LA VERITA' CHE NON CI VIENE RACCONTATA

Home Forum PIANETA TERRA LA VERITA' CHE NON CI VIENE RACCONTATA

Questo argomento contiene 402 risposte, ha 32 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Detective 9 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 211 a 220 (di 403 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #85526
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1277822634=farfalla5]
    [quote1277817757=Richard]

    Entrambi ci dicono che questi problemi ci sono e però ne descrivono il lato positivo, servono per portarci all'unione e alla collaborazione e a una nuova era spirituale e tecnologica.

    [/quote1277817757]

    mi riferivo proprio a questo…
    poi nella conferenza, quella lunga di Haramein, spiega parecchie cosucce interessanti.

    [/quote1277822634]

    Haramein non parla però di un “atterraggio di massa”, dice che secondo il percorso che ha seguito, siamo nel tempo del “ritorno dell'Arca” inteso come ritorno della nostra capacità di controllare più a fondo le forze della natura, gravità ed elettromagnetismo.
    Queste conoscenze ci sono state lasciate millenni fa da intelligenze piu avanzate che hanno ciclicamente seguito la nostra evoluzione e sono conoscenze diffuse sia in testi che monumenti. Però dobbiamo dimostrare la maturazione e la capacità di fare il balzo.
    Facciamo parte di un disegno piu grande che coinvolge molto piu del nostro pianeta.


    #85527
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    esempio degli importanti passi avanti che stiamo facendo

    [youtube=480,385]F4I5mgBKPZY

    Frank Znidarsic e La Velocità dello Stato Quantico Transitivo

    Frank Znidarsic ha notato che moltiplicando la frequenza per la lunghezza d'onda negli esperimenti di Podkletnov e della Fusione Fredda, emergeva la stessa velocità.. Pensando a cosa potesse essere questa Velocità, prese spunto leggendo il libro “Cos'è la Meccanica Quantistica” della fondazione LEX in cui parlavano del Transitional Quantum state e di come la Velocità del Transitional Quantum state fosse sconosciuta. Frank pensò che questa velocità fosse quella della Transizione Quantica e si impegnò su un metodo col quale potrebbe essere usata per derivare la Costante di Planck.

    Nel 1992 il Dr.Eugene Podkletnov stimolò un disco superconduttivo di 30.4cm in YBaCuO a 3 megahertz. L'esperimento produsse una anomalia gravitazionale che attirò grande attenzione. Martin Tajmar fece simili esperimenti per l'agenzia spaziale Europea con risultati simili.
    Il Marshall Space Center della NASA seguì con propri esperimenti. Znidarsic venne invitato alla NASA da Whitt Brantley e David Noever a vedere questi esperimenti di persona. Con sua sorpresa emerse la stessa velocità; 1/3 di metro per 3 mhz uguale Un milione di metri per secondo.

    Znidarsic concluse che questa debba essere la velocità della luce nel medium. La velocità della luce è normalmente c. Comunque, rallenta (.9c) in un medium come il vetro. Dentro un superconduttore o un condensato Bose può andare ancora più lentamente. Esperimenti recenti con i condensati Bose hanno rallentato la velocità della luce quasi fermandola! Znidarsic credeva che questa velocità fosse anche quella della transizione quantistica. Normalmente la transizione quantistica viene descritta dallo stato quantistico stazionario. Questi stati quantistici stazionari hanno una quantità di momentum angolare descritta per n volte la costante di Planck. Questa comprensione degli stati quantistici stazionari è la base della nostra comprensione fondamentale dell'universo. Questa è sottostante alla chimica che a turno è sottostante alla biologia.Frank Znidarsic credeva che la velocità esibita in questi nuovi esperimenti fosse anche quella dello stato di transizione quantistica e scrisse il suo documento per provarlo.

    Frank Znidarsic riorganizzò le costanti di Coulomb nella forma di energia elastica di una molla, assieme eguagliano una costante di gruppo K. La variabile 1/r rimane la stessa. La forza del campo elettrico varia con la distanza r dall'elettrone e questo è riflesso in questa costante elastica. Anche la velocità del suono varia in punti diversi nell'elettrone. La condizione della velocità della luce è stata posta uguale alla condizione prodotta dalla velocità del suono nella struttura nucleare e quindi elettronica. La velocità di un'onda in un medium è determinata dalla rigidità di tale medium. Maggiore è la forza nel medium e più è rapida la propagazione dell'onda. Ecco perchè il suono viaggia più rapidamente nel ferro che nell'acqua. Nel caso in cui le onde vanno tutte alla stessa velocità, la forza tra i componenti è la stessa. Questo implica che le forze elettromagnetiche, gravitomagnetiche e nucleari convergono in questa condizione.

    Questa scoperta ha importanti ramificazioni tecniche. Mostra le condizioni necessarie al controllo delle forze naturali. Quindi il controllo della Gravità e delle Forze Nucleari.

    Questa idea non finisce in fumo, può anche essere usata per produrre la struttura dell'atomo di idrogeno (equazione #12). Questo non è mai stato fatto prima da una premessa classica. Non solo questo, ma la struttura è stata estesa per produrre l'intensità dell'emissione spettrale. Frank suggerisce che i campi di forza naturali siano puntati nella struttura della materia in questa discontinuità. Lo stato di transizione quantistica rimuove la discontinuità e rilascia i campi.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5883

    The European Space Agency Announces Gravity Modification Breakthrough

    Kirkland, WA: Mar. 29: The European Space Agency announced on March 21st the results of an experimental test in which a superconductor rotating at 6,500 rpm is shown to gain acceleration as the result of what is believed to be a gravity-modification effect. As reported by the ESA, “The experiment demonstrated that a superconductive gyroscope is capable of generating a powerful gravitomagnetic field, and is therefore the gravitational counterpart of the magnetic coil. Although just 100 millionths of the acceleration due to the Earth’s gravitational field, the measured field is a surprising one hundred million trillion times larger than Einstein’s General Relativity predicts.”
    http://www.superconductorweek.com/pr/0306aax/eas1.htm

    credo che una “stretta di mano” diretta con altre intelligenze del cosmo avverrà quando sarà davvero il momento, quando saremo pronti davvero e non prima, al massimo potremmo avere prima qualcosa che ne confermi la presenza in modo più chiaro.
    La cosa importante è che risolviamo i nostri problemi e facciamo un bel balzo avanti, fuori dal fosso.
    Del resto sono solo opinioni, se deve avvenire anche domani, non sono io a controllarlo o deciderlo.

    [youtube=480,385]D8IcciRHGvQ


    #85518
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [quote1277826080=pasgal]
    farfallina il rischio di una tempesta solare fortissima è l'unico evento, di notevole impatto, che potrebbe verificarsi nei prossimi anni.
    [/quote1277826080]

    concordo … :fri: questi problemi ci sono … ?! … servono per portarci all'unione, alla collaborazione … 😉 in una nuova era spirituale/tecnologica.


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #85528
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    La tempesta geomagnetica del 5-6 Aprile 2010: analisi di un evento e correlazioni col Solar Maximum!
    http://daltonsminima.wordpress.com/2010/04/14/la-tempesta-geomagnetica-del-5-6-aprile-2010-analisi-di-un-evento-e-correlazioni-col-solar-maximum/

    SOLE PASQUALE
    Lunedì 5 aprile, giorno di pasquetta, il Sole si è fatto sentire. Molti potrebbero obiettare che non è vero e che la giornata non è stata per niente soleggiata, ma l’intensa attività solare registrata dai satelliti non aveva nulla a che fare con il tempo meteorologico. Il Sole è stato causa della violenta tempesta geomagnetica che si è abbattuta sul nostro pianeta: noi non ce ne siamo accorti e fortunatamente nemmeno tutta la nostra “tecnologia orbitante” ne ha risentito. Tuttavia, era dal dicembre del 2006 che non si registrava un fenomeno così intenso e grazie al satellite Soho i ricercatori lo avevano previsto, anche se si è verificato con un giorno di anticipo. Il 3 aprile scorso, Soho ha osservato una nube di particelle cariche che veniva letteralmente sparata via dal Sole alla velocità di 500 km al secondo. Diffondendosi nello spazio queste particelle hanno raggiunto la nostra atmosfera e hanno innescato delle aurore particolarmente spettacolari nelle regioni polari. Questa emissione non ha provocato danni, ma avrebbe potuto se fosse stata più intensa: per questo è necessario monitorare i fenomeni di questo tipo e riuscire a prevederli.
    http://videomisteri.altervista.org/news-astronomia/1775-venere-e-ancora-attivo-la-tempesta-geomagnetica-causata-dal-sole-e-la-missione-rover-sulla-luna


    #85529
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1277833635=Richard]
    La tempesta geomagnetica del 5-6 Aprile 2010: analisi di un evento e correlazioni col Solar Maximum!
    Questa emissione non ha provocato danni, ma avrebbe potuto se fosse stata più intensa: per questo è necessario monitorare i fenomeni di questo tipo e riuscire a prevederli.
    http://videomisteri.altervista.org/news-astronomia/1775-venere-e-ancora-attivo-la-tempesta-geomagnetica-causata-dal-sole-e-la-missione-rover-sulla-luna
    [/quote1277833635]

    Rich, io non ho la memoria come te, ma sono convinta che Wilcock, mi pare in quella penultima conferenza dove ho messo i sottotitoli ha dichiarato che il Sole sta cambiando, tutto il sistema si sta riscaldando, ma non significa che ci ammazza tutti…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #85530
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [youtube=425,385]cvQ0Vk8DO90


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #85531
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “Il male è nella Chiesa dobbiamo purificarci”

    GIACOMO GALEAZZI

    CITTÀ DEL VATICANO

    «Egoismo, vanità, orgoglio, attaccamento al denaro. Il male è nella Chiesa». Duro monito di Benedetto XVI contro gli scandali sessuali e finanziari in Curia e negli episcopati nazionali: «Il pericolo peggiore non sono le persecuzioni, ma il peccato».
    http://paparatzinger3-blograffaella.blogspot.com/2010/06/duro-monito-di-benedetto-xvi-contro-gli.html


    #85532
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante
    #85533
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1277986359=farfalla5]
    [quote1277833635=Richard]
    La tempesta geomagnetica del 5-6 Aprile 2010: analisi di un evento e correlazioni col Solar Maximum!
    Questa emissione non ha provocato danni, ma avrebbe potuto se fosse stata più intensa: per questo è necessario monitorare i fenomeni di questo tipo e riuscire a prevederli.
    http://videomisteri.altervista.org/news-astronomia/1775-venere-e-ancora-attivo-la-tempesta-geomagnetica-causata-dal-sole-e-la-missione-rover-sulla-luna
    [/quote1277833635]

    Rich, io non ho la memoria come te, ma sono convinta che Wilcock, mi pare in quella penultima conferenza dove ho messo i sottotitoli ha dichiarato che il Sole sta cambiando, tutto il sistema si sta riscaldando, ma non significa che ci ammazza tutti…

    [/quote1277986359]
    certo infatti non lo penso nemmeno io
    penso che dobbiamo ancora capire molto della natura, moltissimo..


    #85534

    CANERO
    Partecipante

    [color=#ff0000]Il Brooking Report sugli extraterrestri esiste per davvero[/color]

    Ricerca effettuata da Antonio De Comite (Direttore Generale Centro Ufologico Taranto)

    E’ da anni che si parla di un documento denominato “Proposed Studies on the Implication of Peaceful Space Activities for Human Affairs” (Proposte di Studio sulle Implicazioni delle Attività Spaziali Pacifiche per le Questioni Umane) il quale, fra le altre cose, parla delle implicazioni sulla scoperta di vita extraterrestre nel nostro Sistema Solare. Il rapporto fu stilato dal “Brooking Institute” nel marzo del 1961, precisamente il giorno 24. Si è sempre parlato di pagine di documentazioni, alcune fotocopiate, molte riscritte in toto. Si sapeva solo che era stato ricevuto, tramite il FOIA americano nell’anno 1996, da un ricercatore statunitense. Ma nessuno, fino ad ora, era mai andato a verificare che il “Brooking Report” esiste in versione integrale in archivi governativi, per la precisione alla Hathi Trust Digital Library di New York e che collabora con diverse università di stato, fra cui tredici californiane. Il CUT (Centro Ufologico Taranto), grazie al sottoscritto, è riuscito a scovare ciò. Quindi si può dire ora che quel rapporto esiste per davvero. Il rapporto integrale, scritto da Donald N. Michael, parla soprattutto di viaggi spaziali e, alcune pagine, sono dedicate alle implicazioni della vita extraterrestre. Oltre al discorso delle implicazioni sulla società odierna dell’impatto del contatto, si parla (a pagina 215) del rapporto che “Diversi cosmologi e astronomi ritengono altamente probabile l’esistenza di vita intelligente in molti altri sistemi solari […]. Manufatti lasciati in un determinato momento storico da queste forme di vita potrebbero essere scoperti attraverso le nostre future attività spaziali sulla Luna, su Marte, su Venere“. Quindi manufatti, artefatti, qualcosa di artificiale costruito non dall’essere umano. Ma un accenno a qualcosa che sa di insabbiamento (“Cover Up”) si trova a pagina 216 del rapporto in cui si afferma: “in che modo e in quali circostanze simili notizie potrebbero essere presentate o nascoste al pubblico, e per quali scopi? Quale potrebbe essere il ruolo degli scienziati autori della scoperta e di altri responsabili della decisione di renderla nota?” Quindi un accenno a nascondere la scoperta di prove tangibili di evidenza di artefatti di natura aliena, per evitare uno shock planetario. Prima ad ora erano supposizioni, come i documenti, ma ora la prova c’è. I documenti esistono per davvero.

    Link rapporto integrale del “Brooking Institute”: http://babel.hathitrust.org/cgi/pt?view=image;size=100;id=mdp.39015003453936;page=root;seq=1

    Fonte: http://centroufologicotaranto.wordpress.com/2010/06/28/il-brooking-report-sugli-extraterrestri-esiste-per-davvero/


Stai vedendo 10 articoli - dal 211 a 220 (di 403 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.