Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORÀ Movimento 5 Stelle

Questo argomento contiene 1,658 risposte, ha 50 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 2 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,351 a 1,360 (di 1,659 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #140112

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1374513104=pasgal]
    Ma la sativa contiene il THC?
    [/quote1374513104]

    Si pas, ma pochissimo, è la “indica” quella che ne contiene in quantità. La sativa viene coltivata per usi tessili o per i semi, ad esempio, anche se gli usi possono essere molteplici.


    #140113

    Spiderman
    Partecipante

    Pizzarotti: “Entro il 2013 debito del Comune estinto e via agli investimenti”

    “Entro 2013 estingueremo il debito del Comune Parma. Libereremo investimenti e procederemo con il risanamento delle partecipate”. È il tweet lasciato ieri sulla rete dal sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Il primo cittadino a 5 Stelle – a pochi giorni dall’avvicendamento all’assessorato al bilancio con le dimissioni di Gino Capelli e la nomina del ricercatore dell’Università di Parma Marco Ferretti – fa riferimento al debito in conto capitale del Comune. A fine luglio verrà presentato il primo bilancio consolidato, in cui saranno presenti anche i dati sulle società partecipate. Nel frattempo, il debito complessivo Comune e partecipate, si è ridotto di 265 milioni di euro, passando da 850 a circa 585 milioni.

    http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/197725/Pizzarotti%3A_Entro_il_2013_debito_estinto_e_via_agli_investimenti.html


    #140099
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #140114
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    :bravo: :bravo:


    #140115

    Anonimo

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/25/camera-rimborsi-elettorali-partiti-si-spartiscono-563-milioni-m5s-rinuncia/667366/

    Camera, rimborsi elettorali: i partiti si spartiscono 56,3 milioni. M5S rinuncia
    L'ufficio di presidenza a Montecitorio ha stabilito la divisione dei contributi pubblici: 18,6 milioni vanno al Popolo della libertà e 18 milioni invece al Partito democratico. Gli unici a rinunciare, gli eletti del Movimento 5 Stelle

    Mentre ancora si discute per una riforma sul finanziamento pubblico ai partiti, a Montecitorio ci si spartiscono i contributi pubblici di diverse tornate elettorali. Unici a rinunciare, i parlamentari del Movimento 5 Stelle. L’Ufficio di presidenza della Camera, con il voto contrario dei 3 componenti grillini, ha deliberato il piano di ripartizione dei contributi pubblici ai partiti e ai movimenti politici per il 2013. Si tratta in totale di 56,3 milioni di euro, considerando le decadenze e le penalizzazioni previste dalla legge nonchè l’ammontare dei contributi erogati dai privati. I soldi stanziati fanno riferimento alle elezioni per la Camera, per il Parlamento europeo e per le Regionali.

    L’Ufficio di presidenza ha stabilito che di questi 56,3 milioni saranno 48,6 i milioni destinati ai movimenti e ai partiti rappresentati a Montecitorio. La parte del leone la fanno Popolo della libertà (con 18.6 milioni) e Partito democratico (18 milioni). Seguono: Lega Nord 5,4 milioni Udc 3,1 milioni; Scelta civica 1,3 milioni; Sel 1,1 milioni; Fratelli d’Italia 442 mila euro. I tre componenti dell’Ufficio di presidenza che hanno votato contro l’ok al piano di ripartizione sono i deputati M5S Luigi di Maio, Claudia Mannino e Riccardo Fraccaro. Il Movimento 5 stelle, che non ha presentato la domanda per ottenere i contributi e i rimborsi per le spese elettorali, non incasserà 4,2 milioni. La loro parte verra’ restituita allo Stato. La legge prevede che la somma annuale da ripartire a titolo di contributo pubblico ai partiti e ai movimenti politici, entro il 31 luglio di ogni anno, sia pari a 91 milioni di euro, considerando pero’ anche la quota del Senato.


    #140116

    Anonimo

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/25/deputato-m5s-fatica-a-leggere-sfotto-in-aula-ma-e-malato-di-sclerosi-multipla/666714/

    Deputato M5S fatica a leggere, “sfottò” in Aula. Ma è malato di sclerosi multipla
    La parlamentare Giulia Di Vita, in un post sul blog di Grillo, denuncia le “battutine” dai banchi di Scelta Civica e Pd al collega Matteo Dall'Osso che “ripetevano le sue parole balbettando, mormoravano, ridevano, lo guardavano divertiti”. Poi si sono scusati

    Preso in giro in aula dai colleghi per le difficoltà a leggere l’intervento. Che, però, sono dovute alla sua malattia, la sclerosi multipla. “I vergognosi sfottò a Matteo Dall’Osso” è il titolo di un post sul sito di Beppe Grillo a firma della deputata M5S Giulia Di Vita in cui si denuncia che, “all’una di notte”, durante la seduta fiume alla Camera, il deputato M5S Dall’Osso, affetto da sclerosi multipla, nel corso del suo intervento in Aula è stato oggetto di “battutine” da parte degli “umani colleghi dagli scranni di Pd e Scelta Civica”.

    Dall’Osso aveva “appena fatto il suo intervento in Aula, è l’una di notte, è stata una giornata pesante per tutti, figuriamoci per lui, mentre leggeva il suo discorso ha perso il filo, può capitare a chiunque”, si legge sul post del blog di Grillo, nel quale si denuncia come “gli umani colleghi dagli scranni di Pd e Scelta Civica hanno cominciato a fare battutine sulla sua difficoltà, “dategli il foglio giusto!”, ripetevano le sue parole balbettando a sfottò, mormoravano, ridevano, lo guardavano divertiti”.

    Poi, “avvisati dello stato di Matteo qualcuno ha chiesto scusa per la palese, vergognosa, indecente, schifosa, indecorosa gaffe. L’arte dell’ipocrisia. Signori, ci troviamo a lavorare con questa gente. Come possono stupire gli scempi che stanno facendo al Paese e la costante indifferenza per i cittadini italiani più deboli?”, scrive ancora la deputata Di Vita riportando le parole pronunciate dallo stesso Dall’Osso al termine del suo intervento: “E come dissero tre violoncellisti sul Titanic mentre stava affondando ‘è stato un piacere suonare con voi’”. “Ma anche no”, è la postilla della Di Vita.

    La polemica ha subito attraversato il palazzo, e la condanna verso chi “insulta i disabili” è stata corale. Sotto schiaffo Scelta civica e Pd che però hanno respinto in modo netto le accuse. “Nessun deputato del gruppo Scelta Civica si è permesso di offendere o anche solo irridere il deputato Matteo Dall’Osso”, ha puntualizzato il gruppo in una nota. “Offendere i disabili non appartiene alla nostra cultura”, hanno aggiunto. “Accuse senza riscontro, senza fondamento”, ha fatto presente anche Ettore Rosato, segretario di aula della presidenza del gruppo Pd.

    Quanto a Matteo Dall’Osso, la nottata ha poi lasciato il posto ad una giornata trionfale: ha incassato solidarietà, affetto e applausi; ha preso la parola in aula per ricordare la sua storia, quella di chi ha vissuto l’incubo della malattia ma l’ha poi superato. “Tutti i giorni – ha spiegato – faccio le scale per venire in Aula. Son partito da una condizione in cui non muovevo le gambe, la mano, non vedevo da un occhio e non riuscivo a parlare. Ma oggi la mia storia è diventata un case history internazionale”. E ha chiuso ricordando il suo motto: “Vinciamo noi!’.


    #140117
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    :kkk:


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #140118
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #140119

    Anonimo

    http://www.beppegrillo.it/2013/07/le_scorie_nucle.html

    Le scorie nucleari non brillano al buio

    “Stanotte in Lucania è transitato un carico di scorie nucleari da Rotondella a Gioia del Colle, sfiorando le famiglie che dormivano nelle proprie case. Nel buio, all'insaputa di tutti, tranne dei giornalisti de L'Indipendente Lucano Nicola Piccenna e Ivano Farina che hanno seguito la traccia del carico. Telecamere e taccuino alla mano hanno ripreso e testimoniato tutto. Poi hanno fatto domande, ma della scorta di 300 uomini tra finanzieri, carabinieri e poliziotti, nessuno sapeva nulla. Il Comandante dell'Aeroporto di Gioia del Colle e il Prefetto di Matera? Non pervenuti.
    In settimana i giornalisti Piccenna e Farina termineranno il montaggio del video che sarà pubblicato anche su La Cosa.” segnalazione da La Cosa

    UPDATE: Il M5S oggi stesso presenterà in Senato un'interrogazione urgente sulla questione e diretta ai ministri interessati: il ministro dell'interno Alfano e il ministro della difesa Mauro. I cittadini hanno il diritto di sapere chi ha autorizzato questa operazione.


    #140120
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    #jrev Oggi a causa di un errore del Presidente del Senato, si è finalmente palesato in modo chiaro e limpido come il sole #fisc che il PD e PDL non valutano gli emendamenti che vengono proposti così come le leggi, ma votano in base al segnale che viene dato loro.

    Ora tocca a te diffondere questo video per mandarli :hehe: tuttiacasa.


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,351 a 1,360 (di 1,659 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.