LA VERITA' CHE NON CI VIENE RACCONTATA

Home Forum PIANETA TERRA LA VERITA' CHE NON CI VIENE RACCONTATA

Questo argomento contiene 402 risposte, ha 32 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Detective 9 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 403 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #85317

    Detective
    Partecipante

    :K: Io propongo…….

    I segreti perduti di Nikola Tesla [1di5]
    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]byTH-Ifu7Lo [/link]

    I segreti perduti di Nikola Tesla [2di5]
    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]REkQSNUOVP8 [/link]

    I segreti perduti di Nikola Tesla [3di5]
    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]1UbncXUq254 [/link]

    I segreti perduti di Nikola Tesla [4di5]
    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]tIrVSnQbNGg [/link]

    I segreti perduti di Nikola Tesla [5di5]
    [link=hyperlink url] [youtube=425,344]SD0kh3G8LOQ [/link]


    #85327

    Detective
    Partecipante

    Quindi, arrivati a questo punto, segnaliamo sia le verità “positive” e sia le verità “negative”.

    Spero che siate d'accordo 😉


    #85328

    zret
    Partecipante


    #85329
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1259527278=zret]

    [/quote1259527278]

    Zret, l'idea di Gius è forte…dai, che vuoi dire con questi soliti puntini????
    stacchiamoci per un po' dalle scie…crudeltà e schifezze varie…

    comunque, se ci fosse la possibilità di andare su Venere….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #85330

    Detective
    Partecipante

    Tranquilla farfalla 5, anch'io su venere ci abiterei volentieri 😉


    #85331

    Detective
    Partecipante

    O-O A proposito di Venere…….

    D: Lei ha più volte dichiarato di aver viaggiato in altre galassie e di aver visitato altri pianeti. Cosa ricorda di queste esperienze?

    R: Il primo settembre del 1956 ebbi l’invidiabile possibilità di viaggiare a bordo di una delle loro astronavi. Mi fecero entrare in una grande sala circolare al centro della quale si trovava una sorta di macchinario a forma di spirale, apparentemente d’oro. Mi fecero sedere mentre uno dei tre uomini che costituivano l’equipaggio si sedette davanti al pannello di controllo. Un altro essere si mise accanto a lui mentre il terzo rimase vicino a me. Improvvisamente lo schermo si illuminò ed io vidi pianeti grandissimi su uno sfondo di stelle. Sorpassammo la luna e osservammo il passaggio di alcune meteore e, infine, raggiungemmo Venere. Sorvolammo il pianeta ed io vidi delle magnifiche costruzioni a forma di cupola con pianerottoli a spirale in mezzo a boschi e giardini. Vidi foreste, vaste distese d’acqua e persone in abiti dalle tinte pastello. Notai anche la presenza di animali che non mi erano familiari e di veicoli privi di ruote che sembravano fluttuare sul suolo. Quando ritornai sulla terra mi sembrò di entrare in una prigione. In seguito, comunque, ho fatto altri viaggi con loro. Sono stato, ad esempio, sulla luna.

    [link=hyperlink url] http://sguardidalcielo.blogspot.com/2009/07/e-morto-il-famoso-contattista-howard.html [/link]


    #85332

    Detective
    Partecipante

    BANCHE ARMATE 2009

    Triplicati per le banche italiane i compensi di intermediazione sulla vendita di armi all’estero. Abbiamo letto in esclusiva la relazione. Ed ecco i dati:
    Banca nazionale del Lavoro, Intesa-San Paolo e Unicredit: sono le principali banche italiane coinvolte nel commercio di armi. Nulla di illegale – intervengono in operazioni regolarmente autorizzate – ma si tratta evidentemente di attività da non pubblicizzare troppo, tanto che sono stati gli stessi istituti di credito a chiedere al governo di non rendere pubblica la Relazione del ministero dell'Economia e delle Finanze su esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento, che invece la Voce ha potuto leggere.
    E le “banche armate”, sulla scia del grande aumento dell'export di armi made in Italy e sfruttando l'onda lunga dell'aumento delle spese militari sostenuto dal governo di centro-sinistra di Prodi (+ 22%, in due anni), hanno fatto grandi affari, triplicando i «compensi di intermediazione» che hanno incassato dai fabbricanti di armi.
    Nel corso del 2008, infatti, sono state autorizzate 1.612 «transazioni bancarie» per conto delle aziende armiere, per un valore complessivo di 4.285 milioni di euro (nel 2007 erano state la metà, 882, per 1.329 milioni). A questi vanno poi aggiunti 1.266 milioni per «programmi intergovernativi» di riarmo (cioè i grandi sistemi d'arma costruiti in collaborazione con altri Paesi, come ad esempio il cacciabombardiere Joint Strike Fighter – Jsf – per cui l'Italia spenderà almeno 14 miliardi nei prossimi 15 anni), quasi il doppio del 2007, quando la cifra si era fermata a 738 milioni. Un volume totale di “movimenti” di oltre 5.500 milioni di euro, per i quali le banche hanno ottenuto compensi di intermediazione attorno al 3-5%, in base al valore e al tipo di commessa.
    La regina delle “banche armate” è la Banca Nazionale del Lavoro (del gruppo francese Bnp Paribas) con 1.461 milioni di euro. Al secondo posto si piazza Intesa-San Paolo di Corrado Passera, già braccio destro di Carlo De Benedetti ed ex amministratore delegato di Poste Italiane, con 851 milioni (a cui andrebbero aggiunti anche gli 87 milioni della Cassa di Risparmio di La Spezia , parte del gruppo), per lo più relativi a «programmi intergovernativi»: il cacciabombardiere Eurofighter, le navi da guerra Fremm e Orizzonte, gli elicotteri da combattimento Nh90 e diversi sistemi missilistici.
    Eppure due anni fa il gruppo aveva dichiarato che, proprio per «dare una risposta significativa a una richiesta espressa da ampi e diversificati settori dell'opinione pubblica che fanno riferimento a istanze etiche», cioè la campagna di pressione alle banche armate, avrebbe sospeso «la partecipazione a operazioni finanziarie che riguardano il commercio e la produzione di armi e di sistemi d'arma pur consentite dalla legge».
    «Si tratta di transazioni relative a operazioni sottoscritte e avviate prima dell'entrata in vigore del nostro codice di comportamento e che dureranno ancora a lungo», è la spiegazione che fornisce Valter Serrentino, responsabile dell'Unità Corporate Social Responsibility di Intesa-San Paolo. Anche Unicredit negli anni passati aveva ripetutamente annunciato di voler rinunciare ad appoggiare le industrie armiere, eppure nel 2008 è stata la terza “banca armata” italiana, con 606 milioni di euro. Nessuna dichiarazione di disimpegno invece da parte della Banca Antonveneta, che lo scorso anno ha movimentato 217 milioni.
    Mentre piuttosto ambigua è la situazione del Banco di Brescia: nel 2008 ha gestito per conto delle industrie armiere 208 milioni di euro benché il gruppo di cui fa parte dal 1 aprile 2007, Ubi (Unione Banche Italiane), nel suo codice di comportamento abbia stabilito che «ogni banca del gruppo dovrà astenersi dall'intrattenere rapporti relativi all'export di armi con soggetti che siano residenti in Paesi non appartenenti all'Unione Europea o alla Nato» e che «siano direttamente o indirettamente coinvolti nella produzione e/o commercializzazione di armi di distruzione di massa e di altri armamenti quali bombe, mine, razzi, missili e siluri».
    «La policy del gruppo non vieta le operazioni di commercio internazionale – spiega Damiano Carrara, responsabile Corporate Social Responsibility di Ubi – ma le disciplina prevedendo che il cliente della banca», cioè l'industria armiera, non si trovi «in Paesi che non appartengano alla Ue o alla Nato, e questo divieto è pienamente rispettato».
    Ma i dubbi restano. «Da quando, lo scorso anno, è sparito dalla Relazione il lungo e dettagliato elenco delle singole operazioni effettuate dagli istituti di credito – spiega Giorgio Beretta, analista della Rete italiano Dísarmo – è impossibile giudicare l'operato delle singole banche. Senza quell'elenco, infatti, i loro codici di comportamento non sono comprovati dal riscontro ufficiale che solo la Relazione del governo può fornire».

    Questa è solo una tra le tante orrende verità che troverete qui [link=hyperlink url] http://www.giorgiobongiovanni.it/ita/varie/armi.html [/link]

    ~grrr


    #85333
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1259579682=Detective]
    O-O A proposito di Venere…….

    D: Lei ha più volte dichiarato di aver viaggiato in altre galassie e di aver visitato altri pianeti. Cosa ricorda di queste esperienze?

    R: Il primo settembre del 1956 ebbi l’invidiabile possibilità di viaggiare a bordo di una delle loro astronavi. Mi fecero entrare in una grande sala circolare al centro della quale si trovava una sorta di macchinario a forma di spirale, apparentemente d’oro. Mi fecero sedere mentre uno dei tre uomini che costituivano l’equipaggio si sedette davanti al pannello di controllo. Un altro essere si mise accanto a lui mentre il terzo rimase vicino a me. Improvvisamente lo schermo si illuminò ed io vidi pianeti grandissimi su uno sfondo di stelle. Sorpassammo la luna e osservammo il passaggio di alcune meteore e, infine, raggiungemmo Venere. Sorvolammo il pianeta ed io vidi delle magnifiche costruzioni a forma di cupola con pianerottoli a spirale in mezzo a boschi e giardini. Vidi foreste, vaste distese d’acqua e persone in abiti dalle tinte pastello. Notai anche la presenza di animali che non mi erano familiari e di veicoli privi di ruote che sembravano fluttuare sul suolo. Quando ritornai sulla terra mi sembrò di entrare in una prigione. In seguito, comunque, ho fatto altri viaggi con loro. Sono stato, ad esempio, sulla luna.

    [link=hyperlink url] http://sguardidalcielo.blogspot.com/2009/07/e-morto-il-famoso-contattista-howard.html [/link]
    [/quote1259579682]

    Grazie Detective :bay:
    questo qui mi deve essere sfuggito, Howard Menger.
    Hai visto che anche Adamski era contattato in quel periodo lì…anni 50.
    Che piacere scoprire che praticamente i messaggi sono uguali e tutti molto positivi….
    Sarò una sognatrice, ma sono stufa di cose orribili che accadono ogni giorno…

    La mattina apro il giornale e sembra un bollettino di guerra…. 🙁


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #85334

    windrunner
    Partecipante

    [quote1259581563=Detective]
    O-O A proposito di Venere…….

    D: Lei ha più volte dichiarato di aver viaggiato in altre galassie e di aver visitato altri pianeti. Cosa ricorda di queste esperienze?

    R: Il primo settembre del 1956 ebbi l’invidiabile possibilità di viaggiare a bordo di una delle loro astronavi. Mi fecero entrare in una grande sala circolare al centro della quale si trovava una sorta di macchinario a forma di spirale, apparentemente d’oro. Mi fecero sedere mentre uno dei tre uomini che costituivano l’equipaggio si sedette davanti al pannello di controllo. Un altro essere si mise accanto a lui mentre il terzo rimase vicino a me. Improvvisamente lo schermo si illuminò ed io vidi pianeti grandissimi su uno sfondo di stelle. Sorpassammo la luna e osservammo il passaggio di alcune meteore e, infine, raggiungemmo Venere. Sorvolammo il pianeta ed io vidi delle magnifiche costruzioni a forma di cupola con pianerottoli a spirale in mezzo a boschi e giardini. Vidi foreste, vaste distese d’acqua e persone in abiti dalle tinte pastello. Notai anche la presenza di animali che non mi erano familiari e di veicoli privi di ruote che sembravano fluttuare sul suolo. Quando ritornai sulla terra mi sembrò di entrare in una prigione. In seguito, comunque, ho fatto altri viaggi con loro. Sono stato, ad esempio, sulla luna.

    [link=hyperlink url] http://sguardidalcielo.blogspot.com/2009/07/e-morto-il-famoso-contattista-howard.html [/link]
    [/quote1259581563]

    Curioso, bella descrizione! Sembra la descrizione di un posto astrale… attraverso il capitolo “La risurrezione di Sri Yukteswar” in Autobiografia di Uno Yogi, ci viene comunicato che nell'astrale (che è la bella copia del nostro mondo materiale) nessun pianeta è inabitato e sono molto molto belli. Altra rassomiglianza è con la Mahabarata dove si legge dei viaggi di Arjuna nei “pianeti celesti” ed è curiosa la descrizione del pianeta celeste di Indra (vero padre di Arjuna) …

    :bay:


    #85336

    Detective
    Partecipante

    [quote1259581983=windrunner]
    Curioso, bella descrizione! Sembra la descrizione di un posto astrale… attraverso il capitolo “La risurrezione di Sri Yukteswar” in Autobiografia di Uno Yogi, ci viene comunicato che nell'astrale (che è la bella copia del nostro mondo materiale) nessun pianeta è inabitato e sono molto molto belli. Altra rassomiglianza è con la Mahabarata dove si legge dei viaggi di Arjuna nei “pianeti celesti” ed è curiosa la descrizione del pianeta celeste di Indra (vero padre di Arjuna) …

    :bay:
    [/quote1259581983]

    In un articolo si legge quanto segue………

    La vita su questo pianeta è finita da tempo, quello che pensiamo di vedere è quello che resta della terza dimensione in forma fisica primordiale e non riusciamo invece a percepire ciò che vibra ad un'altra frequenza.
    Intorno a noi vibrano e vivono miliardi di altri mondi, ma non siamo capaci di vederli perché non siamo predisposti a questo tipo di esperienza. Noi siamo al primo scalino dell'evoluzione, la nostra percezione, la nostra intelligenza spirituale non ci permette di vedere di più, perché non siamo preparati.

    [link=hyperlink url] http://www.associazionesaras.it/Conferenze/DTestiConferenze.asp?IDTesti=310 [/link]

    E' forse ciò a quanto ti riferisci? :ummmmm:

    Secondo me si :si:

    GIUSTO??

    :bay:


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 403 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.