La vera storia del satan o apologia del male?

Home Forum TEOLOGIA La vera storia del satan o apologia del male?

  • This topic has 8 partecipanti and 29 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #36667
    Anonimo

    [quote1301061085=Nuzzi]
    Per gli ebrei, per i cristiani invece dio è polarizzato. E' infinitamente buono e, di conseguenza, lontano dalle idee di male. Il diavolo è quindi necessario perchè la polarizzazione abbia senso
    [/quote1301061085]
    Hai fatto una importante osservazione, dappertutto Dio è Equilibrio soltanto con l'avvento del monoteismo giudeo-cristiano troviamo una forte polarizzazione e la separazione forzata tra Elementi – uno squilibrio innaturale che non rispecchia davvero la realtà. Ciò è avvenuto però dopo l'interpretazione delle scritture da parte del potere religioso costituito da uomini poco spirituali, che non hanno saputo o voluto cogliere la profondità di quanto è stato narrato prima di loro. Poiché nella Mitologia ebraica originale, Dio viene chiamato “gli Elohim” e rappresenta l'insieme di molte “Entità” creatrici e distrutrici. Brahma, Vishnu, Shiva, non sarebbero diversi da YHWH, Lucifero e Satana. Il 1° dà Vita, il 2° la mantiene o la salva dai pericoli cosmici ed il 3° controlla l'universo (la sicurezza e la qualità degli Esseri creati) dunque distrugge i mondi erranti se e quando necessario, sempre secondo la giustizia superiore. Il “Dio” ebraico originario è l'insieme, l'equilibrio tra questi tre e molti altri “dèi” o principi Universali (Archetipi) il che tra l'altro si afferma in alcune correnti sapienziali dell'Ebraismo e del Cristianesimo gnostico. Ostinarsi a “interpretare” la Bibbia alterata è sbagliato, sarebbe più costruttivo integrare il meglio di tutte le filosofie, scritture e mitologie perché le favole non possono essere trasformate in una verità. Non c'è il Bene e il Male fuori di noi ma soltanto dentro, ed un uomo saggio conoscendo entrambi sceglie sempre quello che di volta in volta risulta essere Giusto, in un determinato istante dello SpazioTempo dinamico.


    #36668
    Nuzzi
    Partecipante

    Ciao Nessuno, sono d'accordo con te che la teogonia ebraica preveda l'esistenza di entità divine in modo molto simile ai culti che ricordavamo precedentemente. Bisogna però sottolineare come il culto ebraico abbia contrastato parecchio questa visione antica, volendo per forza considerare il dio come “il giusto” e non come anche l'ingiusto.
    Sebbene tu ricordi che gli elohim della bibba siano divinità “arcaiche”, in cui non è chiara la distinzione fra bene e male, è anche vero che a fronte di qualche episodio sporadico il resto del vecchio testamento è tutto impostato su un concetto di un dio polarizzato. Ora la mia polemica si può riassumere così: se gli ebrei si sono fatti il mazzo per sostituire il “vecchio dio tutto” con il “nuovo dio buono” evidenetemente aveva delle loro ragioni. Mi sembra presuntuoso dire al popolo che ha scritto la bibbia che in realtà non la capisce e invece noi, che non c'azzecchiamo nulla col mondo ebraico, la capiamo meglio di loro. Mi sembra il classico argomento dell'occidentale che si crede in grado di capire e confrontare tutte le culture, anche quelle che si fondano su una visione del mondo radicalmente diverse dalla sua.
    Io sono dell'idea che è giusto che ognuno si scelga il suo modo di intendere dio, in base alle sue esigenze e alle sue necessità.
    Perchè non si può semplicemente dire: ok i giudaico-cristiani pensano un dio polarizzato. A me non piace questa idea. Dunque sceglierò di non curarmi del culto giudaico cristiano! Perchè per forza volerlo ricondurre al culto che ci piace a noi?
    Voler a tutti i costi che tutti gli uomini abbiano la stessa idea di dio non è forse un tentativo di polarizzare la divinità rendendola uguale per tutti?
    La diversità, anche in capo religioso, non è una ricchezza?


    #36669
    Anonimo
    Video dalla Prima Pagina

    A questo punto è giusto legittimare tutti gli omicidi dei tanti dittatori della storia visto che anche loro perseguivano un progetto?

    Riflettete e diffondete

    La mia risposta: Questi dittatori avevano tutti un progetto criminale in quanto loro stessi erano criminali, ma un creatore saggio può fare quel che desidera delle sue creature poiché quello che farà è sempre per il bene di tutti, anche dei cosiddetti 'Morti'…

    [quote1301071623=Nuzzi]
    Ciao Nessuno, sono d'accordo con te che la teogonia ebraica preveda l'esistenza di entità divine in modo molto simile ai culti che ricordavamo precedentemente. Bisogna però sottolineare come il culto ebraico abbia contrastato parecchio questa visione antica, volendo per forza considerare il dio come “il giusto” e non come anche l'ingiusto.
    [/quote1301071623]
    Satana non è “ingiusto”, se valuti il suo operato dal punto di vista cosmico e superpartes.

    Sebbene tu ricordi che gli elohim della bibba siano divinità “arcaiche”, in cui non è chiara la distinzione fra bene e male, è anche vero che a fronte di qualche episodio sporadico il resto del vecchio testamento è tutto impostato su un concetto di un dio polarizzato.

    Perché i sacerdoti dovevano confezionare la loro favola Misterica.

    Ora la mia polemica si può riassumere così: se gli ebrei si sono fatti il mazzo per sostituire il “vecchio dio tutto” con il “nuovo dio buono” evidenetemente aveva delle loro ragioni.

    Le ragioni sono che l'uomo “primitivo” non è capace di elaborare, comprendere, accettare la Realtà, qualunque essa sia. La Verità, le “divinità” ed i loro portavoce (Abramo, Mosè, Ezechiele etc.) la offrono a gradini e livelli secondo i Tempi e la meritocrazia.

    Mi sembra presuntuoso dire al popolo che ha scritto la bibbia che in realtà non la capisce e invece noi, che non c'azzecchiamo nulla col mondo ebraico, la capiamo meglio di loro.

    Purtroppo è così, [u]secondo me[/u].

    Mi sembra il classico argomento dell'occidentale che si crede in grado di capire e confrontare tutte le culture, anche quelle che si fondano su una visione del mondo radicalmente diverse dalla sua.

    Lo so, l'abbaglio è dietro l'angolo, accetto il rischio.

    Io sono dell'idea che è giusto che ognuno si scelga il suo modo di intendere dio, in base alle sue esigenze e alle sue necessità.

    Ovviamente, su questo non si discute….

    Perchè non si può semplicemente dire: ok i giudaico-cristiani pensano un dio polarizzato. A me non piace questa idea. Dunque sceglierò di non curarmi del culto giudaico cristiano! Perchè per forza volerlo ricondurre al culto che ci piace a noi?

    In effetti, sul culto Ebraico esistono tante interpretazioni diverse, ed un Ricercatore serio dovrebbe consultarle tutte, come ho fatto io. Per poter scegliere, oppure… scegliere di non scegliere.

    Voler a tutti i costi che tutti gli uomini abbiano la stessa idea di dio non è forse un tentativo di polarizzare la divinità rendendola uguale per tutti?
    La diversità, anche in capo religioso, non è una ricchezza?

    Concordo. Ognuno dovrebbe avere un'idea personalissima del presunto e ipotetico dio. Tra l'altro un dio imposto dall'esterno limita e non libera l'uomo, anche se dovesse essere quello “giusto”.


    #36671
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    Davvero interessante. Io non ho nemmeno una percentuale delle vostre letture e approfondimenti, ma sono un po' in disaccordo sull'approccio. Mi spiego meglio: per me, la Verità è più importante della mia verità, e ciò che cerco è la Verità. Non mi interessa che sia comoda o scomoda… Vorrei capire quando la incontrerò, magari anche solo in parte, se mai l'incontrerò…

    Per quanto riguarda Jahvè… un saggio quindi può compiere degli omicidi? Il fine giustifica i mezzi? Anche contro esseri indifesi e puri?
    A me pare, dalle letture di De Angelis, che i racconti biblici parlino chiaramente di creature superiori scambiate per dei dall'ignoranza umana… Del resto la mitologia è piena di questi esempio (il Dio del sole che viene trasportato con il carro etc).


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #36670
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    [quote1301076444=♫nessuno♫]
    Il concetto del diavolo cattolico no, però di 'Lucifero' (serpente) si parla nella Genesi (portatore di Luce) e di Satana si parla in Giobbe (l'Oppositore, accusatore, Controllore). In realtà non esiste “un diavolo” soprannaturale ma gli Esseri non terrestri con ruoli diversissimi, alcuni dei quali in seguito sono stati inglobati in un unico personaggio fittizio, soprattutto dalla teologia cristiana trasformando così l'equilibrio e la sapienza in male (diavolo). Comunque Lucifero non è legato a quello che, comunemente, si intende per “il diavolo”, anzi.

    Satana secondo wikipedia (un interessante approfondimento): http://it.wikipedia.org/wiki/Satana Poi, Lucifero è stato anche uno dei titoli del Cristo: http://it.wikipedia.org/wiki/Lucifero

    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Con riferimento a Cristo
    Seguito all'uso del termine nel Nuovo Testamento, nei primi secoli della Chiesa, il nome Lucifer è stato considerato un titolo di Cristo:

    2 Pietro 1:19 et habemus firmiorem propheticum sermonem cui bene facitis adtendentes quasi lucernae lucenti in caliginoso loco donec dies inlucescat et lucifer oriatur in cordibus vestris.

    La Nuova Diodati Noi abbiamo anche la parola profetica più certa a cui fate bene a porgere attenzione, come a una lampada che splende in un luogo oscuro, finché spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori,

    [/quote1301076444]
    Lucifero viene tradotto in stella mattutina? :ummmmm:
    Ed addirittura dal latino… come spiegano una cosa del genere O-O

    [quote1301076444=♫nessuno♫]Per esempio nell'inno Carmen aurorae, o come un nome adatto per i bambini cristiani. Vedi San Lucifero, il vescovo di Cagliari (morto 370).

    [quote1301026125=pasgal]Ci fanno adorare un dio (in carne ed ossa) violento e che per la chiesa si chiama Satana.
    [/quote1301026125]
    Per me non esistono gli dèi fatti di spirito, o immateriali. La chiesa è una organizzazione politica… “Babilonia la Grande”, logico che ci fa adorare un dio immaginario (e tiranno) – il suo perfetto specchio. Ognuno adora il suo personaggio di fantasia preferito quello che più gli assomiglia.

    [quote1301047357=InneresAuge]

    rispetto all'idea originaria di un Dio che invece è severo e privo di bontà e malvagità tipicamente umana.
    [/quote1301047357]
    Esatto. La Giustizia non prevede sentimenti, è solo matematica.

    [quote1301047357=InneresAuge]
    Un Dio oltre la materia, che da un valore diverso alla vita carnale e che guarda più in prospettiva conoscendo la nostra eventuale eternità…
    [/quote1301047357]
    Ogni “Dio” è Spirito (Coscienza) e Materia, ogni Uomo è Dio e Dio è l'Uomo.[/quote1301076444]
    No qui stiamo parlando di due cose diverse.
    Dio ≠ uomo, o almeno la concezione comunemente accettata di Dio come essere spirituale e non materiale.
    Se tutti siamo Dio, Dio non esiste… perché di sicuro non siamo il “Dio”.
    Qui forse nasce l'evidenza di un fraintendimento iniziale “evoluto” = Dio. Come, ad esempio per una tribù che non ha mai conosciuto la civiltà occidentale, vista una televisione penserebbe ad un opera della stregoneria di chissà quale Dio…
    E materia significa mortalità a mio modo di vedere… Come un ancora che comporta delle leggi.

    [quote1301076444=♫nessuno♫]Come noi siamo fatti di “spirito e materia”, anche il Dio biblico sarà fatto di “spirito e materia”, in effetti siamo stati creati a Sua/Loro immagine e somiglianza. Se noi possiamo “illuminarci” lo possono fare anche loro, non c'è alcuna differenza.[/quote1301076444]

    Somiglianza non significa identici e con le stesse possibilità… anzi magari siamo imperfetti, al contrario di loro, proprio per via della nostra origine ibrida.

    [quote1301076444=♫nessuno♫][quote1301047357=InneresAuge]
    Poi penso che chi prega un Dio “buono”, di sicuro non si sta rivolgendo al Jhavè biblico e malvagio… almeno nelle intenzioni più profonde.
    [/quote1301047357]
    YHWH non è malvagio -lo pensa soltanto chi non l'ha conosciuto personalmente- dato che Satana, il suo grande Amico, per testare l'umanità lo ha calunniato per 13 millenni, quindi le informazioni sul suo conto sono tutte false o alterate, d'altronde gli uomini spesso giudicano quello che non conoscono, un vizio antico.[/quote1301076444]

    Questo è vero… ma è un falso problema. Tutta la nostra conoscenza si basa sul passaggio culturale tra persone e popoli, anche perché non mi risulta che dia modo ad ognuno di noi di toccare con mano le sue intenzioni e la sua personalità. Nei testi, se dobbiamo prendere per buoni, si parla di omicidi…

    [quote1301076444=♫nessuno♫]
    [quote1301047357=InneresAuge]
    Inoltre, se questo Dio era in carne ed ossa… è morto…?
    [/quote1301047357]
    Quale Dio esattamente? Comunque YHWH, Lucifero e Satana, tutti e tre sono ancora oggi Viventi, YHWH ha 25.ooo anni circa, perché ovviamente gli “dèi” sono immortali.[/quote1301076444]
    Viventi e in carne ed ossa? E dove sarebbero?(chiedo sul serio, non è una battuta) Ci hanno abbandonati? Non riesco a immaginare ad un essere in carne ed ossa, vivente dopo 25.000 anni… La materia è soggetta a degrado per sua natura.

    [quote1301076444=♫nessuno♫]
    [quote1301047357=InneresAuge]
    Le fonti di cui si avvalgono, sono riconosciute dalla scienza ufficiale?
    [/quote1301047357]
    La scienza ufficiale ad esempio non riconosce gli studi e le traduzioni di Zecharia Sitchin come validi.[/quote1301076444]
    Ci sono invece delle traduzioni degli stessi testi riconosciuti ufficialmente?

    [quote1301076444=♫nessuno♫][quote1301049652=Richard]Io ritengo più credibile e corretto che i testi tramandino nel mito una concezione metafisica della realtà, applicabile scientificamente e spiritualmente, che è rimasta in storie in parte simboliche e in parte reali, ma è stato privilegiato il lato masculino e possessivo del concetto di Dio (o energia sottostante alla manifestazione della realtà che osserviamo) e soppresso quello femminino come forse ci indica questo articolo http://www.ditadifulmine.com/2011/03/asherah-la-moglie-di-dio.html
    [/quote1301049652]
    E' vero, YHWH (Io Sono Colui che E') sarebbe un Essere Celeste di una saggezza incommensurabile e rappresenta ugualmente molti altri Esseri del cosmo dotati di una Coscienza evoluta, le sue caratteristiche spirituali e scientifiche sono state falsificate dalle chiese cristiane, o sono semplicemente rimaste incomprese.
    [/quote1301076444]

    Non so… non riesco a spiegarmi perché avrebbero vissuto così tanto “in mezzo a noi” per poi sparire…

    Ovviamente tutto imho, so bene di essere nemmeno un granello… un po' troppo curioso sulla realtà e verità 😀


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #36672
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    [quote1301078202=Richard]
    A me questa cosa di YHWH e Satana come esseri che esistevano in carne e ossa non convince
    poi magari è anche vero..ma sarebbe comunque, a mio parere, una personalizzazione fatta da chi ha scritto i testi o ha tramandato nei millenni, chissà quanti millenni in realtà, certe eredità di una cultura ancora precedente.

    Io ritengo più credibile e corretto che i testi tramandino nel mito una concezione metafisica della realtà, applicabile scientificamente e spiritualmente, che è rimasta in storie in parte simboliche e in parte reali, ma è stato privilegiato il lato masculino e possessivo del concetto di Dio (o energia sottostante alla manifestazione della realtà che osserviamo) e soppresso quello femminino come forse ci indica questo articolo http://www.ditadifulmine.com/2011/03/asherah-la-moglie-di-dio.html

    In realtà YHWH o Tetragramma è per me un simbolo che indica la base concettuale di questa scienza e conoscenza che spiega come tutti facciamo parte di una sola Entità e proveniamo da questa Fonte, che produce due polarità.
    [/quote1301078202]
    Il Dio vero, assoluto e creatore di cui siamo permeati… Mentre i testi biblici sembrerebbero parlare di altro.

    [quote1301078202=Richard]All'umanità è stata fornita forse solo una polarità, un lato di questa conoscenza oppure, l'umanità ha soppresso l'altra polarità per giustificare l'oppressione degli uni sugli altri.
    Potrebbe poi anche essere che certi nomi siano stati associati ad esseri che sono entrati in contatto con l'umanità e provenienti da altri mondi.
    In generale però per me la gran confusione l'ha fatta l'uomo per ignoranza e anche appositamente.[/quote1301078202]
    Già… la ricerca della verità è durissima… un utopia.
    Per questo poi, probabilmente, molte tradizioni mistiche spingono a cercare un contatto diretto e personale… che purtroppo io ancora non ho trovato : (
    Ogni punto di vista è ricchezza e allo stesso tempo filtro.

    [quote1301078202=Richard]
    http://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Buckminster_Fuller
    Richard Buckminster Fuller
    Richard Buckminster Fuller (Milton, 12 luglio 1895 – Los Angeles, 1º luglio 1983) è stato un inventore, architetto, designer, filosofo, scrittore e conduttore televisivo statunitense. Fu anche professore alla Southern Illinois University.

    Oltre al vasto studio sui grandi concetti filosofici dell'umanità, le intuizioni più importanti di Fuller riguardarono la geometria analitica. Affermò che l'universo fosse composto da matrici di tetraedri. Sviluppò questo concetto in diversi modi, dall'approssimazione delle sfere con altri solidi alla stabilizzazione degli oggetti nello spazio tramite tiranti.[/quote1301078202]

    Affascinante! Da l'idea della natura immensamente complessa del tutto…!


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #36673
    Nuzzi
    Partecipante

    Secondo me, caro nessuno, stai semplificando alla grande.
    La questione “sacerdoti-potere” c'è anche in religioni in cui dio non è solo buono. Per questo non penso che il passaggio da un dio-tutto ad un dio-polare sia legato a esclusivametne a dinamiche di potere.
    Poi non hai colto il mio punto di vista quando dico: occhio che non c'è mica solo il popolo ebraico a parlare di dio. Ci sono numerose culture e numerosi popoli. Perchè intestardirsi a dimostrare che la bibbia voleva dire altro?
    Io personalemnte me ne batto le balle se la bibbia dice una cosa o un'altra. La leggo e ne traggo spunto come leggo un libro di saggezza, come leggo platone, non come il libro scritto da dio.
    Per quanto riguarda l'ipotesi alieni, per quanto meravigliosamente cucita negli articoli che sono postati, mi sembra farlocca.
    Mi si permetta di riassumermi in una battuta:
    ” se per dire che la bibbia è incoerente e che non è stata scritta da dio, devo metterci di mezzo gli alieni, mi pare che le mie argomentazioni inizali siano del tutto scarne.”


    #36674
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    Sono d'accordo sulla prima parte. L'uomo ha sempre sentito l'esigenza di crearsi un Dio, un punto di riferimento… è un bisogno ancestrale.
    Penso che per alieni, si possa intendere in senso esteso, creature non umane, superiori… (non ristretto ai grigi o alieni da film di fantascienza) che potrebbero aver portato alla creazione dell'umano (interpretando in un certo modo i testi).
    Mi piacerebbe scoprire quali sono le fonti attualmente riconosciute e che puzzle ne verrebbe fuori, escludendo Sitchin. La scienza cosa ne pensa
    E' davvero un peccato che abbiamo così poche informazioni sulla nostra origine e sul nostro passato remoto…
    Che fonti Bibliche vengono utilizzate da De Angelis?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #36675
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Queste creature si muovevano su navicelle volanti. Dischi o carri di fuoco. Secondo me non erano terrestri.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #36676
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1301129759=InneresAuge]
    Sono d'accordo sulla prima parte. L'uomo ha sempre sentito l'esigenza di crearsi un Dio, un punto di riferimento… è un bisogno ancestrale.
    Penso che per alieni, si possa intendere in senso esteso, creature non umane, superiori… (non ristretto ai grigi o alieni da film di fantascienza) che potrebbero aver portato alla creazione dell'umano (interpretando in un certo modo i testi).
    Mi piacerebbe scoprire quali sono le fonti attualmente riconosciute e che puzzle ne verrebbe fuori, escludendo Sitchin. La scienza cosa ne pensa
    E' davvero un peccato che abbiamo così poche informazioni sulla nostra origine e sul nostro passato remoto…
    Che fonti Bibliche vengono utilizzate da De Angelis?
    [/quote1301129759]
    ci stiamo muovendo in un percorso che porterà alla luce la Verità


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.