Mumbai, perchè?

Home Forum L’AGORÀ Mumbai, perchè?

Questo argomento contiene 51 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da giusparsifal giusparsifal 10 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 52 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #114786
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Io penso in poche parole come diceva Michele che a questo punto ci ha portato il credo religioso sbagliato…la religione anzi di unire ha severamente diviso i popoli…
    [color=#ff0000]l'ignoranza è la più grande piaga del mondo !!!!! [/color]


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #114787

    iniziato
    Partecipante

    [quote1227867445=farfalla5]
    Io penso in poche parole come diceva Michele che a questo punto ci ha portato il credo religioso sbagliato…la religione anzi di unire ha severamente diviso i popoli…
    [color=#ff0000]l'ignoranza è la più grande piaga del mondo !!!!! [/color]
    [/quote1227867445]

    giustissimo


    #114788

    Sun_iron
    Partecipante

    La religione da quando è diventata monoteistica è diventata un gioco politico,
    L'accettazione di chi ha un credo differente era cosa comune per i popoli politeistici, avendo essi stessi differenti divinità…
    Non si è mai sentito di guerre di faziosi di Giove contro faziosi di Tinia o Zeus… e ora?
    Accentrare il credo significa non accettare l'altro, e al tempo stesso controllare le masse, politicamente… la religione è ignoranza perchè non è piu' religione… solo l'interpretazione Agostiniana ora ne ha senso, ossia religione da “relegàre” (allontanare, dividere)


    #114789

    iniziato
    Partecipante

    tutte le religioni sono un limite alla naturale evoluzione umana


    #114790

    windrunner
    Partecipante

    Credo che la più grande piaga umana (come giustamente ha già anche detto la cara farfalla) è l'ignoranza.

    L'ignoranza delle leggi divine, universali.

    Questa ignoranza lega l'uomo su questa terra.

    Tutto il resto… tutto ciò che ne deriva comprese le religioni “create” per interesse ed altro sono solo dei corollari a questa ignoranza di base.

    La prima parte per avere conoscenza è proprio farsela… non nasciamo “imparati” e quindi la possiamo inizialmente apprendere dai testi antichi, dalle vite dei Santi e dei Saggi.
    Dopo, attraverso le pratiche corrette (ed il Kriya è una scorciatoia) è possibile arrivare alla saggezza e quindi a Dio.

    Un'abbraccio !!! :fri:


    #114792
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Il problema carissimo Wind che nessuno del potere lascerà la presa…
    per loro è la linfa vitale….e come ha già detto mi sembra xxo sarà molto difficile per loro, i “potenti”, a perdere…
    Chi avrebbe il coraggio e onestà intellettuale a salire su un podio e dire:
    guardate, smettete di di litigare, smettete di uccidervi per cose che non esistono, è stato tutto inventato per controlarvi meglio…
    Allora facciamo del nostro meglio…preghiamo per loro…e chissà…..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #114793

    windrunner
    Partecipante

    Condivido cara farfalla.

    Ognuno sta compiendo il proprio percorso.

    C'è chi si inabisserà… e chi salirà e non tornerà più nelle basse…

    Ciclicamente la Creazione subisce tre stati che sono CREAZIONE, CONSERVAZIONE E DISSOLUZIONE.

    E come un respiro… prendi aria a pieni polmoni… questa è la Creazione.
    Trattienila dentro di te… questa è la Conservazione e noi ora siamo in questa fase.
    Infine butta fuori il respiro… ecco la Disosluzione… tutto viene riassorbito dall'Eterno

    Ma cosa succede quando buttiamo fuori l'aria? Che prendiamo subito un altro respiro… ecco… la Creazione viene Rimanifestata… e chi avrà bruciato i suoi semi karmici non dovrà più tornare… gli altri continueranno il loro percorso…

    Da un certo punto non provo rancore per nessuno. Arriveremo tutti prima o poi…

    Ciao ! 🙂


    #114794

    sharon
    Partecipante

    Dio siamo noi!

    La Voce eterna mi disse

    La Voce eterna mi disse teneramente: “Mentre eri immerso nel tuo sonno di secoli ti sussurravo: “Svegliati!”. Ti sei destato dal tuo torpore, così ora ti dico: “Sveglia i tuoi fratelli!”. Lavora con me, affinché tutti gli uomini ascoltino la mia parola”.

    “Diffonderò il tuo messaggio”, promisi. “E quando lascerò la mia forma terrena, assumerò la tua voce onnipresente per mormorare in ogni cuore ricettivo: “Oh, ascolta i suoi canti, che confortano l'anima!”.

    I miei innumerevoli fratelli! Li aspetterò tutti. Mentre avanzano lenti, in una processione che pare senza fine, verso la meta felice della realizzazione del Sé, attraverso i Sussurri dall'Eternità dirò dolcemente: “Svegliatevi! Seguendo il richiamo eterno della sua voce, torniamo insieme a Casa”.

    Paramahansa Yogananda


    #114791
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1227872132=windrunner]
    anno il loro percorso…

    Da un certo punto non provo rancore per nessuno. Arriveremo tutti prima o poi…

    Ciao ! 🙂
    [/quote1227872132]

    Se io ti dicessi che anch'io provo lo stesso sentimento per come vanno le cose….ognuno paga il proprio conto e mi sembra stra giusto !!!!!!
    :amicil:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #114795

    deg
    Partecipante

    I SEGNI DEL COLLASSO
    28/11/2008

    Anche se ci vorranno giorni, se non settimane, per riuscire a mettere insieme fatti e informazioni in modo coerente e ricostruire uno scenario plausibile sui tragici fatti che stanno accadendo in India proprio in queste ore, ho notato la frenesia con cui i media si sono gettati a recitare il mantra di “al Qaeda” e ad evocare un “11 settembre indiano” le cui conseguenze sono al momento imprevedibili.

    D’altra parte, ricorderete che da molte parti in queste settimane era stato evocato un imminente attacco terroristico: ad esempio, fonti dell’intelligence israeliano hanno rivelato che nel corso dell’incontro dei G20 a Washington i capi di stato europei e russo erano stati informati di un probabile attacco di al-Qaeda in tempi brevi.

    Lo stesso Obama e il suo staff erano stati messi sull’avviso della possibilità di un attentato contro bersagli chiave in Europa, Nord Africa o Medio Oriente. L’evento veniva definito “più catastrofico dell’11 settembre”.

    Sono pronto a scommettere che man mano che si chiariranno molti dettagli e collegamenti, salterà fuori che questa sofisticata e sanguinosissima operazione criminale è stata organizzata e manovrata dai servizi segreti di uno o più paesi che al momento non voglio nominare, ma che potete benissimo immaginare da soli semplicemente basandovi sui precedenti e sul “modus operandi”.

    Devo comunque riconoscere una sinistra genialità nello schema che abbiamo di fronte: non solo si è riusciti a spostare geopoliticamente il fulcro della crisi dal Medio Oriente all’area indo-pakistana, ma in questo momento anche la gravissima crisi economica mondiale passa in secondo piano. Ed è proprio dal campo dell’economia che giungono segnali tutt’altro che rassicuranti, in particolar modo per gli USA: a titolo di esempio, il “guru” finanziario elvetico Marc Faber non solo pronostica grandi turbolenze nei mercati azionari, ma anche la bancarotta dello stato federale statunitense, con tutte le conseguenze del caso.

    I cinesi, d’altro canto, pare stiano valutando l’acquisto in blocco della General Motors e della Chrysler, almeno stando a quanto afferma un articolo pubblicato da una delle più autorevoli riviste finanziarie della Cina, il Century Business Herald, il quale illustra anche quali enormi benefici ricaverebbe l’industria automobilistica cinese grazie alla penetrazione nel mercato globale con una serie di marchi affermati e all’accesso a tecnologia estera. Oltretutto, con la montagna di riserve in dollari che si ritrovano, per i cinesi qualche centinaio di miliardi per l’acquisto sono poco più che spiccioli…

    A sottolineare quanto sia profonda la crisi, i concessionari Dodge dell’area di Chicago adesso offrono a chi acquista un veicolo nuovo un secondo veicolo per un dollaro. E sentite questa: nella zona di Denver, a Weld, una famiglia di contadini aveva invitato la popolazione a raccogliere e portarsi via le loro eccedenze agricole; patate, carote, porri… Be’, si sono presentati in più di 40.000! E non vi sto a raccontare le storie dei furti di tacchini per il giorno del Ringraziamento…

    Scene come queste non fanno presagire nulla di buono, così come le circa 500.000 “bare” in plastica, atte a contenere due o tre cadaveri ognuna, ammassate in speciali “campi” gestiti dalla FEMA (l’agenzia federale per la gestione delle emergenze) intorno ad Atlanta, in Georgia.

    Qualcuno le mette in relazione coi campi di concentramento già pronti per l’imminente instaurazione della legge marziale, in seguito a una crisi economica senza precedenti.
    Certo, fa accapponare la pelle osservare le carte per un gioco sviluppato da un tale Steve Jackson nel 1990 e pubblicato nel 1995 col titolo “Illuminati-The New World Order”. Le due carte che seguono, ad esempio, sono assai “illuminanti” (!) e quanto mai profetiche rispetto al periodo che stiamo vivendo:

    Ma ancor più profetiche sono senz’altro queste, pensando agli eventi dell’11 settembre 2001 e al fatto che queste immagini sono state concepite e realizzate nel 1995!

    Per concludere con una nota più positiva, l’astrofisico David Sibeck del Goddard Space Flight Center ha recentemente rivelato ad un convegno tenutosi ad Huntsville, in Alabama, USA, l’esistenza di un “portale magnetico” che collega periodicamente e direttamente la Terra al Sole, attraverso il quale scorrono grandi quantitativi di particelle ad alta energia.

    Denominato FTE, ovvero Evento di Trasferimento di Flusso, si verifica periodicamente ogni otto minuti per tempi assai brevi ma è molto potente e dinamico, e si suppone si suddivida in due modalità: “attiva” o “passiva”.

    Tutto bellissimo, ma non è forse esattamente il concetto divulgato disperatamente per decenni dal geniale, bistrattato e compianto PierLuigi Ighina?
    http://www.nexusedizioni.it/apri/La-Campana-dello-zio-Tom/Ultimi-articoli/I-SEGNI-DEL-COLLASSO/


Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 52 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.