Pandemia influenza suina

Home Forum SALUTE Pandemia influenza suina

Questo argomento contiene 826 risposte, ha 56 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Medico omeopata 10 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 341 a 350 (di 827 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #56308

    Medico omeopata
    Partecipante
    #56309
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    In rete ho trovato questo: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/09/neutralizzare-vaccino-obbligatorio.html
    Sperando di non doverne mai fare ricorso, attendo commenti in proposito


    #56307

    raistlin
    Partecipante

    [quote1253980316=maraxma]
    In rete ho trovato questo: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/09/neutralizzare-vaccino-obbligatorio.html
    Sperando di non doverne mai fare ricorso, attendo commenti in proposito

    [/quote1253980316]

    Che dire, spero che all'occorrenza funzioni, ma spero anch'io di non averne bisogno.
    Non avranno mai il mio braccio!


    #56310

    marì
    Bloccato

    … scusate :salu: ma alla fin fine si muore, e allora?

    Cos'altro ci possono fare -|-


    #56311
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1253980785=raistlin]
    [quote1253980316=maraxma]
    In rete ho trovato questo: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/09/neutralizzare-vaccino-obbligatorio.html
    Sperando di non doverne mai fare ricorso, attendo commenti in proposito

    [/quote1253980316]

    Che dire, spero che all'occorrenza funzioni, ma spero anch'io di non averne bisogno.
    Non avranno mai il mio braccio!
    [/quote1253980785]

    Anch'io la penso allo stesso modo, ma sono preoccupata per mio figlio che, frequentando la scuola, può essere vittima di ricatti da parte del ministero della sanità.
    Per il momento tra le classi è arrivata una circolare che ribadisce che la scuola rimarrà aperta fino al verificarsi di casi di influenza A H1N1 (sarà anche difficile dimostrare di quale influenza uno si è ammalato, visto il sovrapporsi dell'altra influenza stagionale). Da lì poi imporre la vaccinazione agli studenti, per evitare che il contagio continuo obblighi la scuola ad una chiusura eccessivamente prolungata… il passo è breve !!! :O

    Personalmente non credo cederei al ricatto, ma volevo sapere se qualcuno poteva confermare la validità del metodo dell'argilla, giusto per avere un'informazione più completa.


    #56312

    Anonimo

    Secondo me se il Ministero della Sanità autorizza una vaccinazione di massa ha buone ragioni di credere che la malattia dei suini è pericolosa per gli Italiani, per questo credo che farò vaccinare i miei figli al più presto, non mi perdonerei mai vederli morire per la mia negligenza, come potrei perdonarmelo se accadesse una simile tragedia? Come posso decidere io su ciò che i medici sanno per diretta conoscenza sul da farsi? Non ho ne ho le facoltà teoriche. #sudo


    #56313

    marì
    Bloccato

    Dall'ANSA
    26 settembre 2009
    Influenza A: un caso accertato nel salernitano

    (ANSA) – NAPOLI, 26 SET – Un caso di influenza A e' stato diagnosticato nel Salernitano ad una donna di 40 anni ora ricoverata, ''ma senza criticita' cliniche''. Tutte le procedure previste sono state attivate dall'Azienda sanitaria locale di Salerno che afferma in una nota che ''non c'e' nessun pericolo per la popolazione''. La donna e' sotto terapia nell'unita' operativa di malattie infettive dell'ospedale Maria SS. Addolorata di Eboli.

    http://www.provincia.milano.it/ultime_notizie/index.html?id=262766


    #56314

    patrizia.pr
    Partecipante

    [u]Pensiero collettivo orientato[/u]

    Il tempo della denuncia della truffa dell'influenza A è finito.
    Il tempo della denuncia del pericolo del vaccino è finito.
    Il tempo di stare in guardia dai medicinali contro l'influenza A è finito.
    Il tempo della collera è finito.
    Il tempo della paura è finito.
    Il tempo ha appena co-creato una nuova realtà.
    Il tempo ha avuto appena co-creato il più grande flop della storia della
    manipolazione!
    Sì! Visualizziamo tutti questi grandi flop! Visualizziamo questo fiasco!
    Fin da oggi parliamo di questo grande flop! Parliamo di questo fiasco!
    È tempo di utilizzare il potere, il potere dei nostri pensieri, tutti
    insieme riuniti.
    Un solo pensiero comune: lo scherzo è sventato. Il flop è realtà.
    Nessuno è vaccinato. Ciò non è più utile. La vita riprende ancora più bella.
    Gli uomini riprendono speranza in domani e fiducia in essi come mai nella
    storia.
    Gli uomini diventano degli Uomini.
    Degli uomini liberi.
    Liberati della paura.
    Liberati dai manipolatori.
    Liberati dalla limitazione.
    Vi….,come me, di un mondo rinnovato? Di un mondo in relazione con il
    Cuore? Un mondo infine Umano?
    Sogniamo allora di questo mondo ogni giorno, visualizziamolo ogni giorno,
    molte volte al giorno.
    Affermiamolo con le nostre parole, affermiamolo con i nostri atti.
    Il tempo è venuto che la luce prenda posto e che rischiari l'ombra e questa
    sparisce allora naturalmente.
    Sparisce lasciando già posto a più di Luce.
    Più di Gioia. Più di Cuore. Più di amore. Più di umanità.
    Il tempo è venuto di co-creare il più bello dei mondi. Passiamo in velocità
    5!
    Cominciamo da ora, subito!
    Fate circolare questa mail!
    Internet va ad amplificare la nostra co-creazione.
    Abbiamo il mezzo più potente disponibile e gratuito per fare di questo flop,
    di questo fiasco, la prova del nostro potere.
    La liberazione comincia adesso.
    Con il cuore, il coraggio e l'amore


    #56315

    raistlin
    Partecipante

    [quote1253996048=maraxma]

    Anch'io la penso allo stesso modo, ma sono preoccupata per mio figlio che, frequentando la scuola, può essere vittima di ricatti da parte del ministero della sanità.
    Per il momento tra le classi è arrivata una circolare che ribadisce che la scuola rimarrà aperta fino al verificarsi di casi di influenza A H1N1 (sarà anche difficile dimostrare di quale influenza uno si è ammalato, visto il sovrapporsi dell'altra influenza stagionale). Da lì poi imporre la vaccinazione agli studenti, per evitare che il contagio continuo obblighi la scuola ad una chiusura eccessivamente prolungata… il passo è breve !!! :O

    Personalmente non credo cederei al ricatto, ma volevo sapere se qualcuno poteva confermare la validità del metodo dell'argilla, giusto per avere un'informazione più completa.

    [/quote1253996048]

    Credo che oltre a questi rimedi di emergenza si dovrebbe procedere con una profilassi di detossificazione con rimedi di cui abbiamo già parlato.

    Comunque non credo che sarà un vaccino obbligatorio…


    #56316

    sev7n
    Partecipante

    [quote1254041486=bug]
    Secondo me se il Ministero della Sanità autorizza una vaccinazione di massa ha buone ragioni di credere che la malattia dei suini è pericolosa per gli Italiani, per questo credo che farò vaccinare i miei figli al più presto, non mi perdonerei mai vederli morire per la mia negligenza, come potrei perdonarmelo se accadesse una simile tragedia? Come posso decidere io su ciò che i medici sanno per diretta conoscenza sul da farsi? Non ho ne ho le facoltà teoriche. #sudo
    [/quote1254041486]

    da sempre i fatti valgono piu' delle parole

    Influenza: a casa 23 alunni su 44
    ma la scuola resta aperta. E allegra

    Si continua a fare lezione senza allarmismi. Gli insegnanti applicano le regole di igiene come un gioco

    La scuola elementare San Pietro in Frassino
    ORTIGNANO RAGGIOLO (Arezzo) – La piccola scuola elementare è decimata. Si sono ammalati, per l’esattezza, 23 alunni su 44. E il virus è proprio lui, l’H1N1, quello dell’influenza suina, che è arrivato non si sa come non si sa perché sino nel paesino di Ortignano Raggiolo, 800 anime, ai piedi del Prato Magno, la grande montagna del Casentino, in provincia di Arezzo. Eppure la vera notizia è un’altra: la pandemia è arrivata, ha infettato presumibilmente il 50% degli scolari, e ciò nonostante si continua a fare lezione senza timori e allarmismi. Un miracolo, quello di Orignano, in un’Italia spesso terrorizzata dal virus, con istituti pronti alla blindatura al primo caso e piani di emergenza sanitaria. Alle elementari San Pietro in Frassino, la classica scuola di campagna immersa tra i pini e la macchia mediterranea toscana, le lezioni proseguono a tempo pieno. Con gli otto insegnanti (cinque maestre, una docente di inglese, una di musiva e un maestro di karate) che non rinunciano al tempo pieno e i bambini (quelli non influenzati) che ogni mattina arrivano mano della mano di mamma e babbo.

    NESSUN ALLARMISMO – Genitori per niente allarmati e neppure incoscienti, perché prima di decidere di continuare a mandare i loro figli a scuola si sono informati con i medici, hanno chiesto un incontro con i responsabili dell’Asl di Arezzo, hanno organizzato i summit con gli insegnanti. «E soprattutto abbiamo parlato con i nostri figli – spiega Giuseppe Morrocchi, papà di un alunno di quinta – consapevoli che la A è meno pericolosa di una normale influenza e che con qualche accorgimento a scuola si va ugualmente senza problemi». Insomma, un problema di trasparenza. «Che abbiamo chiesto e ottenuto subito – racconta Chiara Celli, mamma di una bambina che frequenta la seconda elementare – quando il sindaco in persona è arrivato a scuola per dirci che c’erano stati alcuni casi accertati e, con l’aiuto di esperti, ci ha spiegato come dovevamo comportarci».

    IL GIOCO CON LE REGOLO DI IGIENE – Il sindaco, Fiorenzo Pistolesi, sorride. «Sono loro ad

    essere stati bravissimi. Genitori e insegnanti. Bravi a informarsi, approfondire la questione e persino a coinvolgere i bambini nell’emergenza senza stressarli, come se fosse un gioco». Già, il gioco. La maestra Maria Francesca Ciarchi è riuscita a far diventare attività ludica anche la pandemia. Non solo con il “gioco del cartellone”, un manifesto dove si insegnano con immagini e testo come comportarsi, ma persino con il “gioco della muchina” e del “lavamani”. «I bambini si divertono a lavarsi le mani e a disinfettarle di volta in volta– spiega l’insegnante -. Poi abbiamo spiegato loro come usare al meglio il fazzolettino quando arriva uno starnuto». Loro? Divertiti eseguono e sono sereni. L’altro giorno a scuola sono tornati due compagni ammalati. Tutti insieme hanno festeggiato. Altro che chiusura, l’influenza non fa paura.

    http://www.corriere.it/cronache/09_settembre_26/scuola-influenza-gasperetti_08795b80-aa9f-11de-a0d4-00144f02aabc.shtml


Stai vedendo 10 articoli - dal 341 a 350 (di 827 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.