NATA BIMBA SENZA GENE CANCRO

Home Forum L’AGORÀ NATA BIMBA SENZA GENE CANCRO

  • This topic has 9 partecipanti and 29 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #119047
    iniziato
    Partecipante

    [quote1231689559=elohim]
    [quote1231665975=iniziato]
    una bambina che nasce senza gene che provaca il cancro ma che non conosce le leggi della natura e le trasgredisce nel corso della vita avrà comunque il triplo di probabilità di beccarsi il suo tumore di una bambina che nasce con quel gene e nel corso della vità saprà condurre un'esistenza modello.

    La cultura non si crea in provetta.
    [/quote1231665975]

    Il tuo discorso fila,e' chiaro che non puo' essere il pretesto per non benedire tale innovazion dovuta alle conoscenze genetiche.

    Ancora non abbiamo una conscenza assoluta delle cause del tumore.
    Ad ogni modo se fra esse vi e' una componente genetica, eliminare questo handycap e' gia'qualcosa di importante.

    Se nasco con una predisposizione al tumore e non lo so quando eventualente me ne accorgro' potrebbe anche essere troppo tardi.

    Se elimino dalla nascita questo problema avro' evidentemente minori possibilita' di contrarre il cancro.
    [/quote1231689559]

    non benedico nulla, la scienza non avrà mai la conoscenza assoluta su nulla, io non ho bisgno di provette per vivere senza pericolo di incorrere in queste malattie.

    C'era un bel film in merito Gattaca, se ti capita, guardalo.


    #119048
    deg
    Partecipante

    [quote1231701053=iniziato]
    C'era un bel film in merito Gattaca, se ti capita, guardalo.

    [/quote1231701053]

    :K:


    #119049
    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1231702524=deg]
    [quote1231701053=iniziato]
    C'era un bel film in merito Gattaca, se ti capita, guardalo.

    [/quote1231701053]

    :K:

    [/quote1231702524]

    Un film molto bello, concordo!!
    Tra le altre cose, attraverso il DNA, i genitori trasmettono ai figli molto di più di una semplice predisposizione a questo o quello e a dei tratti somatici: trasmettono parte delle proprie esperienze e soprattutto dei compiti karmici che starà ai figli assolvere, pena lo stesso destino del genitore. Per cui una predisposizione ereditaria ad una certa malattia potrebbe essere semplicemente un grave problema karmico che è desino che venga sciolto in varie generazioni consecutive. Forse togliere questo gene può significare condannare questa persona alla non-evoluzione, solo in nome di un attaccamento morboso che questa “scienza senza coscienza” dedica alla vita terrena tridimensionale. :ummmmm:


    #119050
    Omega
    Partecipante

    [quote1231704006=Mr.Rouge]
    trasmettono parte delle proprie esperienze e soprattutto dei compiti karmici che starà ai figli assolvere, pena lo stesso destino del genitore.
    [/quote1231704006]
    Non sarebbe più giusto che ognuno risolva i PROPRI problemi “Karmici” (di Coscienza) piuttosto quello degli altri che non lo riguarda ? Perché legarci i pesi che non ci appartengono ? Così ci limitiamo enormemente invece di LIBERARCI. Vi ricordo cosa è scritto in [color=#cc0000]Ezechiele, cap 18[/color].: :hehe:
    [color=#0066ff]—————————————-[/color]
    Il Signore giudica la condotta di ognuno

    1Il Signore mi rivolse la parola: 2″Perché in Israele si ripete spesso questo proverbio: “I genitori mangiano l'uva acerba e ai figli rimane la bocca amara”? 3Io, il Signore, il Dio vivente, affermo che la gente non ripeterà più questo proverbio in Israele. 4In realtà la vita di ciascuno mi appartiene, quella dei genitori e quella dei figli. Soltanto chi pecca morirà. 5″Prendiamo, per esempio, un uomo giusto e onesto che si comporta bene. 6Non adora gli sporchi idoli degli Israeliti e non partecipa sulle montagne ai sacri pasti in loro onore. (..) 7Non ruba né maltratta nessuno. Restituisce il pegno lasciatogli dal suo debitore, dà cibo a chi è affamato, veste chi è nudo. 8Non presta i suoi soldi per ricavarne interessi o profitti. Non si rende complice dell'ingiustizia, ma pronunzia giudizi imparziali nelle dispute. 9Egli ubbidisce ai miei ordini, rispetta le mie leggi e agisce con lealtà.

    Allora io, Dio, il Signore, dichiaro che quest'uomo è veramente giusto e che vivrà.

    10″Supponiamo che quest'uomo abbia un figlio che ruba, uccide e commette azioni di questo genere, 11contrariamente al padre. Partecipa ai sacri pasti sulle montagne, seduce la donna del prossimo. 12Maltratta i poveri e gli oppressi, ruba, non restituisce il pegno lasciatogli dal suo debitore. Adora gli sporchi idoli e si comporta in modo disgustoso. 13Presta i suoi soldi per ricavarne interessi o profitti. Un tale uomo certamente non vivrà! Egli morirà per tutte le sue azioni detestabili e sarà responsabile della propria morte.

    14″Supponiamo che quest'uomo, a sua volta, abbia un figlio. Egli ha visto tutti i peccati commessi dal padre, ma non ne segue l'esempio. 15Non adora gli sporchi idoli degli Israeliti e non partecipa sulle montagne ai sacri pasti in loro onore. Non seduce la donna del prossimo. 16Non ruba né maltratta nessuno. Restituisce il pegno lasciatogli dal suo debitore, dà cibo a chi à affamato, veste chi è nudo. 17Non si rende complice dell'ingiustizia, non presta i suoi soldi per ricavarne interessi e profitti. Egli ubbidisce ai miei ordini, rispetta le mie leggi.

    Quest'uomo non morirà a causa delle colpe del padre, ma certamente vivrà.

    18Suo padre, invece, che ha oppresso, ha rubato, ha maltrattato tutti, morirà per i propri peccati.

    19“Voi chiederete: “Perché il figlio non paga per le colpe del padre?”.

    Ma il figlio ha agito con giustizia, ha rispettato il diritto e ha ubbidito ai miei ordini. Egli dunque vivrà. 20Deve morire soltanto chi ha peccato. Il figlio non pagherà per le colpe del padre, né il padre per le colpe del figlio.

    L'uomo giusto sarà ricompensato per aver agito con giustizia, mentre l'uomo malvagio sarà punito per il male commesso.

    21″Se un uomo malvagio smette di commettere il male, ubbidisce ai miei ordini, agisce con giustizia e rispetta il diritto, egli non morirà, ma vivrà. 22Io dimenticherò le sue colpe e lo farò vivere per le sue azioni giuste. 23Pensate che io abbia piacere nel veder morire un uomo malvagio?

    Io, Dio, il Signore, dichiaro che desidero, invece, vederlo cambiare comportamento e vivere. 24″Se un uomo giusto smette di agire con giustizia e commette le azioni ingiuste e disgustose degli uomini malvagi non potrà vivere. Io dimenticherò il bene che ha fatto, ed egli morirà per la sua infedeltà e per le sue colpe.

    25″Voi direte che il Signore non è giusto quando agisce così.

    Ma ascoltatemi bene, Israeliti: è forse sbagliato il mio modo di agire? No! è la vostra condotta che è sbagliata! 26Se un uomo giusto rinunzia ad agire bene, commette il male e muore, morirà per il male commesso. 27Se invece un uomo malvagio rinunzia al suo comportamento perverso e agisce con giustizia e onestà, salva la propria vita. 28Si è reso conto delle sue azioni malvagie e vi ha rinunziato. Allora vivrà, non dovrà più morire. 29Eppure voi dite che il Signore non è giusto quando agisce così. Non è sbagliato il mio modo di agire, ma il vostro! 30Io, Dio, il Signore, dico a voi Israeliti che giudicherò ognuno secondo le proprie azioni. Cambiate vita, allontanatevi dal male e non lasciatevi distruggere dalla malvagità. 31Cessate di essere perversi e ribelli, [color=#0077dd]trasformate i vostri cuori e i vostri spiriti, Israeliti, perché volete morire?[/color] 32Lo ripeto: Io, Dio, il Signore, non desidero la morte di nessuno. Cambiate vita e vivrete!“.


    #119051
    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1231706104=Omega]
    [quote1231704006=Mr.Rouge]
    trasmettono parte delle proprie esperienze e soprattutto dei compiti karmici che starà ai figli assolvere, pena lo stesso destino del genitore.
    [/quote1231704006]
    Non sarebbe più giusto che ognuno risolva i PROPRI problemi “Karmici” (di Coscienza) piuttosto quello degli altri che non lo riguarda ? Perché legarci i pesi che non ci appartengono ? Così ci limitiamo enormemente invece di LIBERARCI.
    [/quote1231706104]

    Se dovessi basarmi sulle mie esperienze e su quello che il mio contesto culturale mi ha insegnato, ti risponderei: “SI”.
    Però poi penso anche a quanto quest'ultimo mi abbia energicamente danneggiato fino a poco tempo fa attraverso la poca spiritualità, il consumismo, la perdita di valori e di fede della nostra società e quindi al momento non saprei cosa rispondere. Credo che molte leggi universali ci siano sconosciute, e quelle che facciamo ogni giorno nel cercare di capire sono congetture, ipotesi, atti di fede. Che cos'è giusto e cos'è sbagliato? Io adesso sto pagando per gli errori che i miei genitori hanno commesso cercando di educarmi il meglio possibile (secondo la loro visione di vita), come tutti noi. Il mio carattere deriva anche da quello che mi è stato insegnato sia giusto o sbagliato. Questo non lo vedo lontano dalla famosa eredità karmica di cui parlavo, anche perchè noi scegliamo appositamente da quali genitori venire al mondo… ognuno credo che abbia le sfide che ha richiesto, nella vita.


    #119053
    elohim
    Partecipante

    [quote1231750316=Mr.Rouge]
    [quote1231702524=deg]
    [quote1231701053=iniziato]
    C'era un bel film in merito Gattaca, se ti capita, guardalo.

    [/quote1231701053]

    :K:

    [/quote1231702524]

    Un film molto bello, concordo!!
    Tra le altre cose, attraverso il DNA, i genitori trasmettono ai figli molto di più di una semplice predisposizione a questo o quello e a dei tratti somatici: trasmettono parte delle proprie esperienze e soprattutto dei compiti karmici che starà ai figli assolvere, pena lo stesso destino del genitore. Per cui una predisposizione ereditaria ad una certa malattia potrebbe essere semplicemente un grave problema karmico che è desino che venga sciolto in varie generazioni consecutive. Forse togliere questo gene può significare condannare questa persona alla non-evoluzione, solo in nome di un attaccamento morboso che questa “scienza senza coscienza” dedica alla vita terrena tridimensionale. :ummmmm:
    [/quote1231750316]

    Se c'e' la possibilita' di curare o prevenire una malattia credo che sia da incoscienti non curarla o prevenirla, in nome di vecchie concezioni primitive come quella del karma o dell' anima che non sono altro che idee partorite dai nostri antenati che non avevano nessuna conoscenza scientifica e mistificavano tutto quello che vedevano.

    Cosa mi direbbe mio figlio se si ammalasse di un tumore ereditario, sapendo che per certe mie convinzioni non sono intervenuto a prevenire tale problema?

    Non e' da irresponsabili evitare, se ne si ha la possibilita' di far soffrire un essere umano in nome di vecchie concezioni primitive?


    #119052
    elohim
    Partecipante

    [quote1231751020=Mr.Rouge]
    [quote1231706104=Omega]
    [quote1231704006=Mr.Rouge]
    trasmettono parte delle proprie esperienze e soprattutto dei compiti karmici che starà ai figli assolvere, pena lo stesso destino del genitore.
    [/quote1231704006]
    Non sarebbe più giusto che ognuno risolva i PROPRI problemi “Karmici” (di Coscienza) piuttosto quello degli altri che non lo riguarda ? Perché legarci i pesi che non ci appartengono ? Così ci limitiamo enormemente invece di LIBERARCI.
    [/quote1231706104]

    Se dovessi basarmi sulle mie esperienze e su quello che il mio contesto culturale mi ha insegnato, ti risponderei: “SI”.
    Però poi penso anche a quanto quest'ultimo mi abbia energicamente danneggiato fino a poco tempo fa attraverso la poca spiritualità, il consumismo, la perdita di valori e di fede della nostra società e quindi al momento non saprei cosa rispondere. Credo che molte leggi universali ci siano sconosciute, e quelle che facciamo ogni giorno nel cercare di capire sono congetture, ipotesi, atti di fede. Che cos'è giusto e cos'è sbagliato? Io adesso sto pagando per gli errori che i miei genitori hanno commesso cercando di educarmi il meglio possibile (secondo la loro visione di vita), come tutti noi. Il mio carattere deriva anche da quello che mi è stato insegnato sia giusto o sbagliato. Questo non lo vedo lontano dalla famosa eredità karmica di cui parlavo, anche perchè noi scegliamo appositamente da quali genitori venire al mondo… ognuno credo che abbia le sfide che ha richiesto, nella vita.
    [/quote1231751020]

    Non ti preoccupare il nostro cervello e' in grado di rimetersi in discussione su tutti i piani.
    Se ci sono dei concetti che i tuoi educatori, la societa' e la cultura ti hanno trasmesso, e che non condividi, puoi appunto rimetterli in discussione e selezionare quelli che ritieni giusti ed eliminare quelli che non ritieni idonei.
    Non e' detto che dobbiamo subire l'educazione che abbiamo ricevuto, la rimessa in discussione e' una delle chiavi per scoprire la nostra vera natura, chi siamo veramente e diventare noi stessi.

    Non siamo condannati ad essere degli “automi” programmati dalla societa' incoscinte, come e' il caso della maggior parte delle persone, possiamo attraverso un lavoro di rimessa in discussione ritrovare il nostro vero essere, i nostri gusti personali, le nostre tendenze intime insomma incamminarci verso quel percorso che ci porta a scoprire ed essere SE STESSI


    #119054
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    la genetica farà i suoi passi diversamente
    http://www.edgarcayce.it/media/corposchema.htm


    #119055
    elohim
    Partecipante

    [quote1231751740=Richard]
    la genetica farà i suoi passi diversamente
    http://www.edgarcayce.it/media/corposchema.htm
    [/quote1231751740]

    In che senso?


    #119056
    skyligth
    Partecipante

    Ho letto la notizia quando è uscita.
    la Bambina ha ora le stesse probabilità di avere il cancro al seno di un'altra bambina che non presentava questo gene.. (per inciso il gene BRCA1 provoca il 5 % di tutti i tumori alla mammella.)


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.