ma dove finita la moralità…????

Home Forum L’AGORÀ ma dove finita la moralità…????

Questo argomento contiene 61 risposte, ha 14 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 10 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 62 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #121679

    renae
    Bloccato

    [quote1235652527=mysterio]
    Leggendo questo topic mi è venuto da riflettere su di una cosa..

    Mentre al giorno d'oggi la quasi totalità di uomini, donne, che siano anziani, giovani o adolescenti sono pressochè “corrosi” da un interesse morboso riguardo al sesso(anche se parlano come di libertà..di emancipazione ecc..)..i bambini (quelli non ancora influenzati “irreparabilmente” da Tv, scuola e pensiero dei genitori) hanno pressochè una repulsione totale verso tutto ciò che riguarda il sesso..

    Un motivo ci sarà.

    [/quote1235652527]

    Ciao Mysterio,

    Colui che non vive bene il sesso (preferirei chiamarla sessualità) è stato spinto a reprimerlo.
    Ciò si trasforma in paura di conoscersi in profondità…
    La paura è profonda, un pò come il terrore della morte (paradossalmente) .

    Le nuove generazioni… non sono ossessionate dal sesso, ma il loro inconscio continua a condannarlo: è stato costruito secolo dopo secolo, racchiude in sé l'intero passato dell'umanità.
    La mente comune, abitudinaria, ne ha paura: sembra qualcosa di pericoloso, anche se , Freud, Jung, Reich e l'intera psicologia occidentale hanno preparato il terreno per lo sviluppo
    e l'evoluzione in tal senso, c'è ancora molto da fare perchè le coscienze si adeguino alla
    metamorfosi in atto (anche sessuale, ovviamente).

    Credo faccia comunque parte dell'accettarsi profondamente come Essere Materiale-Etereo.

    Consigli in questo caso non so darli, certo che, l'apertura mentale è sempre meglio dell'aberrazione che causa frustrazioni a non finire, quindi, complimenti a quel genitore che parla serenamente con il figlio non trascurando mai nessun punto di vista, ma accettando
    in primis il fatto che, se il figlio ne parla (in qualsiasi modo o maniera) è prchè ha un profondo bisogno di confronti con il genitore.


    #121680

    deg
    Partecipante

    [quote1235653350=farfalla5]

    vi domando: noi cioè io e mio marito, siamo degli antiquati oppure il mondo di oggi è sotto e sopra….?
    [/quote1235653350]

    Non si tratta di essere antiquati Farfalla!
    I nostri figli hanno modelli tremendi che vengono loro proposti in continuazione dai media.
    Ma tuo figlio è grande, dovrebbe aver passato l'età della provocazione….. 😉

    Non so che dirti, ho sempre parlato di sesso ai miei figli quando erano piccoli e quando mi hanno fatto delle domande, ora (21 e 19 anni) scherzano anche su queste cose con gli amici, ma in modo più ironico che volgare.
    Ma non usano certe parole, soprattutto in famiglia, e soprattutto in presensa di ragazzini…


    #121681

    Pyriel
    Bloccato

    [quote1235653932=Renée]
    [quote1235652527=mysterio]
    Leggendo questo topic mi è venuto da riflettere su di una cosa..

    Mentre al giorno d'oggi la quasi totalità di uomini, donne, che siano anziani, giovani o adolescenti sono pressochè “corrosi” da un interesse morboso riguardo al sesso(anche se parlano come di libertà..di emancipazione ecc..)..i bambini (quelli non ancora influenzati “irreparabilmente” da Tv, scuola e pensiero dei genitori) hanno pressochè una repulsione totale verso tutto ciò che riguarda il sesso..

    Un motivo ci sarà.

    [/quote1235652527]

    Ciao Mysterio,

    Colui che non vive bene il sesso (preferirei chiamarla sessualità) è stato spinto a reprimerlo.
    Ciò si trasforma in paura di conoscersi in profondità…
    La paura è profonda, un pò come il terrore della morte (paradossalmente) .

    Le nuove generazioni… non sono ossessionate dal sesso, ma il loro inconscio continua a condannarlo: è stato costruito secolo dopo secolo, racchiude in sé l'intero passato dell'umanità.
    La mente comune, abitudinaria, ne ha paura: sembra qualcosa di pericoloso, anche se , Freud, Jung, Reich e l'intera psicologia occidentale hanno preparato il terreno per lo sviluppo
    e l'evoluzione in tal senso, c'è ancora molto da fare perchè le coscienze si adeguino alla
    metamorfosi in atto (anche sessuale, ovviamente).

    Credo faccia comunque parte dell'accettarsi profondamente come Essere materiale-eterico.

    Consigli in questo caso non so darli, certo che, l'apertura mentale è sempre meglio dell'aberrazione che causa frustrazioni a non finire, quindi, complimenti a quel genitore che parla serenamente con il figlio non trascurando mai nessun punto di vista, ma accettando
    in primis il fatto che, se il figlio ne parla (in qualsiasi modo o maniera) è prchè ha un profondo bisogno di confronti con il genitore.

    [/quote1235653932]

    Come?… Io miglioro e tu peggiori?…
    L'alcool fa malissimo, ma anche chi non è alcolizzato ne beve e poi dice:
    In dose giusta fa bene alla salute.
    Spesso chi beve dice a chi non beve:
    Che? Hai paura come le femminucce?
    I bambini, le Anime e gli Angeli sanno bene da che cosa devono astenersi.
    L'emancipazione non esisterà mai, perché tutte le cose sozze si faranno sempre di nascosto, fino alla fine.


    #121682

    silvana
    Partecipante

    [quote1235654323=farfalla5]
    Non credo che tutto dipende dall'educazione dato che in casa mia non abbiamo mai affrontato il tema in modo volgare…

    anzi…mio figlio ha visto sempre un unione familiare e il grande interesse per la cultura dell'anima…

    dev'essere come hanno risposto Iniziato Gius e Rich che il mondo è proprio nel caos….

    la mia domanda era se era giusto trattare questi temi in famiglia così spudoratamente….

    ho degli amici che a cena parlano di porno d'avnti ai figli piccoli….
    [/quote1235654323]

    A volte ci può anche essere un rigetto,nel senso ,che se in famiglia si parla troppo di cose spirituali,alla fine,si ottiene l'esatto opposto
    Per quanto riguarda,se è giusto o meno parlare in famiglia di cose oscene ,io ritengo di no,nel modo più assoluto.
    Ma ogni famiglia deve cercare il suo modo di comunicare,siamo tutti diversi,e non ci può essere una ricetta valida per tutti
    Comunque che siamo nel caos è verissimo,troppi bomardamenti,da ogni dove,come può un ragazzo riuscire a districarsi??
    Io continuo a ribadire che solo la famiglia può in qualche modo contrastare ciò,ma non è detto che ci riesca,le difficoltà sono oggettive
    Però nemmeno ci possiamo salvare in corner dando la colpa al caos esterno.
    Facciamo ordine dentro di noi,nelle nostre case..e forse anche fuori il caos diminuirà :uuuu:


    #121683

    renae
    Bloccato

    [quote1235654824=Pyriel]
    [quote1235653932=Renée]
    [quote1235652527=mysterio]
    Leggendo questo topic mi è venuto da riflettere su di una cosa..

    Mentre al giorno d'oggi la quasi totalità di uomini, donne, che siano anziani, giovani o adolescenti sono pressochè “corrosi” da un interesse morboso riguardo al sesso(anche se parlano come di libertà..di emancipazione ecc..)..i bambini (quelli non ancora influenzati “irreparabilmente” da Tv, scuola e pensiero dei genitori) hanno pressochè una repulsione totale verso tutto ciò che riguarda il sesso..

    Un motivo ci sarà.

    [/quote1235652527]

    Ciao Mysterio,

    Colui che non vive bene il sesso (preferirei chiamarla sessualità) è stato spinto a reprimerlo.
    Ciò si trasforma in paura di conoscersi in profondità…
    La paura è profonda, un pò come il terrore della morte (paradossalmente) .

    Le nuove generazioni… non sono ossessionate dal sesso, ma il loro inconscio continua a condannarlo: è stato costruito secolo dopo secolo, racchiude in sé l'intero passato dell'umanità.
    La mente comune, abitudinaria, ne ha paura: sembra qualcosa di pericoloso, anche se , Freud, Jung, Reich e l'intera psicologia occidentale hanno preparato il terreno per lo sviluppo
    e l'evoluzione in tal senso, c'è ancora molto da fare perchè le coscienze si adeguino alla
    metamorfosi in atto (anche sessuale, ovviamente).

    Credo faccia comunque parte dell'accettarsi profondamente come Essere materiale-eterico.

    Consigli in questo caso non so darli, certo che, l'apertura mentale è sempre meglio dell'aberrazione che causa frustrazioni a non finire, quindi, complimenti a quel genitore che parla serenamente con il figlio non trascurando mai nessun punto di vista, ma accettando
    in primis il fatto che, se il figlio ne parla (in qualsiasi modo o maniera) è prchè ha un profondo bisogno di confronti con il genitore.

    [/quote1235653932]

    Come?… Io miglioro e tu peggiori?…
    L'alcool fa malissimo, ma anche chi non è alcolizzato ne beve e poi dice:
    In dose giusta fa bene alla salute.
    Spesso chi beve dice a chi non beve:
    Che? Hai paura come le femminucce?
    I bambini, le Anime e gli Angeli sanno bene da che cosa devono astenersi.
    L'emancipazione non esisterà mai, perché tutte le cose sozze si faranno sempre di nascosto, fino alla fine.
    [/quote1235654824]

    Il problema non sussiste in chi ha ormai trasceso.


    #121685

    Pyriel
    Bloccato

    Si mia cara, ma qui sembrano davvero in pochi a spiegarlo.


    #121684

    renae
    Bloccato

    Tua cara???

    Giammai!!


    #121686

    Pyriel
    Bloccato

    Ecco, ora sei più chiara.


    #121687

    renae
    Bloccato

    e l'astruso rimani tu…


    #121688

    Pyriel
    Bloccato

    Che complimento!


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 62 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.