Nucleare: un maledetto imbroglio

Home Forum L’AGORÀ Nucleare: un maledetto imbroglio

Questo argomento contiene 49 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 8 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 50 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #131938
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1295740470=Richard]
    un poco di opinioni
    http://www.newclear.it/?p=2525
    [/quote1295740470]
    che dire …rileggete le opinioni
    :hehe:


    #131939

    ezechiele
    Partecipante

    Risate amare per gli schiavi italiani, il regime ha deciso


    #131941
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Le tre big europee che insieme alla società Italiana partecipavano al progetto di espansione della centrale nucleare che sorge proprio a Cernavoda (Rwe, Iberdrola e Gdf Suez) hanno infatti appena deciso di tirarsi indietro. E lo hanno fatto con una nota in cui spiegano che “le incertezze economiche e di mercato riguardanti questo progetto, collegate in gran parte con la crisi finanziaria, non sono più compatibili con il fabbisogno di capitale del progetto di una nuova centrale nucleare”. La decisione, aggiungono “non ha però a che fare con le qualità tecniche del progetto, riconosciute anche dalla Commissione Europea”.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/24/nucleare-in-romania-enel-unica-candidata-investimento-a-rischio-per-i-costi/87991/


    #131940
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1295868646=Richard]
    Le tre big europee che insieme alla società Italiana partecipavano al progetto di espansione della centrale nucleare che sorge proprio a Cernavoda (Rwe, Iberdrola e Gdf Suez) hanno infatti appena deciso di tirarsi indietro. E lo hanno fatto con una nota in cui spiegano che “le incertezze economiche e di mercato riguardanti questo progetto, collegate in gran parte con la crisi finanziaria, non sono più compatibili con il fabbisogno di capitale del progetto di una nuova centrale nucleare”. La decisione, aggiungono “non ha però a che fare con le qualità tecniche del progetto, riconosciute anche dalla Commissione Europea”.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/24/nucleare-in-romania-enel-unica-candidata-investimento-a-rischio-per-i-costi/87991/
    [/quote1295868646]
    #evvai
    … si si vabbè, le qualità tecniche del progetto … ve le lascio volentieri queste convinzioni … a patto che non se ne faccia nulla 😀
    .. per una volta la crisi non è un male che è venuto per nuocere 😉


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #131942
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    per non dimenticare


    #131943
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1295877698=Richard]
    per non dimenticare

    [/quote1295877698]
    :ok!:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #131944
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    Nucleare: fuga dalla Romania. Greenpeace: «Tutti rinunciano tranne Enel…» :ummmmm:

    LIVORNO. Come riportiamo in un altro articolo, vedi link, le aziende elettriche di Germania, Francia e Spagna (RWE, GdF/Suez/Electrabel e Iberdrola) hanno annunciato di aver abbandonato il progetto di costruire due reattori nucleari a Cernavoda, in Romania. Ma restano della partita, almeno per ora, l'italiana ENEL e Arcelor-Mittal Galati (Lussemburgo/Romania).

    Cernavoda è nata da un viaggio del dittatore Nicolae Ceausescu in Canada, nel 1980. Il progetto fu fermato dalla rivoluzione del 1989 e da allora, dei cinque reattori previsti, ne sono stati costruiti solamente due ma il quinto non potrebbe comunque essere realizzato perché non c'è abbastanza acqua per il raffreddamento del reattore. Nel 2004, la Romania ha deciso di costruire gli altri due reattori: un modello, CANDU 6, instabile come quello di Cernobyl, ad alta emissione di trizio radioattivo e con standard di sicurezza insufficienti. E Greenpeace commenta così: «Dopo l'uscita di scena della maggior parte degli investitori, tutti ci chiediamo – commenta Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace – quanto tempo ci metteranno Enel e Arcelor a scappare. Ma non è detto: Enel ha un debole per il nucleare di qualunque tipo esso sia». 😕

    Enel, infatti, vuol costruire un elettrodotto per portare in Italia 150 megawatt dalla discussa centrale (in zona sismica) di Krsko, in Slovenia. Altro progetto di ENEL è il completamento (costosissimo) della centrale nucleare di Mochovche, in Slovacchia, dove il Comitato di Conformità (Compliance Committee) della Convenzione di Aarhus ha formalizzato le accuse per l'assenza di trasparenza e di adeguata consultazione del pubblico nel processo di costruzione di due nuovi reattori.

    http://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=8655


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #131945
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ma dai non avete visto la pubblicità del microeolico? ci vogliono bene a tutti loro..
    #sich


    #131946

    deg
    Partecipante

    Tutto quello che dobbiamo sapere sugli incidenti nucleari nel mondo che in TV non dicono,anzi cercano di far passare questa tecnologia obsoleta come sicura e pulita, tutte queste notizie contraddicono le menzogne di politici e spot televisivi.


    #131947
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1296083351=deg]
    Tutto quello che dobbiamo sapere sugli incidenti nucleari nel mondo che in TV non dicono,anzi cercano di far passare questa tecnologia obsoleta come sicura e pulita, tutte queste notizie contraddicono le menzogne di politici e spot televisivi.

    [/quote1296083351]
    :ok!:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 50 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.