LE INTERFERENZE ALIENE

Home Forum EXTRA TERRA LE INTERFERENZE ALIENE

Questo argomento contiene 44 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  windrunner 11 anni fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 41 a 45 (di 45 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #23655
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    però davvero ragazzi occhio…non trasportiamo il razzismo sulla Terra anche fuori da essa..altrimenti che futuro vogliamo?
    Puo essere che ci siano razze et piu aggressive di altre o entita di dimensioni inferiori che abbiano corrotto l'uomo ma non generalizziamo…ancora ci dobbiamo capire molto


    #23654
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1222771905=Richard]
    però davvero ragazzi occhio…non trasportiamo il razzismo sulla Terra anche fuori da essa..altrimenti che futuro vogliamo?
    Puo essere che ci siano razze et piu aggressive di altre o entita di dimensioni inferiori che abbiano corrotto l'uomo ma non generalizziamo…ancora ci dobbiamo capire molto
    [/quote1222771905]

    Il razzismo e uno dei primi mali da Annullare.
    Infatti queste razze, per quanto maligne siano, non dobbiamo combatterle ma semplicemente “guardarle ” col non giudizio e non odiarle.
    Ovvero, essere consapevoli che esse esistano ma allo stesso tempo non dargli peso in modo da non alimenterle!

    Vi riporto questo:

    NON ODIARE PER VINCERE

    resistere al Nuovo Ordine Mondiale, Governo Occulto

    Alla luce della situazione sopraesposta risulta semplice comprendere che alimentando l'insofferenza e l'odio verso le entità duali stesse, o nei confronti degli eserciti, della globalizzazione o dei responsabili dell'inquinamento ambientale, si ottiene l'effetto esattamente opposto a quello voluto. Chi agisce in tal modo diviene egli stesso inquinatore del pianeta… e anche della peggior specie: inquinatore mentale ed emotivo. Le forze duali si nutrono infatti proprio di quelle basse emozioni che l'uomo esprime nei suoi maldestri tentativi di ostacolarle. Su troppi siti ho notato un astio serpeggiante nei confronti del Nuovo Ordine Mondiale così come degli alieni. Questi argomenti vengono affrontati con pesantezza invece che con leggerezza. In fondo è tutto un gioco divinamente perfetto. Le migliori armi per vincere sono la Gioia, la Compassione, la Presenza… Se si incrementa la separatività non si fa altro che incrementare il potere dei signori della dualità. È un discorso perfettamente logico. La “battaglia per la Terra” si combatte a livello sottile più che sul piano fisico grossolano.

    Come sconfiggere un nemico che si nutre di odio? Con l'amore. Non combattendolo, ma sottraendogli i soldati; divulgando cioè il risveglio delle coscienze e facendo così in modo che nessuno sia più disposto a farsi abbagliare dalle sue promesse. Il vecchio modo di intendere la vita appassirà con un moto naturale derivante dal non riuscire più a trovare terreno fertile nelle coscienze ormai liberate dei nuovi uomini.
    Le informazioni riguardo il loro operato vanno diffuse; essi vanno portati allo scoperto, mostrati all'opinione pubblica, ma non odiati, bensì trascesi, resi impotenti dall'avanzare di una nuova visione dell'esistenza all'interno della comunità umana, resi innocui perché superati dalla nuova presa di consapevolezza. Allora moriranno d'inedia, perché non saranno più alimentati in alcun modo da un'umanità consapevole ormai incapace di provare in famiglia, sul lavoro, in auto o davanti alla tv le basse emozioni che costituiscono il loro cibo.
    Il disegno diabolico di sottomissione della Terra è come l'Idra dalle nove teste che compare in una delle fatiche di Ercole. L'eroe riesce a sconfiggere il mostro solo quando smette di voler tagliare le sue teste – ne nascevano due ogni volta che ne veniva tagliata una – ma si inginocchia di fronte a lui, lo solleva e lo espone alla luce del Sole.

    opera di Wojtek Siudmak (1942)

    Ogni genere di interferenza culturale che risvegli le coscienze dal piattume – e dal pattume – quotidiano può essere compiuta. Non ci sono limiti a ciò che si può fare per aiutare il risveglio degli uomini, purchè ogni intervento non sia mai accompagnato da odio e risentimento nei confronti di un presunto nemico; il che trasformerebbe un'azione a favore del Bene in un'azione contro. Rammento che la saggezza popolare ha sempre saputo che “non si sconfigge il diavolo divenendo noi stessi diavoli”: nel momento in cui li si odia si entra a far parte delle loro schiere, divenendo inutilizzabili per il servizio all'umanità.
    Non ha d'altronde alcun senso logico voler odiare entità che sono solo manifestazioni energetiche agenti secondo una natura duale. Quale colpa avrebbero commesso se non quella di esistere e di voler svolgere il loro compito – la divisione – secondo la loro natura? Sarebbe come accusare la forza di gravità di essere di ostacolo all'uomo. Lo è, ma la colpa è della struttura dell'uomo, non della forza. Per gli uccelli la forza di gravità non è un problema, bensì un mezzo per godere della Bellezza del volo.
    Gli esseri diabolici ci sono utili, ci sono indispensabili, perché attraverso la separazione illusoria ci costringono a divenire ogni giorno più consapevoli di noi stessi. L'adorazione del diavolo in quanto portatore di luce (=lucis -ferum) che avveniva all'interno di antiche confraternite, ha origine da questa esatta considerazione. Ciò naturalmente non giustifica le deviazioni sataniche operate al fine di soddisfare desideri personali!

    Sia chiaro che se l'uomo è schiavo delle forze duali lo deve al suo addormentamento, non a una loro presunta “cattiveria”. Noi creiamo la nostra realtà: questa è una legge che vale SEMPRE.
    Non è odiando le forze del Male che si salva il mondo… ma nemmeno restando nella passività. Ogni uomo ha un suo specifico lavoro da svolgere. Invece il lavoro che, più in generale, ognuno di noi deve svolgere, consiste nel cominciare a risvegliarsi alla sua anima con il fine di diventare più utile al risveglio del pianeta. È un lavoro “per”, non “contro”. Il vero Guerriero, il Portatore della Fiamma, sia esso uomo o donna, non si occupa del male, non spreca le sue energie, egli è un artista che si focalizza su opere e interventi che facciano crescere a dismisura il Bene nel mondo.

    D'altronde combattendo il cosiddetto “male”, combattendo contro i governatori occulti del pianeta, combattendo contro i rettiliani, stiamo sempre combattendo contro noi stessi. Chi sono i rettiliani, se non una parte di noi? La più primitiva, la più animalesca. La parte più antica del nostro cervello è proprio il cervello rettile. Noi tutti abbiamo un rettile dentro di noi con il quale dobbiamo fare i conti quotidianamente. Se non li avessimo già dentro… “essi” non si sarebbero materializzati fuori.
    Assieme al midollo allungato, il cervelletto è la parte più antica del cervello. È una parte del cervello chiamata cervello rettile. È la sede degli istinti primordiali, è tarato per sopravvivere fuggendo o aggredendo, non certo per provare compassione o porgere l'altra guancia.
    Il secondo “strato” del cervello, detto anche “sistema limbico”, nella scala evolutiva corrisponde al cervello dei mammiferi, specie dei primi mammiferi, ed è coinvolto nella vita delle emozioni. Deputato all'elaborazione e all'espressione delle emozioni, compare, da un punto di vista filogenetico, nei mammiferi, mentre nei rettili non è presente.

    umano o alieno?
    Il terzo “strato”, quello più esterno e anche il più recente, è esclusivo dei primati ed è sede di tutte le funzioni cognitive e razionali. In particolare i lobi pre-frontali rappresentano la zona più evoluta dell'essere umano, che influenza il suo carattere, giocando un ruolo chiave nella gestione degli istinti.
    Aggiungiamo inoltre qualcosa a cui la scienza arriverà – forse – in futuro: l'attivazione del corpo pituitario (ipofisi) consente l'identificazione con l'anima, mentre l'attivazione della ghiandola pineale consente la fusione della coscienza individuale in quella dell'Uno.
    Per concludere, noi tutti siamo rettili, mammiferi, primati e uomini al contempo. Dentro di noi si esprimono in misura più o meno grande, a seconda del nostro grado evolutivo, queste differenti nature. Sta a noi, attraverso il lavoro di risveglio della coscienza, tenere a bada il rettile e far emergere l'uomo.
    Chi odia i rettiliani e li vuol combattere, dovrebbe applicare su di sé la Legge dello Specchio e chiedersi se non sta forse combattendo contro i suoi stessi istinti di prevaricazione e distruzione. Quando avrà finalmente accettato con amore e quindi trasceso questi aspetti di sé, allora non odierà più i rettiliani e sarà in grado di trascenderli.

    NON DOBBIAMO AVERE PAURA DI LORO, SONO LORO CHE HANNO PAURA DI NOI. Il loro volere controllarci deriva esclusivamente dal terrore che gli esseri umani si sveglino. Abbiamo un'anima che loro non hanno, abbiamo un potenziale interiore infinito, possiamo metterci in contatto con l'Uno e ricevere enormi energie dall'Alto… e per questo ci temono. Il loro potere sembra maggiore del nostro solo perché concerne la personalità, e quindi la capacità di utilizzare le capacità nascoste della mente a cui la maggior parte degli umani non ha ancora avuto accesso. Ma potremo farlo in futuro, molti umani stanno già sviluppando poteri superiori, e in più, ciò che invece loro non possono fare, noi possiamo aprire il Cuore e diventare inarrivabili per la loro prigione psichica. Loro sono in realtà prigionieri della stessa prigione di cui sono i guardiani… come il signor Smith confessa a Morpheus nella scena dell'interrogatorio, nel film Matrix.

    Fonte: http://officinaalkemica.altervista.org/trappola_planetaria/non_odiare.htm


    #23656

    windrunner
    Partecipante

    Io credo che Richard intenda dire di non “categorizzare” gli alieni o comunque abitanti di altri mondi. E questo è giusto. E questo sicuramente non avviene in noi.
    Reputo comunque giusto il monito di Richard.

    Ad ogni modo leggo da Cayce ma anche da altri che il nostro mondo è come in una sorta di quarantena… quindi anche volendo abitanti di altri mondi non possono visitare la Terra.

    Questo lo si legge anche in Lorber che afferma che gli abitanti di Saturno (esseri meravigliosi) non possono in alcun modo visitare la Terra… sono affranti per noi che siamo così avvolti nell'illusione ed a loro è concesso visitare le Terra solo dopo “morti”. Quando lo fanno però e vedono le condizioni della Terra se ne vanno ancor più affranti.

    Questa cosa però mi fa pensare… e mi dico… ma se la Terra non è visitabile dagli abitanti di altri mondi che ripeto non ritengo TUTTI malvagi, mi chiedo…
    CHI SONO QUELLI CHE NOI ABBIAMO QUI?
    Allora mi viene spontaneo dirmi… LI ABBIAMO SEMPRE AVUTI !

    Certo! Mi sembra che il ragionamento fili… li abbiamo sempre avuti qui… ci sono Demoni che hanno sempre vissuto qui ma su un piano diverso… e ci tengo “intrappolati” nella Terra.

    Loro ultimamente “tremano” perchè sanno che presto il loro dominio dovrà scomparire ma hanno fatto bene il loro lavoro. Ci hanno avvolti e ci avvolgono nell'illusione.
    In tutti i sensi.

    Credo dentro di me che solo dopo che ci sarà il salto la Terra con i suoi abitanti avrà un nuovo accesso, nuove prove come dice Richard giustamente, e potrà unirsi, senza pregiudizi… non più, agli abitanti di altri mondi…

    Ma credo sia così… ora credo sia importante non lasciarsi sopraffare dalle illusioni. Centrarsi in Sè e dentro Sè in Dio che ci ha creati.
    Radichiamo la nostra Anima nel corpo affinchè tutto avvenga nel più alto e migliore dei modi e lasciamo l'illusione. E' cosa vecchia. Anche il male, per quanto presente e per quanto sia sempre stata una parte indelebile di ognuno di noi FUORI e DENTRO di noi ha fatto la sua parte e sta tirando gli ultimi.

    Deg faceva notare che il MALE è anche dentro di NOI. VERO !
    Noi uomini siamo dei COSMI in miniatura… ed è per questo che il male viene da fuori e da dentro… ma lasciando andare la negatività (inteso come odio, rabbia, pregiudizi, insomma i sentimenti più bassi) e prendendo “possesso” della nostra mente come strumento dell'ANIMA e non il contrario saremo pronti finalmente al passo.

    Questo è quello che sento dentro… è proprio qui dentro di me… e non mi interessa dimostrare nulla. Se scrivo qui è solo perchè questo mio sentire… così forte che ho dentro… ho la necessità interiore di condividerlo con tutti voi.
    Poi ognuno segue la propria strada come è GIUSTO che sia… 🙂

    A presto 🙂


    #23657
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Ma non possiamo giudicare è una questione che conosciamo troppo poco, non possiamo dire se sono tutti “cattivi” o tutti “brutti” o “belli” o “buoni” eccc…abbiamo molte testimonianze importanti che dicono che almeno parte di questi ci hanno salvato già più volte dal disastro nucleare, dopo in particolare Hiroshima..e c'è chi ha anche testimoniato per Chernobyl, ma non saprei…non importa.

    La Legge dell'Uno dice che esistono i cosiddetti Guardiani che secondo certe regole fanno passare o meno entità di altre dimensioni, nel rispetto del nostro libero arbitrio, in base a quello che ci serve per evolvere e in base a quello che attraiamo..per esempio.

    Noi di sicuro abbiamo bisogno di essere controllati, non siamo l'apice d'evoluzione dell'Universo a mio parere..sarebbe triste


    #23658

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222804695=Richard]
    Ma non possiamo giudicare […]

    [/quote1222804695]

    Verissimo Richard…. grazie per avermelo ricordato e sopratutto grazie per tutto il lavoro che svolgi qui in AG !!! :fri:


Stai vedendo 5 articoli - dal 41 a 45 (di 45 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.