Mumbai, perchè?

Home Forum L’AGORÀ Mumbai, perchè?

Questo argomento contiene 51 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da giusparsifal giusparsifal 10 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 52 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #114806

    GATO
    Partecipante

    potrebbe essere in realtà un atto intimidatorio da parte della “famiglia” nei confronti di quegli indiani che potrebbero/vorrebbero divulgare al popolo qualcosa di “interessante” circa i dati raccolti dalla sonda lunare?


    #114807

    meskalito
    Partecipante

    E' molto probabile GATO. :hehe:


    #114808

    meskalito
    Partecipante

    Intanto 195 vittime e oltre 295 feriti :mah:


    #114809

    zret
    Partecipante

    195 ossia 6, 295 ossia 16… 616, il numero dell'Anticristo nel manoscritto più antico dell'Apocalisse… Solo coincidenze naturalmente.


    #114810
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    The Voice of the White House

    Washington, D.C., November 28, 2008: “The terrorist attack in India is causing frenzies in both the media and the intelligence communities. India will blame Pakistan because they are mortal enemies but I personally doubt if the currently weak and fuzzy Pakistani government would be foolish enough to attack the much bigger and far better armed India. What is most likely, by all rational reportage from the self-same intelligence communities is that the Taliban, created by the CIA and turned into a Frankenstain’s monster, is slowly talking over control of Pakistan and they ordered the “hit” on Mumbai. If they hope for chaos in which they can grow further, they have it. And some random personal thoughts at this wonderful holiday season:I am neither an atheist or an agnostic. I simply do not care about the great seething masses that infest this globe and spend their worthless hours wailing, screeching and struggling to find an identity in an existence that has neither meaning nor substance. The constant shouting of the first person, singular, bores me because these cries have been heard before, though not in such numbers (see Malthus on this) but in the final analysis all indeed is “vanity and vexation of spirit.” The burning issues of a hundred years ago are now nothing but the misinterpreted and badly reported efforts of pseudo-intellectuals pathetically attempting to pass themselves off on an uncaring society as historians and a hundred years from now, a greatly reduced population will be scribbling on the walls of abandoned buildings their own greatly limited visions. All of the so-called bloggers are filled with sound and fury, signifying absolutely nothing. And when at the hour of their deaths, those who believe in some fictional Heaven, realize in the nano second before the television set goes blank, that there is nothing more…ever, they will hear the sound of me, laughing. I do not harbor anger against the denizens of the national monkey house. I neither pity nor censure them; I just observe and am entertained by my observations. Dean Swift put it best: “I cannot but conclude that the bulk of your natives to be the most odious race of little pernicious vermin that nature ever suffered to crawl upon the surface of the earth.” As in so many other matters, Swift was right on. Greed and fiscal mismanagement has driven the engine of our society for a long time now but they have all forgotten the maxim that what goes up fast, comes down faster. Happy Holidays, one and all!”

    http://www.tbrnews.org/Archives/a2896.htm

    L'attacco terroristico in india sta scaldando i media e l'intelligence. L'India accusera il Pakistan perche sono nemici mortali ma dubito che il corrente debole governo Pakistano sia cosi pazzo da attaccare la piu forte e armata india. Ciò che è piu facile, da tutti i rapporti dalla comunita d'Intelligence, è che i Talebani creati dalla CIA e trasformati in un mostro di Frankestein, stiano lentamente prendendo controllo del Pakistan e hanno ordinato l'attacco a Mumbai
    Se sperano di creare chaos in cui poter crescere, ci sono riusciti. Alcuni personali pensieri: non sono ateo o agnostico. Semplicemente non mi preoccupo di masse che infestano il globo e spendono le proprie ore senza valore cercando un'esistenza che non ha significato e sostanza. Il costante sparare alla prima persona, al singolo, mi annoia perche questi pianti si sono gia sentiti, anche se non in questo numero ma alla fine dei conti tutto è “vanità o vessazione di spirito”. I problemi brucianti di centinaia di anni ora non sono altro che mal interpretati e riportati sforzi di pseudo intellettuali che cercano di farsi passare per storici. Tutti i cosiddetti bloggers sono pieni di rumori e rabbia che non significano nulla. Al momento della loro morte, quelli che credono in un falso Paradiso, realizzano subito prima che la tv si spenga, che non c'è piu nulla sentiranno le mie risate. ..


    #114811

    meskalito
    Partecipante

    LO STRANO CASO DI HEMANT KARKARE, SUPERPOLIZIOTTO UCCISO A MUMBAI
    Postato il Mercoledi 3 Dicembre 2008 (18:09) di marcoc

    Geopolitica A CURA DI 911BLOGGER

    Tra le tante persone uccise a Mumbai la scorsa settimana vi erano alcuni dei maggiori funzionari dell'antiterrorismo della città. Hemant Karkare, capo della Squadra Anti-terrorismo indiana (ATS) è stato il personaggio più importante ad essere ucciso in azione, e la sua storia è doppiamente significativa per coloro che visitano questo sito, perché egli era a metà dell'opera nello svelare un attacco terroristico false flag (che era avvenuto il 29 settembre 2008) e di cui furono inizialmente accusati musulmani come gli “Studenti del Movimento Islamico dell'India” (SIMI) o i “Mujahideen Indiani”.

    Però, nel corso delle sue indagini sull'attentato del 29 settembre a Malegaon, Karkare scoprì un collegamento sorprendente: un ufficiale dell'esercito indiano, il tenente colonnello Shrikant Purohit era collegato alle esplosioni, e fu colto in flagrante mentre cercava di coprire le sue tracce.

    MUMBAINASHIK: Il gatto è fuori dal cesto. Singh ha cantato. Siamo sul radar della ATS. Cambia la carta SIM.

    Questi messaggi SMS mandati dal tenente colonnello Shrikant Purohit al maggiore in pensione Ramesh Upadhyay hanno aiutato a incastrare Purohit e hanno portato al suo arresto alla mezzanotte di martedì [4 novembre N.d.t.] per l'esplosione della bomba del 29 settembre a Malegaon. Egli è stato accusato di omicidio e associazione a delinquere a fini di terrorismo ed è stato assegnato in custodia cautelare alla polizia sino al 15 novembre da un tribunale di Nashik… Fonte

    [Hemant Karkare, capo dell'antiterrorismo indiano a Mumbai, ucciso mentre portava a termine indagini che incastravano estremisti nazionalisti hindu, tra cui ufficiali dell'esercito indiano, per finti attentati islamici.]

    Due giorni prima degli attentati di Mumbai Karkare ricevette minacce di morte da fonti non identificate.

    A quanto pare l'identità del killer solitario di Mumbai catturato vivo è in dubbio;

    La ricerca delle radici del killer di Mumbai fa solo aumentare il mistero.

    Ancora molte domande devono essere poste su Mumbai. Potrebbe davvero essere l'”11 settembre dell'India”… ma non nel senso che intende la stampa dell'establishment.

    Titolo originale: “Hemant Karkare – False Flag Investigator Killed in Mumbai Attack”

    Fonte: http://911blogger.com/
    Link
    03.12.2008

    Scelto e tradotto per http://www.comedonchisciotte.org da ALCENERO


    #114812
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ho visto mi pare al rainews24 o skynews un servizio di mattina l'altro giorno con i titoli di giornali internazionali e mi pare che sul guardian ci fosse una foto di un terrorista in cui veniva indicato che portava un braccialetto particolare indiano..


    #114813

    skyligth
    Partecipante

    Zret.. un calcolo di comodo… perchè non 157? o 67 o 13 o 4 ? le coincidenze ci sono dove si vuol vederle per forza.


    #114814

    skyligth
    Partecipante

    si l'ho visto anche io. un braccialetto indù..


    #114815
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    chi organizza queste destabilizzazioni?

    ANSA) -NEW DELHI, 3 DIC -Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza in tutta l'India per manifestare solidarieta' alle vittime degli attacchi di Mumbai.E anche per protestare contro il governo per non aver difeso il Paese, ad una settimana dall'inizio degli attentati. La manifestazione piu' numerosa a Mumbai, dinanzi al Gateway of India, il monumento sul lungomare di fronte al Taj Mahal Hotel. La polizia ha detto alla tv di aver trovato alla stazione centrale una borsa con dentro 8 chili di esplosivo
    http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2008-12-03_103289038.html


Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 52 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.