Obama forse si (??????!)

Home Forum PIANETA TERRA Obama forse si (??????!)

Questo argomento contiene 169 risposte, ha 31 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mihavistounufo 10 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 170 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #84090

    Anonimo

    Io ho fede in questo grande uomo di colore, il futuro dei miei figli è nelle sue mani, spero che porti la pace entro il 2012.
    Secondo me chi demonizza le autorità non merita credito.


    #84095

    Erre Esse
    Partecipante

    E' dal 2005 che sento questa manfrina:
    “qualsiasi opzione per risolvere il problema nucleare dell'Iran”
    ma non si stancano davvero mai?…


    #84096

    Anonimo

    [quote1254094886=Erre Esse]
    E' dal 2005 che sento questa manfrina:
    “qualsiasi opzione per risolvere il problema nucleare dell'Iran”
    ma non si stancano davvero mai?…
    [/quote1254094886]

    Andrà tutto bene, vedrai che nessuna guerra scoppierà, è impossibile con lui alla Casa Bianca, è l'unico presidente USA che ha un volto umano, non ci sono dubbi.


    #84097
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1254484848=Quantico]
    Siete al corrente di questo?:

    BARACK OBAMA SI PREPARA PER UN CONTATTO APERTO CON GLI ALIENI ?.

    Fonte: http://www.allnewsweb.com/

    Girovagando su Internet alla ricerca di notizie, mi sono imbattuto nel sito web sopra indicato ed ho letto l’articolo che vi propongo. Ora, ciò che leggerete risulterà quasi “fantascientifico”, forse impossibile da credere, ma comunque un margine di dubbio potrebbe esserci: lascio a voi ogni commento … (a proposito non si tratta di un pesce d'aprile!!)

    Buona lettura!

    Recentemente, alcuni siti di news sul Web hanno riportato la notizia di aver ricevuto messaggi di posta elettronica da parte di una fantomatica appartenente al Pentagono che avrebbe lavorato all’interno dell’agenzia DARPA in un progetto che ha coinvolto in stretta collaborazione la NASA ed il SETI. La persona in questione ha fornito una serie di documenti digitalizzati che comproverebbero in una certa misura le sue affermazioni (cioè confermano l’esistenza di un rapporto professionale con il Dipartimento della Difesa per quanto riguarda le informazioni sugli alieni). L’informatrice (che si fa chiamare “Tina”) sostiene di essere in possesso di un’autorizzazione top secret che gli ha permesso di accedere alle informazioni riguardanti questo “black project” e conferma, inoltre, l’esistenza di piccoli nuclei compartimentali formati da persone che lavorano a questi progetti speciali con autorizzazioni “need to know” (esigenza di sapere).

    “Tina” possiede una laurea in marketing ed è entrata a lavorare nel progetto (di cui declina il nome) grazie al grado rivestito nel Pentagono. Il suo compito sarebbe quello di preparare e provvedere all’invio di messaggi elettronici ad alcune organizzazioni in vista di un imminente ed aperto contatto con gli alieni. Secondo l’informatrice, l’unico ed ufficiale incontro che il governo americano avrebbe avuto con gli alieni sarebbe avvenuto nel 1950. In questo evento il presidente Truman avrebbe incontrato tre esploratori alieni ed avrebbe parlato con loro telepaticamente. Gli alieni erano i classici “Grigi” ed alcune fotografie che ci vengono mostrate nei film di fantascienza (soprattutto quelli di Stanley Kubrick e Steven Spielberg) si avvicinerebbero alla realtà. Essi proverrebbero da un pianeta distante una trentina di anni luce dal nostro.

    L’informatrice ha inoltre riferito di non aver nessuna notizia precisa sul crash di Roswell o su progetti di retroingegneria che coinvolgono tecnologia ET: non sarebbe autorizzata a conoscere informazioni su incidenti UFO, ma asserisce che gli alieni stanno da tempo cercando di stabilire un “legame” con la razza terrestre, sono in grado di controllare il tempo e sono più avanzati tecnologicamente di noi di almeno mille anni. Sempre secondo “Tina”, il SETI riceverebbe sistematicamente segnali dallo spazio da almeno sette anni e gli alieni starebbero per dare un segnale unilaterale e definitivo della loro presenza, preparandosi ad un imminente atterraggio ufficiale, chiedendo al governo degli Stati Uniti di preparare l’umanità a questo evento.

    Sostiene anche che alcune potenti organizzazioni vorrebbero ostacolare questo aperto contatto ed avrebbero i mezzi per farlo. Molti dati raccolti ed associati alla NASA ed al Pentagono confermano l’esistenza di un complotto per nascondere la verità. Ma tutte le parti in gioco, concorderebbero che la migliore linea d’azione sarebbe di rimandare il più possibile l’annuncio per non spaventare le persone e danneggiare l’economia mondiale. Le principali Chiese del mondo sarebbero già state informate della questione ed hanno avuto direttive per cambiare la loro posizione ufficiale al fine di raccogliere questa nuova realtà. Al Governo statunitense sarebbe stato inoltre chiesto di fermare i conflitti e le rivalità esistenti per permettere quest’evento straordinario: è per questo motivo che il neo presidente Barack Obama avrebbe intenzione di formulare un gesto di pace con l’Iran nel corso del suo mandato. Obama sarebbe quasi quotidianamente in contatto con il SETI e comunicherebbe direttamente con gli alieni. Quest’ultimi grazie alla loro tecnologia, sarebbero in grado di interagire con Internet e utilizzerebbero il motore di ricerca Google per comprendere il più possibile la Terra prima del loro arrivo. In effetti si ritiene che gli algoritmi dei motori di ricerca siano una sorta di modulo base che gli alieni utilizzerebbero per i loro contatti telepatici.

    Alla prossima …

    Scritto da: danilo1966

    Fonte: http://danilo1966.splinder.com/post/20226461/BARACK+OBAMA+SI+PREPARA+PER+UN
    [/quote1254484848]
    “Di ciò abbiamo dato pratica dimostrazione qualche tempo fa, quando cinque nostre astronavi sono scese appositamente per questo sulla base Edwards (California meridionale). Oltre alla presenza di un parente dell'ex presidente Truman, di un vostro autorevole rappresentante di una importante agenzia di stampa e di un Vescovo della Chiesa Episcopale Metodista, hanno presenziato tecnici militari.
    Sono rimasti molto scossi da queste nostre possibilità, ma non hanno potuto far altro che tacere! Noi continueremo sino a quando vi abituerete che siamo una realtà operante per una Legge d'Amore che ancora non volete conoscere”. (Adoniesis)”
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/el_basi.htm


    #84098

    sephir
    Partecipante

    Dalai Lama

    Roma, 05-10-2009

    Il Dalai Lama arriva a Washington e per la prima volta dal 1991 non sarà ricevuto dal presidente americano. Il leader spirituale tibetano è nella capitale Usa a conclusione di un lungo tour nel Nord America, ma la Casa Bianca ha preferito rinviare ad altra occasione l'incontro con Barack Obama per non danneggiare i rapporti con Pechino in vista della visita presidenziale in Cina, a novembre.

    Il primo faccia a faccia tra Obama e il Dalai Lama potrebbe avvenire in un'altra occasione, forse già entro la fine dell'anno, ma non mancano le critiche per questo rinvio. “Cosa deve pensare un monaco o una suora buddhista rinchiusi nella prigione di Drapchi nell'apprendere che Obama non riceve il leader spirituale tibetano?”, si è chiesto Frank Wolf, un membro repubblicano del Congresso impegnato nella battaglia per i diritti umani. Anche il primo ministro del governo tibetano in esilio, Samdhong Rinpoche, ha accusato la Casa Bianca di “acquiescenza”.

    Del resto l'attuale Amministrazione Usa aveva già fatto capire quanto tenesse ai rapporti con Pechino quando a febbraio, prima di una visita in Cina, il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, aveva affermato che la difesa dei diritti umani umani non deve “interferire con la crisi economica globale, con la crisi dei cambiamenti climatici e con quella della sicurezza”.

    Fonti dell'Amministrazione Obama hanno spiegato al Washington Post che in questo momento per gli Usa è troppo importante non irritare la Cina per coinvolgerla nel dialogo sulla minaccia nucleare posta dalla Corea del nord e dall'Iran. E' una politica ribattezzata “rassicurazione strategica” di Pechino. Inoltre, viene fatto notare, lo staff di Obama non crede molto in questi incontri rituali che si traducono spesso in una bella foto ricordo senza reali progressi per la causa tibetana.

    Resta il fatto che nell'ultima visita del Dalai Lama a Washington, nel 2007, George W. Bush era stato il primo presidente americano a incontrarlo in pubblico e davanti a fotografi e telecamere in una cerimonia a Capitol Hill.

    Fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=132554


    #84099
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    ne parlano anche qui http://predazzo.blogolandia.it/2009/10/05/obama-e-gli-ufo-il-27-novembre-2009-ci-mancava-solo-questa/

    Siamo alla vigilia di una clamorosa rivelazione sugli Ufo? Pare proprio di sì. Da fonti ben informate, infatti, sembra che il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, avrebbe già deciso la data di una conferenza stampa mondiale per affrontare pubblicamente e forse “definitivamente” il caso Unidentified Flying Object. Ecco cosa accadrà tra meno di due mesi. il 27 novembre 2009…….

    di Sonia T. Cadrobi


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #84101

    sephir
    Partecipante

    [quote1254828694=farfalla5]
    ne parlano anche qui http://predazzo.blogolandia.it/2009/10/05/obama-e-gli-ufo-il-27-novembre-2009-ci-mancava-solo-questa/

    Siamo alla vigilia di una clamorosa rivelazione sugli Ufo? Pare proprio di sì. Da fonti ben informate, infatti, sembra che il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, avrebbe già deciso la data di una conferenza stampa mondiale per affrontare pubblicamente e forse “definitivamente” il caso Unidentified Flying Object. Ecco cosa accadrà tra meno di due mesi. il 27 novembre 2009…….

    di Sonia T. Cadrobi

    [/quote1254828694]

    Verità? mah! vuoi vedere che di nuovo nessuno dirà nulla… -|-


    #84100

    CANERO
    Partecipante

    [quote1254829073=sephir]
    [quote1254828694=farfalla5]
    ne parlano anche qui http://predazzo.blogolandia.it/2009/10/05/obama-e-gli-ufo-il-27-novembre-2009-ci-mancava-solo-questa/

    Siamo alla vigilia di una clamorosa rivelazione sugli Ufo? Pare proprio di sì. Da fonti ben informate, infatti, sembra che il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, avrebbe già deciso la data di una conferenza stampa mondiale per affrontare pubblicamente e forse “definitivamente” il caso Unidentified Flying Object. Ecco cosa accadrà tra meno di due mesi. il 27 novembre 2009…….

    di Sonia T. Cadrobi

    [/quote1254828694]

    Verità? mah! vuoi vedere che di nuovo nessuno dirà nulla… -|-
    [/quote1254829073]

    E' molto probabile che non dira' nulla….a sentire quello che ha detto al g20 e la linea politica/militare nei confronti dell'iran.
    Poi se per caso fosse vera questa notizia, magari lo fosse, allora dovra' preoccuparsi dei cecchini di turno.
    Io sono dell'idea che se fara' un annuncio sara' quello di guerra verso l'iran…purtroppo.


    #84102
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ne abbiamo gia discusso, Wilcock e il p.camelot hanno avuto diverse conferme su questa possibilita'


    #84103

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1254847015=CANERO]
    E' molto probabile che non dira' nulla….a sentire quello che ha detto al g20 e la linea politica/militare nei confronti dell'iran.
    Poi se per caso fosse vera questa notizia, magari lo fosse, allora dovra' preoccuparsi dei cecchini di turno.
    Io sono dell'idea che se fara' un annuncio sara' quello di guerra verso l'iran…purtroppo.
    [/quote1254847015]

    Guerra verso l'Iran = fine istantanea degli USA.

    L'attuale governo iraniano imploderà per il peso delle sue contraddizioni interne…
    e mi ricorda tanto un altro stato che, guarda caso, proprio come la Repubblica degli Ayatollah, parla di NUCLEARE.


Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 170 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.