La nuova Teologia

Home Forum TEOLOGIA La nuova Teologia

Questo argomento contiene 20 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Detective 9 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 21 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #35830
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1258483249=Detective]
    [quote1258414993=farfalla5]
    Abbiamo della gente meravigliosa che ci insegna a capire il nostro mondo e lo fa nel silenzio.. intanto il male grida 🙁
    [/quote1258414993]

    Questi sono i veri profeti del nostro tempo!! :ummmmm:

    Forse non capiamo che è una gran fortuna che ci siano degli scienziati di così alto livello.
    Sono veramente da ammirare per il lavoro che svolgono!! :bravo:

    [/quote1258483249]

    ma sai cosa guardano intanto, [color=#ff3300]grande fratello[/color] O-O


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #35831

    Detective
    Partecipante

    [quote1258591610=farfalla5]
    [quote1258483249=Detective]
    [quote1258414993=farfalla5]
    Abbiamo della gente meravigliosa che ci insegna a capire il nostro mondo e lo fa nel silenzio.. intanto il male grida 🙁
    [/quote1258414993]

    Questi sono i veri profeti del nostro tempo!! :ummmmm:

    Forse non capiamo che è una gran fortuna che ci siano degli scienziati di così alto livello.
    Sono veramente da ammirare per il lavoro che svolgono!! :bravo:

    [/quote1258483249]

    ma sai cosa guardano intanto, [color=#ff3300]grande fratello[/color] O-O
    [/quote1258591610]

    Allora quelli che guardano il Grande Fratello sono dei Falsi Profeti!! :hehe:


    #35832

    Detective
    Partecipante

    Frammenti di Dio – Sospesi tra Cielo e Terra

    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]kzHFpyKEvh0[/link]

    Prima di incarnarvi, eravate indivisi. Traevate la vostra identità dal rapporto assoluto tra il Creatore e la Creazione. Eravate il Cristo, pienamente consapevole e sveglio, cosciente di se stesso, unificato, integrato. Capivate che per incarnarvi, dovevate permettere che almeno una parte della vostra identità rimanesse imprigionata nelle creature che portavate alla vita. Ciascuna di loro avrebbe posseduto una coscienza simile ad un ologramma, capace di riconoscere rettamente se stessa, simultaneamente come 'parte' e come 'tutto'. Tuttavia, la presenza di questa coscienza sarebbe stata certezza, soltanto dopo il processo d'incarnazione. Durante il vostro effettivo emergere attraverso la sostanza della Terra, c'era la possibilità che alcune creature diventassero attive in maniera autonoma. Doveva esserci perciò un mezzo per regolare dall'esterno la vostra frammentazione. Volevate che una parte di voi osservasse l'intero processo.
    Così, mentre vi preparavate ad entrare in rapporto con il pianeta, creaste degli esseri che vi ricordassero del vostro stato originario di consapevolezza unificata: gli Angeli. Il loro valore, così come il loro limite, sorgeva dal fatto che essi non avevano nessuna comprensione del processo che stavate per intraprendere. Le istruzioni, per loro, erano di tenersi quanto bastava fuori dalle cose, fin verso la fine del processo. Poi, al ricevimento di un segnale prestabilito, avrebbero stretto rapporti di comunione con gli esseri umani della Terra di quel momento, e li avrebbero aiutati a risvegliarsi e a ritornare al loro stato originario di consapevolezza unificata.
    Abbiamo ricevuto quel segnale circa duemila anni fa.
    Ci sono voluti quasi due millenni per prepararvi al messaggio che vi portiamo. È stato necessario educarvi, prima che fosse possibile una comunione di questo tipo. Ora, tuttavia, il momento è vicino. Le nostre istruzioni sono di risvegliarvi al ricordo dello scopo, alla memoria di voi stessi. È il momento di dare inizio al ciclo finale della Creazione Cosciente durante il quale le stesse creature terrestri parteciperanno allo svelarsi del proprio disegno. Il corpo che state creando per la dimora della consapevolezza di Cristo, è un corpo malleabile, alimentato dalle intenzioni creatrici del Padre, capace di portare a compimento il distacco dall'aspetto madre.

    (Trasmissioni stellari – Un messaggio per il Pianeta terra di Ken Carey).

    [link=hyperlink url] http://www.segnidalcielo.it/index.html%5B/link%5D


    #35833

    Detective
    Partecipante

    TEOLOGIA DEGLI EXTRATERRESTRI

    Dio

    Le razze extraterrestri che si sono trovate a dover parlare di Dio in risposta alle domande loro rivolte dagli umani, o che spontaneamente hanno voluto parlare della cosa, hanno unanimemente affermato di credere in ciò che noi terrestri chiamiamo “Dio”. Pertanto, il “Dio” cui si riferiscono non é figura antropomorfa o patriarcale come per molte delle nostre religioni, bensì una Fonte Suprema (il termine non fa parte del vocabolario degli ET ma rende l'idea) – una matrice trascendente di Consapevolezza che sottintende il Tutto e che rappresenta quel qualcosa che dà essenza e specificità a tutto ciò che è (che comunque resta una manifestazione parziale della stessa Fonte Suprema). Empiricamente, gli ET hanno mostrato Dio ai loro contattati. Tale esperienza é stata descritta come il trovarsi “al cospetto di una luce intensa, brillante, travolgente, dalla quale emana un amore incredibilmente potente, così inconcepibile che chi ne fa esperienza si sente perduto in un oceano di amore senza limiti e confini”. Gli ET non si lasciano andare a commenti riguardo a “Dio”, preferendo che sia Lui a parlare, per e di se stesso. A chi in proposito li confondeva con entità divine, essi enfaticamente chiarivano di non essere “Dio”.

    “Superiorità” degli extraterrestri

    Benché non specificatamente di carattere teologico, l'idea che gli extraterrestri debbano essere ritenuti intellettualmente, culturalmente, geneticamente, tecnologicamente e spiritualmente superiori a noi sembra a tutti gli effetti materia di indiscutibile interesse per le implicazioni metafisiche che comporta. I rappresentanti delle razze extraterrestri che ci visitano manifestano capacità considerevolmente assai più elevate, a livello intellettuale, della media degli esseri umani. Tale superiorità può essere in parte dovuta all'educazione, alla cultura, alla bioingegneria, o a una naturale selezione. Nonostante tali considerazioni la maggior parte degli extraterrestri ritengono gli umani uguali a loro: vale a dire esseri senzienti, forme di vita consapevolmente intelligenti. La gran parte delle razze aliene sembra essere geneticamente più avanzata della nostra, dotata di processi mentali più sviluppati, di maggior acutezza sensoriale, di più spiccate attitudini parapsicologiche, provvista di un sistema immunodeficiente più robusto del nostro, più longeva, e in possesso di processi nutritivi più sofisticati. E' poi fuor di dubbio che gli ET siano culture tecnologicamente molto più avanzate di noi. La loro capacità di viaggiare attraverso lo spazio interstellare e/o dimensionale non é che un esempio della loro superiorità tecnologica. Culturalmente, le razze ET appaiono nel loro insieme più progredite di noi, come provato dalla complessa, eppure armoniosa, interdipendenza di funzioni delle loro società, dall'assenza di aggressività, di attività militari, dalla presenza di profondo rispetto per la Terra, per i suoi ecosistemi, per gli esseri umani, dalla generale assenza di paternalismi nei confronti di culture umane più primitive, dalla loro spinta a una costante elevazione filosofica che li porti a principi morali sempre più alti. Gli ET dimostrano una spiritualità altamente sviluppata, come evidenziato dall'integrazione di consapevolezza spirituale tipica delle loro culture, dall'assenza di formalità religiose, da una veduta compassionevole di fronte a ogni altra cultura per il semplice fatto che essa esiste spiritualmente e ha diritto ad evolversi.

    Missione spirituale degli extraterrestri

    A prescindere dalle numerose missioni che tali entità svolgono nell'intento di accrescere i loro contatti con il nostro pianeta, ci pare opportuno prendere in esame la loro missione spirituale. Gli extraterrestri si sono sempre dimostrati infaticabili nel loro compito di voler comunicare continuamente ai contattati le loro origini. Spesso allo “smemorato” umano la sua vita é stata mostrata per quello che é: una scintilla di coscienza preesistente alla sua vita. In altri casi, gli extraterrestri hanno mostrato agli umani le loro vite precedenti; vite durante le quali venivano loro offerte opportunità di sviluppo spirituale. Non di rado, poi, essi hanno mostrato ai loro ospiti fugaci squarci di un'origine comune con uno o più gruppi razziali extraterrestri. Ciò suggerisce un concetto di fratellanza cosmica, di “famiglia allargata”, di mutua connessione e compartecipazione con tutto ciò che ha vita nell'universo. Attualmente gli extraterrestri stanno sempre più mostrandoci di ritenerci entità fornite di uguale consapevolezza. In proposito amano aprirci alla loro spiritualità parlando volentieri della natura della vita, della metafisica comprensione della natura del cosmo, e dell'illuminante correlazione con tutte le forme di vita intelligente.

    Gli ET sono dei “guru” spirituali?

    La visione di taluni extraterrestri, specialmente quelli luminosamente non-corporei, ha convinto alcuni fra noi a ritenere di trovarsi al cospetto di entità divine e a chiedere se come tali dovevano essere venerate. Immancabilmente quei contattati si sentivano rispondere che gli extraterrestri non erano “Dio”, che pertanto consideravano l'Essere Supremo. Gli extraterrestri affermano di vedere se stessi alla stregua di catalizzatori o mezzi atti a facilitare la crescita della nostra coscienza e consapevolezza. Come espresso da Carl Sagan, gli ET sono fra noi in qualità di “missionari”.

    Il ruolo degli extraterrestri nello sviluppo umano

    Gli extraterrestri dichiarano di essere stati coinvolti nell'evoluzione dell'umanità fin dal più remoto passato. Il che comporta che da parte loro ci sia stata un'operazione di ingegneria genetica compiuta sui nostri primati al fine di incrementare il loro sviluppo intellettuale e cosciente. Gli ET sono anche intervenuti culturalmente per allargare la nostra coscienza tramite ispirazione telepatica e incontri con umani selezionati. Possano tali interventi risolvere una volta per tutte il mistero archeologico del cosiddetto “anello mancante”, e quello antropologico dell'improvvisa crescita dal niente dei Sumeri e delle culture proto-africane

    Gli ET, gli Avatars, l'ispirazione religiosa

    Solitamente col nome di Avatars (le più grandi figure religiose del mondo) si intendono: Zoroastro (Zoroastrismo), Lao-Tse (Taoismo/proto-Confucianesimo), Mosé (Giudaismo), Gesù (Cristianesimo), Buddha (Buddismo), Maometto (Islamismo), e Donna Bisonte Bianco (spiritualità nativo-americana). I contattati fra i leaders spirituali Nativo americani hanno dichiarato che Gesu va ritenuto un Uomo delle Stelle, e che gli Avatars sono Uomini delle Stelle. Gli extraterrestri hanno fatto capire che gli Avatars sono stati mandati al genere umano dalla Fonte Suprema col proposito di accrescerne la spiritualità e la sua evoluzione.

    Morte e giudizio contrapposte a reincarnazione

    Tutti gli extraterrestri che si sono trovati a parlare dell'esistenza hanno unanimemente espresso certezza che sia per gli umani sia per gli extraterrestri si debba parlare di vite precedenti, e che dopo la morte ci si debba in molti casi reincarnare in altre vite. Oltre ad affermare la reincarnazione, gli extraterrestri hanno anche detto che ognuno sceglie di sua spontanea volontà se volere o meno reincarnarsi in un nuovo corpo per vivere un'altra vita. Pertanto, la vita successiva può essere vissuta in un altro pianeta. Gli extraterrestri, in certi casi, hanno mostrato ai loro contattati le loro precedenti vite come extraterrestri, e anche le loro future vite in una forma diversa da quella umana, nonché un individuo che era stato precedentmente un extraterrestre che si era poi reincarnato in un corpo umano per fare esperienza della vita su questo pianeta. In verità, tali forme di coscienza extraterrestre umanizzate hanno deliberatamente scelto di venire fra noi in qualità di missionari per contribuire a un avanzamento dell'umanità. Il livello di coscienza e di progresso spirituale che una data anima/coscienza fa in una data vita influenza le possibili scelte che quell'anima farà in una vita seguente. Nella teologia degli extraterrestri non esiste il concetto di una sola vita dopo la quale l'anima viene giudicata e premiata o condannata per l'eternità.

    Il “peccato” e l'esistenza del male

    Nessun extraterrestre condivide l'idea del “peccato”, tendendo piuttosto a considerare le azioni negative degli umani come scelte né sagge né illuminate. Il punto focale verte sull'apprendimento da parte dell'umano a operare in modo più consapevole. Gli extraterrestri non sono comunque dei moralisti. Se le scelte sono troppo deleterie possono al massimo provare a influenzarci affinché ci si ravveda; raramente interferiscono per porre rimedio alla situazione. Molti contattati, inclusi alcuni leaders politici, fanno presente peraltro di essere stati rimproverati a causa di decisioni che per la loro pericolosità hanno provocato danni all'ambiente o ad altri esseri umani. Sembra che i Popoli delle Stelle pensino che il male sia mancanza di luce, e che la luce si accresca attraverso il miglioramento della nostra consapevolezza del bene. Quelle che noi chiamiamo punizioni vengono concepite più come un arresto del nostro comportamento pernicioso e come lezioni morali piuttosto che come punizioni vere e proprie.

    Dio, Creazione ed evoluzione

    I dati in nostro possesso sono ambigui. I messaggi trasmessi per via telepatica ai contattati sembrano comunque fornire indicazioni riguardanti sia la creazione sia l'evoluzione del cosmo. L'enigma potrebbe forse essere chiarito se comprendessimo veramente quale idea gli extraterrestri hanno del divino. Dio viene identificato con la Fonte Suprema tramite la quale si manifesta il Tutto, la matrice della Consapevolezza che ha dato e dà origine a tutte le infinite manifestazioni del Creato. Tale concetto teologico va in un certo senso messo in relazione a ciò che si legge nel primo capitolo del Vangelo di Giovanni. Giovanni parla del “Verbo” (in greco: logos, Dio/Gesù). Il Verbo é l'equivalente del principio che “fa” tutte le cose per quello che esse sono. Ogni cosa esiste in se stessa fintanto che partecipa a un più alto o basso livello del Verbo stesso.

    Gesù e la redenzione

    Il ruolo di Gesù per quel che riguarda la vita spirituale del genere umano é correlato all'influenza esercitata sul genere umano da parte degli Avatars. Gli extraterrestri considerano la vita di Gesù, intesa come servizio per tutti noi, e il suo sacrificio come supremo esempio del vivere portato al suo più elevato sviluppo di coscienza, in quanto parte essenziale della propagazione dei suoi insegnamenti spirituali, della sua guida morale, della sua testimonianza dei più alti principi dell'esistenza stessa. Da questa prospettiva, la redenzione non andrebbe intesa come il “lavar via i nostri peccati”, quanto piuttosto come il fondamento di un nuovo codice di comportamento morale – alta consapevolezza – da contrapporsi alle negative conseguenze – bassa consapevolezza – del comportamento umano. Gesù ha lasciato all'uomo la libera scelta ma enfaticamente ha messo in evidenza le conseguenze del suo comportamento. Che é in pratica ciò che fanno anche gli extraterrestri nei nostri confronti. Tali entità, evolutesi al punto di viaggiare attraverso gli spazi interstellari e il cui compito é quello di fare da missionari a chi non ha raggiunto il loro livello di crescita, non esprimono in ogni caso alcun parere a proposito della loro evoluzione spirituale. Non ci é dato di sapere quindi se fra le loro civiltà vi sia mai stata una figura di maestro spirituale della portata di Gesù.

    La famiglia di Dio

    Una delle domande chiave della teologia riguarda la parentela di Dio. Chi fa parte della sua famiglia? Quanto é grande la sua famiglia? Quanto é varia? I nostri visitatori extraterrestri, fin dal loro primo apparire fra noi e dal loro primo comunicare i loro pensieri spirituali, ci hanno parlato di quanto ampia e varia sia la famiglia di Dio. Essa davvero si estende attraverso tutto l'universo, comprendendo in sé tutte le forme di vita intelligente. Possa essere di conforto ai religiosi il sapere che, attraverso le galassie e oltre, “dove si trovano insieme due o tre persone”, fra loro si trova Dio. Gli extraterrestri sono consapevoli di quanto gli esseri umani siano preziose scintille divine. Non di meno, le culture extraterrestri si esprimono in maniera diversa a proposito del nostro comportamento riguardo ai nostri simili e alle altre creature della Terra.
    Afferma Richard Boylan: “La considerazione relativa a come gli esseri umani si potrebbero collocare nei confronti delle spirituali culture aliene che ci stanno visitando ci fa riflettere a proposito del nostro punto di vista religioso. Per esempio: il comportamento degli americani sarebbe molto diverso dal comportamento che a suo tempo ebbero i coloni europei allorché s'imbatterono negli “alieni” (Indiani dell'Isola caraibica di Hispaniola)? Gli europei ritennero che la religione dei caraibici fosse pagana e da disprezzarsi, il che giustificò la loro imposizione forzata del Cristianesimo a quelle genti. Forse il comportamento più giusto che dovremmo avere riguardo ai rappresentanti delle culture extraterrestri potrebbe essere quello suggerito dall'Osservatorio Vaticano, nella persona dell'astronomo e gesuita Guy Consulmagno: “Se dovessimo entrare in contatto con altre forme di vita intelligente, dovremmo dir loro della nostra storia sacra, ascoltarli parlare della loro, e imparare.”

    La precessione equinoziale ha la durata di 26.000 anni circa. Il 21 dicembre del 2012 si dice che essa volgerà al suo termine. Speriamo non si debbano attendere altri 26.000 anni per sapere che il nostro pianeta e l'intera umanità fanno entrambi parte di un ben più vasto consorzio, quello che i Nativi americani chiamano i Popoli delle Stelle.

    [link=hyperlink url] http://www.segnidalcielo.it/teologia_extraterrestre.html [/link]


    #35834
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    cio di cui hanno parlato Siragusa e ora Bongiovanni non è cosi assurdo

    ———-
    [youtube=425,344]TKhK_QP0QaU
    Per costruire un tale mini buco nero probabilmente vi servono cristalli perchè i cristalli tagliati appropriatamente e fatti risuonare sarebbero perfetti per creare questo legame, dato che le loro molecole, i cristalli sono 70% acqua, sono tetraedriche, sono molto coerenti e con la giusta geometria e la griglia di 64 tetraedri e il giusto gasi, potete creare questa dinamica.
    0:56 per il mio studio degli Dei Solari e di queste antiche civiltà ,sento che la griglia di 64 tetraedri erano in una sfera di cristallo e con del gas, non è un cristallo esoterico, ma qualcosa di molto tecnico e tecnologico, non parlo di un cristallo della montagna con cui meditare
    1:45 credo che le persone della new age ricordano il potere del cristallo e di questa tecnologia, il primo a parlare di Atlantide è stato Platone non uno psichico, Platone era molto rispettato e usiamo molto dei suoi testi a parte i suoi tre libri su Atlantide in cui dice che era un fatto e che li aveva avuto da un Sacerdote in Egitto e descrive una tecnologia con grande potere descritta da Cayce,
    2:40
    Cayce descrisse una fonte di energia luminosa e cristallina e credo che sia un cristallo costruibile per creare un legame con la geometria dello spazio, mi seguite? Iniziai a leggere la Bibbia e trovavo descrizioni di Dio, parole come “Il trono di Dio dove si trova il cristallo”…ecc..la storia di Ezechiele, il libro di Enoch, non è nella Bibbia, trovato in Etiopia e tradotto direttamente dai testi originali
    3:54 in entrambi i casi descrivono un'astronave nelle nuvole e si apre una porta e vengono portati via, viene descritto un trono di Dio come un cristallo con arcobaleno attorno, penso che descrivessero la propulsione dell'astronave.
    4:35 Leggendo la Bibbia realizzai qualcosa che non avevo notato, molto della Bibbia …descrive il vecchio testamento descrive….leggevo e leggevo..grazie, 5:19 la Bibbia descrive qualcosa, il vecchio testamento descrive qualcosa di strano, quando parla di Dio non dice “E Dio” dice e “l'Arca dell'Alleanza di Dio”..viene fuori che il Vecchio Testamento descrive l'andare e venire dell'Arca dell'Alleanza, a parte la Genesi, ma anche quando la leggete nel contesto che descriviamo, è molto simile al racconto di Atlantide di Platone
    6:20 Una civiltà che usa avanzata tecnologia che permette di vivere molto a lungo, nella Bibbia si parla di gente che vive 600-800 anni, poi la civiltà viene allagata, quello che dice Platone di Atlantide e anche la Genesi ci assomiglia ed era interessante..allora studiavo..ho realizzato che il tempio di Salomone è stato costruito solo per accogliere al centro l'Arca dell'Alleanza di Dio, il Sacro del sacro, il Potere dei Poteri, allora pensai che le antiche tradizioni parlano di un oggetto, che chiamano il seme di Dio..
    7:41 Era interessante perchè in Genesi parla dell'albero della conoscenza, sapete ? L'albero della conoscenza e la mela ecc..? Interessante, se tagliate a meta una mela avete un doppio toroide con un seme al centro che permette di avere altre mele e alberi di mele ok? La singolarità ok? Le mele e la singolarità e cosi via..
    8:30 Quindi lessi in Genesi 4:24 Quando l'uomo crebbe di numero e nacquero figlie, i Figli di Dio (plurale) videro le figlie dell'uomo che erano bellissime e le sposarono e i Nephilim erano sulla Terra in quei giorni, quindi non erano terrestri ok?, e anche dopo e i Figli di Dio ebbero figli con le donne degli uomini, questi divennero gli eroi della storia..
    9:24 Questo descrive i Figli di Dio che vennero sulla Terra ed ebbero figli con le donne della Terra, allora capii aspetta! 9:40 Questo sistema planetario è stato inseminato? Quindi inizi, in antropologia ci mancano i legami tra l'uomo antico e moderno e questo legame si allarga sempre di piu man mano aumentano i dati, ci sono nuovi teschi che rendono piu difficile il legame..allora continuai a leggere e arrivai su qualcosa di forte..
    10:36 Esodo…13:22..il Lord..
    https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?72061.154

    poi il modo in cui viene posto può non essere condivisibile..


    #35836

    Detective
    Partecipante

    [quote1259596067=Richard]
    cio di cui hanno parlato Siragusa e ora Bongiovanni non è cosi assurdo

    poi il modo in cui viene posto può non essere condivisibile..
    [/quote1259596067]

    Hai perfettamente ragione…….

    Ognuno intende quel che vuole, come vuole e può anche mal'intendere il messaggio perchè scomodo o perchè ha paura della verità.
    Purtroppo è proprio da ciò che nascono molte verità distorte, tanta e tanta disinformazione e giudizi e critiche negative verso dei “veri Profeti” che annunciano, con assoluta sincerità, ciò che deve essere detto per indirizzare, con le buone o con le cattive (ciò dipende dal livello di coscienza di ogni uomo), ogni uomo sulla strada della verità che porta a Dio :sagg:


    #35835
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    veri profeti o meno, profeti o non profeti, etichette o meno..prendi cio che serve e lascia il resto


    #35837

    Detective
    Partecipante

    Grazie del consiglio :K:


    #35838
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    come nel film il Signore degli Anelli
    ricordi? non giudicare Gollum, anche lui ha la sua parte..


    #35839

    Detective
    Partecipante

    Sia il bene che il male seguono lo stesso fine: “la legge dell'evoluzione”.

    GIUSTO??


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 21 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.