ma che sta succedendo?

Home Forum PIANETA TERRA ma che sta succedendo?

Questo argomento contiene 407 risposte, ha 41 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ansia 8 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 361 a 370 (di 408 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #88935
    ro
    ro
    Partecipante

    Sono appena arrivato, vorrei porre la questione dell'incremento demografico globale. Esiste una legge fisica o matematica che possa spiegare almeno a grandi linee il meccanismo con cui si è verificata e, possiamo dedurne un significato? Mi riferisco alla crescita esponenziale del numero di viventi nel ristretto periodo di tempo che va dall'avvento ai giorni nostri.


    #88936
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    certo la risposta è molto semplice e sta nel fatto che da quando l uomo ha iniziato a vivere sfruttando quello che ha attorno a proprio piacimento espandendosi sempre più è iniziato l'aumento esponenziale della popolazione e quindi il disastro…l'uomo non vive più in simbiosi con ciò che sta attorno a lui ma vive cercando di strappare tutto quello che può..decidere chi deve vivere e chi deve morire..si crede Dio e in quanto tale crede di poter governare tutto…quindi si migliaia di anni fa quando si espanse l'agricoltura a discapito del 'buon vivere' precedente dei raccoglitori/cacciatori iniziò il nostro declino


    #88938
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1327009241=ro]
    Sono appena arrivato, vorrei porre la questione dell'incremento demografico globale. Esiste una legge fisica o matematica che possa spiegare almeno a grandi linee il meccanismo con cui si è verificata e, possiamo dedurne un significato? Mi riferisco alla crescita esponenziale del numero di viventi nel ristretto periodo di tempo che va dall'avvento ai giorni nostri.
    [/quote1327009241]

    Il cibo. La disponibilità di cibo. Noi siamo fatti di cibo.

    Meno cibo, meno uomini. Mano uomini più natura.

    Siamo diventati un virus.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #88937

    Rebel
    Partecipante

    [quote1327011767=pasgal]

    Il cibo. La disponibilità di cibo. Noi siamo fatti di cibo.

    Meno cibo, meno uomini. Mano uomini più natura.

    Siamo diventati un virus.

    [/quote1327011767]
    Certo che hai una bella opinione del genere umano chiamandolo virus.
    Questi sono virus?

    Ma come lo spieghi che in africa con una fame che li sta decimando sono 1 miliardo di persone?


    #88939
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Rebel risposta più scontata non potevi che scrivere, come se io mi fossi dimenticato di queste persone. Evidentemente o mi ritieni una persona superficiale e poco informata oppure lo sei tu.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #88940

    Rebel
    Partecipante

    [quote1327014815=pasgal]
    Rebel risposta più scontata non potevi che scrivere, come se io mi fossi dimenticato di queste persone. Evidentemente o mi ritieni una persona superficiale e poco informata oppure lo sei tu.

    [/quote1327014815]
    Ogni volta che sento o leggo la frase che hai scritto mi vengono sempre in mente le stesse immagini di gente che soffre per colpa di altri, non puoi fare di tutta l'erba un fascio, e tenertene fuori.
    La tua piuttosto mi sembra una risposta scontata.
    Comunque per me fine OT.


    #88941
    ro
    ro
    Partecipante

    Si, la vostra visione è simile alla mia, ma oltre alla spiegazione del fenomeno della nostra crescita demografica esponenziale mi sforzo di capirne il significato profondo e le possibili implicazioni future. Ogni grande macrofenomeno avviene in natura secondo schemi preordinati, secondo appunto le “leggi” naturali. Trovo moti esempi in natura e tutti portano a conclusioni catastrofiche per la specie interessata. Perfino i virus, se si moltiplicano troppo velocemente a scapito degli organismi che li ospitano finiscono col fare piazza pulita e sono destinati a perire altrettanto velocemente. Paradossalmente io penso che siamo arrivati a sfiorare il punto di non ritorno per mancanza di collaborazione. Non ci aiutiamo, e sarà sempre troppo tardi quando cominceremo a farlo sul serio.


    #88942
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Paradossalmente io penso che siamo arrivati a sfiorare il punto di non ritorno per mancanza di collaborazione. Non ci aiutiamo, e sarà sempre troppo tardi quando cominceremo a farlo sul serio.

    Esatto
    e penso che si arrivi sempre alla conclusione di quasi certa morte finale sulla base di preconcetti deviati e sbagliati sulle nostre vere possibilità, attuabili se cambiamo la nostra concezione della natura e della vita

    R: Che ne dici di descrivere ai nostri lettori cosa intendi definire con il termine “Exotropia”?

    F.M.: Quando all’università avevo studiato il concetto di entropia dell’universo -quell’idea, passata per una verità scientifica assoluta, formulata oltre un secolo fa da un grande statistico, ma infelice ( si è poi suicidato…)– ne avevo sofferto e avevo, già allora, desiderato ribellarmi a quella visione infelice e catastrofica di un universo che tenderebbe spontaneamente al caos, al disordine, alla morte…. Solo dopo oltre dieci anni mi sono dedicato a formulare e descrivere il concetto di exotropia, che esprime una tendenza dinamica e irreversibile dell’universo all’evoluzione. Ho scritto un libro a riguardo che descrive un nuovo modello della realtà, molto più ottimistico, anche se individualmente responsabilizzante
    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.5316

    http://www.animacosmica.org/cosmo-divino/ricordando-ighina/
    Tutta la creazione è un processo in atto di moltiplicazione dell’ energia e la fine di un universo, di tutti gli universi, non avviene per esaurimento ma per esuberanza della energia vitale che si crea dei confini materiali per saturarli e creare così uno stato di tensione che ad un certo punto esploderà’ per dare così inizio alla formazione di nuovi universi.
    P.L.Ighina

    ——–

    Solo che il concetto dei “limiti” e della tendenza verso la “morte” fa comodo all'ego per controllare e comandare sugli altri, quindi si fa in modo che tutti la pensino in questo modo, iniziando dalla scuola.


    #88943

    ezechiele
    Partecipante
    #88944
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Chiapas, Messico: 81 terremoti in due giorni
    http://notiziefresche.info/chiapas-messico-81-terremoti-in-due-giorni_post-153068/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 361 a 370 (di 408 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.