Mentre tutti (o quasi) sono in ferie e guardano le olimpiadi…….

Home Forum PIANETA TERRA Mentre tutti (o quasi) sono in ferie e guardano le olimpiadi…….

Questo argomento contiene 42 risposte, ha 13 partecipanti, ed è stato aggiornato da  altair 10 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 43 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #74125

    sev7n
    Partecipante

    [quote1218493539=El Mojo]
    Eh si sephir,
    sangue sardo-spagnolo, 4 secoli di dominazione lasciano il segno, ihih.
    Ciao
    [/quote1218493539]

    :ok!:

    P.S: :bravo: sephir !


    #74126
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    sul forum di ag si puo discutere anche di questo e qualche discussione è stata fatta, diciamo che non sono questi gli argomenti preponderanti, argomenti di cui si discute abbondantemente in tutte le salse su internet, qua pero cerchiamo anche e molto, discussioni e visioni alternative

    Tipo..
    https://www.altrogiornale.org/_/pdf/pdf.php?news.420

    di sicuro non credo che qualcuno qua ignori quello che sta accadendo, ma gli eventi si possono affrontre in modi diversi.

    Se è vero che le coscienze modificano la realta, allora non conviene avere tutte le coscienze puntate verso la preoccupazione, la paura, il senso di impotenza, il senso di disperazione, il pessimiso, non trovate?

    Per quanto riguarda Wilcock, Braden, Lipton e altri che stanno diffondendo un certo tipo di pensiero, non credo assolutamente che automaticamente si debba pensare che lo facciano solo per denaro, di sicuro a questo mondo il denaro serve sia per farne di buone che cattive, se si vogliono modificare le coscienze, allora da sempre si sono usati libri, film, mezzi di comunicazione…come internet come nel nostro caso.

    Il punto è, cosa sta accadendo? Dove finiremo? Per quali motivi? ecc..
    Abbiamo diversi canali di informazione, canali convenzionali e non convenzionali.
    Quelli convenzionali comprendono anche le varie “teorie cospirazionistiche”, cioe visioni alternative a quelle ufficiali, il tutto comunque porta a ragionamenti entro certi paramentri e possibilita umane.
    Il denaro, il petrolio, il razzismo, il controllo finanziario, le religioni, ecc..

    Queste pappe le conosciamo abbastanza, siamo martellati di continuo

    Poi puo succedere che ci si chiede, ma deve andare sempre cosi? ma cosa stiamo a fare qua, per continuare cosi ogni tot decenni? non posso avere informazioni da canali diversi?

    Quindi dal materiale ci si appella al mistico-spirituale come lo abbiamo diciamo definito fino ad ora, è sempre accaduto e che lo si accetti o meno sempre accadrà, almeno finora..poi in futuro non so..

    Allora accade che, benche ci sia giustamente scetticismo, sembrano avvenire cose che erano gia scritte in tutte le culture..non si puo negare che perlomeno “sembrino accadere”..quindi si trovano nuovi canali, che sembrano diventare sempre piu reali, discussi, fisicamente presenti nella nostra realta..diventa lecito chiedersi allora: vuoi vedere che la verita sta dietro quello che fino ad ora ci hanno detto che è falso ed è stupido credere?

    Guardacaso queste falsità ci portano a parlare di un futuro positivo e la paura quasi svanisce e inizia l'interesse per la ricerca e molte cose le si guardano sotto un diverso punto di vista e con piu speranza, le energie possono riprendere a fluire e si guarda oltre…no ci trovo nulla di anomalo.
    Quello che è anomalo è quello che ci mostrano di continuo, disperazione, paura, impotenza..


    #74127

    altair
    Partecipante

    [quote1218494673=Zret]
    Altair, hai ragione, ma spesso ci si sente impotenti in modo frustrante, rispetto ad una realtà socio-politica ed economica su cui non riusciamo ad incidere come vorremmo.
    [/quote1218494673]
    Ed è qui invece che si può fare molto, senza bisogno di petizioni, raccolta di firme, marce e quant'altro.
    La parola d'ordine è: anticonsumismo.
    Anticonsumismo messo in pratica nei tempi e nei modi che il proprio livello di consapevolezza consente.
    Fare mente locale su quanto il consumismo incida oggi su buona parte delle problematiche che attanagliano l'occidente industriale.
    Capire cosa appartiene al superfluo e non si accorda con un consumo etico.
    Rivoluzione attuabile su base individuale, su libere scelte legate ai nostri consumi
    [quote1218494673=Zret]
    Tuttavia gli scopi veri non sono economici, ma di distruzione del pianeta e dell'umanità. E' evidente che finora nessuno è riuscito a far piovere, non appena gli aerei chimici hanno cominciato a dissolvere le nuvole.

    Alla fine, volenti o nolenti, bisogna sempre fare i conti con gli Arconti.

    Ciao!
    [/quote1218494673]
    Sugli scopi ultimi dei quali ci parli difficile dare pareri, sono convinzioni tue delle quali sarebbe interessante conoscere le basi.
    Francamente a me, allo stato attuale, mancano elementi per accogliere affermazioni di questa portata.


    #74128

    iniziato
    Partecipante

    Ciao Altair, mi mancavi sai!

    Io ci sono, sto seguendo la situazione in Georgia, ma non so cosa dire. A dire il vero, vorrei provare a dire qualcosa ma mi manca la voce.

    Ritengo una pazzia ed un suicidio l'atteggiamento europeo nei confronti della russia, con la quale invece stringere forti rapporti di amicizia staccandomi dal carrozzone Usa-Judes.

    Ma io chiaramente non conto una fava, anzi magari vi posso scrivere qualche ricetta con le fave …

    Le motivazioni appaiono nuovamente di carattere strategico-economico, gli usa-judes ci mettono lo zampino, comprano e muovono le loro pedine, mi chiedo se invece della russia , l'auropa confinasse con la cina… cosa accadrebbe??


    #74129

    mirach72
    Partecipante

    Se l'Europa confinasse con la Cina non succederebbe niente, come al solito, basta guardare l'atteggiamento del mondo sportivo in queste Olimpiadi; nessuno parla più del Tibet, non c'è nessun segno di protesta da parte degli atleti, niente di niente. Poi, quando tornano a casa, vanno in giro per le televisioni a domandare fondi per questa o quella associazione benefica (per le loro tasche). E' la solita ipocrisia tutta occidentale.


    #74131

    mysterio
    Partecipante

    [quote1218536003=altair]
    Ed è qui invece che si può fare molto, senza bisogno di petizioni, raccolta di firme, marce e quant'altro.
    La parola d'ordine è: anticonsumismo.
    Anticonsumismo messo in pratica nei tempi e nei modi che il proprio livello di consapevolezza consente.
    Fare mente locale su quanto il consumismo incida oggi su buona parte delle problematiche che attanagliano l'occidente industriale.
    Capire cosa appartiene al superfluo e non si accorda con un consumo etico.
    Rivoluzione attuabile su base individuale, su libere scelte legate ai nostri consumi

    [/quote1218536003]

    Concordo pienamente con questo tuo punto di vista caro Altair..e..nel mio piccolo..già da tempo sto cercando di adattarmi ad uno stile di vita che non sia quello imposto dalla società del consumismo.

    Il problema risiede nel fatto che..finchè siamo solo una esigua minoranza a seguire questa linea..oltre a non cambiare una virgola nella società che ci circonda..rischiamo anche di venire parzialmente emarginati dalla società stessa.

    Affinchè potessimo realmente aver la forza di cambiare qualcosa..bisognerebbe far sì che questa linea di pensiero venga seguita sempre da un maggior numero di persone..ma..al momento attuale..mi sembra un impresa(perdona il mio pessimismo) irrealizzabile..solo un utopia.

    Credi di riuscire ad instillare nella gente di oggi la consapevolezza di rinunciare al superfluo? A spiegare agli uomini che non è necessario comprare sempre l'ultimo modello di cellulare? A spiegare che è bene ridurre all'indispensabile l'uso dell'automobile? Che in città è meglio girare a piedi o in bicicletta? Che si può evitare di andare a mangiare da un McDonald?

    Sono esempi banali e magari poco attinenti quelli che ho fatto..ma servono per rendere
    l'idea del fatto che la vedo dura cambiare di netto quelle che sono le abitudini e gli stili di vita della maggior parte delle persone.


    #74130

    iniziato
    Partecipante

    [quote1218537641=mysterio]
    Concordo pienamente con questo tuo punto di vista caro Altair..e..nel mio piccolo..già da tempo sto cercando di adattarmi ad uno stile di vita che non sia quello imposto dalla società del consumismo.

    Il problema risiede nel fatto che..finchè siamo solo una esigua minoranza a seguire questa linea..oltre a non cambiare una virgola nella società che ci circonda..rischiamo anche di venire parzialmente emarginati dalla società stessa.

    Affinchè potessimo realmente aver la forza di cambiare qualcosa..bisognerebbe far sì che questa linea di pensiero venga seguita sempre da un maggior numero di persone..ma..al momento attuale..mi sembra un impresa(perdona il mio pessimismo) irrealizzabile..solo un utopia.

    Credi di riuscire ad instillare nella gente di oggi la consapevolezza di rinunciare al superfluo? A spiegare agli uomini che non è necessario comprare sempre l'ultimo modello di cellulare? A spiegare che è bene ridurre all'indispensabile l'uso dell'automobile? Che in città è meglio girare a piedi o in bicicletta? Che si può evitare di andare a mangiare da un McDonald?

    Sono esempi banali e magari poco attinenti quelli che ho fatto..ma servono per rendere
    l'idea del fatto che la vedo dura cambiare di netto quelle che sono le abitudini e gli stili di vita della maggior parte delle persone.
    [/quote1218537641]

    Più passa il tempo è più , non capendo nulla di tutto quello che succede dentro e fuori di me, mi lascio ad andare ad un pensiero che in fondo un equilibrio esiste già, che forse se tutti divenissimo macrobiotici o vegani ecc… il mondo che diventerebbe sicuramente di molto migliore non creerebbe quei presupposti di crescita che derivano dai problemi sociali e ambientali che invece così dobbiamo affrontare.

    Onestamente mi sentono dentro una possibilità, una possibilità complessa, che mi offre migliaia di possibili scelte, io nuoto dentro questo mare di possibilità e l'obbiettivo è imparare e vivere con intensità con coerenza, cerca una completezza , una serenità una pace interiore …


    #74132

    iniziato
    Partecipante

    dimenticavo mysterio, sebbene in questo mondo esiste violenza , guerra e prevaricazione di ogni genere, io onestamente devo dire a me stesso…

    Non incontro brutte cose nella mia vita, dal mattino fino alla sera dispenso sorrisi a tutti quelli che incontro e spesso ne ricevo di ritorno, non c'è mcdonald e nessuno mi invita al mcdonald.. si crea un mondo dentro il mondo, una possibilità dentro mille possibilità.

    Un amico anziano , mi racconta della seconda guerra mondiale, lui fa il contadino ha sempre vissuto in campagna e mi dice, sai cosa ho visto io della seconda guerra mondiale? un aereo tedesco un pomeriggio passare a bassa quota, poi più nulla.

    Parlo di asti, italia, non le isole figi.


    #74133

    sephir
    Partecipante

    infatti è durissima mysterio… mi ricordo un bel video postato da farfalla dove si spiegava come ad ogni bidone di rifiuti da noi differenziato ne corrispondono non uno ma sette circa di altrettanti bidoni di materia inquinante utilizzata per la fabbricazione di cio che noi in buona fede abbiamo appunto appena differenziato…
    Un esempio di come sia difficile in pochi smuovere una montagna creata da altri poteri.
    Ma non demordo da quando prendo in considerazione il livello energetico sottile degli avvenimenti, e credo che ognuno di noi in coscenza faccia tantissimo secondo più strati di esistenza dal momento in cui decide con la propria unica volontà di non adeguarsi più alle altrui imposizioni, anche se per piccoli passi!
    Come se in un grande vetro tutto sporco e opaco si pulisse un piccolo scorcio da cui passa luce,e potrei essere io…poi un'altro puntino,ed è antonio poi un altro francesca e così a catena…si capisce bene che la cosa migliore avviene quando i punti di luce nel nero non si trovano staccati uno dall'altro ma vicini, a formare superfici del vetro pulite sempre più ampie!
    In questo ci aiuta molto internet ( che certo non idolatro), e le piccole realtà comunitarie in formazione (gruppi di acquisto solidali, ecovillaggi, eco.turismi, gruppi di decrescita felice, forum virtuali ma reali come il nostro, associazione di volontariato per l'ambiente etc etc…)

    Non è quindi solo difficile creare una barriera contro il dilagare del pensiero consumista, divoratore affaticato ma tenace, è anche fattibile cercando di comunicare con fatti e parole a più persone possibili la semplice verità sullo schifo che hanno appena ingoiato, sul tumore che sta dietro una sigaretta, sul diabete la carie l'abulia che sta dietro un cucchiaio di zucchero bianco, sul lavoro sfruttato dietro alle banane al caffè al cacao, alle scarpette di del piero… e al fatto che non è tutto una pura casualità ma che sia parte di un disegno politico…e poi se qualcuno vuole può andare anche altre la politica e vedere dei disegni più paurosi…

    Più facciamo pubblicità più ne parliamo più in queste piazze per anime in risveglio se ne parla più qualcuno ascolterà e noi stessi diventiamo sempre più forti!
    Altair hai ragione a spronarci/ti a prescindere, perchè non è mai troppa la premura di chi voglia evitare l'oblio ! :bay:


    #74134

    sephir
    Partecipante

    Articolo Ansa:

    Attacco in Xinjiang, uccisi tre agenti
    PECHINO – Tre agenti dei servizi di sicurezza cinesi sono stati uccisi oggi in un attacco contro un posto di blocco stradale nella provincia cinese a maggioranza musulmana di Xinjiang, nel nord-ovest del Paese. Lo rende noto l'agenzia Nuova Cina.

    L'agguato è avvenuto alle 09:00 ora locale (le 03:00 ora italiana) nei pressi della città di Yamanya. Gli aggressori, il cui numero è sconosciuto, sono scesi da un'auto di passaggio e hanno attaccato a coltellate quattro agenti, uccidendone tre e ferendo il quarto. Poi sono fuggiti. E' questo il terzo grave attentato contro forze di polizia che avviene in Xinjiang in soli nove giorni, con un bilancio che ha superato i 20 morti. Una serie di azioni che coincidono con le Olimpiadi di Pechino e che non hanno precedenti nella storia di questa provincia.

    L'agguato è avvenuto a soli 30 chilometri dalla città di Kashi, dove il 4 agosto 16 agenti di polizia erano stati uccisi in un attacco terroristico attribuito dalle autorità al gruppo secessionista Movimento islamico del Turkestan orientale (Etim), che ha negato ogni responsabilità. Il 10 agosto una serie di bombe rudimentali sono state fatte esplodere in 12 uffici governativi della città di Kuqa, provocando la morte di tre persone. Le misure di sicurezza sono state ulteriormente rafforzate oggi nei siti olimpici di Pechino e in particolare intorno al centro stampa, dove sono apparsi alcuni mezzi blindati. Ma gli organizzatori dei Giochi e le autorità cinesi assicurano di essere in grado di garantire la sicurezza dei Giochi nella capitale, distante migliaia di chilometri dallo Xingjiang.

    Ecco a me questo puzza…improvvisamente in una zona sempre stata serenamente plurireligiosa, nonostante la maggioranza musulmana, ora casulamente durante i giochi qualcuno fa scoppiare attentati facendoli rivendicare dai soliti onnipresenti Movimenti islamici vogliosi di potere, libertà indipendenza oro incensi e mirra e di ucciderci tutti ad uno ad uno con taglierini arruginiti!
    che ne pensate?


Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 43 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.