Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Questo argomento contiene 726 risposte, ha 27 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 4 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 727 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11602

    alidivento
    Partecipante

    [quote1264605918=Richard]hai visto la correlazione con la ricerca indipendente di Hoagland e Wilcock?[/quote1264605918]

    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.3418

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.539

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.301

    Non ancora…ma li conosco attraverso diverse interviste a coast to coast.
    Ottimo che siano anche su` AG ! Grazie ! Mi sa` che ho trovato la fusione di coast to coast, red ice creation e unknown country in uno e
    in italiano ! 🙂

    aggiungo intervista a David Wilcock

    http://www.youtube.com/watch?v=WUcVqG0AF50&feature=related


    #11603

    Lord Diego
    Partecipante

    Ho comprato lunedi' un libro, Stelle e Pianeti…Nel parlare della nascita del sistema solare dice che i pianeti sono stati formati dalla combinazione di polveri, gas interstellari ed effetto di gravita'…Mi chiedo da dove sia nata questa forza gravitazionale…e ammesso che ci sia stata e abbia attirato a se polveri e gas perche' ha iniziato a bruciare fino a diventare incandescente?..e sopratutto perche' tutt'oggi continua a bruciare all'interno?…Ascoltando la conferenza di Haramein, e prendendola in considerazione, queste cose non mi tornano…Inoltre un'altra domanda….se come dice Haramein l'interno della terra contenesse una singolarità, come e' stato possibile la costruzione di un pianeta?…perche' la singolarità non ha inghiottito tutto?…questa cosa mi ha lasciato perplesso…o forse solamente non l'ho capita…


    #11604

    Detective
    Partecipante

    [quote1264616464=NEGUE72]
    Così come per il suono….IL MONDO ATTORNO A NOI è COMPLETAMENTE SILENZIOSO.
    il suono è una interpretazione che il nostro cervello da a delle onde …nulla più.

    Quando qualcosa sposta l'aria, questa onda (che in se non ha alcun suono) arriva ai nostri orecchi e loi il cervello tramuta gli stimoli nella “sensasione suono” che in realtà non esiste.
    E' strano pensarci…ma davvero “li fuori” c'è un immenso silenzio (e solo tanta aria che si sposta!).
    Questo concetto è espresso nell'antio detto che recita:” un albero che cade e non c'è nessuno a sentirlo fa ugualmente rumore?

    [color=#ff0099]…in egual modo IO PENSO che “LI FUORI” sia tutto buio e che la luce non sia “luminosa”…[/color]
    [/quote1264616464]

    Esatto, condivido pienamente :K:


    #11605
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1264622866=Lord Diego]
    Ho comprato lunedi' un libro, Stelle e Pianeti…Nel parlare della nascita del sistema solare dice che i pianeti sono stati formati dalla combinazione di polveri, gas interstellari ed effetto di gravita'…Mi chiedo da dove sia nata questa forza gravitazionale…e ammesso che ci sia stata e abbia attirato a se polveri e gas perche' ha iniziato a bruciare fino a diventare incandescente?..e sopratutto perche' tutt'oggi continua a bruciare all'interno?…Ascoltando la conferenza di Haramein, e prendendola in considerazione, queste cose non mi tornano…Inoltre un'altra domanda….se come dice Haramein l'interno della terra contenesse una singolarità, come e' stato possibile la costruzione di un pianeta?…perche' la singolarità non ha inghiottito tutto?…questa cosa mi ha lasciato perplesso…o forse solamente non l'ho capita…
    [/quote1264622866]
    stai cercando di mischiare una vecchia visione con una nuova e hai fatto confusione

    leggi qua
    http://www.nibiru2012.it/astronomia/vortici-stellari-creatori-di-stelle-e-pianeti.html
    Vortici stellari, creatori di stelle e pianeti
    http://blog.hasslberger.com/2007/12/star_formation_reverse_whirlpo.html
    Star Formation: Vortex Builds Stars, Planets

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm
    Capitolo Sei

    IL BATTITO UNIVERSALE

    di David Wilcock

    http://www.cosediscienza.it/astro/12.%20ENERGIA%20OSCURA.htm
    La materia oscura è uno dei misteri più fitti che da alcuni decenni tormenta gli astronomi di tutto il mondo. Esiste veramente? E, se esiste, da cosa è costituita? L’idea che nell’Universo debba esserci della materia non visibile nasce nei primi anni Trenta del secolo scorso, quando l’astronomo statunitense di origine svizzera, Fritz Zwicky, notò che le galassie che formano il cosiddetto ammasso della Chioma di Berenice si muovevano troppo in fretta per non disperdersi nello spazio. Risulta infatti che le galassie facenti parte di un ammasso, così come le stelle facenti parte di una galassia, possono muoversi, ma non tanto da svincolarsi dalla forza gravitazionale la quale le trattiene all’interno della struttura. ..

    ENERGIA OSCURA

    Negli ultimi anni del secolo scorso una serie di osservazioni eseguite con strumenti molto sensibili ha convinto i cosmologi che la materia normale e quella oscura corrispondono ad appena un terzo di tutto quello che dovrebbe esserci nell’Universo. Quello che manca, come abbiamo detto, è stato chiamato “energia oscura” e rappresenterebbe una forma di energia, non si sa bene da cosa originata, ma fornita di una proprietà piuttosto originale: la sua gravità non attrae ma respinge, con la conseguenza che l’Universo invece che rallentare, come dovrebbe, sta accelerando la sua espansione. ..
    ——

    http://www.gravita-zero.org/2009/10/nuove-ipotesi-sulla-materia-oscura.html
    NUOVE IPOTESI SULLA MATERIA OSCURA
    ..R. Si pensa che la materia oscura sia una particella che ancora non è stata scoperta. E' stato introdotto il concetto di materia oscura perché le galassie a disco (uno dei due tipi principali di galassie, che sono dischi fatti di miliardi di stelle, gas e polvere) ruotano su se stesse più velocemente di quanto ci si aspetterebbe dalla quantità di materia visibile.
    In altre parole, se ci fosse solo la materia visibile le galassie di disaggregherebbero a causa della forza centrifuga. La materia oscura è stata introdotta per giustificare la coesione di strutture cosmiche come le galassie e gli ammassi di galassie.

    Si pensa che le galassie siano immerse in “nuvole”, dette aloni, di materia oscura. Una possibiltà alternativa all'esistenza della materia oscura è che la forza di gravità quando il campo gravitazionale è molto basso, come avviene nelle parti esterne delle galassie – in realtà sia un po' più forte di quello che ci si aspetterebbe dalle leggi di Newton e Einstein. Questa possibilità viene chiamata Modified Newtonian Dynamics (MOND) ed è stata introdotta nel 1983 dall'astronomo Mordehai Milgrom.

    ———–
    Haramein spiega che non esiste il buco nero che assorbe e basta
    non esiste qualcosa che prende senza dare in natura
    tutto assorbe ed emette

    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4623
    Nassim con il suo team scientifico, ha scoperto una nuova soluzione delle equazioni di campo di Einstein che incorpora gli effetti di torsione e della forza di Coriolis. Inoltre, sono stati prodotti calcoli per descrivere il comportamento collettivo e coerente delle dinamiche del plasma delle ergosfere che orbitano gli orizzonti degli eventi dei buchi neri, richiedendo un vacuum polarizzato altamente strutturato, col risultato di una visione alternativa dei buchi neri, dove la porzione del buco bianco esterno circonda il buco nero interno.

    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.5759
    “I Buchi Neri sono in realtà Bianchi?” la teoria di Stephen Hawking dice “Sì”

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.574
    4.1 UN NUOVO MODELLO DI GRAVITA'
    ..4.11 L'ESPERIMENTO DELLA PALLA RUOTANTE DI DEPALMA

    Per usare ancora una metafora che riguarda un flusso di acqua, questo principio del violare la gravità è come prendere un tubo per innaffiare che punta in basso e piegarlo in modo che l' acqua esca di lato.
    “Di lato” non è normalmente considerato un movimento gravitazionale, ma ha chiaramente una forza, come quando andate sulle montagne russe e sentite la pressione contro il petto. Questa forza “laterale” è l'inerzia! Il Dr.Bruce DePalma, un laureato del MIT non conforme, ha dimostrato questo principio con un semplice esperimento.

    Primo, ha rilasciato due palle da due catapulte, lato per lato ad un angolo uguale e ha fatto in modo che le catapulte imprimessero la stessa forza su ogni sfera. L'unica differenza è che una delle due ruota alla velocità terrificante di 27.000 RPM e l'altra non ruota.
    In un vacuum completo, ha osservato le traiettorie delle due sfere per vedere se qualcosa cambiava; l'altezza, l'angolo, la velocità di viaggio. Facendo così, DePalma ha scoperto l'impossibile:

    Violando tutte le leggi fisiche conosciute, la sfera rotante ha viaggiato più in alto, è caduta più rapidamente e si è spostata più lontano rispetto all'altra sfera.

    http://depalma.pair.com/SpinningBall%28Understanding%29.html
    Bruce E. DePalma
    Understanding the Dropping of the Spinning Ball Experiment
    —————
    [youtube=425,344]qBAgpUE_sr4

    molto più tardi l'ho scoperto, dice questo, in Gravitation, oggi la teoria del campo quantico ha subito il processo di rinormalizzazione di una densità di energia nel vacuum che puo essere infinita se non rimossa da rinormalizzazione.
    Ragazzi non so cosa pensate…rinormalizzazione è quello che hanno cercato di fare a me a scuola! ..non funziona bene giusto? Parleremo di rinormalizzazione fra poco..ma qua la densità energetica può essere formalmente infinita, significa che la fisica di oggi delle particelle subatomiche, fisica quantistica, deve avere un enorme energia nel vacuum perchè questa fisica funzioni, perchè la rimuovono con la rinormalizzazione? Vi spiego..ci sono due infiniti in fisica..1:30 ..è così, una infinità sono le quantità infinitamente piccole, sapete questa quantità più questa approssimate..sapete infinitamente piccolo..non importa..ok va bene ignoriamo l'infinitamente piccolo, poi c'è un altro infinito dal termine tecnico nei libri di fisica, un termine tecnico, cattivo infinito! se trovate qualcosa di infinitamente grande, non potete dire “oh lo ignoro” “ignoro energia infinita” non credo! Dovete farci qualcosa.Ecco perchè lo chiamano cattivo, ora che facciamo! Abbiamo trovato energia infinita nel vacuum, esiste una cosa in fisica che se trovate infinito cattivo dovete in qualche modo eliminarlo!
    Se non lo fate allora la vostra teoria non va bene e viene scartata. 3:09 Il modo in cui lo fanno è che usano la rinormalizzazione, prendono i numeri infinitamente grandi e li tagliano, li nascondono sotto il tappeto e non ne parlano, quindi potete laurearvi in fisica senza sapere che la densità nel vacuum è infinita nella distanza di plank.
    3:56 Ok? Si chiama fluttuazione quantica. ORa se ne parla di piu per molte ragioni, diviene più popolare ma pochi anni fa se parlavate di densità infinita nel vacuum ti guardavano male, pensavano che parlassi di una camera in laboratorio…4:27 Quindi come hanno rinormalizzato? Hanno preso una cosa chiamata distanza di plank, non entrerè nel dettaglio di come hanno derivato questo numero, la distanza di plank è 1.616×10^-33, questo è un piccolo piccolo piccolo punto. Praticamente dicono che questo piccolo punto è la cosa più piccola dell'universo, 5:20 Ok? Dicono l'universo va cosi nel piccolo e si ferma come dire “I'm done!” “Ho fatto è abbastanza piccolo e non vado oltre!”
    Quando lo fanno dicono quante di queste stanno in un cm^3 di spazio, per cercare di rinormalizzare la densità infinita nel vacuum per ottenere un numero minore, quindi impilano la lunghezza di plank in 1cm^3 di spazio in modo semplice, hanno poi calcolato che la densità della lunghezza di plank risulta 10^94 gm/cm^3, 10 con 94 zeri di queste in 1cm^3 di spazio e ora hanno un numero finito! 6:51 ma cos'è questo numero, vi do una idea, se prendiamo tutte le stelle che osserviamo col telescopio piu grande, fuori dalla Terra, Hubble e vediamo 100 miliardi di galassie e ognuna ha oltre 300 miliardi di stelle e la maggioranza sono piu grandi del nostro sistema solare e prendi tutto questo con un compattatore e schiacci tutto in un cm cubo di spazio non arrivate ancora a una densità di 10^94gm/cm cubo! Ok..avete un numero finito e sembra piuttosto infinito a me, forse dobbiamo avere a che fare con l'infinito invece di “rinormalizzarlo”! Sapete? Le persone prendono i nobel per questo. Quindi 10^94gm/cm^3 8:23 è quella che viene chiamata densità di fluttuazione del vacuum, quindi non è vuoto ma estremamente denso, ma perchè sembra vuoto, non sembra denso, ..cosa accade, come può essere così denso.
    9:05 Se il vacuum è ovunque e infinito in natura allora è in perfetto equilibrio e allora non c'è modo che lo sentiate, puo avere forze infinite ma se è in perfetto equilibrio non saprete che è li, come il pesce nell'acqua non saprà mai di essere nell'acqua finchè non viene portato in un'altra densità, noi non possiamo sentire un diverso vacuum e pensiamo sia vuoto quando in realtà è pieno e potete arrivarci da soli realizzando che se tutto irradia nel vacuum il vacuum non puo essere vuoto, quindi ero impressionato. Ok, l'universo si espande e il vacuum si contrae all'infinito e tutta la realtà emerge dal feddback tra espansione e contrazione, diviene chiaro che la parte espansiva sarebbe la parte irradiante dell'universo..

    [youtube=425,344]xtq30utLaDw

    e la parte che si contrae sarebbe la curvatura dello spazio tempo e l'energia del vacuum che va verso la singolarità al centro del sistema, quindi(pubblico) si, elaborero su quello, [color=#ff0000]divenne chiaro che esiste una parte espansiva e una contrattiva dell'universo, la parte in espansione è quella che vediamo come realtà, ovvero l'emissione elettromagnetica irradiante che vediamo, stelle, pianeti, atomi, tutta l'energia irradiata ed è per questo che la vediamo, ok? e la parte in contrazione che non vediamo sarebbe l'energia del vacuum che piega lo spaziotempo in sè, generando la singolarità 1:09, generando il campo gravitazionale. Quindi ora ho una relazione tra elettromagnetismo, radiazione e gravità.
    (pubblico) gravità che va verso la singolarità, spaziotempo che si curva verso la singolarità. [/color]Piu tardi ho capito che era un pensiero oltraggioso, perchè quando Einstein scrisse le sue equazioni non le risolse, Einstein scrisse le espressioni, 10 equazioni differenziali, un fisico Russo, lavorava duramente per risolverle dopo che vennero pubblicate, era Schwarzschild, 2:25 generò la soluzione di Schwarzschild e appena risolte le equazioni di campo di Einstein le mandò a lui con i risultati e Einstein le presentò all'Accademia delle Scienze Tedesche e divenne la soluzione alle equazioni di campo di Einstein che ancora studiamo, due settimane dopo schwarzschild morì al fronte e non ha potuto rifinire la soluzione, non ha potuto ruotare il campo, all'inizio cercava di stimare e non aveva metrica di rotazione, vedremo dopo, ma la prima soluzione alle equazioni di campo di Einstein era un buco nero, la singolarità di schwarzschild , fece un buco nero.
    3:37 Perchè se andate verso la singolarità, con le equazioni di campo di Einstein vanno verso l'infinito, il cattivo infinito e questa parte è ignorata ed è chiamata la parte non lineare non risolta delle equazioni di campo di Einstein, quindi usiamo solo la parte debole del campo gravitazionale, quella che non curva molto verso la singolarità , la parte piu debole esterna alla singolarità. Capite dove vado? Oh mio Dio, grossa omissione. 4:30 infinita quantità di singolarità cancellata perchè non rientra nei nostri concetti. Quindi ho iniziato a pensare, ok..se l'universo si espande e contrae allora deve esserci geometria per descriverlo, una struttura che descrive la parte in contrazione, la parte in espansione era facile da immaginare, se le cose si espandono da un centro devono espandersi in modo radiale, creare una sfera ok?
    5:23 la parte in espansione è la geometria di una sfera, quello che vediamo, stelle,pianeti, galassie che hanno un anello che le circonda, atomi, cellule, ecc sfere! Vediamo la parte a sfera perchè è quella in espansione, ma voglio conoscere la struttura di contrazione del vacuum, ma perchè lo voglio? Perchè se capisco la struttura della parte in contrazione del vacuum allora conosco la geometria della base della Creazione. Capite mi seguite? Questo è cio che crea! La parte che tiene le cose assieme. 6:26 la chiave alla forza della creazione di tutte le cose. Se avete una palla in fondo a una corda, dovete sentire la forza esterna che spinge via la palla, questa non è una vera forza ed è chiamata centrifuga, non è la vera forza perchè la ragione per cui avviene è che la palla è attaccata alla corda che avete in mano
    7:04 la forza centripeta è quella che tiene la palla nel centro e fa girare il tutto, senza la corda la palla va dritta e non c'è forza, mi seguite? Quindi è la forza che tiene al centro quella primaria da cui avviene la radiazione illusoria. Capite? 7:36
    voglio dire questo ha implicazioni anche in filosofia, perchè se andate dentro sempre piu in profondo, dovreste trovare piu irradiazione, perchè avete un feedback tra il collasso gravitazionale interno e l'espansione esterna del campo elettromagnetico.
    Quindi ero emozionato ma non sapevo della geometria della struttura del collasso, sapevo che la geometria del collasso doveva essere in equilibrio, quindi pensai se la sfera è il massimo volume possibile, lo è perchè si espande, allora la geometria del vacuum collassante deve essere il minor volume possibile, che collassa ed è un tetraedro.
    9:12 SApete cos'è un tetraedro? Ok..non ho i miei modelli. Questo è un doppio tetraedro, due, in realtà sono otto che creano un ottaedro in mezzo ma non complichiamo, se avete un tetraedro avete quattro facce, quattro triangoli equilateri, come una piramide con base triangolare, tre facce triangolari con base triangolare, il minimo volume possibile.
    10:00 Quindi deve esserci una geometria del collasso. Allora ci pensavo e circa 15 anni fa e non c'erano persone come ora a Cidona, o a Burning Man o altro, non c'erano persone che andavano con un tetraedro in testa, con case a tetraedro o con auto a tetraedro o simili..sapete al tempo nessuno sapeva cos'era un tetraedro, non era comune, viene dalla scuola di Pitagora e Platone ecc..

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366
    Qual'è l'origine dello Spin?
    ..Ancora la densità del vacuum nella nostra galassia è maggiore. La differenza in densità in questo caso, come con le differenze in densità nelle correnti di aria della nostra atmosfera che creano gli uragani, è cio che genera la torsione materia/ energia nello spaziotempo e le fa ruotare nella topologia osservata del disco galattico con il suo anello galattico e i suoi jets polari galattici.

    [youtube=425,344]fGLoCoBGt3A

    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.5368
    La particolarità scoperta dagli astrofisici, prosegue Salucci è “nell'interazione complessa, difficilmente spiegabile dalle leggi della fisica fondamentale: la densità superficiale della materia luminosa all'interno di una zona caratteristica della materia oscura è la stessa in tutte le galassie indipendentemente dalla loro grandezza e morfologia. Questo ci conduce a due ipotesi conclusive: o quello che noi identifichiamo per materia oscura non esiste, ed è semplicemente l'effetto di una nuova legge di gravità che agisce sulla materia ordinaria, oppure la materia oscura è veramente formata da una nuova particella elementare, ma vi è un processo fisico nella formazione delle galassie che ci sfugge”.
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2009/09/30/visualizza_new.html_963784171.html

    ——————–
    La teoria di Newton della gravitazione permette di descrivere con accuratezza la grande maggioranza dei fenomeni gravitazionali nel Sistema Solare ed in molte situazioni astronomiche. Tuttavia, da un punto di vista concettuale essa presenta alcuni punti deboli, successivamente affrontati nella teoria della relatività generale:

    1. La teoria di Newton presuppone che la forza gravitazionale sia trasmessa istantaneamente con un meccanismo fisico non ben definito ed indicato con il termine “azione a distanza”. Lo stesso Newton tuttavia riteneva tale azione a distanza una spiegazione insoddisfacente sul modo in cui la gravità agisse.
    2. Il modello di Newton di spazio e di tempo assoluti è stato contraddetto dalla teoria di Einstein della relatività speciale. Tale teoria è stata sviluppata con successo sulla base del presupposto che esiste una certa velocità a cui i segnali possono essere trasmessi corrispondente alla velocità della luce nel vuoto.
    3. La teoria di Newton non prevede correttamente la precessione del perielio dell'orbita del pianeta Mercurio, dando un risultato in disaccordo con le osservazioni di alcune decine di secondi d'arco al secolo; questo fenomeno è invece un ottimo banco di prova per la relatività generale, le cui previsioni concordano con le osservazioni.
    4. La teoria di Newton predice che la luce è deviata per gravità, ma questa deviazione è metà di quanto osservato sperimentalmente.
    5. Il concetto per cui masse gravitazionali ed inerziali sono la stessa cosa (o almeno proporzionali) per tutti i corpi non è spiegato all'interno del sistema di Newton.

    Einstein sviluppò una nuova teoria, denominata relatività generale, che include una teoria della gravitazione, pubblicata nel 1915.

    Nella teoria di Einstein, la gravità non è una forza come tutte le altre, ma è la proprietà della materia di deformare lo spazio-tempo. Propriamente, la gravità non è un'interazione a distanza fra due masse, ma è un fenomeno mediato da una deformazione dello spazio-tempo. La massa genera un campo gravitazionale che deforma le linee di spazio-tempo, incurvando le geodetiche, e le altre masse sono costrette a muoversi in queste orbite…
    http://it.wikipedia.org/wiki/Forza_di_gravit%C3%A0

    http://it.wikipedia.org/wiki/Gravit%C3%A0_quantistica
    L'incompatibilità tra meccanica quantistica e relatività generale

    [blockquoteAttualmente uno dei problemi più pregnanti in fisica teorica è l'armonizzazione della teoria della relatività generale, che descrive la gravità applicata alle grandi masse (stelle, pianeti, galassie), con la meccanica quantistica che descrive le altre tre forze fondamentali che agiscono su scala microscopica.

    Un aspetto fondamentale della relatività generale è che non esiste uno sfondo spazio-temporale fisso come invece è nella meccanica newtoniana e nella relatività speciale; la geometria dello spazio-tempo è dinamica. Sebbene ciò sia facile da comprendere in linea di principio, questo è il concetto più difficile da capire riguardo la relatività generale e le sue conseguenze sono molto profonde e non completamente esplorate, anche a livello classico. A certi livelli, la relatività generale può essere considerata come una teoria di relazione in cui la sola informazione rilevante sotto il profilo fisico è la relazione tra eventi differenti nello spazio-tempo.

    D'altra parte la meccanica quantistica è dipesa fin dal suo inizio su una struttura di fondo non dinamica. In questa teoria è il tempo che viene dato e non la dinamica, come nella meccanica newtoniana classica. Nella teoria del campo quantistico relativistico, come nella classica teoria dei campi, lo spazio-tempo di Minkowski è lo sfondo fisso della teoria. Infine la teoria delle stringhe è nata come una generalizzazione della teoria quantistica dei campi dove al posto di particelle puntiformi, oggetti simili a corde (in realtà la traduzione in italiano del termine inglese string non è stringa ma corda per cui sarebbe più appropriato parlare di teoria delle corde) si propagano in uno sfondo spazio-temporale fisso. Sebbene la teoria delle stringhe abbia i suoi fondamenti negli studi sul confinamento dei quark e non sulla gravità quantistica, si scoprì ben presto che lo spettro della stringa contiene il gravitone e che il condensato di certi modi di vibrare delle stringhe è equivalente ad una modifica dello sfondo originale…

    —————
    Qual è il meccanismo che può spiegare la caduta a Terra
    di un grave?
    Risposta: L’interpretazione classica dell’Abbate Pierre
    Gassendi, suggerisce il concetto di “cordicelle”, le quali
    si tenderebbero, dall’oggetto tirato, al centro della
    Terra… Esse equivalgono ai “gravitoni” della Fisica
    moderna. (Su questa interpretazione è sull’esperimento
    Galileiano della caduta dei gravi dalla Torre di Pisa,
    apparentemente “simultanea” per diversi “materiali”, si
    è fondata la “Gravitazione Universale” di Isaac Newton
    o “Meccanica newtoniana”, che inquadra la gravità
    come effetto di una “Forza” nella formola F = m. a).
    Eppure:
    *Il riscontro sperimentale dei Centri di Fisica in più
    parti del mondo, della diversa “g” di caduta della sfera
    di Alluminio e della sfera di Ferro, inficia la validità
    della Gravitazione Universale e per non escludere che la
    gravità sia una Forza, introduce anche l’Anti-Gravità,
    oggi conosciuta come 5a Forza e fastidiosissima nel
    Modello Standard.
    *Il riscontro sperimentale della mancata scoperta delle
    onde gravitazionali e dei gravitoni, e di una rapidità
    non-prevista con cui effetti gravitazionali siderali,
    arrivano sulla Terra, non è compatibile con
    l’inquadramento concettuale classico della gravità.
    *La spiegazione che la gravità “scorra” dentro gli atomi,
    nel Vuoto Quantomeccanico, dà ragione della diversa
    “g” di Elementi con diverso numero atomico e della
    “celerità” oltre “c” con cui gli effetti gravitazionali si
    propagano, come se “prendessero una scorciatoia”… e
    peraltro della mancanza delle onde gravitazionali e dei
    relativi gravitoni.
    http://www.mednat.org/new_scienza/corbucci_Gen_2008.pdf


    #11606

    Lord Diego
    Partecipante

    Grazie della delucidazione..!!
    In parallelo ad Haramein sto leggendo anche il Divine Cosmos (stampato e rilegato :P)..
    Purtroppo ho nozioni scarse di fisica (solo due anni di superiori)..però forse non è un male: sono ancora vergine nel campo e ho la possibilità di farmi un'idea personale e non troppo contaminata…
    Comunque mi chiedo perchè la scienza non sia aperta al dialogo..e debba arrivare persino a censurare le foto dei pianeti come contrarie alla decenza pubblica..Non dovrebbe essere anche loro interesse,degli scienziati,di migliorare?
    Di Hawking ho letto “l'Universo in un guscio di noce”..molto interessanti anche per i meno pratichi nel campo..
    Grazie ancora Richard..


    #11607

    Lord Diego
    Partecipante

    Quindi, se vogliamo unire le varie teorie…
    Si genera una singolarità…la singolarità genera due vortici spiraliformi diametricalmente opposti che generano una forza centripeta…questa forza aggrega gas e materia formando una crosta cava, con la singolarità all'interno…e via,via fino alla formazione del corpo celeste…
    Più o meno ci sono…?


    #11608
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Voglio essere preciso per non distorcere le parole di Haramein:

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366
    Le similarità sono ovvie, comunque nella nostra equazione il cambio di densità non è nell'aria del pianeta, ma nei gas di plasma del nostro universo. Per esempio, ricordate che la densità del vacuum relativo tra le galassie, benchè sia il piu grande vacuum osservato e di milioni di volte più vacuum di quello del nostro sistema solare, ha gli atomi solo a pochi centimetri di distanza.

    Ancora la densità del vacuum nella nostra galassia è maggiore. La differenza in densità in questo caso, come con le differenze in densità nelle correnti di aria della nostra atmosfera che creano gli uragani, è cio che genera la torsione materia/ energia nello spaziotempo e le fa ruotare nella topologia osservata del disco galattico con il suo anello galattico e i suoi jets polari galattici.

    Inoltre, come nel caso dell'uragano, le forze di Coriolis dettano specifiche strutture relative al toroide (struttura a ciambella) o piu specificamente ad una bolla a doppio toroide, perchè le forze di Coriolis si manifestano in due percorsi rotativi opposti ( andare su per vedere l'animazione del doppio toroide.)

    ….

    In un lavoro ancora in corso, stiamo scrivendo una equazione di bilanciamento tra le forze di torsione gravitazionale dello spaziotempo e le forze repulsive elettromagnetiche. In questa visione, quindi, l' Universo sembra ruotare con un movimento perpetuo in un ambiente senza attrito solo per lo scambio tra la torsione dello spaziotempo e l'entropia elettromagnetica, dove la torsione supera la frizione della viscosità delle dinamiche del plasma dell' Universo, per generare miliardi di anni di rotazione in una maniera che pare senza attrito in tutte le scale.

    Questo ci porta ad una visione piu profonda delle dinamiche dei buchi neri dove i buchi neri non solo assorbono materia/informazione, ma emettono nuovamente questa informazione in forma di radiazione elettromagnetica e il feedback risultante, genera la topologia della struttura a doppio toroide della soluzione Haramein/Rauscher guidata dallo spaziotempo.

    Ora il buco nero non è piu nero, in quanto il suo orizzonte degli eventi esterno irradia, che è quello che ho chiamato la porzione del buco bianco. Qua i buchi neri/buchi bianchi sono strutturati in modo concentrico all'esterno e attivano le dinamiche del plasma e le forze di Coriolis dell'ergosfera del buco nero, che ho chiamato black-white hole.

    Cosa interessante, sono arrivato a queste conclusioni molto prima di confermare queste relazioni con matematica standard. L'ho fatto usando la logica pura, una osservazione accurata della natura e delle estrappolazioni geometriche, alcune risultanti da studi approfonditi di antichi simboli e scuole di pensiero esoterico, come le scuole Pitagoriche e i testi antichi Ebraici ed Egizi. In molti aspetti, ho seguito senza saperlo, un percorso simile a quello di Sir Isaac Newton, che ha speso molta della sua vita adulta immerso profondamente nello studio di testi antichi e monumenti prima di arrivare alle sue leggi fondamentali della natura.

    Però sto andano oltre da solo, questo è per un futuro articolo su simili profonde comprensioni della geometria della natura fino al significato di tutto questo per la nostra moderna era tecnologica.

    [youtube=425,344]9JClbgrA4m4
    Ecco Wilcock con altre fonti

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm

    [youtube=425,344]0hmRBiSshus

    Io ho capito che i vortici che si creano per le diverse densità nel “vacuum” creano il punto immobile, la singolarità al centro, il tutto è guidato da una particolare struttura di forze nel vacuum quantico, nella zpe


    #11609
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=425,344]a4dtmwxYmOQ
    quarto video di Haramein

    ORa se avete un pianeta che si muove attorno al sole, ok? ma il sole si muove attorno alla galassia, è una grande spirale perche la galassia si muove attraverso lo spazio, quindi la galassia orbita un gruppo di galassie (cluster) che si muovono attraverso lo spazio, e questo orbita un cluster piu grande, che orbita l'universo, una spirale piu grande e questo orbita un multiverso e universi sempre piu grandi all'infinito allora ecco che ci serve il frattale

    1:00 perche in un infinito frattale di rotazione come definisci il centro? Ogni punto è il centro! Tu sei il centro dell'universo che lo osservi dal tuo centro, ovunque prendi un punto di osservazione nel frattale diviene il punto da cui osservi l'universo e quel punto diventa immobilità
    1:32 Perchè? perchè in quel punto ogni spin dell'universo si cancella, per ogni rotazione che trovi c'è una controrotazione esattamente opposta (spin e counterspin) ogni spin si cancella in un punto e crea immobilità.

    Un esempio: un uragano sulla Forida, cento miglia all'ora di vento, cosa c'è in mezzo? Immobilita, occhio dell'uragano, serve immobilita per avere un frame di riferimento per la rotazione vedete? Ecco come la singolarità avviene
    2:54 la singolarità è il punto al centro della vostra esperienza dell'universo, il punto immobile da cui osservate l'universo, ecco perche lo vedo come un frattale, le persone dicono che se fosse cosi saremmo tutti uguali.

    No, perchè? Perche osserviamo l'universo dal nostro particolare punto di immobilita, punto di centro e se tutti osserviamo questa penna dal nostro punto particolare allora avremo tutti diversi set di informazione su questa penna e per questo tutto appariamo differenti.
    Capite?

    3:58 Se tutto ruota annullandosi in mezzo a ogni cosa creando immobilita, da questo punto immobile tutto orbita attorno, quando lo capite e guardate una galassia, trovate la stessa dinamica, ecco una galassia un enorme frattale piu grande di un uragano, un uragano è qualche miglia di diametro e la galassia è migliaia di anni luce di diametro e contiene miliardi di stelle e cosa c'è al centro un immenso buco nero, il punto di immobilita, singolarita, il punto dove tutto l'annullamento delle rotazioni crea non movimento, singolarità,

    4:59 Il buco nero orbita, ma questo fuori, se vai dentro piu scendi diviene piu fermo, quando mostro questo…quando lo mostro alle persone, ai fisici anni fa, predissi da questa teoria che il centro delle galassie avrebbe prodotto un buco nero, che in ogni centro della galassia avrebbe avuto un buco nero al centro

    Mi hanno cacciato dalle conferenze di fisica per avere detto questo!
    5:51 Ora appare questo: (legge un articolo) Le ultime osservazione di Hubble, presentano una sfida cosmologia in quanto gli astronomi trovano supermassicci buchi nero nel cuore di ogni galassia che esaminano.

    Questa è una previsione grande no? Non casuale..

    6:20 Avanti (domanda del pubblico, anche io osservando col telescopio immaginai questo 20 anni fa, vedendo il punto luminoso..)
    Bene, questo punto che vedi al centro della Galassia è cio di piu luminoso che osserviamo nell'universo e lo chiamano BUCO NERO
    Ed è l'oggetto piu luminoso, perchè? Perche osserviamo la parte esterna del buco nero e non l'interno, quindi…(legge l'articolo)
    “Gli astronomi si grattano la testa, immaginando come questi oggetti, che erano visti come fantascienza, possano dominare ogni galassia nell'universo”

    Si grattano la testa? .(legge) “Prima i buchi neri supermassicci sembravano addobbi per l'auto…dice dall'Università del Michigan…
    Ora questi sembrano standard e se sono parte integrale della formazione delle galassie, servirebbe UNA MAGGIORE RIVISITAZIONE DELLE NOSTRE TEORIE!”

    Non scherzano! Forse non calciano piu cosi facilmente le persone..
    Questo è il concetto che porto avanti ogni cosa è centrata da una singolarita, fuori dal centro osserviamo la parte radiante perche ruota, perche ha momentum angolare e genera forze come quella elettromagnetica.
    9:00 Quando guardavo queste cose realizzai che questi lobi devono essere quei vortici che si muovono nello spazio (immagine di geometria sacra) e quindi rapidamente ho visto….rapidamente visto questi vortici che coincidono con la dinamica che vediamo con le equazioni dei tensori delle nuvole di elettroni, le stesse dinamiche si trovano nelle nuvole di elettroni, queste sono le equazioni di probabilita per gli elettroni,

    10.00 quindi anche le particelle subatomiche seguono questa dinamica, i mesoni sono equilibri vettoriali, i barioni sono vettomatrici isotropiche, quindi ho capito che siamo nel micro e anche nel grande troviamo queste dinamiche:
    ecco una esplosione di una supernova e a sinistra vedete un crop circle, quando è avvenuto mi sono emozionato, ho detto “hanno fotografato la geometria dello spazio” (gli astronomi)

    —————-
    [youtube=425,344]Ugql6D4pFKM


    #11610
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=425,344]qBAgpUE_sr4

    molto più tardi l'ho scoperto, dice questo, in Gravitation, oggi la teoria del campo quantico ha subito il processo di rinormalizzazione di una densità di energia nel vacuum che puo essere infinita se non rimossa da rinormalizzazione.
    Ragazzi non so cosa pensate…rinormalizzazione è quello che hanno cercato di fare a me a scuola! ..non funziona bene giusto? Parleremo di rinormalizzazione fra poco..ma qua la densità energetica può essere formalmente infinita, significa che la fisica di oggi delle particelle subatomiche, fisica quantistica, deve avere un enorme energia nel vacuum perchè questa fisica funzioni, perchè la rimuovono con la rinormalizzazione? Vi spiego..ci sono due infiniti in fisica..1:30 ..è così, una infinità sono le quantità infinitamente piccole, sapete questa quantità più questa approssimate..sapete infinitamente piccolo..non importa..ok va bene ignoriamo l'infinitamente piccolo, poi c'è un altro infinito dal termine tecnico nei libri di fisica, un termine tecnico, cattivo infinito! se trovate qualcosa di infinitamente grande, non potete dire “oh lo ignoro” “ignoro energia infinita” non credo! Dovete farci qualcosa.Ecco perchè lo chiamano cattivo, ora che facciamo! Abbiamo trovato energia infinita nel vacuum, esiste una cosa in fisica che se trovate infinito cattivo dovete in qualche modo eliminarlo!
    Se non lo fate allora la vostra teoria non va bene e viene scartata. 3:09 Il modo in cui lo fanno è che usano la rinormalizzazione, prendono i numeri infinitamente grandi e li tagliano, li nascondono sotto il tappeto e non ne parlano, quindi potete laurearvi in fisica senza sapere che la densità nel vacuum è infinita nella distanza di plank.
    3:56 Ok? Si chiama fluttuazione quantica. ORa se ne parla di piu per molte ragioni, diviene più popolare ma pochi anni fa se parlavate di densità infinita nel vacuum ti guardavano male, pensavano che parlassi di una camera in laboratorio…4:27 Quindi come hanno rinormalizzato? Hanno preso una cosa chiamata distanza di plank, non entrerè nel dettaglio di come hanno derivato questo numero, la distanza di plank è 1.616×10^-33, questo è un piccolo piccolo piccolo punto. Praticamente dicono che questo piccolo punto è la cosa più piccola dell'universo, 5:20 Ok? Dicono l'universo va cosi nel piccolo e si ferma come dire “I'm done!” “Ho fatto è abbastanza piccolo e non vado oltre!”
    Quando lo fanno dicono quante di queste stanno in un cm^3 di spazio, per cercare di rinormalizzare la densità infinita nel vacuum per ottenere un numero minore, quindi impilano la lunghezza di plank in 1cm^3 di spazio in modo semplice, hanno poi calcolato che la densità della lunghezza di plank risulta 10^94 gm/cm^3, 10 con 94 zeri di queste in 1cm^3 di spazio e ora hanno un numero finito! 6:51 ma cos'è questo numero, vi do una idea, se prendiamo tutte le stelle che osserviamo col telescopio piu grande, fuori dalla Terra, Hubble e vediamo 100 miliardi di galassie e ognuna ha oltre 300 miliardi di stelle e la maggioranza sono piu grandi del nostro sistema solare e prendi tutto questo con un compattatore e schiacci tutto in un cm cubo di spazio non arrivate ancora a una densità di 10^94gm/cm cubo! Ok..avete un numero finito e sembra piuttosto infinito a me, forse dobbiamo avere a che fare con l'infinito invece di “rinormalizzarlo”! Sapete? Le persone prendono i nobel per questo. Quindi 10^94gm/cm^3 8:23 è quella che viene chiamata densità di fluttuazione del vacuum, quindi non è vuoto ma estremamente denso, ma perchè sembra vuoto, non sembra denso, ..cosa accade, come può essere così denso.
    9:05 Se il vacuum è ovunque e infinito in natura allora è in perfetto equilibrio e allora non c'è modo che lo sentiate, puo avere forze infinite ma se è in perfetto equilibrio non saprete che è li, come il pesce nell'acqua non saprà mai di essere nell'acqua finchè non viene portato in un'altra densità, noi non possiamo sentire un diverso vacuum e pensiamo sia vuoto quando in realtà è pieno e potete arrivarci da soli realizzando che se tutto irradia nel vacuum il vacuum non puo essere vuoto, quindi ero impressionato. Ok, l'universo si espande e il vacuum si contrae all'infinito e tutta la realtà emerge dal feddback tra espansione e contrazione, diviene chiaro che la parte espansiva sarebbe la parte irradiante dell'universo..


    #11611
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=425,344]6Xcj5TbjRyE
    Recentemente ho trovato questo libro Mayan Aintiram, traduzione di un antichissimo libro, descrive la struttura del vacuum, della creazione, dello spazio. Dice che è basata su una griglia di 64 quadrati, ero arrivato a capire che la struttura fondamentale del vacuum è una griglia di 64 tetraedri e ruotandola a seconda del puno di vista, appare come una griglia cubica di quadrati, quindi trovarlo in un testo antichissimo è favoloso, leggiamo un pezzo

    Dall'introduzione leggiamo : per riassumere i principi della griglia di 64 quadrati come espressi da Maya nel suo lavoro:

    LA griglia di 64 quadrati è la struttura grafica e atomica dell'intero cosmo
    E' il progetto di base dello spazio interno ed esterno, spazio chiuso e costruito (definisce chiaramente la struttura del vacuum)
    E' la versione modificata del pranava OM
    L'esatto centro della griglia di 64 quadrati è chiamato punto primario (chiara descrizione di una singolarità)
    Questo Punto primario è quadrato in forma. PErsino nel punto quadrato ci sono 64 quadrati (perfetta descrizione di una struttura frattale che si ripete)
    In questo punto quadrato avviene la rapida rotazione del tempo (questo descrive il componente rotatorio dello spaziotempo)

    Con questo nel libro ci sono descrizioni di tecnologie avanzate basate su questa dinamica che alimentano letteralmente astronavi che viaggiano nello spazio tra sistemi solari o galassie

    Nel verso 79: Il punto primario centrale è associato con tutte le energie dei campi dello spazio. Il trattato relativo alla costruzione delle astronavi spaziali spiega tramite la scienza e la tecnica del punto centrale, misure temporali e 64 quadrati, varie caratteristiche dei mezzi aerei, come lo schema strutturale, il controllo di velocita, le ruote, la fitness del pilota, l'esatta posizione del pilota, il corso di volo, la rapidita del tempo, ecc..

    Incredibile per un testo tanto antico considerando che non avrebbero dovuto concepire macchine o macchine volanti


Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 727 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.