Numeri di Fibonacci e Divinità: Metafore

Home Forum MISTERI Numeri di Fibonacci e Divinità: Metafore

Questo argomento contiene 51 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  superza 7 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 52 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15286
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ——

    Janna Levin (tra 8:33 e 10:23) spiega che i buchi neri si comportano molto similmente alle particelle elementari e che si può costruire un tipo classico di atomo con buchi neri che orbitano

    ——–
    7:15
    “quando due buchi neri si avvicinano distorcono lo spaziotempo e producono onde che scorrono nell'universo .Janna “E queste onde viaggiano alla velocita della luce,quindi potremmo vederli grazie alla luce o ascoltarli con la distorsione dello spaziotempo”
    Per anni con i colleghi ha cercato di predire il suono dei buchi neri mentre orbitano tra loro, hanno calcolato per modellare questi oggetti che creano tempeste nel mare dello spaziotempo, eseguiti per mesi in supercomputers.
    Queste sono orbite di un buco nero piu piccolo attorno a uno piu grande, che producono un suono come un tamburo nello spaziotempo, man mano diviene piu veloce e finisce dentro il buco nero grande, quindi divengono uno .Dato che distorcono cosi tanto lo spazio tempo, l'orbita di uno attorno all'altro non sembra la terra attorno al sole,
    La Levin “L'orbita non forma un ovale ma un trifoglio”
    Questo schema viene dalle simulazioni e Janna è sconvolta, questa immagine (09:03) dei due dei piu grandi oggetti in orbita tra loro, sembra quella degli oggetti piu leggeri , i protoni e gli elettroni dentro un atomo,
    Levin “Il nucleo e l'elettrone sembrano i due buchi neri, il grande e il piccolo.”
    Come oggetti cosi pesanti si comportano similmente alle particelle subatomiche ?
    Levin “Se prendete gli oggetti normali e le persone e fate delle copie non sono sempre identiche. I buchi neri pero sono diversi, sono particelle fondamentali ed è sorprendente perche sono enormi.”
    ———-
    http://www.media.inaf.it/2011/04/04/la-musica-del-cosmo/


    #15287
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1310798566=superza]
    Ciao, Vi riporto un idea stramba, di interpretazione di come la sequenza iniziale di fibonacci possa rappresentare geometricamente la divinità-creazione

    Tutta l'idea nasce dall'osservazione di questo bel video: Nature By numbers

    La sequenza di fibonacci come ben sapete, fa sì che il termine successivo della sequenza di fibonacci, è dato dalla somma dei precedenti 2 termini.
    Abbiamo quindi 0,1,1,2,3,5,8,13…. il rapporto tra un numero della successione e quello che lo precede, tende a convergere a 1,618 (il PHI) a partire dal decimo numero circa.
    Spesso si sente dire che il phi ovvero quello che geometricamente è la sezione aurea rappresenti il numero di Dio…
    [/quote1310798566]

    Grazie ancora per il tuo articolo! :bravo: :fri:
    Il Rapporto Aureo: dal micro al macro cosmo, verso la coscienza globale
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7084


    #15288
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    bellissimo da leggere..davvero strepitoso


    #15289

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1310821673=Richard]
    esatto infatti non esiste il caso, perchè tutto è precisamente strutturato e coordinato tra ogni punto dello spaziotempo 🙂

    Inoltre probabilmente la lunghezza di planck non è la minima oscillazione possibile dello spaziotempo, ma la minima che possiamo percepire noi dalla nostra scala.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366
    [/quote1310821673]

    Ciao Richard,
    dici che questo può essere connesso col fatto che certe persone che hanno visto la morte in faccia dicono di aver rivissuto tutta la loro vita in un attimo solo? Forse in momenti particolarmente drammatici il cosiddetto “tempo di Planck” può essere percepito.


    #15290
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1310824322=Erre Esse]
    [quote1310821673=Richard]
    esatto infatti non esiste il caso, perchè tutto è precisamente strutturato e coordinato tra ogni punto dello spaziotempo 🙂

    Inoltre probabilmente la lunghezza di planck non è la minima oscillazione possibile dello spaziotempo, ma la minima che possiamo percepire noi dalla nostra scala.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366
    [/quote1310821673]

    Ciao Richard,
    dici che questo può essere connesso col fatto che certe persone che hanno visto la morte in faccia dicono di aver rivissuto tutta la loro vita in un attimo solo? Forse in momenti particolarmente drammatici il cosiddetto “tempo di Planck” può essere percepito.

    [/quote1310824322]
    Sì penso che sia una giusta intuizione


    #15291

    superza
    Partecipante

    Grazie per chi ha avuto la pazienza di leggerlo e a Richard per averlo pubblicato! Tra i miei amici lo hanno capito in 3… una decina hanno detto bello così tanto per farmi un piacere ma hanno capito ben poco, la maggioranza invece mi ha detto di fumare di meno :D!!
    Comunque pensavo peggio!
    Saluti!


    #15292
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.astronomia.com/2011/10/04/fibonacci-e-l%E2%80%99universo/
    Noi pensiamo di essere esseri estremamente evoluti e ci godiamo la straordinaria tecnologia odierna illudendoci di aver raggiunto punte altissime di razionalità, creatività, fantasia, ecc., ecc. La Scienza va indubbiamente avanti, ma temo sia frutto di una minoranza sempre più ristretta. Poco alla volta il malcostume e l’idiozia mediatica potrebbero anche sconfiggerla. Speriamo nei giovani, gli unici che hanno la possibilità e la capacità di invertire la rotta del degrado mentale.

    Questo sfogo serve solo a introdurre un personaggio a dir poco eccezionale: Leonardo Fibonacci. Non ha scoperto niente di estremamente utile per l’uomo né ha contribuito alla conoscenza di ciò che ci circonda, però ha insinuato dei dubbi e delle emozioni sulle regole che la Natura si ostina a seguire. Egli è stato un matematico, ma quello che più conta è che è vissuto in un’epoca abbastanza anonima della storia umana. Nato a Pisa (sarà un caso? Anche Galileo è di Pisa…) nel 1180 e morto nel 1250, è relativamente celebre per i suoi “numeri”. ..


    #15293

    Anonimo

    [quote1317845727=Richard]
    Noi pensiamo di essere esseri estremamente evoluti e ci godiamo la straordinaria tecnologia odierna illudendoci di aver raggiunto punte altissime di razionalità, creatività, fantasia, ecc., ecc.
    [/quote1317845727]
    “Ciò che già fu, è e ciò che deve essere è già stato (…).”

    (Ecclesiaste, III-15)


    #15294
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1317885227=Richard]
    astronomia.com
    http://www.astronomia.com/2011/10/04/fibonacci-e-l%E2%80%99universo/
    Noi pensiamo di essere esseri estremamente evoluti e ci godiamo la straordinaria tecnologia odierna illudendoci di aver raggiunto punte altissime di razionalità, creatività, fantasia, ecc., ecc. La Scienza va indubbiamente avanti, ma temo sia frutto di una minoranza sempre più ristretta. Poco alla volta il malcostume e l’idiozia mediatica potrebbero anche sconfiggerla. Speriamo nei giovani, gli unici che hanno la possibilità e la capacità di invertire la rotta del degrado mentale.

    Questo sfogo serve solo a introdurre un personaggio a dir poco eccezionale: Leonardo Fibonacci. Non ha scoperto niente di estremamente utile per l’uomo né ha contribuito alla conoscenza di ciò che ci circonda, però ha insinuato dei dubbi e delle emozioni sulle regole che la Natura si ostina a seguire. Egli è stato un matematico, ma quello che più conta è che è vissuto in un’epoca abbastanza anonima della storia umana. Nato a Pisa (sarà un caso? Anche Galileo è di Pisa…) nel 1180 e morto nel 1250, è relativamente celebre per i suoi “numeri”. ..
    [/quote1317885227]

    scienzainrete.it
    http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/numeri-della-natura
    I numeri di questa successione sono presenti in numerose applicazioni, ma una delle più conosciute è la Spirale di Fibonacci , che è sempre stata utilizzata come approssimazione della Spirale aurea (un tipo di spirale logaritmica) perché è più facile da rappresentare utilizzando un semplice compasso da disegno.
    Questa spirale viene mostrata nell'animazione successiva, in cui appare subito dopo i primi valori della successione illustrando il processo di costruzione di una di queste spirali…


    #15295
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Rich, ieri ho visto questa conferenza di Scott Olsen e per tutto il tempo ho pensato a te, questo relatore parla della meravigliosa geometria sacra che è in tutta la natura, in tutto l' Universo e nella nostra vita. Che questi concetti erano conosciuti da pochi ed erano molto segreti, addirittura si moriva. Praticamente parte da Platone,dalla sapienza degli egizi, delle piramidi, di Edgar Cayce e altri, per arrivare alla nascita della teosofia in America….e che è arrivato il momento che certe cose devono essere di pubblico dominio. Non si può più nascondere certe verità per egoismi e affondare nella più grande catastrofe che ci può capitare…
    Se hai del tempo, guardala, specialmente le ultime due parti della conferenza…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 52 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.