L’euro non è una moneta, l’euro è un metodo di governo!

Home Forum L’AGORÀ L’euro non è una moneta, l’euro è un metodo di governo!

Questo argomento contiene 469 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 470 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #143014

    Solone
    Bloccato

    [quote1362921992=Richard]

    Per il Premio Nobel, i problemi dell'Europa sono stati provocati dalla moneta unica. “Ha creato disparità”. Adesso serve solidarietà, altrimenti ristrutturazione Ue. George Soros: caos politicamente inaccettabile.


    Nella foto l'economista Joseph Stiglitz

    Roma (WSI) – La crisi dell'euro è colpa dell'euro. Per il professore della Columbia University, Joseph Stiglitz, i problemi economici dell'Europa sono tutti racchiusi lì: nella moneta unica. L'agonia che alcuni Paesi continentali più di altri stanno vivendo è “un disastro provocato dall'uomo e soprattutto dall'euro”, ha denunciato il premio Nobel. Ma forse “abbiamo abbastanza solidarietà per cercare di dare vita davvero al progetto dell'euro.”..

    http://books.google.it/books?id=J3mXHApX9cYC&pg=PT60&lpg=PT60&dq=L'Italia+al+principio+ha+messo+dentro+le+mura+della+fortezza+di+Maastricht+il+suo&source=bl&ots=LsEAu7SVaf&sig=BzLv1xgF806oMch1ukYCoYzlY6E&hl=it&sa=X&ei=KJMwUeyOCMaMtQbf7YD4Aw&ved=0CDAQ6AEwAA
    [/quote1362921992]

    Un premio Nobel ebreo…. contrario lui alla globalizzazione….? Chissà il Nazismo, il Capitalismo, il Bolscevismo, l'Euro, l'FMI e il dominio del mondo chi li ha inventati…. non sono stati per caso i suoi fratelli?

    Einstein, Teller, Hitler, Trhuman, Darwin, Freud, Mosè e il Sinedrio…. Rockfeller, Rothschild, lo stesso DNA. Ma nessuno guarda la realtà?


    #143015
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    L'intervento di Paolo Savona, ex ministro ed economista sull'Euro:
    [youtube=425,344]tubechop.swf


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #143017

    Anonimo

    http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11616

    COLOSSALE RAPINA IN BANCA A CIPRO

    Colpo di scena sabato a Cipro. Colossale rapina in banca. Il governo aveva annunciato giovedì congiuntamente alla UE e alla Troika un salvataggio delle banche da 17 miliardi, una cifra pari al PIL dell'isola (ma le passività totali delle banche cipriote sono 8 volte tanto). Sembrava quindi un salvataggio con soldi della UE, a dispetto delle proteste in Germania contro le banche cipriote, note per il riciclaggio di denaro e i traffici degli oligarchi dell'Est Europa.
    v Ma nel frattempo la Germania aveva dato un ultimatum: o fate un prelievo forzoso dai conti correnti pesantissimo o uscite dall'Euro. Il governo di Cipro ha scelto l'eurozona e l'euro.

    Oggi annuncia, a banche chiuse, che all'apertura di lunedì mattina avranno già prelevato (1) su tutti i depositi bancari detenuti in banche a Cipro : un 6.75% su quelli sotto 100mile euro (che sono assicurati per legge nella UE contro la bancarotta) e del 10% per quelli sopra 100mila euro. E fino ad allora i bancomat sono bloccati nel weekend a Cipro e agli istituti e' stato inoltre imposto di bloccare durante questo fine settimana la possibilita' di effettuare trasferimenti di denaro via internet.

    Dal prelievo sui depositi bancari sono attesi introiti per circa 5,8 miliardi di euro (quindi in un paese con PIL di 17 miliardi si tenevano nei conti correnti qualcosa come 60 miliardi !). Per la precisione però i depositanti vengono compensati con azioni nelle banche in cui avevano i soldi, con l'unico problema che sono banche quasi fallite le azioni in pratica non trattano quasi e il valore che il governo vi attribuisce nel calcolare quante darne in cambio del prelievo è un poco arbitrario.

    Nota Bene: solamente tre giorni fa, il 14 marzo, il presidente di Cipro aveva dichiarato, sul Financial Times, che non avrebbe MAI accettato un prelievo forzo sui conti correnti ” Nicos Anastasiades, the president, says it will “never” accept a haircut of depositors…” (2) Ricordatevelo bene questo: mentono fino al giorno prima…

    E' ovvio che si è voluto colpire in questo modo russi, ukraini e altri del medio oriente che tenevano soldi in nero a Cipro, ma poi hanno colpito anche tutta la popolazione. Ci sono stime che solo i russi subiscano almeno metà di questo prelievo forzoso, ma i numeri ballano. Quello che è certo è che in nessun paese al mondo i saldi dei conti correnti sono cinque volte il PIL, in Italia ad esempio sono la metà del PIL. In Svizzera però sono tre volte il PIL. A Cipro c'era una situazione anomala, ma non hanno colpito come si fa sempre prima gli azionisti delle banche e poi gli obbligazionisti, ma solo i depositanti inclusi quelli con piccole somme.

    Ovvio che qui hanno voluto fare di tutto per compiacere la Merkel che deve assolutamente vincere l'elezione di settembre: per cui da una parte non hanno voluto un default seppure di un piccolo paese come Cipro e dall'altra hanno violato ogni principio e prassi per fare sì che il salvataggio fosse però sopportato per 1/3 da altri (in maggioranza stranieri, specie russi e parte anche ciprioti). In questo modo hanno creato il panico totale del pubblico di Cipro che sta assediano le banche e violato il principio base del funzionamento delle banche, che ci metti i soldi perchè, perlomeno nel conto corrente, sono sicuri.

    Le indiscrezioni sono che la Germania però non voleva che i depositi sotto 100mila euro fossero colpiti e invece quelli sopra 100mila fossero colpiti molto di più, dell'ordine anche del 40% dei depositi (!!!), ma è stato il governo cipriota che per non scontrarsi troppo con i russi che ha insistito perchè si colpisse tutta la popolazione (3) locale!

    E' una mossa a sorpresa, senza precedenti e che può diventare un boomerang. Dimostra che sarà molto molto difficile uscire dall'Euro…sono disposti a tutto pur di non uscire. Dimostra che la Merkel è disposta a tutto per non perdere le elezioni, anche a sconquassare i mercati (a differenza dei nostri politici che li venerano in ginocchio).

    L'unica cosa certa al momento è che è un segnale di acquisto per l'Oro (da tenere in cassetta di sicurezza)

    Giovanni Zibordi
    Fonte: http://www.cobraf.com/
    17.03.2017


    #143018

    Anonimo

    http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11620

    IL BLUFF DELLA BCE

    DI GIOVANNI ZIBORDI
    cobraf.com

    Mentre i media italiani parlano solo dell'elezione di Grasso invece di Schifani come presidente del Senato e dei 14 grillini che hanno disobbedito Grillo la Troika scherza con il fuoco a Cipro

    (Ma i giornali italiani hanno ricevuto una direttiva dalla Presidenza della Repubblica di minimizzare la notizia delle banche di Cipro, se guardi le loro prime pagine oggi. E' già successo nel settembre 2012, me lo dissero allora giornalisti TV, mandano una nota riservata ai direttori dei giornali…)

    Questa mossa sui depositi bancari di Cipro è un disastro secondo il Financial Times (1) e in questo momento c'è il caos. Il parlamento cipriota oggi è in rivolta e si è rifiutato di votare, come da accordo con la UE, oggi pomeriggio il prelievo sui depositi, nonostante un comunicato del governo ieri che dice “… o facciamo il prelievo forzoso, oppure in tre giorni tutte le banche sono fallite e vanno chiuse, usciamo dall'euro e la gente perde non solo un 7%, ma metà dei suoi soldi…”.

    Il problema è che la UE ieri non ha annunciato che avrebbero esteso l'ELA (2) a Cipro (per come funzioni l'ELA vedi mio articolo precedente: “Se Salvano Cipro e Lasciano Monetizzare l'Irlanda Figurarsi allora il BTP” (3). Non so se sia stato per calcolo (… vi teniamo sulla corda…), ma è stato un errore perchè l'ELA è la garanzia che ci sia il salvataggio.

    In pratica la Troika ha voluto giocare questo poker con una mano troppo pesante. Usando il ricatto di farli uscire dall'euro e lasciar fallire le banche, ha imposto un taglio dei depositi nelle banche di Cipro, facendo perdere totalmente la faccia al governo cipriota, ma quando il governo ha annunciato il prelievo forzoso ieri non ha in cambio esteso l'ELA (forse non si fidavano fino all'ultimo). Ora il parlamento cipriota si ribella e la Troika ha mandato oggi due emissari a Cipro per costringerli a votare entro stanotte prima che apra il mercato. Se però il parlamento non vota subito il prelievo forzoso in un paio di giorni le banche di Cipro collassano, o le chiudono o la gente porta via tutti i soldi e se le chiudono senza il salvataggio dell'ELA sono fallite. Due o tre giorni di caos totale, fallimento di tutte le banche di Cipro, corsa agli sportelli e uscita dall'euro e in Grecia, Spagna, Portogallo e Italia inizia la corsa agli sportelli

    In teoria era ragionevole che, avendo le banche di Cipro colossali depositi in conto corrente da parte di russi e altri dell'est europa (60 miliardi nei conti correnti in un paese con PIL di 17 miliardi di euro), si faccia pagare a questi parte del salvataggio delle banche in cui hanno nascosto soldi rubati o in nero. Ma i tedeschi non sono riusciti da imporre che si prelevasse solo dai depositi sopra i 100mila euro (quasi tutti di stranieri). Il FMI addirittura voleva che il salvataggio lo pagassero solo loro prelevandogli di sorpresa metà dei depositi ! Il governo di Cipro spaventato dalla possibile reazione dei russi probabilmente ha voluto limitare al 10% il prelievo forzoso ed aggiungerne uno del 6.7% per tutti gli altri conti. Questo tre giorni dopo aver dichiarato pubblicamente che non lo avrebbe MAI fatto e violando il principio base del funzionamento delle banche dagli anni '30 in poi, che cioè i depositanti sono sempre protetti (mentre azionisti e creditori della banca possono perdere i loro soldi). Tutto il sistema bancario attuale si regge sul fatto che i depositi del 99% della gente, quelli fino a 100mila euro, sono protetti e addirittura assicurati dallo stato.

    Violare di sorpresa e a tradimento questo principio in misura rilevante (non come Amato che si era limitato allo 0.6%) è molto rischioso perchè, anche se dichiarano che Cipro è un eccezione, in realtà le banche greche, portoghesi e in parte anche spagnole e italiane sono restate in piedi solo perchè la BCE ha esteso loro credito, con tre programmi diversi (ELA, ESM, LTRO). Cioè, il motivo per cui il bilancio della BCE dopo il 2008 è passato da 500 a 4.000 miliardi di euro è stato perchè sono occorsi 3.500 miliardi per sostenere le banche

    Perchè allora essere così tirchi per 17 miserabili miliardi a Cipro ora ? Perchè Cipro è in effetti un caso limite come discusso e perchè la Merkel è sotto elezioni e attaccata da un nuovo partito anti-euro e anti-salvataggi bancari che gliele può far perdere. Nel nord-europa sono sempre meno tolleranti dei salvataggi, un mese fa la terza banca olandese venendo salvata ha però a sorpresa azzerato gli obbligazionisti senior del suo debito.

    Alla fine, anche se sono solo 17 miliardi, hanno quindi voluto farne pagare 1/3 ai russi con soldi a Cipro e però hanno fatto l'errore di farne pagare un poco anche ai ciprioti e in più non hanno voluto offrirgli l'ELA ieri. Hanno esagerato con il bluff e i ciprioti sembra ora lo stiano chiamando.

    E' molto importante capire questo piccolo dramma perchè ti illustra come tutto sia concatenato, ad esempio le banche di Cipro si sono rovinate a causa della Grecia e del default greco e a loro volta ora se le lasciano fallire e scoppia il caos possono far crollare la fiducia nelle banche nel resto del sudeuropa

    (Prova ora a pensare per un attimo cosa succederebbe se in Italia ci fosse Grillo al governo con la sua idea di fare un default parziale del debito dell'Italia… La BCE toglierebbe l'ELA e le banche italiane verrebbero chiuse per non riaprire fino a data da destinarsi con i prelievi sui bancomat ridotti a 500 euro per famiglia…)

    Giovanni Zibordi
    Fonte: http://www.cobraf.com


    #143019

    Anonimo

    La crisi di Cipro è pericolosa e se notate le prime pagine dei quotidiani on line, sta in seconda o terza pagina, addirittura sul corriere devi scendere quadi 10 titoli.

    Questo si spiega solo con l'ordine di non parlarne o metterlo troppo in evidenza


    #143020

    Solone
    Bloccato

    Altro che silenzio stampa sovietico… il regime occidentale è molto più pericoloso, perchè chi lo dirige ha come scopo la distruzione dei Gentili.


    #143021

    Anonimo

    Uno stato chiude le banche per impedire la fuga dei capitali, uno stato dell'eruo!

    è spaventoso, e noi ancora a parlare di grillo e possibili espulsioni nel M5S o del Caimano


    #143022
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [size=24]goofynomics.blogspot.it – CSI – Cyprus: Saving and Investment
    (dopo il punto di vista del cinico ragioniere, voliamo alto con la macroeconomia… per poi precipitare nel baratro del debito estero!)

    È arrivato… “L'arrotino?” chiederete voi. No, il coroner.

    Andiamo a vedere cos'è successo a Cipro. Perché capirete, il piddino, sapendo di sapere, è anche un espertone, e per ogni problema che rischia di incrinare il suo sogno, quel sogno che lui vuole tanto lasciare a suo figlio (non potendo lasciargli un esempio), per ogni problema, dicevo, lui ha una spiegazione, sempre diversa. Si sa, il piddino è fatto così. Gli fai vedere un albero e gli chiedi: “Scusa, ma è un faggio o una quercia?”. E lui, diligente, si munisce di lente d'ingrandimento e comincia a contare le nervature di ogni foglia.

    Nel disperato tentativo di non ammettere che il problema è l'euro, la spiegazione che il piddino dà del caso cipriota è veramente esilarante! Il problema, dice il piddino, sarebbe che i capitali che arrivavano a Cipro appartenevano ai perfidi oligarchi russi, e quindi, insomma, erano capitali dubbi. Quale sia il nesso che lega l'origine dubbia di alcuni capitali alla sòla che hanno preso tutti i depositanti (nel meraviglioso mondo dell'euro che tutela i risparmi) a me sinceramente sfugge. Come sfugge (sapientemente nascosto nelle pieghe di un'informazione virtualmente inesistente) chi staremmo salvando a Cipro.

    Vi faccio un esempio, spero benaugurante. Ma scusate tanto: se voi, domattina, uscendo per strada, trovaste in terra un bel biglietto da 500 euro, cosa fareste? Vi chiedereste se è caduto di tasca a Jack the Ripper o a Cappuccetto Rosso? Non penso. Credo che vi chinereste con molta dignità, ostentando indifferenza, e ve lo mettereste rapidamente in tasca. E avreste (avrete) tutta la mia paterna benedizione. Perché pecunia non olet.

    Fuor di metafora: ci hanno fatto una capa tanta col fatto che abbiamo bisogno di capitali esteri, il nostro presidente del consiglio andava in giro per il mondo col cappello in mano a invocare “portate soldi in Italia, compratevi le nostre aziende…”. Perché quello che è un bene per noi dovrebbe essere un male per Cipro? Se ti servono soldi, che te ne importa di chi te li dà? Perché i soldi degli “oligarchi” dovrebbero essere meno buoni di quelli degli “sceicchi”? Alla fine, c'è grande probabilità che siano stati fatti nello stesso modo: col petrolio. Il problema dei soldi non è tanto da dove provengono. Se uno te li dà li prendi, no? Il problema è a chi vanno, cioè cosa ci fai. E qui, appunto, casca l'asino. Perché, come abbiamo più volte constatato studiando il romanzo di centro e periferia (aka ciclo di Frenkel), il problema, nel ciclo minskyano centro-periferia, è che a un certo punto in periferia di capitali ne arrivano troppi, così tanti che farci qualcosa di remunerativo diventa impossibile. La periferia crolla così sotto il peso dei capitali che non riesce né a restituire né a remunerare, e che normalmente sono stati presi in prestito da privati: sono debito privato estero.

    È successo qualcosa di diverso a Cipro?

    Naturalmente no.

    Ed è una sorpresa quello che sta succedendo?

    Naturalmente no: sevedeva (per usare il tormentone di Claudio Borghi), e sevedeva benissimo.

    Siccome la storia l'ho raccontata diverse volte (l'ultima qui, a proposito della Slovenia), possiamo andare rapidi.

    Continua qui, con la spiegazione e i grafici: [link=http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/csi-cyprus-saving-and-investment.html]http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/csi-cyprus-saving-and-investment.html[/link]

    [quote1363663910=Pier72Mars]
    La crisi di Cipro è pericolosa e se notate le prime pagine dei quotidiani on line, sta in seconda o terza pagina, addirittura sul corriere devi scendere quadi 10 titoli.

    Questo si spiega solo con l'ordine di non parlarne o metterlo troppo in evidenza
    [/quote1363663910]

    Condivido, sappiate che è la prassi nei giornali.

    [quote1363663897=Solone]
    Altro che silenzio stampa sovietico… il regime occidentale è molto più pericoloso, perchè chi lo dirige ha come scopo la distruzione dei Gentili.[/quote1363663897]

    Gentili?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #143016

    Xeno
    Partecipante

    ………..


    #143023

    Xeno
    Partecipante

    [quote1363692107=InneresAuge]

    [quote1363663897=Solone]
    Altro che silenzio stampa sovietico… il regime occidentale è molto più pericoloso, perchè chi lo dirige ha come scopo la distruzione dei Gentili.[/quote1363663897]

    Gentili?
    [/quote1363692107]

    I Gentili sono i non ebrei

    Solone è convinto che gli ebrei distruggeranno noi Gentili dato che adesso sono a capo del mondo.

    Io però non farei di tutta l'erba un fascio;un conto è il sionista,un'altro l'ebreo.


Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 470 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.