La legge del ritmo e la fine della logica…

Home Forum TEOLOGIA La legge del ritmo e la fine della logica…

Questo argomento contiene 36 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Nuzzi 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 37 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #36065
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=425,344]qXzm8adzZsc
    00:07 In realtà questo comportamento frattale della natura secondo questa teoria, emerge direttamente dalla struttura del vacuum, il vacuum dirige la realtà e la realtà dipinge la struttura del vacuum.
    Quindi quando vedete la natura potete vedere la geometria del vacuum e una tale teoria include tutto persino voi,
    00:48 quindi questa è una teoria unificata, questa è la presentazione che ho dato alla APS, la più grande comunità di fisica sulla Terra e qua mostro, in una legge scalare, che se prendete tutti gli oggetti nell'universo e mettete il raggio vs la frequenza, questi oggetti cadono su una linea retta nel grafico, tutti questi oggetti obbediscono alla condizione
    di Schwarzschild di un buco nero,
    1:59 ora vi spiego cosa significa, sembra complesso ma non è cosi complesso..questa è la scala universale, il nostro universo, abbiamo una idea approssimata del suo raggio, se guardate qua, la massa interna all'universo eccede la velocità di fuga della luce, significa che se mandate una luce in una direzione..
    2:41 voi sapete che Einstein ha scoperto che l'energia elettromagnetica può curvarsi per la forza di gravità, la curvatura dello spazio-tempo? Allora questa luce si piega attorno a una stella, poi ad un'altra e un'altra e un'altra e alla fine torna indietro, non sfuggirà al nostro universo perchè c'è troppa massa dentro esso
    3:06 questo significa CHE NOI VIVIAMO DENTRO UN BUCO NERO (risate), ripeto NOI VIVIAMO DENTRO UN BUCO NERO, ecco perchè quando guardate il cielo di notte è NERO, perchè la luce si contrae nel vacuum verso la singolarità
    3:48 tutto dentro questo buco nero è un buco nero più piccolo, ma voi siete fuori da questi buchi neri più piccoli, questo è un quasar, questo è un centro galattico, questo è il nostro sole, questo è un atomo (si riferisce al grafico sullo schermo), questa è una particella atomica, 10^-33, la costante di planck, guardate che gli atomi e le particelle subatomiche sono incluse.
    4:28 la nostra fisica corrente è divisa in teoria quantistica, con atomi e particelle subatomiche e in cosmologia, con le equazioni relativistiche (micro e macro) per gli oggetti grandi. Qua noi mostriamo una relazione diretta tra tutti questi oggetti assieme, NESSUNA DIVISIONE..se tutti questi oggetti vengono considerati buchi neri di diversa scala.
    Questa è chiamata Legge Scalare, questa è ciò che sto per pubblicare a Novembre! Ora si trova in Peer Review che è eccellente! (applausi)
    Ci divertiamo abbastanza eh?

    5:15 Ora potete vedere che se siete in un universo “buco nero”, gli altri buchi neri piu piccoli da cui voi siete fuori come osservatori, appaiono come buchi bianchi, irradiano, vedete la parte irradiante dell'orizzonte degli eventi, uno sembra una stella, uno sembra un pianeta, un altro un atomo, un altro una particella subatomica, lo vedete?
    5:50 Il buco bianco e quello nero non sono oggetti diversi, sono uno dentro l'altro, e c'è un feedback tra il campo gravitazionale e quello elettromagnetico, la radiazione genera la curvatura nello spazio, che genera radiazione e questo genera un feedback aperto e cos'è un feedback aperto? UN FRATTALE!
    6:19 Questo è esattamente ciò che è un frattale, una reiterazione di una equazione e genera un feedback aperto. Tutti vedete? Tutto ciò che guardate sono buchi neri di scala diversa, includendo tutti li atomi di cui siete fatti, non vediamo alcuna evidenza di entropia e morte. Tutto quello che vediamo è evidenza di mini buchi neri che si DISORGANIZZANO e si RIORGANIZZANO, ovvero livelli di organizzazione mutevoli.

    7:13 Quando morite, nessuno dei vostri atomi sparirà mai, vanno da un livello di organizzazione ad un altro, vanno da una scala a un'altra, vi sto dicendo che i vostri atomi sono mini buchi neri, vi sembra pazzia? In realtà no. Una delle migliori teorie di unificazione che si sta cercando di produrre ora è incorretta perchè manca il componente frattale, ad esempio Stephne Hawking, descrive ogni atomo subatomico come mini buco nero e l'Hadron Collider costruito a Ginevra è stato costruito per cercare questi mini buchi bianco/neri, una cosa molto emozionante che ho scoperto
    8:21 è che vi sto dicendo che gli atomi che creano le vostre cellule sono mini buchi neri? Beh è vero, ma un'altra risoluzione è la stessa cellula. Quando guardate la superficie di una cellula biologica, ha una griglia che copre l'orizzonte degli eventi della cellula, che tiene assieme la membrana della cellula, è chiamata lipoproteina,
    9:10 la frequenza di oscillazione in Hz della lipoproteina sulla superficie della cellula è di 10^11Hz, un 10 con 11 zero, ecco quanto vibra rapidamente.
    Se piazzate nel grafico la cellula con 10^11Hz, allineate la frequenza al valore del raggio , vi trovate esattamente nel MEZZO e avete la risoluzione biologica, non pubblicherò questi con simili argomentazioni perchè sono troppo esoteriche, farei impazzire tutti in un colpo. E' già abbastanza dire che Tutto è un Buco Nero (risate) , ma in realtà la cellula, la biologia della cellula, la risoluzione biologica obbedisce alla condizione di Schwarzschild di un buco nero, perchè genera cosi tanta energia, 10 elevato alla 11 è un numero enorme, altra cosa è che conferma che in questa scala, guardando le distanze…


    #36066
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1274820632=Richard]
    che pena che mi fanno
    comunque devono avere modificato la pagina da non molto..
    ecco le modifiche
    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Pier_Luigi_Ighina&action=history

    Non c'è problema altre conferme arrivano e arriveranno alle sue parole
    [/quote1274820632]
    I nostri amici del CIC”R”AP?


    #36067
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    chissà chissà…anche questa mi fa pensare
    http://it.wikipedia.org/wiki/Edgar_Cayce


    #36068
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1274821145=Nuzzi]
    “Dal momento che ogni conclusione di un percorso logico di causa – effetto, dipende dal presupposto su cui è fondato e che tutti i presupposti anche se in apparenza simili, sono inquinati da “ombre” soggettive ignote alla coscienza, che al pari del senso della vista ignora la ritmicità implicita nelle sue percezioni sensoriali, si decreta la condanna a morte della Logica, che per tanti secoli ha ingannato l’umanità, separando e contrapponendo gli uomini fra loro, provocando di continuo lunghe e sanguinose guerre fratricide, illudendo gli schieramenti avversi di essere entrambi nel vero e di avere ragione.”

    Che ne pensate di questa parte del discorso dell'articolo in prima pagina?
    [/quote1274821145]

    Si raccomanda a tutti gli uomini che vogliono vivere nell’armonia e nella pace, di adottare come sistema conoscitivo e di giudizio LA LEGGE DEL RITMO che ha un valore universale, dal momento che sottintende non solo tutte le funzioni vitali, ma anche tutto ciò che esiste nell’intero universo.” La Legge del Ritmo è semplice nel suo ricorrente dinamismo; non si comporta stupidamente come la Logica, che una volta stabilito un presupposto, si precipita come una valanga lungo la china degli inevitabili effetti con risultati disastrosi, sempre in disaccordo con quanto implicito nel presupposto stesso.


    #36069
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3259
    Il Microscopio Lenticolare

    Negli anni tra il 1928 e il 1932, provò a sviluppare un forte microscopio (indispensabile nello studio della materia). Dopo anni di ricerca, notò che ruotando alcune lenti e oculari ad una certa velocità, poteva eliminare la rifrazione delle lenti del microscopio e, marcandone i bordi con alcune linee longitudinali e verticali, poteva ottenere l'immagine dell'oggetto osservato.

    Per ottenre una chiara immagine, doveva trovare la relazione tra il punto focale delle lenti e la velocità della rotazione. Inventò questa procedura perchè, dato che voleva ottenere un enorme ingrandimento, pensò di poter mettere alcuni microscopi in serie uno dopo l'altro. Per farlo doveva fare l'operazione seguente: eliminare la rifrazione delle lenti e proiettare l'immagine direttamente nell'occhio dell'osservatore.

    Una volta compreso come proiettare l'immagine sull'oculare del microscopio, poteva aggiungerne un altro in serie. Dopo mesi di sperimentazione nella regolazione corretta del punto focale dei microscopi e della velocità delle lenti rotanti, riuscì ad ottenere l'immagine. Il suo ragionamento lo portò al seguente calcolo: aggiungendo un secondo microscopio al primo (supponendo che abbiano tutti un ingrandimento di 200 volte), l'ingrandimento diverrebbe di 200×200=40000 volte.

    Un terzo microscopio aggiunto avrebbe portato l'ingrandimento 40000×200=8000000 di volte. Col quarto poteva raggiungere un ingrandimento di 1.600.000 volte. Questo fu ciò che fece. Rimaneva ancora un problema: tutte queste lenti assorbivano quasi tutta la luce bloccando la visione. Risolse il problema con portando una luce attraverso un simile microscopio, ma senza marchiare le lenti rotanti. Con la precisa regolazione del punto focale e della velocità di rotazione dei due microscopi, il risultato fu che gli atomi illuminanti divennero uguali a quelli trasmessi dal microscopio per l'osservazione, creando un contrasto tra il nero e il bianco. Ci vollero 4 anni di lavoro per costruire questo speciale microscopio.

    ————–

    http://www.russia-ic.com/education_science/science/breakthrough/892/
    Russian engineers from the town of Dolgoprudny (Moscow Region) currently work on a new measuring device with subatomic resolution – protonic nano-introscope. This device is expected to expand existing methods of electron and probe microscopy, as well as unveil new horizons for studying structures with atomic and subatomic dimensions. The device has many merits: small size and reasonable cost are among them, and its resolution is very high. Developers believe that their innovation will replace (in a number of cases) existing electronic microscopes with high resolution, the majority of which is expensive, bulky and not very easy to operate. All this means that more educational and research institutions can afford this device for their studies.


    #36070
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Per quanto riguarda la parte dell'esempio sul “film”:

    “E’ con lui che mi è venuto spontaneo iniziare un discorso, che invece di proporre cose nuove difficilmente accettabili, cerca di far vedere i limiti delle così dette “certezze scientifiche” che ormai sono entrate nel D.N.A mentale dell’odierna umanità.
    Così ho iniziato a parlare di cinematografia, dicendo: “ Tu sai senz’altro che quando assistiamo alla proiezione di un film, riusciamo a vederlo solo in virtù della persistenza delle immagini sulla retina. Un improvviso lampo di luce può accecarci, ma anche la proiezione di un film ci “acceca”, dal momento che ci fa vedere come movimento continuo e coerente sullo schermo, ciò che in realtà è continuamente interrotto da “ombre” che si inseriscono fra i singoli fotogrammi. ”

    ——————————–

    mi è venuto in mente il discorso del modello delle dimensioni o livelli di frequenza che fa Wilcock:

    Quindi, ogni dimensione ha un “colore” nello spettro visibile della luce, un “suono” nell'ottava musicale e una geometria. Le geometrie in questione sono tutte su base sferica, strutture armoniche, conosciute comunemente come solidi Platonici, le semplici forme tridimensionali nell'Universo. Per ogni solido platonico, tutti i lati, le facce e gli angoli sono identici e tutti rientreranno perfettamente dentro a una sfera.

    Nel libro abbiamo mostrato come possiamo quindi pensare a queste frequenze geometriche unificate chiamate “Unità di Coscienza”. In altre parole, possiamo visualizzare un “punto” simmetrico o sfera di Luce che si espande equamente in ogni direzione. Quello che in realtà si espande all'esterno è ciò che i fisici chiamano “superstringhe” e ora sappiamo dalla ricerca sulla coscienza, che queste stringhe viaggiano con movimento a spirale o, per come la mettono i fisici, le stringhe “vibrano”.

    Mentre le “stringhe” di Luce continuano ad espandersi e vibrare con movimento a spirale da un punto centrale unificato, manterranno la forma di un campo sferico, in quanto si muovono tutte con velocità simultanea, la vera “velocità unica” o velocità della Luce. Comunque, certi “punti di forza” o nodi si formeranno dove ci sarà maggior forza o concentrazione energetica, per la sovrapposizione delle stringhe tra loro in periodi armonici precisi.

    Le linee dritte di forza che si formano mentre questi “nodi” spingono tra loro, si assemblano quindi in ognuno dei Solidi Platonici con base sferica progredendo attraverso le frequenze. Il fisico Buckminster Fuller ha dimostrato questo stesso principio vibratorio con numerosi esperimenti.

    Quindi, la struttura delle “unità di coscienza” può essere pensata come una sfera di Luce espansiva e contrattiva che passa attraverso diverse “frequenze” geometriche lungo la via. La velocità di questo movimento è incredibilmente alta, almeno per noi in terza dimensione: avviene alla vera velocità della Luce, in realtà molto superiore di quella che possiamo misurare nello spazio-tempo di terza dimensione.

    Dobbiamo quindi visualizzare il fatto che benchè ogni “unità” pulsa costantemente attraverso l'intera ottava di frequenze, ogni entità vivente in un certo centro o una certa dimensione sarà solo consapevole della propria frequenza particolare. In altre parole, noi in terza dimensione abbiamo il colore giallo, la nota “SOL” o 360 cicli per secondo e la geometria dell'ottaedro o due piramidi Egiziane connesse alla base.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4530


    #36071

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1274876657=Richard]
    chissà chissà…anche questa mi fa pensare
    http://it.wikipedia.org/wiki/Edgar_Cayce
    [/quote1274876657]

    Peraltro, hanno scelto proprio una foto in cui Cayce è IDENTICO a David Wilcock!
    :hehe:


    #36072
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=480,385]UAw8t_gij6o
    verso l'infinitamente piccolo…allora Oh mio Dio! Questi ci dicono quello che ci serve sapere sulla struttura della realtà, sulla fisica della Creazione, secondo la mia teoria.
    10:57 Ma sopra sono stati cosi bravi che potete sovrapporre le 14 cavità ottaedriche generate dalla griglia di 64 tetraedri, con buona precisione. Allora, da questo momento la cosa è impazzita, altri crop circles con 64 tetraedri, guardate la precisione, ancora vicino a un sito antico in pietra, pitere una sull'altra e sicuramente, quando sovrapponete una griglia di 64 tetraedri combaciano perfettamente, non è un caso
    1:38 Continuando a esplorare i crop circles, questo è interessante, secondo uno dei piu famosi psichici è il piu importante, ma siccome sembra semplice non lo credereste, ma in effetti guardando con cura, è una rappresentazione 2d di un equilibrio vettoriale 3d, avete la singolarità al centro e dice che ogni tetraedro genera la sfera, il lato irradiante della equazione..

    2:38 Allora, se prendi la sfera attorno a ogni tetraedro e le altre avete questo simbolo, il seme della vita, non quello famoso, ma il simbolo scoperto in molti antichi monumenti e vi mostro il crop circle per decodificare bene
    3:15 allora insistono!

    Sfere che intersecano sfere, notate la torsione, la rotazione. Realizzate che le equazioni di campo di Einstein non tengono conto della torsione? Eliminano la torsione attaccando l'osservatore all'oggetto rotante. Quindi, dobbiamo affrontare l'effetto Coriolis e la torsione e se lo fate molto facilmente troverete il 98% di massa mancante nell'Universo, è quello che accade nella cosmologia corrente.

    4:23 Invece di rivedere il loro approccio all'energia e la torsione, hanno inventato la materia oscura, e l'hanno aggiunta alle equazioni per mantenerle, un tipo di massa oscura che non irradia e nessuno puo rilevare, conviene! Le equazione mancano il 98% della massa la fuori e invece di correggerle aggiungono la materia oscura e non penso sia buona fisica.
    5:12 Se pero guardate una Galassia pensate a quanta torsione serve per la rotazione di miliardi di stelle, quanta energia!
    Allora ci danno una idea sulla rotazione e l'effetto Coriolis, ma nel caso fossimo confusi, dobbiamo capire che parliamo di un frattale, è tutto qua! (nei cerchi) è fantastico!
    Questa è parte della presentazione, andrò a finire questa sezione e quindi a pranzo..facciamo una pausa ma torniamo fra 5 minuti per un'altra sezione molto divertente e poi a pranzo..

    ————–
    [youtube=480,385]qBAgpUE_sr4
    e la parte che si contrae sarebbe la curvatura dello spazio tempo e l'energia del vacuum che va verso la singolarità al centro del sistema, quindi(pubblico) si, elaborero su quello, divenne chiaro che esiste una parte espansiva e una contrattiva dell'universo, la parte in espansione è quella che vediamo come realtà, ovvero l'emissione elettromagnetica irradiante che vediamo
    , stelle, pianeti, atomi, tutta l'energia irradiata ed è per questo che la vediamo, ok? [color=#ff0000]e la parte in contrazione che non vediamo sarebbe l'energia del vacuum che piega lo spaziotempo in sè, generando la singolarità 1:09, generando il campo gravitazionale. Quindi ora ho una relazione tra elettromagnetismo, radiazione e gravità.[/color]
    (pubblico) gravità che va verso la singolarità, spaziotempo che si curva verso la singolarità. Piu tardi ho capito che era un pensiero oltraggioso, perchè quando Einstein scrisse le sue equazioni non le risolse, Einstein scrisse le espressioni, 10 equazioni differenziali, un fisico Russo, lavorava duramente per risolverle dopo che vennero pubblicate, era Schwarzschild, 2:25 generò la soluzione di Schwarzschild e appena risolte le equazioni di campo di Einstein le mandò a lui con i risultati e Einstein le presentò all'Accademia delle Scienze Tedesche e divenne la soluzione alle equazioni di campo di Einstein che ancora studiamo, due settimane dopo schwarzschild morì al fronte e non ha potuto rifinire la soluzione, non ha potuto ruotare il campo, all'inizio cercava di stimare e non aveva metrica di rotazione, vedremo dopo, ma la prima soluzione alle equazioni di campo di Einstein era un buco nero, la singolarità di schwarzschild , fece un buco nero.

    ————-

    Ighina affermava che noi vediamo solo una parte della realtà, dal momento che anche la luce del Sole è ritmica, pulsante, poichè riassorbe in sé come “ombre” inavvertite dai sensi umani, le riflessioni della sua luce che riceve non solo dai Pianeti, ma anche dal Firmamento, che è lo schermo su cui il Sole proietta il film della Creazione, che poi si evidenzia in modo apparente ed illusorio in virtù della persistenza retinica, come materia più o meno in moto nello Spazio. Dopo aver visto un film, dovremmo chiederci: “ Che cosa sarà successo in quella proiezione tenebrosa che pur si è verificata sotto i miei occhi, senza che io ne abbia avuto coscienza?

    Ora, se anche la luce del Sole si comporta nella stessa maniera, sono costretto a dedurne che metà della mia vita mi viene sottratta, dal momento che non riesco ad averne coscienza e tanto meno ricordo! “ Ighina sosteneva che sono quelle inavvertite pause tenebrose, che ci nascondono il Mistero della Riflessione e del Riassorbimento della Luce, la parte ignota del Ritmo; ma chi crederà? L’amico al quale ho rivolto per primo questo discorso, mi ha confidato di non riuscire a liberarsi dal dubbio che possa essere vero quanto gli ho detto. La cosa mi ha fatto molto piacere e mi fa ben sperare che possa servirgli a distaccarsi da una concezione arida ed incompleta della vita, per aprirsi alla fecondità del Mistero che appare tenebroso, ma che contiene in sé i germi di Verità di una visione spirituale della vita.

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6094

    [youtube=425,344]fXd-CstWowE
    1:45 Il centro del nostro sole è un “buco nero” , inizio la presentazione ma ok (risate) vado avanti alle conclusioni ed ecco cosa ho concluso e per questo mi hanno cacciato dalle conferenze, (risate), invece di dire che il centro delle galassie è un buco nero ho detto che ogni sole è un buco nero, ogni pianeta, atomi,tutto, il livello di energia di un pianeta , ogni pianeta gassoso nel sistema solare, tutti producono dal 70 all'80% in piu di energia che arriva dal sole e nella fisica corrente non si spiega, deve esserci una produzione interna di energia che produce dinamiche e credo sia un buco nero..

    [youtube=480,385]IXAkCD5Bmww


    #36073
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1274877053=Erre Esse]
    [quote1274876657=Richard]
    chissà chissà…anche questa mi fa pensare
    http://it.wikipedia.org/wiki/Edgar_Cayce
    [/quote1274876657]

    Peraltro, hanno scelto proprio una foto in cui Cayce è IDENTICO a David Wilcock!
    :hehe:

    [/quote1274877053]
    magari apposta cosi colpiscono due figure in una volta
    accettando che abbiano le loro buone ragioni e convinzioni, comunque sia da persone intelligenti e serie a mio parere non andava usata quella ridicolizzazione e ironia stupida.


    #36074
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Effettivamente sembra che Ighina dica la stessa cosa, o meglio, viceversa.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 37 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.