MATTATOIO

Home Forum L’AGORÀ MATTATOIO

  • This topic has 23 partecipanti and 191 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 192 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #133895
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    all’alimentazione umana, e questa concessione ha delle condizioni: l’uomo può cibarsi della carne di un animale che abbia subito una macellazione rituale che comporti la minima sofferenza fisica possibile

    su questo sicuramente concordo a pieno


    #133894
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1272580064=Richard]
    all’alimentazione umana, e questa concessione ha delle condizioni: l’uomo può cibarsi della carne di un animale che abbia subito una macellazione rituale che comporti la minima sofferenza fisica possibile

    su questo sicuramente concordo a pieno

    [/quote1272580064]

    Riccardo la frase che hai riportato e deplorevole. Logicamente, per chi mangia la carne, ogni secchio d'acqua serve a riempire il proprio pozzo.

    Le creature non vanno mangiate. L'uomo, dotato di libero arbitrio, può decidere di infrangere le leggi Divine ma, di certo, non potrà non pagarne le conseguenze, in una delle tante vite che ha da vivere.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #133896
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    Pas io cerco di moderare il mio pensiero, tu spingi con forza le tue convinzioni, questo errore possiamo farlo tutti e per me stai facendo un errore, tu hai la tua idea e la tua convinzione di avere capito..io potrei dire che c'è del gran business anche nel vegetarianesimo, che ora sembra pure la cura per il riscaldamento globale.., potrei dire che per chi non mangia carne ogni secchio d'acqua serve a riempire il proprio pozzo..


    #133898
    kingofpopkingofpop
    Partecipante

    io sono comunque daccordo con chi sostiene ke l uccisione di un qualsiasi cadavere o corpo ha comunque un influsso negativo nel karma d un uomo


    #133899
    altair
    Partecipante
    #133900
    altair
    Partecipante

    [quote1272606983=Richard]
    Pas io cerco di moderare il mio pensiero, tu spingi con forza le tue convinzioni, questo errore possiamo farlo tutti e per me stai facendo un errore, tu hai la tua idea e la tua convinzione di avere capito..io potrei dire che c'è del gran business anche nel vegetarianesimo, che ora sembra pure la cura per il riscaldamento globale.., potrei dire che per chi non mangia carne ogni secchio d'acqua serve a riempire il proprio pozzo..
    [/quote1272606983]

    Tu fai il culturista e senza la ciccia la cosa credo non si possa fare.

    Pasgal medita e la cosa, senza carne, può funzionare benissimo.

    Stili di vita diversi, alimentazione diversa.

    L'alimentazione può influenzare lo stile di vita.

    Lo stile di vita può indurre a cambiare alimentazione.


    #133901
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1272609947=Richard]
    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/rimirare-il-sole-per-nutrirsi.php
    Rimirare il sole per nutrirsi –
    di Giovanni Gatti

    L’umanità usa l’energia solare per far funzionare pannelli per il riscaldamento, meccanismi, recipienti ad energia solare… Allo stesso modo l’individuo può trasformare se stesso in una pentola solare. Il cervello e la mente sono i recipienti più potenti del corpo umano. La retina e la ghiandola pineale includono delle cellule fotoricettrici e come tali possono essere considerate argani fotosensitivi. Così come il regno vegetale si sviluppa grazie alla clorofilla e alla fotosintesi, che dipendono direttamente dal sole, similmente un qualche tipo di fotosintesi o fotoanalisi si verifica quando assimiliamo la luce del sole. E’ in questo modo che funziona quello che Hira Ratan Manek chiama il rituale scientifico del Surya Namaskar (comunemente conosciuto come saluto al sole). Attraverso il percorso dalla retina all’ipotalamo chiamato il tratto retinoipotalamico.

    Ighina:

    http://www.thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=253&id_categoria=12&id_sottocategoria=29
    A dire la verità gli atomi non corrono, ma pulsano ed è la loro pulsazione che fa ruotare il loro campo magnetico, che in tal modo li avvolge in una specie di alone luminoso nascondendoli agli sguardi.

    E’ la stessa cosa che succede nello spazio: la sostanza dei corpi celesti è pulsante ma ferma; sono solo i loro campi magnetici che ruotandogli attorno ce li fanno vedere in movimento. Tutti gli uomini presenti sulla superficie della Terra sono prigionieri del loro campo magnetico che è condizionato dal grande campo magnetico del nostro pianeta.

    Per distruggere le illusioni create dai campi magnetici, bisogna fermarli assorbendone all’interno o dall’esterno l’energia, in modo da vedere la realtà che c’è al di là di essi”.

    Mi disse anchei, che noi uomini non avevamo ancor ben capito una cosa di fondamentale importanza e cioè che l’alimentazione degli esseri viventi è determinata dall’assorbimento dell’energia e non della materia. Mi fece questo esempio:

    “Un seme ha bisogno di acqua intorno sé per emettere radici e poi crescere. Tuttavia il seme non assorbe l’acqua come tale, ma come energia di tale elemento. Tutte le cellule viventi sono avvolte da una membrana che rappresenta il livello di materializzazione più interna del loro campo magnetico e nello stesso tempo, il livello di energia più esterno della loro natura materiale.

    Attraverso la membrana che avvolge il seme, sembra che passi l’acqua, ma in realtà è la sua energia o meglio l’energia del ritmo Sole -Terra che è presente in essa, che viene assorbita, filtrata e poi materializzata all’interno, in una forma nettamente diversa da quella che aveva quando era fuori.

    Le membrane cellulari scindono l’acqua non solo in idrogeno e ossigeno, ma anche in energia solare e terrestre. Nel processo di nutrizione che è il processo di assorbimento principale, tutto deve essere smaterializzato e cioè trasformato in energia, prima di venire rimaterializzato nelle forme necessarie all’organismo vivente.

    Io ti posso garantire che si potrebbe vivere senza mangiare né bere, se ci si mettesse in sintonia con il ritmo Sole-Terra. Ma prova a dirlo agli scienziati e vedrai come ti ridono in faccia”

    ——————

    [/quote1272609947]
    altair leggi questi


    #133902
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    potrei anche fare un lavoro pesante per il fisico..a parte lo sport
    quello che dici è vero, capisco anche chi dice che comunque in ogni caso si puo avere tutta la forza fisica e soprattutto il recupero che serve con l'alimentazione vegetariana (poi pero leggo nelle discussioni che usano integratori). Sicuramente non bisogna sottovalutare in ogni caso per me la cosa e apprendere bene come cambiare cosi la dieta perche col tempo per me si rischia comunque di avere delle carenze se non lo si fa bene, chiaramente te ne accorgi prima a seconda del lavoro che fai ogni giorno

    Quello che dico principalmente è che la discussione affrontandola in questo modo e demonizzando l'una o l'altra parte porta ad un ciclo chiuso
    Credo che sia una scelta che si possa arrivare a fare col tempo, come ho anche detto istintivamente uscendo di casa dalla famiglia dove si mangiava costantemente carne, ho ridotto naturalmente e anche se ero abituato, non ho sentito alcuna dipendenza “dai piaceri della carne” (come ho letto in alcuni articoli sul vegetarianesimo), anzi ho ridotto naturalmente e non mi manca.
    Io non demonizzo l'uso di carne e non sono convinto che sia contro natura e nemmeno prendo in giro chi decide di mangiare solo verdure e semi e frutta.
    Penso sia corretto e semplice arrivare a capire che mangiare molta carne porta difficoltà all'organismo e alla sua pulizia, è sicuramente piu pesante da gestire di frutta e verdura.
    Discutendo su forum di allenamento ho visto persone che mangiano una quantità di carne che io solo a pensarci sto male.
    Per ora penso che la via di mezzo sia accettabile.
    Anche il discorso sull'influenza della carne in un percorso puramente spirituale posso capirlo..ma restano sempre scelte.


    #133903
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    ho cercato per curiosità quali siano le regole in teoria:
    http://www.veterinariaalimenti.marche.it/viewdoc.asp?CO_ID=4271

    “L’uso di metodi di abbattimento non rispettosi del benessere animale non sarà più a lungo consentito tranne che in circostanze eccezionali (come nel caso di protezione della salute umana o in caso di malattie incontrollabili degli animali)”

    http://lnx.comunedilugnano.it/lugnano/data/uploads/downloads/regolamento_mattatoio.pdf

    Per quanto riguarda i testi ho trovato questo cercando sulla macellazione

    http://www.tradizionesacra.it/il_paradosso_della_vacca_indiana.htm
    IL PARADOSSO DELLA VACCA INDIANA: CIBARSI DI MANZO NELL’INDIA ANTICA


    #133904
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    Probabilmente mi farò nemica di tanti qui per questo che sto per dire…

    Dunque, dopo anni e anni di una lotta con me stessa noto che alla fine quelli che dovrebbero essere più umili più calmi e più pacifici, proprio perché non mangiano carne, sono i più feroci nel affrontare l'argomento.

    Per me è una battaglia quotidiana che mi spinge di riconoscere che più mi accanisco contro i miei, più ottengo risultato opposto.

    Vi faccio un esempio, mio figlio quando era piccolo vide un programma di Licia Colò dove facevano vedere i piccoli vitellini pronti per la macellazione, tirati per il collo per spaventarli così da ottenere la carne bianca…ecco, dopo questo mi disse:
    “mamma è questa la ciccia che poi mangiamo noi?”
    e bene, dopo questo episodio mi disse di non voler più mangiare niente di questo.

    A scuola poi veniva bombardato, stressato di domande perchè alla mensa rifiutava la carne, in tutta famiglia succedeva la stessa cosa, per i nonni ero cretina io e mettevo a rischio la sua salute.

    Ad un certo punto vedendo che questo lo portava a troppe sofferenze gli dissi, quando vai dalla nonna, quando sei da qualche amico o sei a scuola mangia la carne se no, ti ammali.

    Oggi vedo, che più gli faccio vedere come sono trattati gli animali più mi risponde che è una cosa normale, in conclusione lui oggi mangia praticamente solo la carne….

    ma la conclusione più triste che ho tirato fuori è che sono io che soffro terribilmente, sono io che non vivo tranquillamente, è un problema di tutti i giorni cosa fare da mangiare…e alla fine sembra che l'unica terrorista nelle mia famiglia sono io.

    Ecco, penso che scegliere cosa mangiare e come mangiare è una scelta al livello personale, è fa parte del percorso evolutivo del individuo e se lo imponi con violenza, perchè di violenza psicologica si tratta, ottieni il risultato atroce.

    E' inutile riportare i testi di svariati maestri o delle religioni….bisogna seguire il naturale percorso di conoscenza che piano piano porterà ad una giusta comprensione di cosa è meglio per determinato individuo.

    E comunque si tratta di una scelta morale ed etica che serve a elevare lo spirito….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 192 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.