Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORÀ Movimento 5 Stelle

Questo argomento contiene 1,658 risposte, ha 50 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 1 anno, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 1,659 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #138799

    Anonimo

    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2012/01/r-day-finalmente-decidono-i-cittadini.html

    R-Day: finalmente decidono i cittadini!

    Da il M5S Piemonte – il 24/01/2012 12:36:56 | 0 commenti

    Il MoVimento 5 Stelle ha poco più di 2 anni; non ha ancora avuto la possibilità di assumersi responsabilità di governo, ma ha dimostrato di essere coerente con le tematiche e con i modi nuovi di fare politica proposti ai cittadini e di essere in grado di incidere pesantemente sul dibattito politico sia nelle Aule che fuori. Per questo i risultati elettorali stanno premiando la nostra proposta finalmente slegata dai giochi di potere (e di profitto) dei partiti.

    Come saprete (ma giova sempre ricordarlo), prima delle elezioni regionali del 2010 abbiamo comunicato la rinuncia ai rimborsi elettorali, promessa mantenuta che ha fatto risparmiare allo Stato più di 600 mila euro solo per il Piemonte.

    I candidati alle elezioni regionali si erano inoltre impegnati a percepire solo 2.500 euro mensili in caso di elezione, in ossequio alla battaglia per la riduzione dei costi della politica da sempre portata avanti. Anche questa promessa è stata mantenuta, e la parte eccedente i 2.500 euro, che nel frattempo è leggermente diminuita per via di operazioni meramente cosmetiche di riduzione delle retribuzioni dei Consiglieri portate avanti dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, è confluita nel Conto Progetti a 5 Stelle.

    Tale conto non serve a finanziare “attività di partito” (i gruppi locali del M5S infatti si autofinanziano), ma bensì attività, azioni, rappresentazioni in linea con i contenuti delle 5 Stelle e del programma nazionale e regionale, proposte dai Consiglieri o dai cittadini.
    Il Conto Progetti a 5 Stelle investe soldi sul territorio per tutte quelle proposte che la politica non intende promuovere perché interessata al mantenimento dell'oligopolio politico- economico e che non riusciremmo a sbloccare con delle proposte di legge o atti di indirizzo.

    Alle modalità di individuazione e valutazione dei progetti da supportare fin qui adottate (proposte di attivisti sul forum regionale o in riunioni pubbliche), a seguito dei suggerimenti provenienti da parecchi attivisti, abbiamo deciso di affiancare quella che vorremmo diventasse la più importante: la decisione presa dai cittadini attraverso la democrazia diretta.

    Nasce così il Restitution Day a 5 Stelle, evento aperto a tutti i cittadini piemontesi, che vuole essere uno strumento con il quale il MoVimento 5 Stelle Piemonte restituisce ai cittadini la parte di stipendio a cui i suoi Consiglieri regionali hanno volontariamente rinunciato.
    Il primo R-Day avrà luogo il 19/02 a Torino, presso la Sala Operti di Corso Siracusa 213. L'evento avrà inizio alle 10.00 ma sarà possibile registrarsi a partire dalle 9.30 e terminerà alle 17.00. In realtà per noi si tratterà di un “numero zero”, poiché dal momento che una cosa simile non l'ha mai fatta nessuno, faremo tesoro dell'esperienza per eventuali migliorie da apportare. Se l'operazione avrà successo porteremo l'iniziativa in tutte le Province del Piemonte.

    Il regolamento, che di seguito riassumiamo, è molto semplice.
    La somma stanziata per il primo R-Day è di circa € 10.000, per un massimo di circa € 2.000 a progetto.

    Le proposte di sostegno dovranno riguardare iniziative che non godano già di uguali finanziamenti da parte di soggetti pubblici, che favoriscano la creazione di reti sociali e solidali, anche attraverso l'utilizzo di mezzi di scambio diversi dalla moneta, e l'attuazione della visione del mondo che il MoVimento 5 Stelle propone nei seguenti campi d'azione:

    – Tutela ambientale (riduzione e corretta gestione dei rifiuti, educazione ambientale, etc…)
    – Sostegno alle filiere corte ed al mercato equo, etico e solidale
    – Rete sociale e sostegno alle persone più fragili
    – Diffusione dell'informazione attraverso la rete e alfabetizzazione informatica

    I progetti potranno riguardare finanziamenti a fondo perduto, anticipo di fondi, forme di microcredito o scambio di beni e servizi.
    All'inizio della giornata il moderatore darà lettura del regolamento, dopodiché si inizieranno ad ascoltare le proposte dei cittadini che si prenoteranno con alzata di mano (per facilitare il compito predisporremo delle urne nelle quali depositare le proposte).
    Il tempo massimo per esporre una proposta è di tassativamente di 3 minuti. Saranno ammesse massimo due domande di richiesta chiarimenti per un tempo massimo di un minuto a domanda, ed il proponente avrà un minuto di tempo per rispondere a ciascuna.
    Al termine di ogni si procederà a votazione tramite alzata di mano.

    Ogni persona potrà presentare un solo progetto, e nell'esporlo dovrà indicarne nel modo più preciso possibile il costo. I Consiglieri regionali non ne potranno presentare, e fungeranno esclusivamente da uditori.
    Alla fine della giornata verranno scelti i progetti più votati fino al concorrere della cifra di circa 10.000 euro, con un arrotondamento ai 500 euro inferiori o superiori, e con un massimo di circa 2.000 euro cadauno.
    I proponenti dei progetti prescelti dovranno presentare entro 10 giorni dall'R-Day una relazione dettagliata contenente tempi, metodi e previsioni di spesa, pena la non erogazione del finanziamento.
    Ogni progetto verrà seguito nelle fasi di esecuzione dal proponente o da persona da lui indicata (non retribuita) e da un membro o collaboratore dello Staff Consiliare, e le relative spese dovranno essere rendicontate con la massima precisione e tempestività.

    Partecipate numerosi, quindi!
    Per agevolare la nostra organizzazione vi chiediamo cortesemente di segnalare la vostra presenza scrivendo a staffgruppoconsiliare@piemonte5stelle.it, indicando nome, cognome e Comune di provenienza; sarà comunque possibile registrarsi anche in loco prima dell'inizio dell'evento, fino ad una ragionevole capienza della sala.

    Ti aspettiamo: partecipa, proponi, vota!


    #138800

    Anonimo

    http://www.movimento5stellerovigo.it/blog/

    M’illumino di meno anche ad Adria?
    ADRIA, Ambiente, Articoli Giornali, Articoli Politica, Energia, EventiNo Comments »

    Il 17 febbraio, nel settimo anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, le luci d’Italia si spegneranno dalle 18,00 alle 19,00 per il tradizionale appuntamento della trasmissione radiofonica di Radio 2 Caterpillar “M’illumino di meno”. Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di diminuire i consumi di energia partendo sì dalle nostre abitudini quotidiane ma per arrivare a dare un segnale forte ai governi di tutto il mondo . Il Protocollo di Kyoto, nato dalla volontà di oltre 160 Paesi di unire le forze per ritornare ad un modello di vita ecosostenibile, è stato ed è costantemente disatteso con continui aumenti delle emissioni di gas serra e i conseguenti impatti nefasti per la salute e per il clima.

    Il territorio polesano conosce bene questi effetti per l’averne subito le dirette conseguenze dalla ventennale presenza di una centrale ad olio combustibile nel Ddelta del Po, contro la quale si sono costituite in giudizio le associazioni ambientaliste e le imprese locali, contrastando la volontà dei poteri forti di riconvertirla a carbone.

    A questa si sommano le continue installazioni di centrali a biomasse che impoveriscono intere aree agricole per produrre un’energia costosissima che si mantiene solo grazie ai finanziamenti pubblici.

    Tutte queste tecnologie attualmente usate disperdono, in parte nella rete di distribuzione in parte come scarti del processo di produzione, circa il 50% dell’energia prodotta con una inutile quanto dannosa immissione di elementi inquinanti nell’aria e nel suolo.

    La neve chimica caduta nei giorni scorsi nel polesine e in tutta la pianura padana dovrebbe far molto riflettere al proposito.

    Nell’ottica di una collaborazione con l’amministrazione comunale di Adria per il bene del territorio e della popolazione residente, chiediamo al sindaco Massimo Barbujani di aderire per conto del nostro comune alla giornata del risparmio energetico promossa da Radio 2 “M’illumino di meno” al fine di creare una nuova coscienza collettiva volta a considerare l’energia non come un bene di consumo ma come un bene comune.

    Il bene di consumo si usa e si getta via, il bene comune va protetto e salvaguardato.

    Auspichiamo che il sindaco e tutta la giunta accolgano questa proposta che nulla costa in termini economici e che molto può dare invece in termini di sensibilizzazione ai temi dell’ambiente e della salute.

    Basta poco, un click all’interruttore per scoprire che anche persone con punti di vista diversi si possono avvicinare nella condivisione di un gesto virtuoso.

    Michela Grotto

    Movimento 5 Stelle

    adria


    #138801

    Anonimo

    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/lecce/2012/01/zeroprivilegipuglia-si-parte.html

    ZeroPrivilegiPuglia : Si parte !!!

    DI FABIO

    Lecce –

    I compensi della casta stridono con la situazione critica della Nazione ?
    I vitalizi dei consiglieri regionali ti procurano assalti di bile ?
    Credi che Vendola e Palese con 5000 euro in meno camperebbero lo stesso in maniera decente ?
    Ritieni insopportabile che un assegno di fine mandato sia pari al guadagno annuo di un operaio ?

    DILLO CON UNA FIRMA
    Da oggi puoi.
    In tutta la Puglia parte l'operazione ZPP, Zero Privilegi Puglia, la proposta di legge di iniziativa popolare che mira alla drastica riduzione dei privilegi della Casta Regionale.
    Servono 15.000 firme per far sì che la proposta approdi in Consiglio.
    Occorre il tuo sdegno e quello dei tuoi amici e parenti.

    Lecce: Piazza S.Oronzo domenica dalle ore 11.00

    Per ogni info:
    http://www.zeroprivilegipuglia.com
    389.9330368


    #138802

    Anonimo

    RIMBORSI ELETTORALI, FAVIA: “IL MOVIMENTO 5 STELLE HA LASCIATO 1 MILIONE ALLO STATO” – VIDEO
    Il consigliere regionale ha aggiunto: “Il Movimento 5 stelle si candiderà alle elezioni politiche del 2013”.

    http://www.cadoinpiedi.it/2012/02/01/rimborsi_elettorali_favia_il_movimento_5_stelle_ha_lasciato_1_milione_allo_stato_-_video.html


    #138803
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1328119774=Pier72Mars]
    RIMBORSI ELETTORALI, FAVIA: “IL MOVIMENTO 5 STELLE HA LASCIATO 1 MILIONE ALLO STATO” – VIDEO
    Il consigliere regionale ha aggiunto: “Il Movimento 5 stelle si candiderà alle elezioni politiche del 2013”.

    http://www.cadoinpiedi.it/2012/02/01/rimborsi_elettorali_favia_il_movimento_5_stelle_ha_lasciato_1_milione_allo_stato_-_video.html
    [/quote1328119774]
    alè!


    #138804

    Anonimo

    Adesso vediamo quanti belli addormentati si sveglieranno


    #138806

    Anonimo

    http://www.dirittodicritica.com/2012/02/03/grillo-elezioni-politiche-34145/

    E Grillo si prepara a scalare il Parlamento

    Il Movimento 5Stelle si candiderà alle elezioni politiche del 2013. I sondaggi lo danno tra il 5 e il 7 per cento

    È arrivato il momento di fare il grande passo. Se i sondaggi non ingannano, il Movimento 5Stelle di Beppe Grillo potrebbe ottenere un risultato clamoroso se si presentasse alle elezioni politiche del 2013. Le preferenze verso quello che oramai possiamo definire il partito anti-casta d’Italia fa registrare, in maniera piuttosto altalenante, tra il 5 e il 7%. Una variabile politica che dovrà essere considerata, soprattutto a sinistra che vede sparire Rifondazione comunista e mette in difficoltà Nichi Vendola.
    Da Bologna a Roma. Così, dati alla mano, qualcuno nel movimento ha pensato che forse il salto di qualità è possibile. L’idea è partita in Emilia dove i grillini conquistano fette ampie del consenso elettorale, essendo riusciti a mandare due rappresentanti in Consiglio regionale. E proprio loro, Giovanni Favia e Andrea Defranceschi, annunciano: “Siamo pronti, ci presenteremo alle elezioni politiche del 2013. Beppe Grillo ha lanciato da tempo il progetto nazionale: nel Movimento, in continua crescita, c’è una forte spinta informale a presentarci alle elezioni politiche”. Così, da Bologna, città nella quale il movimento è nato con il Vaffa-Day di Piazza Maggiore nel 2007, parte la marcia su Roma.
    “Se il Movimento fa il 7%, la paura fa 90”. L’annuncio arriva senza troppe sorprese. Infatti, il comico genovese aveva già fatto presagire sul suo blog di una possibile scalata al Parlamento visti i sondaggi che “danno il Movimento 5 stelle in forte crescita, superiore al 7%. Una soluzione venefica per il Sistema che con l’ingresso in Parlamento nel 2013 di 40 cittadini non soggetti ai giochi di potere potrebbe essere finito. Se il M5S fa 7% la paura fa 90”.
    Houston, abbiamo un problema: manca il programma. Lotta agli sprechi e ai privilegi della politica e massima trasparenza, questo in estrema sintesi il programma del Movimento. Forse un po’ poco per governare l’Italia. “La prima cosa che faremo in Parlamento – ha dichiarato Favia – sarà una vera riduzione dei costi della politica, non come quella di questi giorni. Togliendo l’osso al cane, spariranno anche questi parlamentari come Lusi. Più di lui, però, mi fa pensare un partito che non si accorge di uno che ha rubato 13 milioni di euro”. Grillo aveva escluso sul suo blog la possibilità che eletti attualmente in carica non si sarebbero candidati in altri organismi. Ma c’è aria di cambiamento nel Movimento. L’odore del Palazzo.


    #138807

    Anonimo

    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/bologna/2012/02/civis-soldi-bruciati-bolognesi-gelati.html

    CIVIS: A BOLOGNA 2.759.854 € BRUCIATI PER CONSULENZE

    DI MASSIMO BUGANI

    Bologna –

    Qualche mese fa abbiamo fatto un'interpellanza, poi diventata interrogazione per il ritardo nell'ottenere le risposte sulle consulenze esterne sostenute per il disastroso progetto CIVIS.
    Le consulenze sono tutte in capo ad ATC (azienda composta da Comune 60% e Provincia) quindi sono tutti soldi dei bolognesi.
    Le prime consulenze sono datate 08/2000, le ultime 07/2011 (cioè poco prima che venissero bloccati i lavori)
    Vi voglio lasciare qualche secondo prima di dirvi la cifra totale in modo che ognuno di voi pensi quanto abbiamo speso, ognuno di voi pensi alla cifra che secondo voi abbiamo speso in consulenti e in soldi buttati
    2.759.854 € ripeto 2.759.854 €
    Nelle consulenze esterne c'è di tutto: architetti, geometri, grafici, ingegneri, avvocati, attori-comici. Sì, c'è anche un artista, Bicocchi Stefano in arte “Vito” che nel 2003 incassa 7.000 € per una prestazione in qualità di testimonial pro CIVIS e ora fa gli spettacoli teatrali in cui si prende gioco del leggendario Tram su gomma. Mi sembra troppo facile.
    Ma vi voglio dare tutti i dati, vi voglio dire tutti i nomi delle aziende in ordine di grandezza perché non voglio prenderla solo con Sutti e con le amministrazioni (Guazzaloca, Cofferati, DelBono e Cancellieri). Io sono indignato anche nei confronti di questi professionisti che prendono soldi dei bolognesi senza avere un sussulto di dignità, senza male allo stomaco, senza sentire dentro di sé il dovere di informarsi su ciò che sta facendo un'amministrazione e magari di rifiutarsi di prendere migliaia di euro in consulenze. A mio avviso sono tutti responsabili, perché tutti hanno pensato solo al denaro. Tutti i soggetti di questo elenco (laddove i bolognesi vedevano disagi e sacrifici) vedevano soldi e occasioni di arricchimento. Ciò che per noi era un tormento, per queste persone era una grande occasione di guadagno e di monetizzazione. Per noi è ora di dire BASTA!
    Ecco l'elenco:
    SOCIETA' TECNICOOP 171.797
    SOCIETA' GEORIL S.R.L. 21.161
    STUDIO DE NUZZO SILVIO 47.277
    SOCIETA' AIRIS 160.706
    ING. NAPOLI LUIGI 41.089
    STUDIO LEGALE MASTRAGOSTINO 122.534
    STUDIO LEGALE ZUNARELLI 26.662
    SOCIETA' POLINOMIA 44.725
    SOCIETA' TPS 95.234
    ING. BRAGADIN MARCO 87.381
    PROF. PISANI RAFFAELE 60.115
    STUDIO PASTI PIETRO 614.997
    STUDIO LEGALE BUSCAROLI 3.672
    SOCIETA' STE 38.280
    SOCIETA' TECNE 76.377
    ING. MESSINA PAOLO 18.711
    SOCIETA' RODECO 18.569
    SOCIETA' ECOSURVEY 72.114
    PROF. BUCCHI ALBERTO 15.912
    BUCCHI ANTONIO 14.851
    SOCIETA' SISPLAN SRL 128.010
    PROF. SECONDINI PIERO 10.328
    SOCIETA' IST. GIORDANO 5.141
    ING. COMISSO CARLO 121.124
    STUDIO ING. CUMULI 81.600
    STUDIO LEGALE PAOLUCCI 612
    STUDIO LEGALE FACINELLI 89.760
    DR. BICOCCHI STEFANO (in arte “VITO”) 7.000
    DOTT. COSTANTINI 2.142
    SOCIETA' GMPR GROUP 40.000
    ARCH. ELENA FOGLI 50.759
    ARCH. CORONA GIOVANNI 25.500
    ING. VITO DI SANTO 26.787
    ING. VILLA ANGELO 25.500
    SOCIETA' J. BLUTHARSKY 31.500
    PROF. STAGNI ERNESTO 25.000
    DR. MINELLI ALBERTO 8.670
    DR. ANSUINI ALESSANDRO 38.237
    SOCIETA' AD OPERA 20.400
    SOCIETA' IES GROUP SRL 4.941
    STUDIO GEOM. CARLI CARLO 20.000
    MOTORIDIMORESA 1.800
    STUDIO LEGALE BIAGINI ALFREDO 45.900
    STUDIO SERTECO 7.400
    SOCIETA' PABLO 22.657
    ING. MAINI GIOVANNI 19.890
    STUDIO SG LAB 91.122
    SOCIETA' ALLESTIMENTI E SCENOGRAFIE 35.170
    SOCIETA' I.S.I 3 5.036
    SOCIETA' OPEN PROJECT 2.142
    STUDIO PETROLINI MARCO 3.162
    STUDIO LEGALE GIAMPAOLO 10.000
    GEOM. GIANMARIA BOTTONI 400
    (cifre in euro)

    Viene da chiedersi a questo punto a cosa servano i nostri avvocati, architetti, geometra e ingegneri, i nostri tanti uffici in comune e i nostri dipendenti comunali.
    Sutti (presidente di ATC) ci ha raccontato che nel 2005 lui ha subito richiesto la commissione di sicurezza perché si era accorto che il progetto CIVIS non avrebbe potuto procedere e che mai quei mezzi avrebbero potuto circolare a Bologna. Ma dal suo arrivo in atc ad oggi sono stati spesi comunque 750.000 € di consulenze, molti di questi per manifesti , depliant, pieghevoli e comunicazione in genere a favore del CIVIS!!!!! Si vergogni!!!
    Io e i miei amici Marco e Federica siamo rimasti davvero scioccati da queste cifre, non ci aspettavamo davvero un risultato del genere. Ma questi dati ci sono anche serviti e spero che servano anche a molti di voi consilgieri, perché questo è ciò che sta per accadere anche con il progetto people mover: molte persone stanno sbavando e fanno pressioni infinite su di voi per farvi andare avanti, perché loro stanno già vedendo queste cifre a tanti zeri che probabilmente entreranno nei loro conti correnti.
    Concludo con una provocazione e premetto che sono il primo a voler tenere ben distinto un dramma da un enorme disagio, ma la uso ugualmente perché spero di stimolare comunque in tutti voi una riflessione.
    Il 6 aprile 2009 alle 3.32, mentre l'Aquila crollava, c'era chi nel letto rideva
    A Bologna mentre i negozi chiudevano, le strade venivano distrutte dai cantieri e milioni di euro venivano buttati per un progetto assurdo, c'era chi nel letto rideva.
    Vediamo di non far più ridere nessuno.
    Max Bugani

    P.S.
    per il piano neve erano a bilancio 1.400.000 €, ma l'assessore ci ha già detto che serviranno altre cifre a 6 zeri (quindi si parla di minimo un milione di euro aggiuntivo) per sistemare e liberare tutte le strade dalla neve. In consulenze per il CIVIS, cioè in soldi buttati nel cesso, Bologna ha speso 2.759.854 €. Credo che questi soldi sarebbero stati molto utili anche per il piano neve. Ovvero: i soldi per tutelarci dalla grande nevicata e dal grande freddo li abbiamo bruciati e in inutili consulenze per il CIVIS.


    #138808

    sephir
    Partecipante

    [quote1328746656=Pier72Mars]
    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/bologna/2012/02/civis-soldi-bruciati-bolognesi-gelati.html

    CIVIS: A BOLOGNA 2.759.854 € BRUCIATI PER CONSULENZE

    DI MASSIMO BUGANI

    Bologna –

    Qualche mese fa abbiamo fatto un'interpellanza, poi diventata interrogazione per il ritardo nell'ottenere le risposte sulle consulenze esterne sostenute per il disastroso progetto CIVIS.
    Le consulenze sono tutte in capo ad ATC (azienda composta da Comune 60% e Provincia) quindi sono tutti soldi dei bolognesi.
    Le prime consulenze sono datate 08/2000, le ultime 07/2011 (cioè poco prima che venissero bloccati i lavori)
    Vi voglio lasciare qualche secondo prima di dirvi la cifra totale in modo che ognuno di voi pensi quanto abbiamo speso, ognuno di voi pensi alla cifra che secondo voi abbiamo speso in consulenti e in soldi buttati
    2.759.854 € ripeto 2.759.854 €
    Nelle consulenze esterne c'è di tutto: architetti, geometri, grafici, ingegneri, avvocati, attori-comici. Sì, c'è anche un artista, Bicocchi Stefano in arte “Vito” che nel 2003 incassa 7.000 € per una prestazione in qualità di testimonial pro CIVIS e ora fa gli spettacoli teatrali in cui si prende gioco del leggendario Tram su gomma. Mi sembra troppo facile.
    Ma vi voglio dare tutti i dati, vi voglio dire tutti i nomi delle aziende in ordine di grandezza perché non voglio prenderla solo con Sutti e con le amministrazioni (Guazzaloca, Cofferati, DelBono e Cancellieri). Io sono indignato anche nei confronti di questi professionisti che prendono soldi dei bolognesi senza avere un sussulto di dignità, senza male allo stomaco, senza sentire dentro di sé il dovere di informarsi su ciò che sta facendo un'amministrazione e magari di rifiutarsi di prendere migliaia di euro in consulenze. A mio avviso sono tutti responsabili, perché tutti hanno pensato solo al denaro. Tutti i soggetti di questo elenco (laddove i bolognesi vedevano disagi e sacrifici) vedevano soldi e occasioni di arricchimento. Ciò che per noi era un tormento, per queste persone era una grande occasione di guadagno e di monetizzazione. Per noi è ora di dire BASTA!
    Ecco l'elenco:
    SOCIETA' TECNICOOP 171.797
    SOCIETA' GEORIL S.R.L. 21.161
    STUDIO DE NUZZO SILVIO 47.277
    SOCIETA' AIRIS 160.706
    ING. NAPOLI LUIGI 41.089
    STUDIO LEGALE MASTRAGOSTINO 122.534
    STUDIO LEGALE ZUNARELLI 26.662
    SOCIETA' POLINOMIA 44.725
    SOCIETA' TPS 95.234
    ING. BRAGADIN MARCO 87.381
    PROF. PISANI RAFFAELE 60.115
    STUDIO PASTI PIETRO 614.997
    STUDIO LEGALE BUSCAROLI 3.672
    SOCIETA' STE 38.280
    SOCIETA' TECNE 76.377
    ING. MESSINA PAOLO 18.711
    SOCIETA' RODECO 18.569
    SOCIETA' ECOSURVEY 72.114
    PROF. BUCCHI ALBERTO 15.912
    BUCCHI ANTONIO 14.851
    SOCIETA' SISPLAN SRL 128.010
    PROF. SECONDINI PIERO 10.328
    SOCIETA' IST. GIORDANO 5.141
    ING. COMISSO CARLO 121.124
    STUDIO ING. CUMULI 81.600
    STUDIO LEGALE PAOLUCCI 612
    STUDIO LEGALE FACINELLI 89.760
    DR. BICOCCHI STEFANO (in arte “VITO”) 7.000
    DOTT. COSTANTINI 2.142
    SOCIETA' GMPR GROUP 40.000
    ARCH. ELENA FOGLI 50.759
    ARCH. CORONA GIOVANNI 25.500
    ING. VITO DI SANTO 26.787
    ING. VILLA ANGELO 25.500
    SOCIETA' J. BLUTHARSKY 31.500
    PROF. STAGNI ERNESTO 25.000
    DR. MINELLI ALBERTO 8.670
    DR. ANSUINI ALESSANDRO 38.237
    SOCIETA' AD OPERA 20.400
    SOCIETA' IES GROUP SRL 4.941
    STUDIO GEOM. CARLI CARLO 20.000
    MOTORIDIMORESA 1.800
    STUDIO LEGALE BIAGINI ALFREDO 45.900
    STUDIO SERTECO 7.400
    SOCIETA' PABLO 22.657
    ING. MAINI GIOVANNI 19.890
    STUDIO SG LAB 91.122
    SOCIETA' ALLESTIMENTI E SCENOGRAFIE 35.170
    SOCIETA' I.S.I 3 5.036
    SOCIETA' OPEN PROJECT 2.142
    STUDIO PETROLINI MARCO 3.162
    STUDIO LEGALE GIAMPAOLO 10.000
    GEOM. GIANMARIA BOTTONI 400
    (cifre in euro)

    Viene da chiedersi a questo punto a cosa servano i nostri avvocati, architetti, geometra e ingegneri, i nostri tanti uffici in comune e i nostri dipendenti comunali.
    Sutti (presidente di ATC) ci ha raccontato che nel 2005 lui ha subito richiesto la commissione di sicurezza perché si era accorto che il progetto CIVIS non avrebbe potuto procedere e che mai quei mezzi avrebbero potuto circolare a Bologna. Ma dal suo arrivo in atc ad oggi sono stati spesi comunque 750.000 € di consulenze, molti di questi per manifesti , depliant, pieghevoli e comunicazione in genere a favore del CIVIS!!!!! Si vergogni!!!
    Io e i miei amici Marco e Federica siamo rimasti davvero scioccati da queste cifre, non ci aspettavamo davvero un risultato del genere. Ma questi dati ci sono anche serviti e spero che servano anche a molti di voi consilgieri, perché questo è ciò che sta per accadere anche con il progetto people mover: molte persone stanno sbavando e fanno pressioni infinite su di voi per farvi andare avanti, perché loro stanno già vedendo queste cifre a tanti zeri che probabilmente entreranno nei loro conti correnti.
    Concludo con una provocazione e premetto che sono il primo a voler tenere ben distinto un dramma da un enorme disagio, ma la uso ugualmente perché spero di stimolare comunque in tutti voi una riflessione.
    Il 6 aprile 2009 alle 3.32, mentre l'Aquila crollava, c'era chi nel letto rideva
    A Bologna mentre i negozi chiudevano, le strade venivano distrutte dai cantieri e milioni di euro venivano buttati per un progetto assurdo, c'era chi nel letto rideva.
    Vediamo di non far più ridere nessuno.
    Max Bugani

    P.S.
    per il piano neve erano a bilancio 1.400.000 €, ma l'assessore ci ha già detto che serviranno altre cifre a 6 zeri (quindi si parla di minimo un milione di euro aggiuntivo) per sistemare e liberare tutte le strade dalla neve. In consulenze per il CIVIS, cioè in soldi buttati nel cesso, Bologna ha speso 2.759.854 €. Credo che questi soldi sarebbero stati molto utili anche per il piano neve. Ovvero: i soldi per tutelarci dalla grande nevicata e dal grande freddo li abbiamo bruciati e in inutili consulenze per il CIVIS.
    [/quote1328746656]

    che tristezza… che fregature


    #138809

    Anonimo

    http://www.beppegrillo.it/2012/02/bilanci_dei_partiti_on_line/index.html

    Bilanci dei partiti on line!

    I partiti ricevono molti più soldi per i rimborsi di quelli che spendono per le elezioni. Il resto lo usano come mancia, tengono per sé centinaia di milioni e li investono in Tanzania, in Canada, in mille attività del tutto ignote al cittadino e alla stessa Guardia di Finanza che per ottenere il permesso di accedere al conto della Margherita presso la filiale della BNL in Senato ha dovuto chiedere l'autorizzazione a Schifani che a sua volta lo ha chiesto alla Giunta per le autorizzazioni. L'unica organizzazione sopra alla legge è il partito. Io sono sbigottito. Ai partiti vanno immediatamente confiscati tutti i rimborsi dedotte le spese sostenute e dimostrabili con ricevute, fatture e scontrini fiscali in campagna elettorale. Altro che vacanze alle Maldive. Subito i bilanci dei partiti on line!
    Ps: Il MoVimento 5 Stelle ha rifiutato ogni rimborso elettorale


Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 1,659 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.