già delle perplessità sul fatto di essere figli legittimi o non…
    mi sembra che ogni figlio di Dio è semplicemente un figlio, e non si dovrebbero fare delle distinzioni….cmq vedremo…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #36291
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1283811428=farfalla5]
    Sto leggendo il libro, per ora posso dire che mi piace, ho già delle perplessità sul fatto di essere figli legittimi o non…
    mi sembra che ogni figlio di Dio è semplicemente un figlio, e non si dovrebbero fare delle distinzioni….cmq vedremo…
    [/quote1283811428]

    Ma Dio non fa distinzione, lui voleva dare il suo spirito a chi era sua immagine e somiglianza.

    Con le tare di Caino non saremmo stati più perfetti…. c'è un bel po da spiegare. Una volta letto il libro molti dubbi si chiariscono, fino ad arrivare agli ExtraTerrestri


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #36290
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Aiuto, non mi stacco più….
    la descrizione dei ancestri….è orribile…

    comunque mi sarebbe piaciuto conoscere quest' uomo, averlo come amico. poter discutere liberamente…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #36292
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Trovo affascinante la “teoria” sulla formazione della terra e delle esplosioni che darebbe un contributo per la spiegazione di quesiti ancora irrisolti sul piano geologico, sull’inclinazione dell’asse terrestre ecc…
    Il resto lo vivo come una sorta di “espediente” per “aggiustare il tiro”.
    Quanto ho appena scritto non è un giudizio perché non deriva da conclusioni di tipo razionale che avrebbero bisogno di molto più tempo, di riflessioni e anche di rilettura di alcuni passi, ma piuttosto una risposta emotiva.
    Voglio precisare che ho iniziato la lettura senza nessun pregiudizio, ma anzi con la speranza di trovarvi una vera rivelazione … ma ad esempio, già dalla descrizione dei quadri visivi della quinta rivelazione mi sono trovata spontaneamente a pensare ad una sorta di ologramma artificiale e ciò si discosta dalla mia “concezione Divina”.
    Cosi come le descrizioni sulla fisicità degli “interpreti” mi sono sembrate fin troppo particolareggiate e ripetute per un Prete che dapprima sembra riluttante poi in seguito molto accurato.
    Ma al di là di queste impressioni e sensazioni, non ho trovato in questo scritto una risposta illuminante … restano ancora dubbi e di grande portata. Seppur tenendo (per ipotesi) per buono ciò che viene proposto, mi viene da chiedere : Ma se anche la creazione e l’Uomo hanno un inizio, al di là di eventuali ridatazioni e di modificazione della cronologia e della sostanza di alcuni fatti, quando sarebbe nato Dio? e da chi ? o come? In che modo ? ed ancora … Possibile che Dio dopo aver creato con tanta cura l’universo, il pianeta e l’Uomo, abbia potuto lasciare, in virtù del libero arbitrio, un adolescente a decidere le sorti dell’intera umanità? Me lo chiedo come madre di una bambina di 10 anni che osserva con attenzione gli adolescenti per “prepararmi” ad un futuro prossimo.
    Senza essere accusata di blasfemia, e con tutto il rispetto per chi ha diversamente accolto questo scritto mi domando in tutta sincerità : lascerei un peso cosi grande sulle spalle di un ragazzo ? se tanti (ogni singolo individuo) dovessero poi pagare per millenni un simile errore?
    … e ancora … dov’è la perfezione di quel primo Uomo creato da Dio se ha potuto peccare di una tale presunzione ?
    E' fin troppo evidente che probabilmente sono i limiti della mia condizione umana ibrida che mi impediscono di avere fede in ciò che ho letto.
    Senza alcuna presunzione “sento in modo differente” e spero in una verità differente.


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #36293
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    !amazed !alien :ummmmm:
    [code][/code]
    [youtube=500,405|border]Bg2DxG27DXc


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 127 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.