MATTATOIO

Home Forum L’AGORÀ MATTATOIO

Questo argomento contiene 191 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Spiderman 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 192 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #133916

    altair
    Partecipante

    [quote1272626036=pasgal]
    Dio ci ha detto cosa mangiare, ci ha spiegato che siamo frugivori e ci ha detto di mangiare: verdura, frutta in grande quantità, semi e cereali………

    Chi mangia carne, chi va a caccia, chi a pesca… non si rende conto di andare contro alla Parola di Dio.
    [/quote1272626036]

    Cristo, il figlio di Dio, che, si presume, andava d'accordo col Padre, moltiplicò i pani e i pesci. Se fosse come tu dici, Cristo avrebbe detto: signori miei, i pani ve li moltiplico ma i pesci no, perchè non si devono mangiare.

    Nel Levitico, se non ricordo male, da qualche parte sta scritto: “scanna e mangia”.

    Dunque tu a quale Dio ti riferisci?

    Inoltre il Cristo non era nemmeno contrario all'alcol, infatti pare abbia mutato l'acqua in vino; dal mio punto di vista uno dei miracoli più interessanti. :hehe:

    [quote1272625982=zret]
    I primi cristiani erano vegetariani. Quanti oggi lo sono?

    [/quote1272625982]

    Pietro, uno dei primissimi cristiani, pare esercitasse l'antico mestiere del pescatore e così anche i suoi compagni.

    p.s.

    Sto elaborando un post articolato sulla questione; vorrei solo ricordare, nel frattempo, che la millenaria tradizione del cacciatore-raccoglitore, diffusa per un lunghissimo periodo in tutto il mondo, ancora oggi vive presso alcune tribù amazzoniche e aborigeni australiani.

    Popolazioni isolane, che vivono dalla notte dei tempi in remoti arcipelaghi e anche in arcipelaghi non tanto remoti, come il Giappone, occorre dire cosa mangiano da sempre?


    #133915
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    sai altair ho letto un po in giro e ognuna dice la sua sulle azioni o le abitudini di Gesù


    #133917

    altair
    Partecipante

    Richard, la maggior parte dei cristiani si affida a quello che tramanda la tradizione: Cristo, secondo quanto si legge nei vangeli, non ha fornito consigli vegetariani.


    #133918

    altair
    Partecipante

    Alcune considerazioni per quanto riguarda gli agnelli.

    L'allevamento delle greggi ovine, si basa su alcune procedure che non possono essere in alcun modo mutate.

    La pecora, l'ovino di sesso femminile, è l'animale che fornisce lana, latte, prole.

    L'agnello, che da adulto diventerebbe montone, dal punto di vista dell'allevatore può svolgere un'unica funzione: fare il riproduttore che deve ingravidare le pecore.

    Quale pastore lascerebbe crescere gli agnelli per poi ritrovarsi con un surplus di puzzolenti ed intrattabili montoni? l'avete mai visto un montone dal vero? niente a che vedere con le timide pecore, è come il toro confrontato con la vacca.

    Dunque, dal punto di vista di qualunque allevatore di greggi, il destino dei cuccioli di sesso maschile può essere uno solo: finire sulle braci.

    Per svolgere la funzione di riproduttore, infatti, sono più che sufficienti pochissimi elementi accuratamente selezionati.

    Che vi piaccia o no le cose funzionano così da sempre.

    Siamo pratici e stiamo ai fatti eh!


    #133919
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    comunque la storia ke riguarda l agnello va al di là della sola comprensione di definirlo animale..è un simbolo


    #133920
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1272636156=altair]
    [quote1272626036=pasgal]
    Dio ci ha detto cosa mangiare, ci ha spiegato che siamo frugivori e ci ha detto di mangiare: verdura, frutta in grande quantità, semi e cereali………

    Chi mangia carne, chi va a caccia, chi a pesca… non si rende conto di andare contro alla Parola di Dio.
    [/quote1272626036]

    Cristo, il figlio di Dio, che, si presume, andava d'accordo col Padre, moltiplicò i pani e i pesci. Se fosse come tu dici, Cristo avrebbe detto: signori miei, i pani ve li moltiplico ma i pesci no, perchè non si devono mangiare.

    Nel Levitico, se non ricordo male, da qualche parte sta scritto: “scanna e mangia”.

    Dunque tu a quale Dio ti riferisci?

    Inoltre il Cristo non era nemmeno contrario all'alcol, infatti pare abbia mutato l'acqua in vino; dal mio punto di vista uno dei miracoli più interessanti. :hehe:

    [quote1272625982=zret]
    I primi cristiani erano vegetariani. Quanti oggi lo sono?

    [/quote1272625982]

    Pietro, uno dei primissimi cristiani, pare esercitasse l'antico mestiere del pescatore e così anche i suoi compagni.

    p.s.

    Sto elaborando un post articolato sulla questione; vorrei solo ricordare, nel frattempo, che la millenaria tradizione del cacciatore-raccoglitore, diffusa per un lunghissimo periodo in tutto il mondo, ancora oggi vive presso alcune tribù amazzoniche e aborigeni australiani.

    Popolazioni isolane, che vivono dalla notte dei tempi in remoti arcipelaghi e anche in arcipelaghi non tanto remoti, come il Giappone, occorre dire cosa mangiano da sempre?

    [/quote1272636156]

    altair avevo detto la mia e non volevo più intervenire, intervengo quest'ultima volta, dato che mi poni delle domande e dato che altro non ho da aggiungere.

    La storia dei pesci ha molteplici chiavi di lettura e Gesù non ha mai mangiato Agnello. A quel tempi si mangiavano particolare polpette fatte con una pianta marina, detta pianta del pesce, era un piatto comune. Quindi Gesù avrebbe moltiplicato delle polpette. Questa è solo una delle tante spiegazioni, non è detto sia l'unica. Te la cito solo per farti capire che la stessa questione può essere interpretata in modo diverso.

    Ma anche se avesse moltiplicato pesci veri, questo non significherebbe nulla, basta rifletterci.

    Dicevo non ha mai mangiato Carne e mai ha fatto menzione di mangiare carne, sappi che lui per broma intendeva cibo e non carne. La traduzione esatta è questa. Quindi quando leggi “..avete della carne” nel Testamento tradotto, doveva essere “..avete da mangiare”?

    Sebbene la traduzione inglese del Vangelo menzioni “la carne” diciannove volte, i termini originali si traducono più correttamente con “cibo”: broma = “cibo” (usato quattro volte); brosimos = “ciò che si può mangiare” (usato una volta); brosis = “cibo, o l'atto del mangiare” (usato quattro volte); prosphagion = “qualsiasi cosa da mangiare” (usato una volta); trophe = “nutrimento” (usato sei volte); phago = “mangiare” (usato tre volte).

    Così “Avete della carne?” (Giovanni 21. 5) si dovrebbe leggere: “Avete qualcosa da mangiare?” E quando il Vangelo dice che i discepoli andarono a comprare carne (Giovanni 4. 8), una traduzione più letterale direbbe semplicemente che andarono a comprare “da mangiare”. In tutti i casi il greco originale parla di “cibo” in generale e non necessariamente di “carne”.

    I Codex Sinaiticus è la prima edizione del Nuovo Testamento dove compaiono i pesci come oggetti del miracolo.

    Comunque ci sono varie letture in merito, basta leggerle, chi vuole leggerle, oppure (preferisco questo) cercare dentro di sè per avvicinarsi alla realtà seguendo il proprio intuito.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #133921

    altair
    Partecipante

    Pasgal, tieniamo conto anche delle diverse interpretazioni riguardo ai pesci, ma ai tempi di Gesù esisteva la pastorizia?

    Se esisteva la pastorizia, esistevano pure gli agnelli, la maggior parte dei quali potevano solo essere mangiati per le ragioni che ho spiegato sopra.

    E sono certo che Gesù non ha mai avuto nulla da ridire sulle pratiche dei pastori. 🙂

    Lo stesso discorso vale per i bovini.

    Se si allevano bovini, la maggior parte dei vitelli può essere solo destinato al macello, visto che nessuno si sognerebbe di allevare mandrie di tori (spagnoli a parte).

    Nei tempi passati, una buona parte di vitelli veniva lasciata vivere, anche in questo caso con uno scopo preciso; ad una certa età il vitello veniva castrato e diventava il carducciano “pio bove”, destinato al ruolo di trattore vivente nei lavori dei campi.


    #133922

    skorpion75
    Partecipante

    Non mangio carne nè pesce nè latte (solo qualche formaggio ogni tanto); mia moglie molto raramenete insieme a mio figlio.
    In tutto il treal la risposta più equilibrata è a mio avviso quella di farfalla.
    Il libero arbitrio c'è e ok, a livello di anima/spirito, ma la mia libertà finisce dove inizia quello di un altro; il mio rispetto e il mio amore invece non si dovrebbe fermare alle opinioni altrue ma dovrebbe essere donato spontaneamente a tutti, a prescindere dal loro credo, usanze, tradizioni…


    #133923

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1272639205=skorpion75]

    Il libero arbitrio c'è e ok, a livello di anima/spirito, ma la mia libertà finisce dove inizia quello di un altro;
    [/quote1272639205]

    Non capisco questo passaggio, ti va di spiegarti meglio?


    #133924
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1272639355=altair]
    Pasgal, tieniamo conto anche delle diverse interpretazioni riguardo ai pesci, ma ai tempi di Gesù esisteva la pastorizia?

    Se esisteva la pastorizia, esistevano pure gli agnelli, la maggior parte dei quali potevano solo essere mangiati per le ragioni che ho spiegato sopra.

    E sono certo che Gesù non ha mai avuto nulla da ridire sulle pratiche dei pastori. 🙂

    Lo stesso discorso vale per i bovini.

    Se si allevano bovini, la maggior parte dei vitelli può essere solo destinato al macello, visto che nessuno si sognerebbe di allevare mandrie di tori (spagnoli a parte).

    Nei tempi passati, una buona parte di vitelli veniva lasciata vivere, anche in questo caso con uno scopo preciso; ad una certa età il vitello veniva castrato e diventava il carducciano “pio bove”, destinato al ruolo di trattore vivente nei lavori dei campi.
    [/quote1272639355]

    Ultimo intervento, soprattutto perchè così deve fare chi segue una strada spirituale, parlare poco.

    Gesù è arrivato per correggere l'uomo, per dare un esempio e come lui ha detto non per negare i vecchi scritti ma per completarli.

    Gesù a quel tempo viveva come uomo, nonostante fosse credenza storica il consumo di Agnello a Pasqa (liberazione degli Ebrei dall'Egitto) come legge divina, lui festeggiò la Pasqua un giorno prima. Festeggiò da Esseno secondo il calendario di Qumran 1 giorno prima questa festività e non consumo nessun boccone di carne, agnello o altro. Tutti gli esseni erano vegetariani.

    Persino la chiesa (che, ai loro, accetta l'uso della Carne) ha dovuto confermare questo tramite le parole di Papa Ratzinger.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 192 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.