Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Questo argomento contiene 726 risposte, ha 27 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 4 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 641 a 650 (di 727 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #12122
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1263500752=Richard]
    [youtube=425,344]D8IcciRHGvQ

    Voglio parlare della recente pubblicazione The Schwarzchild Proton,non solo accettata ma scelta da un pannello di peer reviewers dell'Università di Liege in Belgio come vincitrice di un prestigioso premio nel campo della fisica, meccanica quantistica, relatività , teoria del campo e gravitazione.
    Questa pubblicazione segna un nuovo paradigma nel mondo della teoria quantistica, descrivendo il nucelo di un atomo come mini-buco nero dove i protoni sono attratti per gravitazione piuttosto che da una misteriosa e indefinita “forza nucleare forte”.
    Questa visione del mondo quantistico produce una unificazione delle forze e predice correttamente i valori misurati per il nucleo dell'atomo.
    Inizia con la densità del vacuum quantistico misurata in 5.16×10^93gm/cm^3, quindi calcola quanta energia dal vacuum esisterebbe in un protone che ha il raggio di 1.32 Femtometri Fm, moltiplicato per 4/3Pir^3 per ottenere il volume .
    La densità è massaxunità di volume, quindi se moltiplicate una densità per un volume ottenete la massa 1:07 contenuta in un protone 4.98×10^55 gr, che corrisponde alla massa dell'intero universo, esistente dentro ogni protone.
    Nassim crede anche che questa sia evidenza dell'entanglement di tutti i protoni ..pensate che ogni singolo protone in ogni singolo atomo del vostro corpo sono connessi attraverso il vacuum con ogni altro protone nell'universo, quindi calcoliamo quale proporzione di questa densita energetica totale del vacuum disponibile nel volume di un protone sia necessaria perche il nucleo obbedisca alla condizione di Schwarzchild per un buco nero , dove il raggio di un buco nero ora è di 1.32 Fm , quello del protone, otteniamo 8.85×10^14 gm. Haramein quindi usa questa massa per calcolare la forza gravitazionale tra due protoni di Schwarzschild adiacenti usando questo approccio semiclassico 2:19. Abbiamo una forza gravitazionale di 7.49×10^47 dynes, quindi se calcoliamo la velocità relativistica di due protoni di Schwarzschild che orbitano tra loro, col centro separato dal diametro di un protone, otteniamo 2.99×10^10 cm/s uguale alla velocità della luce nel vacuum!
    Questo significa che i protoni dentro un nucleo possono vedersi come buchi neri che orbitano tra loro alla velocità della luce, un concetto Affascinante. Quindi se calcoliamo il periodo di rotazione del sistema abbiamo 5.55×10^-23s il tempo misurato di interazione della “Forza Forte”! Quindi sembra che la forza forte sia in realtà la gravità quantistica al lavoro per la natura di buco nero del protone di Schwarzschild.
    Ora viene fuori che se segnamo ogni oggetto conosciuto dell'Universo in una scala logaritmica con Massa contro Raggio, troviamo una progressione quasi lineare e il protone di Schwarzschild è sulla linea, mentre il Protone Standard è molto fuori, 3:25
    Suggerendo che il modello standard è incorretto, mi è piaciuto come Nassim ha mostrato come ottenere simili risultati usando il volume del protone alla scala di planck moltiplicato per la massa di Planck per ottenere sempre 4.98×10^55 gm/pr.volume la massa dell'universo in ogni atomo
    Questo è importante perche la lunghezza di planck si relaziona direttamente al rapporto aureo e ai numeri di fibonacci elemento matematico chiave per i sistemi che si replicano , la domanda è COSA STA REPLICANDO SE STESSO? E PERCHE'?
    Le risposte arriveranno..

    la pubblicazione di Haramein:
    http://www.theresonanceproject.org/pdf/schwarzschild_proton_a4.pdf
    [/quote1263500752]

    http://it.wikipedia.org/wiki/Protone
    Il protone è una particella subatomica composta da tre quark (barione), due di valenza up e un down, e dotata di carica elettrica positiva…
    È rimarchevole che la grande parte di tale massa (come di quella del neutrone) è determinata dall'energia del campo gluonico che tiene uniti i quark, piuttosto che dalla loro massa propria.

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.7239

    D. Ma dov’è il problema in questa rappresentazione congiunta della classificazione della struttura?

    R. Il problema è dato dalla credenza consequenziale che i famigerati quarchi sono particelle fisiche nel nostro spaziotempo. Lì è la cancrena scientifica con conseguenze negative molto serie per nuove energie pulite. Nella realtà, i quarchi sono delle rappresentazioni puramente matematiche di una simmetria puramente matematica definito in una spazio unitario a valori complessi anche puramente matematico che non hanno nessuna connessione possibile con il nostro spaziotempo (tecnicamente a causa del teorema di O’Rafearthaigh che proibisce una connessione tra spazi unitari-complessi interni e spaziotempo). Inoltre, i quarchi NON possono essere definiti con la simmetria spaziotemporale di base, quella di Poincarè. Devo continuare? La realtà scientifica al di fuori della politica scientifica diventerebbe proprio vergognosa.

    Ne consegue che QUALUNQUE OPINIONE CHE I QUARCHI SONO DELLE PARTICELLE FISICHE NEL NOSTRO SPAZIOTEMPO E' COMPLETAMENTE FUORI DELLA REALTÀ FISICA.

    http://phys.org/news192128542.html

    I quark hanno una varieta impressionante di masse. Il piu leggero quark up è 470 volte meno del protone. Il piu pesante quark t è 180 volte la massa del protone. Perchè queste differenze? E' uno dei piu grandi misteri della fisica teorica di oggi”

    http://www.newscientist.com/article/dn16095-its-confirmed-matter-is-merely-vacuum-fluctuations.html
    Each proton (or neutron) is made of three quarks – but the individual masses of these quarks only add up to about 1% of the proton's mass. So what accounts for the rest of it?

    Le masse dei quark sommano l'1% della massa del protone, la teoria dice che il resto è dato dalla forza forte che lega i quark, dovuta da particelle virtuali dette gluoni che appaiono e scompaiono, queste fluttuazioni del vuoto devono essere incluse.

    http://deskarati.com/2012/10/18/there-are-three-quarks-in-a-proton-wrong/
    To make the glib shorthand correct you need to add the phrase “plus zillions of gluons and zillions of quark-antiquark pairs.” Without this phrase, one’s view of the proton is so simplistic that it is not possible to understand the LHC at all.

    http://www.newscientist.com/article/dn6558-quantum-quirk-may-give-objects-mass.html
    Entanglement may be linked to the mass of not just the mediator particles, but all fundamental particles.


    #12123
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Quel “quasi” è importante: proprio la leggera inclinazione consente infatti una vista privilegiata, tale da poter cogliere i fotoni provenienti dalla zona interna del disco d’accrescimento pur mantenendo una prospettiva, appunto, di taglio…

    si tratta di una struttura verticale mai vista prima che si erge al centro del disco d’accrescimento della binaria X, proprio nei pressi del buco nero. Ora si tratta di capire a cosa possa essere dovuta, e se è presente o meno anche nelle altre VXFB.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.8408.10

    —–
    :ummmmm:


    #12124
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    ciao Rich…
    Trovo significativa questa foto di [link=http://it.wikipedia.org/wiki/Alexander_Graham_Bell]Alexander Graham Bell[/link] del 1903!
    .

    http://www.repubblica.it/images/2013/03/08/155858183-c4640569-e0da-4a26-8104-2f92c3550d97.jpg


    #12125
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1362831578=NEGUE72]
    ciao Rich…
    Trovo significativa questa foto di [link=http://it.wikipedia.org/wiki/Alexander_Graham_Bell]Alexander Graham Bell[/link] del 1903!
    .

    [/quote1362831578]
    azzeccatissimo :VV:


    #12127
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fwww.newscientist.com%2Farticle%2Fmg21028125.400-graphene-may-reveal-the-grain-of-spacetime.html
    Il grafene può rivelare la grana dello spazio-tempo

    potrebbe provenire da un modello reticolare nello stesso spazio-tempo, dice Regan

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6815
    Lo spazio è come una scacchiera?


    #12126
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1363444834=Richard]
    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fwww.newscientist.com%2Farticle%2Fmg21028125.400-graphene-may-reveal-the-grain-of-spacetime.html
    Il grafene può rivelare la grana dello spazio-tempo

    potrebbe provenire da un modello reticolare nello stesso spazio-tempo, dice Regan

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6815
    Lo spazio è come una scacchiera?

    [/quote1363444834]
    http://www.lnf.infn.it/sis/preprint/pdf/getfile.php?filename=LNF-06-17(P).pdf

    LABORATORI NAZIONALI DI FRASCATI
    NEW PROCEDURES TO MAKE ACTIVE, FRACTAL LIKE, SURFACES
    ON THIN PD WIRES
    Francesco Celani, A. Spallone, E. Righi, G. Trenta, G. D’Agostaro, P. Quercia,
    V. Andreassi, O. Giacinti
    we are now convinced that most of the high loading ratios (H-D/Pd) and/or anomalous effects, both thermal and nuclear (by using D), obtained (generally in a not reproducible way) by the people involved in [color=#ff0000]cold fusion experiments,[/color] can be reasonably attributed to the spontaneous and uncontrolled growing-up of fractal nanostructures on the Pd surface


    #12128
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    #12129
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    April 2, 2013

    http://phys.org/news/2013-04-quarks-dictate-proton.html

    In un protone i quark con spin puntato sù (rosso e blu) tendono a raccogliersi nella meta a sinistra del protone come visto dall'elettrone in arrivo, mentre i quark con spin in giu, (verde) tendono a raccogliersi nella meta a destra.
    ..questo conferma che il protone è un sistema complesso, con una struttura interna ricca e dinamiche sofisticate, la chiamiamo cromodinamica quantistica.

    http://www.link2universe.net/2010-08-30/nuova-scoperta-potrebbe-sfidare-lattuale-teoria-sul-nucleo-atomico/
    ” I nuovi risultati suggeriscono che i circa 200 nucleoni dentro ai nuclei di platino studiati, agiscono in unisono esibendo proprietà regolari piuttosto che caotiche. Data la relativamente alta energia,ed il grande numero di nucleoni coinvolti, questo tipo di comportamento collettivo è totalmente inaspettato e inspiegabile.” si legge in una recente notizia sul sito del ORNL
    ..Comunque, il problema è che l'acceleratore per particelle ORELA è stato chiuso per tagli di budget, e non aprirà molto presto.

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.679
    David Wilcock – La Scienza dell'Uno, Capitolo 8: Keely e la fisica della vibrazione

    un altro fisico ha lavorato con questi stessi concetti dei “domini del vuoto” o “unità di coscienza” di energia sferica con livelli di successo apparentemente sbalorditivi, se le testimonianze sulle sue invenzioni sono accurate. Questo scienziato era John Keely e il suo lavoro gioisce di un rinascimento col sito web KeelyNet in prima linea nelle energie alternative, nella scienza eterica e nella ricerca antigravitazionale.Inoltre, Keely non temeva di collegare direttamente le sue teorie con l'idea di un Essere Ultimo e con la filosofia dell'amore e della luce come forza unificante nell'universo, espressa quindi in forma di energia eterica.John Ernst Worrell Keely è nato nel 1837 ed è morto nel 1898. In questo periodo, la fisica ufficiale considerava ancora il modello eterico come corretto, in quanto l'esperimento Michaelson-Morley non aveva ancora avuto il suo effetto, fino al ventesimo secolo. Tenendo tutto questo in mente, ogni scienziato del tempo di Keely gravitava naturalmente verso il modello eterico, era accettato comunemente a quel tempo.

    http://www.svpvril.com/FAQ2.html


    A77) It is new in that I drew and animated the first unit in 1988 as a computer model. The work was lost when the house caught fire and burnt everything. This is how Keelys triplet particles rotate about each other, orbiting on three planes ninety degrees to each other – insofar as I am able to decipher his work. So, no it is not new, as he discovered it over 100 years ago. But the idea is new for us being only revealed now to our eyes and understanding.

    L'ho disegnato e animato nel 1988, il lavoro venne perso in un incendio. Così Keely descriveva le triplette di particelle in rotazione tra loro, orbitanti su tre piani in relazione a 90°, così io ho rappresentato il suo lavoro. Non è nuovo quindi, lui lo scoprì 100 anni fa. L'idea è nuova per noi oggi che possiamo capirla.


    #12130
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1365281270=Richard]
    Il sito di Thrive Movement è online
    http://thrivemovement.com/pioneers

    [/quote1365281270]


    —-


    #12131
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1365600521=Richard]
    [quote1333694261=sephir]

    eppure la denuncia è necessaria... è un aporia per me difficile a risolversi in un mondo dove si può facilmente accedere a tante conoscenze spesso senza avere il tempo o la volontà di approfondirne le fonti e le tematiche per discernere e capire.

    [/quote1333694261]
    Certo Sephir è una critica a cui hanno risposto e direi che la risposta è questa che hai scritto
    la speranza la danno fin dall'inizio oltre che dopo, la danno quando spiegano che stiamo ricostruendo una scienza e spiritualità andata persa ma più avanzata di quella attuale
    probabilmente l'avessi fatto io avrei moderato la parte “spaventosa”…
    (e molto probabilmente sarei stato criticato per aver cercato di ignorare i problemi reali)

    qui alcune risposte alle critiche
    http://www.thrivemovement.com/foster-gamble-responds-to-thrive-critiques.blog

    [/quote1365600521]
    ho trovato questo http://www.thrivemovement.it/

    “Ho tradotto questo articolo per cercare di capire il comportamento di alcuni personaggi che dapprima hanno dato il loro consenso ad apparire nel film Thrive e poi hanno preso le distanze…

    “Siamo costernati che la nostra partecipazione venga utilizzata per dare credibilità alle idee e a agende che vediamo come pericolosamente fuorvianti.

    Sosteniamo ciò che ognuno di noi ha detto quando siamo stati intervistati. Ma abbiamo forti divergenze con alcuni dei contenuti del film e sentiamo il bisogno di fare questa dichiarazione pubblica per evitare la comparsa che la nostra presenza nel film costituisca qualche tipo di approvazione. “

    Dialogo Pubblico tra i Produttori del film Thrive e i Pionieri
    di Foster and Kimberly Gamble Trad.: LucianoGianazza

    Dato che THRIVE tesse insieme pezzi di soppressione raccontate da molti individui che sono pionieri nella loro particolare area di competenza, e dato che è dedicato alla tutela dei diritti inalienabili di ogni persona, sono rimasto sorpreso nel leggere la lettera del gruppo. Ho compreso meglio quando ho visto le distorsioni e le false dichiarazioni che John Robbins aveva usato nel riassumere il film nella sua richiesta per raccogliere dei cofirmatari. La maggior parte dei pionieri, anche tra i progressisti, ha scelto di non rinnegare il film. John ha rifiutato di condividere con me in che modo aveva rappresentato THRIVE a loro, ma altri lo hanno fatto e gli argomenti da lui inventati per cercare di reclutare persone contro il messaggio e il movimento di THRIVE sono inseriti qui in corsivo blu, seguite dal nostro vero punto di vista in formato testo normale

    ————–

    Critica di John Robbins del film Thrive

    Ma non sono d’accordo con alcune delle principali conclusioni che traggono. Come non sono d’accordo gli altri firmatari della dichiarazione di dissociazione dal film Thrive. Duane Elgin, uno dei firmatari, dice: “Thrive è idealista, ingenuo, ristretto, poco profondo, e focalizza l’attenzione lontano da aree più degne d’impegno”.

    Al cuore del messaggio di Thrive c’è quella che è definita Agenda di Dominazione Globale. Questa è l’idea, come presentata sul sito di Thrive nelle parole dell’ex deputato Larry McDonald:

    “L’obiettivo dei Rockefeller e dei loro alleati è quello di creare un unico governo mondiale … tutto sotto il loro controllo … Intendo dire cospirazione? Sì, è ciò che intendo. Sono convinto che ci sia un complotto di portata internazionale, pianificato da vecchie generazioni incredibilmente male intenzionate.”

    Foster Gamble spiega:

    “Un piccolo gruppo di famiglie in realtà controllano virtualmente ogni settore dell’attività umana … La loro agenda … (è) controllare la vita di tutte le persone in tutto il pianeta … far collassare le economie in tutta l’Unione Europea … a svalutare il dollaro a quasi zero … e creare un unico governo mondiale, con loro in carica.”

    Nel film Thrive e il suo sito web, inoltre, si afferma che un piccolo gruppo di circa 300 persone sta sviluppando e sperimentando piani per ridurre drasticamente la popolazione umana mondiale, forse a circa 500 milioni di persone, per renderci “più facili da gestire.”

    Questo potrebbe essere vero?

    Non c’è dubbio che incredibili ricchezze e potenza sono oggi concentrate nelle mani di una piccola minoranza dell’umanità. Il patrimonio netto del migliaio di persone più ricche del mondo, i miliardari del pianeta – è quasi doppio rispetto a quello dei 2 miliardi e mezzo di persone più povere. Credo che questa disparità non sia niente di meno che un atto d’accusa della nostra civiltà.

    “Loro”, dall’altra parte, sono alcuni pochi individui avidi e incredibilmente potenti, che sono magistralmente organizzati, che stanno volutamente provocando disastri enormi, al fine di abbattere la popolazione, e che stanno deliberatamente distruggendo l’economia mondiale al fine di ottenere il totale dominio mondiale.

    Questo modo di pensare ha un fascino, perché distrae e ci assolve dalla verità inquietante che la vera fonte del problema è in tutti noi, e nei sistemi economici che abbiamo prodotto collettivamente. Se i mali del mondo sono le intenzioni deliberate di esseri malvagi, allora non c’è bisogno di assumersi la responsabilità per i nostri problemi perché sono altri che li hanno creati a noi.

    ——————-

    Anche io penso che in generale la civiltà sia “malata”
    Ma penso anche che si debba riconoscere che “la punta della piramide”
    lo sia particolarmente
    http://cordis.europa.eu/fetch?CALLER=IT_NEWS&ACTION=D&SESSION=&RCN=34039


Stai vedendo 10 articoli - dal 641 a 650 (di 727 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.