OGGETTI MISTERIOSI DENOMINATI UFO

Home Forum EXTRA TERRA OGGETTI MISTERIOSI DENOMINATI UFO

Questo argomento contiene 281 risposte, ha 26 partecipanti, ed è stato aggiornato da  FrancaRosaMaria 9 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 282 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30795

    kj7
    Partecipante

    Scusate, chi mi può postare quel video fatto in una riserva indiana in america dove tramite luci da terra e suono di tamburi, hanno catturato l'attenzione di oggetti volanti nella notte…… Grazie


    #30796

    GUROSAURO
    Bloccato

    [quote1276213528=♫nessuno♫]
    [quote1276170737=GUROSAURO]
    Quello di cercare fuori potenti divinità a cui prostrarsi è proprio un vizio umano atavico, solo gli animali ne sono esenti. Perché?
    [/quote1276170737]
    Il Giusto Ama e comunica; lo stolto si prostra davanti a chiunque, anche fosse un onorevole terreno qualunque.
    Oggi coloro che votano la sinistra, la destra o altri, cosa fanno? Si vendono al primo venuto. E' un modo “moderno” per prostrarsi agli idoli.
    Per l'uomo incosciente ogni apparente potere è certamente buono per cadere, quindi adorare.
    Il problema è dunque, capire, quanti sono i Giusti, e quanti i stolti in questa Terra. La maggioranza non rappresenta l'essere umano. Quello che fa la maggioranza, non conta minimamente. Già volerne discutere, è solo una perdita di tempo e un identificarsi con un determinato comportamento della massa.
    Quelli che si prostrano davanti al Dio della cristianità sono forse migliori di tutti gli altri idolatri? Non penso proprio.
    Perciò, la risposta alla tua domanda perché l'uomo si prostra, è che quell'uomo è un falso uomo, dunque appartiene alle false verità.
    Gli Animali invece non sono dotati di Libero Arbitrio, ma seguono un programma genetico perfetto e immodificabile a parte le variabili previste dal programma stesso.

    [/quote1276213528]

    Non capisco una cosa, ma se l'uomo è intelligente come fa a pensare che Dio possa essere un alieno, non mi torna. Qui ci sarà qualche tara psicologica latente, o forse il delirio di sudditanza.


    #30797
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    forse c'è confusione
    si discute e si ipotizza che ciò che veniva definito dio nel passato e in seguito a certe visioni descritte ecc..fosse in realtà la presenza di una civiltà avanzata che interferiva con noi.
    Poi c'è il concetto di Dio, ovvero di una forza o intelligenza o energia ecc..che ha dato inizio alla realtà che osserviamo e di cui facciamo parte.
    Per alcuni queste civiltà che interferiscono sono cosa negativa, per altri possono essere cosa naturale che avviene lungo l'evoluzione di una civiltà, quelle piu avanzate entro certi limiti interferiscono sullo sviluppo di quelle meno avanzate e mostrando particolari capacità possono essere venerate come divinità.
    Poi ci mettiamo in mezzo tutta la manipolazione seguente di chi concentra nelle proprie mani la cultura e il potere per controllare gli altri e manipola le informazioni.
    Purtroppo il “delirio di sudditanza” fa parte del nostro livello di coscienza tutt'oggi, ci si crea un mito e lo si venera, che sia nello sport, nella politica, nel materialismo o semplicemente un'altra persona..


    #30798

    Anonimo

    [quote1276256126=GUROSAURO]
    Non capisco una cosa, ma se l'uomo è intelligente come fa a pensare che Dio possa essere un alieno, non mi torna. Qui ci sarà qualche tara psicologica latente, o forse il delirio di sudditanza.
    [/quote1276256126]
    Con la parola Dio solitamente si intende un potere esterno dal quale l'uomo dipende per sopravvivere e per Vivere dignitosamente.
    Insomma, gli uomini primitivi dei secoli passati hanno inventato questa strana favola, per mancanza di Sapere e Conoscenza.
    L'essere umano degno di quel nome in realtà, dentro di se, non cerca un potere esterno, o un dio esterno, un daimon estraneo, un profeta, un extraterrestre, un alieno…..
    L'essere umano degno di quel nome in realtà dentro di se cerca la coscienza innata.
    Questa coscienza non sapendo come meglio definirla l'hanno chiamata anche “dio”, però quello stato d'Essere superiore e naturale dell'Uomo non ha alcun nesso con un dio esterno, con un qualsiasi potere esterno.
    Il delirio di sudditanza è lo stesso nei credenti in un dio esterno e nei credenti in uno o più extraterrestri, sempre ammesso che l'adepto non desidera Amare, capire e comunicare ma servire ciecamente, qualcuno che ritiene superiore a lui per un motivo o per un altro.
    Il Giusto, nel comunicare con gli altri non annulla ma rafforza l'essere.
    Gesù – un semplice Uomo come noi, ha parlato del suo e del nostro Padre Celeste, ora che questo Padre sia un essere umano simile a Gesù oppure una entità infinità non ci è dato sapere perché la sua descrizione nelle varie scritture risulta molto approssimativa, discordante e in parte allegorica.
    Ergo, ognuno Lo immagina come desidera.
    Una volta che l'Uomo si riscopre Dio, non dio infinito esterno ma dio interiore – e collegato al resto del Cosmo, a quel punto può Amare e comunicare con gli altri esseri umani, terrestri e non terrestri, tra i quali troviamo il Padre diretto di Krisha e di Gesù, tanto per citare due messaggeri piuttosto noti…..
    Siccome l'unione fa la forza e il Padre di Gesù possiede un Sapere maggiore di Gesù stesso, ecco che Gesù in unione con il suo Padre diventa il Cristo, non solo messia o messaggero della verità del Padre ma anche un essere potente capace di operare alcuni cosiddetti miracoli.
    I due sono “l'uno nell'altro” e sono Uno, tuttavia non è una possessione ma collaborazione volontaria, un voler imparare da chi sa più di lui dunque saper non opporsi all'armonizzazione o la sintonizzazione degli intenti da poter agire come “l'insieme della coscienze elevate”.
    In effetti Gesù dichiara che senza il Padre non potrebbe compiere nulla del genere.
    Alla fine dice: “il Padre mi ha dato” e non dice: “è mio”.
    Questo “padre” Gesù non ha servito come uno schiavo ma da Figlio consapevole della responsabilità assegnatagli dalla Sorgente della Vita.
    Gesù non si è prostrato come il suddito davanti al padrone, Gesù ha Amato il suo Padre esattamente come avrebbe Amato me o te, un qualunqe amico o fratello.
    Poiché l'Amore e il rispetto è Uno.
    Gesù non ha definito il suo Padre un padrone-dittattore che schiavizza gli Uomini, eppure non ha negato la veridicità delle scritture degli Ebrei (Torah e Profeti) che descrivono il Padre come un essere umano, antropomorfo, vestito in tuta spaziale luminosa e metalizzata simile a quella dei nostri astronauti…..
    Non a caso Gesù disse: non sono di questo mondo – e Krishna (dicono) ha il colore della pelle blu, differente da quella degli uomini terrestri…..
    Io mi chiedo perché un Krishna mistico o un Cristo mistico sarebbero da lodare mentre un Krishna extraterrestre o un Cristo extraterrestre sarebbero da denigrare?
    Il vestito non fa il monaco, l'Uomo è l'essere, non il corpo. Che uno sia nato in Terra, su altri pianeti o in altre dimensioni – le quali secondo me non esistono perché non ci sono prove per quelle ipotetiche dimensioni mistiche – cosa cambia? L'Essere è identico, sempre lo stesso.
    Un Krishna entità mistica incarnata in Terra e un Krishna Essere extraterrestre non possono essere diversi perché l'Essere non è mai schiavo della forma (il corpo, il vestito che porta).
    Dicendo che alieni, in generale, sarebbero malvagi è come affermare che l'Essere (umano) è malvagio indifferentemente, a prescindere, ma sappiamo che ciò è falso poiché il pianeta di provenienza non modifica automaticamente la tua (presente o assente) Consapevolezza dell'essere.
    Chi E', lo è dappertutto, anche in un inferno; chi non è, non è da nessuna parte, nemmeno nel Paradiso Celeste ossia il Regno del Padre.
    Non è che l'Essere dipenda da dove uno nasce. Questo lo dice Adolf Hitler ed alcune sette religiose, che fanno parte del sistema.
    Ovvio, i falsi extraterrestri detti volgarmente anche alieni sono cattivi in quanto proiezioni della mente degli uomini cattivi (forme pensiero dunque arconti guardiani) e in quanto esperimenti militari terrestri, ma confondere la finzione terrena con la Realtà del vasto Universo dimostra un basso livello di coscienza di chi giudica.
    L'errore degli uomini è cercare la soluzione al problema della noia, depressione, infelicità esistenziale all'esterno, mentre la soluzione non può che essere dentro l'Uomo tendente all'evoluzione.
    E questa tendenza salvifica è sempre una scelta, non imposizione dall'esterno.
    Ma l'Uomo, dopo aver raggiunto un buon livello di Consapevolezza, quello permesso dalla sua genetica e dall'Essere individuale, quello che i Buddhisti chiamano 'sprofondare in Nirvana', dopo questo stadio dove tu sai chi sei (e cioè sai che non sei il corpo visibile ad occhio nudo e basta) non è possibile progredire ulteriormente senza l'Unione con altri Esseri umani risvegliati, simili a te…..
    Che questi siano nati qui o in altri pianeti, forse cambia qualcosa?
    Tanto è vero che, Gesù non ha mai allontanato il suo Padre, dicendogli: sei un vampiro energetico, che mi sfrutta. Anzi ha detto con gioia ed entusiasmo: io sono nel Padre, il Padre è in me, voi siete in me ecc e questa sacra Unione ha posto come condizione essenziale per poter elevarsi fino ad un gradino particolare, quello previsto dallo standard originario.
    Che poi la maggioranza interpreta questa permanente connessione con gli altri Esseri e con il Tutto, come una schiavitù, è un problema loro poiché non hanno conosciuto, compreso, se tessi, il Sé, figuriamoci se hanno conosciuto, compreso, gli altri Esseri e l'infinito.
    Faccio un esempio. Un Sempronio qualunque si prostra davanti a te ma tu non gliel'hai chiesto, è forse colpa tua che un Sempronio si è prostrato davanti a te, oppure è colpa piuttosto di Sempronio per quest'azione inconsulta e non necessaria? Se però lui si prostra non come farebbe uno schiavo-soldato per obbedire ad un qualsiasi ordine ma come segno di Amore profondo ossia interiore nei Tuoi confronti dell'Essere che sei, seppur adoperando un modo di esprimersi esagerato nella sua forma esteriore? In tal caso nessuno dei due ha colpe perché non è stato compiuto alcun errore, sarebbe una questione di carattere.
    Un altro esempio immaginario. Io sono un re, tu sei un alieno “potente”, lo stesso Sempronio di prima si prostra davanti a me (re) – però io non gliel'ho mai chiesto perché lo considero uguale e non inferiore o meno importante di me – ma Sempronio non si prostra davanti a te, che sei un alieno molto più potente e più saggio di me. A quel punto, tu-alieno hai il diritto di pretendere da lui (almeno) lo stesso comportamento che ha riservato a me.
    Ogni ingiustizia causa un effetto, nulla è per caso.
    Se alcuni uomini continuano a prostrarsi davanti a un qualunque “superiore” (non esistono i superiori), gli extraterrestri in teoria avrebbero il diritto a chiedere lo stesso trattamento da parte degli stessi uomini. Anche se, per compassione e non per giustizia, essi (alieni) potrebbero rifiutarlo.
    Se nella tua macchina si accende una spia luminosa (oil temp, fuel level, ecc) è perché c'è un problema da risolvere immediatamente.
    Il problema però non lo risolvi con un martello distruggendo il segnale di avvertimento o imprecando contro divinità e alieni per averti “punito” come se la benzina dovesse durare in eterno….
    Pensare che gli altri (dio o alieni) siano responsabili per tutti i nostri errori è un vizio atavico dell'uomo inconsapevole.
    La vera questione è: ma Dio esiste? Intendo dio mistico-cattolico.
    Probabilmente no.
    E l'Uomo? Esiste costui? Certamente. Io sono un Uomo e tu sei un Uomo.
    E con “Uomo” intendo un Essere spirituale nato in questo pianeta, ma che poteva, e potrebbe benissimo nascere o rinascere in altri pianeti simili.
    Quindi la tua domanda può tranquillamente essere girata all'incontrario: “perché l'uomo intelligente si immagina suddito di un potere esterno e estraneo, alienante, che ha chiamato Dio, se ha già tutti gli strumenti per 'essere' dentro, senza alcun bisogno di dipendere dall'esterno?”
    Alieni o Esseri extraterrestri chi sono? Siamo noi. Se il Cristo “non è di questo mondo” – quindi sta altrove, noi dal suo punto di vista siamo “alieni”, non del suo Mondo, ovvero siamo Esseri extra-suo-Mondo.
    Se di cattiveria dobbiamo parlare siamo noi “i cattivi”, non loro.
    Perciò, la differenza tra noi terrestri ed esseri non terrestri sostanzialmente non c'è. L'uomo primitivo vede nemici e complotti ovunque. Ma i veri nemici e veri complotti non sono ovunque. Sono da qualche parte, è vero, stanno in uno spazio e tempo (delimitato) ma non ovunque. Soltanto i paranoici, malati mentali vogliono vedere nemici e complotti ovunque.
    L'uomo ignorante non ha Pace, dalla propria infanzia fino al grande passaggio.
    Vede nemici e complotti ovunque si volge, prima nei suoi genitori terreni, poi nei suoi fratelli, quindi amici e conoscenti, istituzioni e governi. Nella fase successiva vede il nemico e complotti nella tribù vicina, poi nel paese vicino, quindi nella razza, o il colore della pelle, differente dalla sua ed infine negli Uomini provenienti dal Cielo.
    Che avrebbero “colpa” di non essere nati sula Terra.
    Praticamente sono colpevoli di essere nati.
    In realtà, un essere umano X non è un tuo nemico “perché non è nato nel tuo villaggio” e in quanto distante (fisicamente) da te “un diverso”; un essere umano X è semmai un tuo nemico perché è immerso nella paura e nella mancanza di Essere pertanto si difende contro tutto e tutti e tu sei un suo bersaglio assolutamente casuale, uno dei tanti e come tanti. Un essere umano X è un tuo nemico perché ignora il Sè, perciò non può sapere che tu fai parte di lui e che distruggendo te autodistrugge se stesso.
    Esattamente come tu non sai di far parte degli Esseri, terrestri o extraterrestri, che consideri nemici (anche se loro non ti vedono come il Nemico) e non sai che tentando di distruggere loro stai autodistruggendo te stesso, poiché il Male ritorna indietro all'Autore.
    Come fa l'uomo intelligente a pensare che gli Esseri umani possano essere Dio infinito, non capisco, qui ci sarà qualche tara psicologica latente, o forse il delirio di sudditanza….. Infatti con un Essere umano parli faccia a faccia alla pari essendo uguali mentre davanti a un Dio sei costretto a cadere e strisciare per terra perché non sarete mai uguali.
    “Non avrai altri Dei al di fuori di Te”, questa è la versione più logica e più sensata del comandamento biblico pronunciato dal Padre di Gesù, un Essere non terrestre dato che non abita sulla Terra.
    La stessa frase pronunciata dall'Uomo, ad esempio un Mosè qualsiasi, diventa: “Non avrai altri Dei al di fuori di Me”, ovvero, io l'Uomo X dico a me stesso o al Sé superiore che non avrò altro Dio, altra Guida o riferimento al di fuori dell'Essere o Coscienza che Io Sono.
    L'Uomo può diventare o ri-Conoscersi Dio, un Dio o parte di Dio per se stesso, ma non può farlo per gli altri.
    Da non confondere poi Amore e comunicazione della seconda fase di Ascensione con la banale sudditanza.

    [quote1276255158=Richard]
    Per alcuni queste civiltà che interferiscono sono cosa negativa, per altri possono essere cosa naturale che avviene lungo l'evoluzione di una civiltà, quelle piu avanzate entro certi limiti interferiscono sullo sviluppo di quelle meno avanzate e mostrando particolari capacità possono essere venerate come divinità.
    Poi ci mettiamo in mezzo tutta la manipolazione seguente di chi concentra nelle proprie mani la cultura e il potere per controllare gli altri e manipola le informazioni.
    [/quote1276255158]
    Io penso che questi Esseri sono sempre stati positivi per l'Umanità senza eccezione alcuna. Osservando il Cielo io “Vedo” solo meraviglie e nessun pericolo….. :hehe:

    [quote1276255158=Richard]
    Purtroppo il “delirio di sudditanza” fa parte del nostro livello di coscienza tutt'oggi, ci si crea un mito e lo si venera, che sia nello sport, nella politica, nel materialismo o semplicemente un'altra persona..
    [/quote1276255158]
    Esattamente, “l'uomo della strada” crea un mito o distorce uno precedente si mette ingenuamente a venerare questo o quello sperando nella salvezza ne esce deluso – poiché il suo mito ovvio non corrisponde alla Reatà quindi non ha alcun potere salvifico né contiene l'Archetipo della verità. Ma poi, non ha coscienza per ammettere “ho sbagliato a manipolare le scritture”, preferisce accusare la Mitologia originaria quella molto Antica che non può conoscere non essendo stato presente durante gli avvenimenti narrati, sono testi che a mio avviso non può comprendere dato che legge senza lo Spirito una versione riscritta, alterata, e rielaborata, falsificata delle rivelazioni.


    #30799

    GUROSAURO
    Bloccato

    Ah ecco, mi pareva strano che un alieno potesse essere Dio.


    #30800

    Anonimo

    [quote1276260601=GUROSAURO]
    Ah ecco, mi pareva strano che un alieno potesse essere Dio.
    [/quote1276260601]
    Se l'essere umano è Dio come da sempre hanno affermato i Gnostici – i cultori della Gnosi o Conoscenza, un essere extraterrestre non sarà da meno.
    Anche lui è Dio esattamente come lo è l'Uomo.
    Sia l'Uomo che l'extraterrestre sono Dio o guida, ognuno per se stesso.
    Certo che un falso essere umano e un falso essere extraterrestre (entrambi detti anche alienati o più semplicemente “Alieni”) non sono Dio, guida, il riferimento nemmeno per se stessi essendo finti esseri apparentemente “viventi”, ma morti dentro.
    Se con Dio si intende l'infinito, quello non è proprio “dio”, meglio chiamare le cose con il loro vero nome, da dizionario.
    L'uomo è l'uomo, l'universo è l'universo (l'insieme di pianeti, stelle, galassie, inclusi noi-diverse Umanità e il microcosmo), mentre gli extraterrestri sono extraterrestri…..
    Gli dei o Dio nessuno li ha mai visti quindi si presume che non esistano.
    Che poi, alcuni, a causa della disinformazione, possano chiamare noi-uomini “onorevoli”, oppure possano chiamare gli extraterrestri “Dio” o “dei”, non significa che esistano onorevoli e Dio o dei.
    Non significa che gli onorevoli siano davvero onorevoli solo perché qualcuno li chiama così, e non significa che Dio sia davvero Dio (ovvero che esista) perché qualcuno ha parlato di lui, non significa che gli dei siano davvero dei, ovvero che ci sono solo perché esiste quella denominazione ecc.
    Dio e dei fanno parte delle favole e delle ipotesi molto fantasiose.
    Se io chiamo te “babbo natale” ciò non vuol dire che esista un babbo natale…..
    Gli umani parlano spesso di Dio e degli dei, ma parlare non è Sapere.
    Si può parlare di qualsiasi cosa, ma non ogni parola rispecchia la Realtà. Almeno gli UFO esistono, è una certezza matematica e scientifica: c'è sono da verificare, in modo rigoroso, se tuti quelli che si sono visti sono di origine terrestre o anche extraterrestre.
    Gli indizi ci dicono che alcuni U.F.O. potrebbero essere non terrestri. Vedremo.


    #30801

    GUROSAURO
    Bloccato

    Di certo sta che chi può salvare un pianeta morente dai suoi parassiti, ma non lo fa, non è degno di nessun titolo divino.


    #30802

    zret
    Partecipante

    Eli, Eli…


    #30803
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1276263894=GUROSAURO]
    Di certo sta che chi può salvare un pianeta morente dai suoi parassiti, ma non lo fa, non è degno di nessun titolo divino.
    [/quote1276263894]
    non mi pare cosi certo, non sappiamo nemmeno gestirci noi qua figuriamoci se possiamo immaginare cosa eventualmente comporti l'intervento sull'evoluzione di un altro pianeta


    #30804

    GUROSAURO
    Bloccato

    L'impotenza è sempre mascherata da “non interferenza”. Ipocrisia universale. E la Terra muore. Grazie extralunatici!


Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 282 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.