La nostra salute, che peggiora…

Home Forum SALUTE La nostra salute, che peggiora…

Questo argomento contiene 210 risposte, ha 21 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 5 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 161 a 170 (di 211 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60322
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Nel progetto di Errani l’obiettivo è di portare entro il 2020 la raccolta differenziata al 70 per cento e di chiudere due degli otto impianti di incenerimento dell’Emilia Romagna. Ma per Pizzarotti e i suoi il piano è conservativo, più che propositivo, visto che Parma in soli 18 mesi ha già raggiunto, in termini di differenziata, gli obiettivi imposti dalla Regione. “La politica non si deve sedere su se stessa, ma darsi obiettivi che guardino al futuro – ha continuato il sindaco – Noi vogliamo che venga preso in considerazione un documento più coraggioso, dimostrando, dati alla mano, che è possibile andare oltre”.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/23/parma-m5s-contro-la-gestione-rifiuti-di-errani-la-regione-sia-piu-propositiva/1037336/


    #60323
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #282452
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Carne scaduta da un anno, ri-confezionata e utilizzata per le catene di fast food McDonald, Kfc e Pizza Hut. Dopo lo scandalo della carne di cavalloe una serie infinita di frodi alimentari transazionali, ecco la sconvolgente realtà dipinta da una nuova inchiesta che ha puntato i riflettori su un fornitore cinese, la Shanghai Husi Food Company. scandalo-alimentare-fornitore-mc-donalds-pizza-hut

    carne-scaduta-avariata-mc-donald-s-truffato-una-ditta-shangai


    #296609

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Non sapendo dove postare,o scelto questo treid.

    Incubo Ebola, l’allarme diventa globale. “Rischio epidemia in altri Paesi”
    L’epidemia, diffusa soprattutto in Guinea, Liberia e Sierra Leone fa paura anche in Europa. “Senza precedenti, assolutamente fuori controllo”

    Il virus dell’ebola che da qualche mese ha infestato l’Africa occidentale ora è una minaccia anche per l’Europa. L’epidemia è “senza precedenti, assolutamente fuori controllo e la situazione puo’ solo peggiorare”, con il “rischio reale” che vengano colpiti “altri Paesi”: sono le parole dure usate dal direttore delle operazioni di Medici Senza Frontiere, Bart Janssens, che in un’intervista al quotidiano La Libre Belgique, ha puntato il dito contro la rapida diffusione del virus, “soprattutto in Liberia e Sierra Leone, con alcuni focolai molto importanti”. “Siamo estremamente preoccupati dal volgere degli eventi”, ha aggiunto, sottolineando che “se la situazione non migliora rapidamente, c’è il rischio reale che altri Paesi vengano colpiti”. Una dinamica, ha spiegato, che non si puo’ escludere ma che “è difficile da prevedere perché non abbiamo mai conosciuto una simile epidemia”. Il virus, che si diffonde rapidamente, ha già colpito Sierra Leone, Guinea e Liberia, mentre martedì è stato segnalato il primo caso mortale in Nigeria. Da marzo ad oggi, ci sono stati 1.201 casi registrati e 672 morti, secondo il Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (Cdc) di Atlanta, negli Usa.

    ALLARME IN GB – “E’ una minaccia per il Regno Unito”, ha detto alla Bbc il ministro degli Esteri britannico Philip Hammond, annunciando che nelle prossime ore l’esecutivo di David Cameron terrà un ‘Cobra meeting – riunioni interministeriali in caso di questioni di urgente priorità – proprio sulla minaccia globale che, nelle ultime ore, viene sempre più prospettata.

    Intanto i tabloid, Daily Mail in testa, riportano come ieri un uomo, arrivato all’aeroporto di Birmingham e proveniente dalla Nigeria via Parigi, sia stato sottoposto ai test nell’ospedale della città inglese, in quanto presentava alcuni sintomi riconducibili alla pericolosa malattia, tutte analisi comunque poi risultate negative. Nel mentre, nel Regno Unito, paese che ha molti legami con l’Africa occidentale, soprattutto con la Nigeria dove già è stato registrato un primo caso di Ebola, un’agenzia del ministero della Salute ha già diramato un’allerta nazionale per tutti i medici del paese, nel timore che il virus – letale anche fino al 90% dei casi – possa arrivare e diffondersi. Parlando con la Bbc, il ministro Hammond ha anche detto come il premier Cameron venga informato “continuamente” sugli sviluppi della vicenda. Al momento, nessun britannico all’estero è risultato infetto, il Foreign Office ha comunque annunciato un monitoraggio dei cittadini del Regno Unito residenti in Africa occidentale.

    A calmare lo stato di allarme una nota della Commissione europea: “Il rischio che il virus Ebola si diffonda in Europa è al momento basso perché la maggior parte dei casi sono in aree remote dei paesi colpiti”. La nota sottolinea comunque che “E’ la piu’ grave di sempre”. Un esperto della Commissione Ue aggiunge inoltre che sono in aumento i casi nelle capitali dei paesi colpiti. L’esperto ha sottolineato che “al momento i medici non hanno risposte” per contrastare l’epidemia, diffusa soprattutto in Guinea, Liberia e Sierra Leone. Inoltre “ci sono sempre più casi nelle capitali dei paesi colpiti recentemente – aggiunge l’esperto – e quindi stanno crescendo i rischi che la malattia possa attraversare i confini” con pazienti affetti in partenza da aeroporti internazionali. L’esperto precisa comunque che l’Europa ha un sistema di allerta che finora ha dimostrato di funzionare.

    “C’e’ stato un caso segnalato a Valencia in Spagna, che poi si è rivelato un falso allarme, ma che ha provato la rapidita’ di reazione europea,” ha aggiunto l’esperto. La malattia si trasmette soprattutto verso coloro che portano cure alle persone affette dal virus, spiegano gli esperti. La Commissione Ue ha stanziato oggi altri 2 milioni di euro per contrastare l’epidemia in Africa Occidentale, in aggiunta ai 1,9 milioni stanziati in precedenza.

    E’ morto il medico-eroe che lottava contro l’ebola in Sierra Leone: Omar Khan, a capo del principale centro contro il virus a Kenema, 320 chilometri a est della capitale Freetown, era stato contagiato la settimana scorsa e ricoverato in una clinica di Medici Senza Frontiere. Insieme a lui, altre tre infermiere sono state uccise dalla febbre emorragica. Il ministro della Salute, Miatta Kargbo, ha nominato il 39enne Khan “eroe nazionale”, celebrando il suo “enorme sacrificio” per salvare le vite degli altri. Secondo gli ultimi dati, sono 489 i casi di ebola registrati in Sierra Leone e 159 i morti. Il presidente Ernest Koroma ha visitato nei giorni scorsi le cittadine di Kenema e Kailahun per verificare il livello di risposta del Paese all’epidemia e incontrare i pazienti. Il virus ha colpito diversi Paesi dell’Africa Occidentale – oltre alla Sierra Leone, anche Guinea e Liberia, e martedi’ e’ stato registrato il primo caso mortale in Nigeria – e si diffonde rapidamente. Finora almeno 670 persone hanno perso la vita e la psicosi del contagio dilaga.

    fonte http://notizie.virgilio.it/videonews/caso-ebola-spagna-muore-medico-eroe_1.html


    #296688
    camillo
    camillo
    Partecipante

    EBOLA
    Dopo 8 giorni dal post di Orsoinpiedi la situazione appare tutt’altro che risolta, anzi se mai è peggiorata.
    Decessi / Casi
    Guinea : 363/495
    Liberia : 282/516
    Sierra Leone : 286/691
    Nigeria : 1/9
    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://en.wikipedia.org/wiki/2014_West_Africa_Ebola_outbreak&prev=/search%3Fq%3Debola%26sa%3DX%26hl%3Dit%26rlz%3D1T4NDKB_itIT525IT525%26biw%3D1193%26bih%3D561%26tbs%3Dqdr:h
    L’unica buona notizia è che esiste una procedura sperimentale prodotta da una ditta americana che ha dato speranza. Si tratta di un insieme di “medicine” sperimentate finora sulle scimmie, che aveva permesso la guarigione di alcune di esse. E’ successo che uno due medici americani ricoverati ad Atlanta stava morendo e allora hanno tentato il “vaccino” (con il suo benestare) Erano molto perplessi in quanto nelle scimmie aveva funzionato solo se la malattia era nelle prime fasi, mentre la scimmia con Ebola in fase finale era morta. INCREDIBILMENTE ha funzionato! Il medico in 24 ore si è così tanto ripreso da poter lavarsi e fare il bagno.
    A questo punto il “vaccino” è stato iniettato anche al secondo paziente, una donna medico volontario. Sembra che sia migliorata. Altri due pazienti sono stati trasferiti dall’Africa agli USA… vedremo.

    Il presidente USA Obama ha dichiarato che purtroppo per il momento non è possibile trasferire il farmaco agli stati africani, troppo paca conoscenza, sperimentazione e tempo per realizzare eventuali dosi.
    Obama invita caldamente di serrare le misure preventive.

    La situazione nei paesi colpiti appare MOLTO GRAVE. Da noi i telegiornali ufficiali dedicano poco o nulla sull’argomento, certo occorre non creare panico, ma fino a che punto vale il discorso?

    Occorre anche fare informazione preventiva. Chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati è da stupidi.

    – Ebola è virale (non batterica) il che la rende più pericolosa
    – Ebola da inizialmente i sintomi di una grossa influenza con febbre alta, ma anche vomito e diarrea.
    – Ebola comincia a trasmettersi proprio appena appaiono questi sintomi, chi tocca sudore o espettorati da questo momento in poi corre gravissimi rischi di contagio.
    – Per fortuna Ebola non si trasmette per via aerea ovviamente c’è sempre il pericolo che delle goccioline degli starnuti, ma il virus non sopravvive nell’aria.
    – Purtroppo il corpo di un morto per Ebola e pericolosamente infettivo per giorni anche dopo la morte. Per questo su internet ci sono foto di cadaveri abbandonati nelle strade.
    La propagazione della malattia avviene inizialmente attraverso scimmie e soprattutto pipistrelli. In Africa esiste una varietà di pipistrello della frutta che propaga la malattia ad altri animali che mangiano frutta sbocconcellata dal pipistrello infetto.

    Ovviamente una volta innescata l’epidemia, è l’uomo l’artefice della propagazione, ha gli aerei e le navi a disposizione. Il fatto MOLTO PREOCCUPANTE è dato che il periodo di incubazione può essere molto lungo, esso varia da 5 a 21 giorni. Capirete bene che un infettato in 21 giorni ne può fare di strada.
    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/86/Diseased_Ebola_2014.png


    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    #296691
    camillo
    camillo
    Partecipante
    #296824

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Ebola, si aprono le porte ai farmaci sperimentali

    Dopo il caso dei due pazienti americani sottoposti ad una cura sperimentale, anche altri farmaci e vaccini mai testati sull’uomo potrebbero ora trovare applicazione nel corso l’epidemia
    Simone Valesini
    Simone Valesini

    Pubblicato

    agosto 14, 2014

    Se la peggiore epidemia di ebola della storia continua a allargarsi, avendo superato ormai le mille vittime, qualcosa inizia però a muoversi sul fronte delle nuove terapie. Dopo lo Zmapp, il farmaco sperimentale somministrato come “cura compassionevole” a due pazienti americani, anche il TKM-Ebola della Tekmira Pharmaceuticals, un altro medicinale mai testato su pazienti umani, potrebbe infatti essere presto utilizzato come trattamento di emergenza. A deciderlo è stata la Food and Drug Administration (Fda), che ha modificato la classificazione della sperimentazione del farmaco da “full clinical hold” (interdetta) a “partial hold” (permessa con alcune riserve), rendendo di fatto possibile l’utilizzo del farmaco in alcuni casi specifici.

    Il Tkm-Ebola è trattamento sviluppato in collaborazione con il dipartimento della difesa americano, che ha dimostrato un’efficacia del 100% nel contrastare il virus ebola in modelli animali. Fino ad oggi però il trial di fase 1 (in cui si valuta la sicurezza del farmaco sull’uomo) era stato bloccato dall’Fda, e il farmaco quindi non è ancora mai stato sperimentato sull’uomo. Ora che l’agenzia ha deciso di modificare le precedenti indicazioni, potrebbe essere utilizzato sui pazienti come cura compassionevole, ovviamente rispettando, spiegano dalla Tekmira Pharmaceuticals, “i vigenti protocolli clinici e regolatori”.

    Esistono comunque molti altri farmaci e vaccini sperimentali in attesa di essere sperimentati sull’uomo. E ora che lo Zmapp ha fatto da apripista (anche se non si sa ancora se sia stato efficace per i due pazienti americani), diversi potrebbero bruciare le tappe, e trovare un’applicazione di emergenza. L’Organizzazione mondiale della sanità, che solo poche settimane fa aveva affermato che nessuno dei nuovi farmaci contro l’ebola sarebbe stato utilizzato nell’epidemia attuale, sembra infatti essersi ricreduta, e ha annunciato una riunione di esperti per valutare la possibile sperimentazione d’emergenza dei nuovi medicinali. “Abbiamo una malattia con un altissimo tasso di mortalità, e per cui non esistono cure o vaccini efficaci”, ha dichiarato in proposito Marie-Paule Kieny, vice direttrice dell’Oms. “Per questo dobbiamo chiedere a medici e bioeticisti di darci nuove linee guida per quale sia il comportamento più responsabile da tenere in questo momento”.

    Ma cosa è cambiato nelle ultime settimane? Fino ad oggi, una delle ragioni principali per cui gli esperti erano restii all’idea di sperimentare sul campo i nuovi trattamenti era la paura che i trial potessero essere mal digeriti dalle popolazioni locali. Se venissero interpretati come un tentativo delle industrie farmaceutiche occidentali di utilizzare i pazienti africani come cavie da laboratorio, la gestione dell’emergenza si farebbe ancora più complessa per il personale sanitario. Dopo il caso dei due pazienti americani però, la situazione sembra adesso ribaltata, e come racconta il Wall Street Journal, sono in molti nei paesi colpiti dall’epidemia a chiedere ora che l’accesso alle terapie sperimentali non sia limitato ai pazienti occidentali.

    Il comitato di esperti dell’Oms dovrebbe riunirsi già la prossima settimana, e sono diverse le domande, anche pratiche, a cui dovrà dare risposta. Molti specialisti ad esempio ritengono che i nuovi farmaci, se autorizzati, non dovrebbero essere utilizzati come cure compassionevoli, ma inseriti in trial che ne possano valutare l’effettiva efficacia. “Se non si farà così, il pericolo è che avremo utilizzato questo farmaci, ed esposto quindi le persone ai potenziali rischi di un trattamento sperimentale, e alla fine continueremo a non avere nessuna idea della reale efficacia di questi trattamenti”, spiega ad esempio Tom Solomon, direttore dell’Institute of Infection and Global Health della University of Liverpool.

    Se i trial si faranno, bisognerà inoltre decidere quali pazienti andranno inclusi nelle sperimentazioni, ma soprattutto, capire quante dosi di questi farmaci sperimentali hanno pronte le industrie produttrici nei loro magazzini.

    Fonte http://www.wired.it/scienza/medicina/2014/08/14/ebola-farmaci-sperimentali/

    Non ricordo che si sia giunti a tanto;saltare la sperimentazione di un farmaco.
    Forse la situazione è peggio di quanto pensassimo(o ci dicano).


    #296826
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Lo dice la FDA e alora tutto a posto !!!.. Ma se te hai il cancro e provi una cura alternativa, sperimentale tipo metodo Di Bella o Simoncini o crudismo o pinco pallino allora non gli va bene e gli sperimentatori ti mettono in croce.
    Ma che vogliono.. sono mica il padre eterno.Io di vaccini da questi non ne voglio non mi fido assolutamente di loro e dei loro esperimenti .. poi dai e’ palese questi virus li tirano fuori loro e poi ti danno la soluzione è solo business.
    Certo che ci stanno troppi casini nel mondo stanno preparando qualcosa di grosso ..Guerre dappertutto epidemie e alluvioni e pensare che la natura è semplice di per sè e i frutti sugli alberi non crescono grazie a sta gente o i concimi che non sono altro che stupri alla natura nulla di più… Cara mia natura terra madre ti difenderò sempre perchè un figlio si nutre dalla madre e la onora e come te amo anche il sole mio padre. Onora il Padre e la Madre… mica Gesu parlava di quelli terrestri infatti dice chi non odia suo padre e sua madre non è degno di me.
    Il sole feconda la terra che crea i frutti di cui ci nutriamo chi ci nutre è la terra ovvero nostra Madre .. Il lavoro non esiste i frutti crescono senza operai il lavoro serve per fare degli schiavi che poi servono a…

    Abbiamo molti genitori, carnali, spirituali.
    Buon Ferragosto e lasciate che il sistema muoia di se stesso sia il serpente che si morde la coda, state sereni anche senza nulla e contemplate la madre vera ovvero la natura la terra osservandola con i suoi movimenti il vento l’acqua la luce non vi abbandonerà mai insieme al padre il sole….
    Khatru


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 3 mesi fa da Siberian Khatru Siberian Khatru.
    #296828
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Lo scrissi un paio di anni fa in merito alla sovrappopolazione (libri di Daniel Quinn): siamo in troppi, bisogna ucciderne alcuni e con queste uccisioni veder pure di trarne profitti.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #296838
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    mi sembra un Film

    ma mi sa che e’ tutto vero.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 3 mesi fa da Siberian Khatru Siberian Khatru.
Stai vedendo 10 articoli - dal 161 a 170 (di 211 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.