Natale cosè ?

Home Forum L’AGORÀ Natale cosè ?

Questo argomento contiene 42 risposte, ha 13 partecipanti, ed è stato aggiornato da Siberian Khatru Siberian Khatru 8 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 43 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #136927
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    deg le faccine non le hai solo con chrome, con IE e firefox ci sono.

    Non ho mai fatto quanto dici, magari non ci credi ma non ho mai finto i miei sentimenti ed il Natale lo vedo bello, tutte le feste poi vengono usate per fini commerciali, come le TV, ma uno può anche scegliere di spegnerle. Io spengo la parte commerciale (il brutto) del Natale e mi tengo la parte bella, i miei sentimenti, veri.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #136929

    ezechiele
    Partecipante

    il problema non e' il natale, il problema siamo noi,

    popolo di consumatori….. CONSUMATORI


    #136931

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1292525058=ezechiele]
    il problema non e' il natale, il problema siamo noi,

    popolo di consumatori….. CONSUMATORI
    [/quote1292525058]

    Giusto eze, però è innegabile che in questi periodi il consumismo si esalta in modo notevole. Il sistema ci ha “costretti” a vedere nel natale una festa dove bisogna essere più buoni, quando in realtà siamo più rincoglioniti del solito, tra spese, finti sorrisi e strette di mano. Con quello che verrà sprecato il 25 dicembre si sfamerebbe tanta povera gente che muore di fame senza un tetto sulla testa, tutto questo, fatto nel nome del bene.


    #136932
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    io non sono daccordo…quando compro non è perchè il consumismo mi ha portato a farlo ma perchè quello per me da un tocco in più al mio Natale sopra elencato


    #136933

    ezechiele
    Partecipante

    sono d'accordo con te spider,

    dillo a me che ho il 30% del fatturato annuo a dicembre, sento canzoncini di natale dal primo novembre e ho i brillantini in faccia quando torno a casa…. ma quello e' un effetto….

    se non fossimo dei rincoglioniti senza speranza io non venderei piante di petrolio (ops, ecologiche) affinche la gente ci piazzi sopra delle palline (di plastica/petrolio) per accendere un interruttore (di petrolio) e consumare finalmente un po di petrolio pe vedere le lucine….

    io a natale mi deprimo…. la felicità passa dalla decrescita ma questo e' inaccettabile ai più

    fortunatamente ho deciso di sperimentare la decrescita (come consumatore) scientemente e non per necessità…. quando poi ho dovuto stringere un po la cinghia…. mi son messo a ridere….

    e' inaccettabile che un acquisto possa rendere una persona felice o triste, ringalluzzita o frustrata…..

    ci hanno programmato come un commodore 64, siamo un branco di pecore, abbiamo perso l'abitudine a pensare…. e anche TANTI di quei pochi che capiscono…. dopo aver metabolizzato l'impossibilità all'azione (pena la perdita dello status, wikileaks docet)… dopo poco rivogliono la “pillola blu” …. vogliono dimenticare,

    e' “umanamente” inaccettabile la situazione che viviamo, siamo i “genitori distratti” di una società drogata,

    ma non vogliamo vederlo,

    perche fa troppo male, fa troppa fatica, sconvolgerebbe le nostre abitudini

    e quindi? …. tutti da trony a comprare la tv nuova….. non so se avete vista l'ultima pubblicità di “carta si” …. la trovo raccapricciante,

    DICE QUALCIOSA TIPO “SI CHE PUOI.. DEL DOMANI NON C'E' CERTEZZA” ….

    mi vengono i conati ogni volda che la incrocio

    a proposito di morti di fame….
    la gente che muore di fame serve affinche i lavoratori si sentano dei privilegiati… e continuino a produrre e consumare per riempire le tasche dei burattinai….

    ma la colpa non e' la loro, e' la nostra… un burattinaio senza burattini e' solo l'ennesimo disoccupato,

    e buon pomeriggio …


    #136934
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1292532301=ezechiele]
    sono d'accordo con te spider,

    dillo a me che ho il 30% del fatturato annuo a dicembre, sento canzoncini di natale dal primo novembre e ho i brillantini in faccia quando torno a casa…. ma quello e' un effetto….

    se non fossimo dei rincoglioniti senza speranza io non venderei piante di petrolio (ops, ecologiche) affinche la gente ci piazzi sopra delle palline (di plastica/petrolio) per accendere un interruttore (di petrolio) e consumare finalmente un po di petrolio pe vedere le lucine….

    io a natale mi deprimo…. la felicità passa dalla decrescita ma questo e' inaccettabile ai più

    fortunatamente ho deciso di sperimentare la decrescita (come consumatore) scientemente e non per necessità…. quando poi ho dovuto stringere un po la cinghia…. mi son messo a ridere….

    e' inaccettabile che un acquisto possa rendere una persona felice o triste, ringalluzzita o frustrata…..

    ci hanno programmato come un commodore 64, siamo un branco di pecore, abbiamo perso l'abitudine a pensare…. e anche TANTI di quei pochi che capiscono…. dopo aver metabolizzato l'impossibilità all'azione (pena la perdita dello status, wikileaks docet)… dopo poco rivogliono la “pillola blu” …. vogliono dimenticare,

    e' “umanamente” inaccettabile la situazione che viviamo, siamo i “genitori distratti” di una società drogata,

    ma non vogliamo vederlo,

    perche fa troppo male, fa troppa fatica, sconvolgerebbe le nostre abitudini

    e quindi? …. tutti da trony a comprare la tv nuova….. non so se avete vista l'ultima pubblicità di “carta si” …. la trovo raccapricciante,

    la gente che muore di fame serve affinche i lavoratori si sentano dei privilegiati… e continuino a produrre e consumare per riempire le tasche dei burattinai….

    ma la colpa non e' la loro, e' la nostra… un burattinaio senza burattini e' solo l'ennesimo disoccupato,

    e buon pomeriggio …
    [/quote1292532301]
    la tua analisi è “spietatamente” vera :si:
    … non ho visto lo spot di carta si, ma credo sia abbastanza facile intuirne la sostanza :hehe:
    l'unica cosa su cui mi sento di dissentire è la tua affermazione “.. dei rincoglioniti senza speranza ..”
    Perchè, che siamo rincoglioniti è vero, ma non credo senza speranza …
    tu hai deciso di sperimentare la decrescita (come consumatore) scientemente e non per necessità …
    e questo tipo di scelta la condivido di fatto anche io da diversi anni, e come noi, altri, senza per questo sentirci out socialmente parlando, forse proprio perchè chi arriva a questo “stile di vita” lo fà con consapevolezza e convinzione e non si cura affatto di quella parte di società che lo considera out …
    siamo ancora pochi, certo, ma molti di più ogni giorno :VV:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #136930

    deg
    Partecipante

    Concordo Eze. E anche Spiderman ha sottolineato questo “obbligo”, in una determinata ricorrenza, ad essere buoni e … consumatori!
    Il problema non è il natale in sé, e non metto in dubbio i veri sentimenti di Pas o tanti altri. Il problema è la massa inaridita e incosciente che riesce a gioire a comando, eccedendo in fasti, feste e sprechi, pur sapendo che l'eccesso di una minima (sempre più minima) parte dell'umanità è la condanna a morte dell'altra.
    L'eccesso è la vera vergogna, non il piacere di regalare qualcosa a chi ci è caro. Il sufficiente non basta più a chi è volutamente incitato, e volutamente collabora, a voler possedere sempre di più senza pensare alle conseguenze.
    E' un po' come il test del ritiro dei soldi dalle banche del 7 dicembre: Lo scopo non era tanto di farlo “veramente” ma di aprire gli occhi a qualcuno. E' chiaro che non possiamo ritirare i soldi … perché i soldi non ci sono!
    E' talmente semplice che anche un bambino lo capirebbe. Se TUTTI sapessero che i soldi non ci sono abbastanza per tutti (circa il 2% soltanto) non sarebbe più necessario ritirarli perché la gente comincerebbe a capire il meccanismo di fondo e le banche sarebbero gradualmente abbandonate. Naturalmente.
    Ora, non è rovinare il natale ricordare il lato “oscuro” del medesimo. Se a natale uno vuole credere che tutto è rose e fiori e che va tutto bene nessuno glielo impedisce, ma ricordare che la realtà è fuori dalla nostra porta – e che potrebbe anche bussare a casa nostra non dimentichiamolo – è anche doveroso.
    Chi mangia l'agnello a Pasqua si rende conto ad esempio della strage di queste innocenti creature in quel periodo? In nome del Cristo per giunta?
    Detto questo io auguro un caloroso, consapevole e sincero natale a tutti quelli che non hanno il prosciutto sugli occhi … e nemmeno nel piatto magari 😀


    #136935

    ezechiele
    Partecipante

    grazie prixi, grazie madame,

    vedi prixi, il motivo per cui credo che siamo “senza speranza” e' fondamentalmente che io mi credo “senza speranza” ( e grazie per avermi infuso un po di speranza)

    perche credo di essere “senza speranza?”

    perche ad oggi… pur mettendoci del mio per … avvelenarmi il meno possibile, consumare meno, cercare di essere empatico, ecc ecc

    devo passare almeno 260-300 gg/anno per 8-10 ore ad essere una “macchina da soldi” …. con etica, onesta' intellettuale, impegno, ecc ecc …. ma non ostante tutto e' il sistema che fa BUM…. io son solo un granello. e pur “ribelle” e “scontento” “formato” e “indipendente” … servo il dio denaro per 10×260 ore/anno, per tutta la mia fottutissima e inutile vita… semplicemente perche “per me” oggi, su questo pianeta “c'e' questo gioco da giocare” (e ancora posso definirmi “forntunato”, nella vita sono una persona che fino ad oggi ha avuto sempre molta fortuna, per quelli che sono i parametri “PIL” di valutazione)

    il prezzo da pagare, per me, oggi, sarebbe “troppo alto” ….

    perdere gli affetti, la famiglia, gli amici, essere etichettato da tutti come un pazzo bombarolo

    il PIL non legge il pianeta, non legge i suoi abitanti, legge SOLO la crescita economica…

    e' stata davvero interessante in questo senso la scorsa trasmissione di report

    chi non l'avesse vista puo' farlo qui
    http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-d34b9d93-2ee7-4728-bde2-9e8c1358254a.html

    e per chiudere
    [youtube=480,385]7gcjAGdPQd8


    #136937
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1292539305=Tru]
    Abu Dhabi: l'albero da 11 milioni di dollari
    Il Palace Hotel della capitale dei Emirati vanta una decorazione natalizia senza pari: l'albero è ingioiellato, con orologi, collier e ogni sorta di oggetto d'oro. Il valore stimato è di 11 milioni di dollari, l'effetto trash inarrivabile.

    http://seidimoda.repubblica.it/fotovideo/home/27461018?ref=HRESS-13

    Non ho parole sono disgustato spero Cristo torni presto.
    [/quote1292539305]
    Speravo di trovare qualche faccina che vomita….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #136938

    deg
    Partecipante

    [quote1292539774=farfalla5]
    [quote1292539305=Tru]
    Abu Dhabi: l'albero da 11 milioni di dollari
    Il Palace Hotel della capitale dei Emirati vanta una decorazione natalizia senza pari: l'albero è ingioiellato, con orologi, collier e ogni sorta di oggetto d'oro. Il valore stimato è di 11 milioni di dollari, l'effetto trash inarrivabile.

    http://seidimoda.repubblica.it/fotovideo/home/27461018?ref=HRESS-13

    Non ho parole sono disgustato spero Cristo torni presto.
    [/quote1292539305]
    Speravo di trovare qualche faccina che vomita….
    [/quote1292539774]

    😉 http://www.clipart-fr.com/data/clipart/voyage/voyage_009.gif


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 43 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.