Perche aver paura della morte?

Home Forum MISTERI Perche aver paura della morte?

Questo argomento contiene 46 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  civile 6 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 47 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16106
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1341568748=♫nessuno♫]
    [quote1341564161=Tru]
    Coloro che ereditano da chi è morto sono essi stessi morti ed ereditano cose morte.
    [/quote1341564161]

    'Quelli che si sintonizzeranno sulle nuove frequenze, scopriranno che la vita diventa ogni giorno più meravigliosa. Coloro che si sintonizzeranno sulla paura, troveranno che tutto va a pezzi. Cominceranno a formarsi sempre più distintamente due universi di coscienza: il mondo dell'Amore e della Vita, e il mondo della paura e della morte. Continuerà ad esserci ancora qualche sovrapposizione di questi due mondi per parecchi anni, alcuni individui oscilleranno ancora per un po', ma man mano che il secolo andrà verso la fine, questa polarizzazione continuerà ad intensificarsi. Il momento della nascita sarà anche il momento del Giudizio Finale, il momento della finale separazione. Per alcuni ci saranno tempi migliori, e per altri peggiori, a seconda del loro orientamento e coinvolgimento.'

    Tratto da: “[color=#0000ff]Trasmissioni Stellari[/color]” di Ken Carey ([color=#cc3300]1979[/color]).


    [/quote1341568748]

    Insomma se vedo del marcio e penso che ci sia del marcio, è tutta colpa mia… a questo punto la via sarebbe prendere qualche sostanza che migliori l'umore in modo da sintonizzarmi in altre frequenze… ?
    La via del me ne frego anziché quella del mi interesso (che solitamente è più dolorosa)…


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #16104
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1341569354=InneresAuge]
    [quote1341568748=♫nessuno♫]
    [quote1341564161=Tru]
    Coloro che ereditano da chi è morto sono essi stessi morti ed ereditano cose morte.
    [/quote1341564161]

    'Quelli che si sintonizzeranno sulle nuove frequenze, scopriranno che la vita diventa ogni giorno più meravigliosa. Coloro che si sintonizzeranno sulla paura, troveranno che tutto va a pezzi. Cominceranno a formarsi sempre più distintamente due universi di coscienza: il mondo dell'Amore e della Vita, e il mondo della paura e della morte. Continuerà ad esserci ancora qualche sovrapposizione di questi due mondi per parecchi anni, alcuni individui oscilleranno ancora per un po', ma man mano che il secolo andrà verso la fine, questa polarizzazione continuerà ad intensificarsi. Il momento della nascita sarà anche il momento del Giudizio Finale, il momento della finale separazione. Per alcuni ci saranno tempi migliori, e per altri peggiori, a seconda del loro orientamento e coinvolgimento.'

    Tratto da: “[color=#0000ff]Trasmissioni Stellari[/color]” di Ken Carey ([color=#cc3300]1979[/color]).


    [/quote1341568748]

    Insomma se vedo del marcio e penso che ci sia del marcio, è tutta colpa mia… a questo punto la via sarebbe prendere qualche sostanza che migliori l'umore in modo da sintonizzarmi in altre frequenze… ?
    La via del me ne frego anziché quella del mi interesso (che solitamente è più dolorosa)…
    [/quote1341569354]
    http://www.edgarcayce.it/media/paradisoinferno.htm
    PARADISO E INFERNO SONO STATI DI COSCIENZA
    Il paradiso è quel posto, quella consapevolezza dove l’anima—con tutti i suoi attributi, la sua mente, il suo corpo—diventa consapevole di essere nella presenza delle Forze Creatrici o tutt’una con esse. Quello è il paradiso. 262-88

    Si cresce verso il paradiso, non si va in paradiso. 3409-1..


    #16107

    civile
    Partecipante

    [quote1341569054=InneresAuge]
    [quote1341568748=♫nessuno♫]
    [quote1341564161=Tru]
    Coloro che ereditano da chi è morto sono essi stessi morti ed ereditano cose morte.
    [/quote1341564161]

    'Quelli che si sintonizzeranno sulle nuove frequenze, scopriranno che la vita diventa ogni giorno più meravigliosa. Coloro che si sintonizzeranno sulla paura, troveranno che tutto va a pezzi. Cominceranno a formarsi sempre più distintamente due universi di coscienza: il mondo dell'Amore e della Vita, e il mondo della paura e della morte. Continuerà ad esserci ancora qualche sovrapposizione di questi due mondi per parecchi anni, alcuni individui oscilleranno ancora per un po', ma man mano che il secolo andrà verso la fine, questa polarizzazione continuerà ad intensificarsi. Il momento della nascita sarà anche il momento del Giudizio Finale, il momento della finale separazione. Per alcuni ci saranno tempi migliori, e per altri peggiori, a seconda del loro orientamento e coinvolgimento.'

    Tratto da: “[color=#0000ff]Trasmissioni Stellari[/color]” di Ken Carey ([color=#cc3300]1979[/color]).


    [/quote1341568748]

    Insomma se vedo del marcio e penso che ci sia del marcio, è tutta colpa mia… a questo punto la via sarebbe prendere qualche sostanza che migliori l'umore in modo da sintonizzarmi in altre frequenze… ?
    La via del me ne frego anziché quella del mi interesso (che solitamente è più dolorosa)…
    [/quote1341569054]
    anche questo é soggettivo,io ho sperimentato diverse sostanze tutte legali,e doevo dire che sono riuscito a raggiungere profondità maggiori,i greci consamuvano molto vino rosso durante i loro raduni filosofici,guarda aristotele,grande consumatore di vino…di certo raggiungi profondità mai viste…almeno spero,devi avere una mente pulita e priva di schizofrenie imposte,altrimenti non riesci nell'intento,ovviamente ci sono effetti collaterali nel abuso di certe sostanze,ho sperimentato anche diversi psicofarmaci e nn me ne vergognio,melatonina a grandi dosi,camomilla e tisane varie,tutte portano stati di coscenza alterati,dovete sperimentare…..il bello é non avere vergognia nel dirlo,é gia un grande passo,sopratutto non diventare tossicodipendenti delle sostanze,ma farlo di tanto in tanto per provare il potenziale innato…credetemi tutti i testi di filosofia più famosi sono stati scritti sotto l'effetto del vino,leggete Baudelaire,ha fatto tutte le sperimentazioni possibili…..mi rendo conto di non essere un esempio ma devo dire che ne é valsa la pena…ripeto si parla di sostanze legali,altro non so :hehe:


    #16108
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    pensa male crei male,pensa bene crei bene…non voglio dividere tutti in 2 gruppi ma di sicuro ognuno con i proprio pensieri determina l'andamento della sua vita


    #16109

    Anonimo

    [quote1341578542=InneresAuge]
    Insomma se vedo del marcio e penso che ci sia del marcio, è tutta colpa mia… a questo punto la via sarebbe prendere qualche sostanza che migliori l'umore in modo da sintonizzarmi in altre frequenze… ?
    La via del me ne frego anziché quella del mi interesso (che solitamente è più dolorosa)…
    [/quote1341578542]
    No, il pensare o non pensare è ininfluente a lungo termine perché poi emerge la Volontà dell'inconscio.

    Il significato sarebbe il seguente: se l'uomo cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno gradite mentre quelle negative non lo toccheranno minimamente.

    Non è l'assenza di Compassione, anzi, ma una visione realistica della realtà.

    Se invece l'uomo non cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno indifferenti mentre quelle negative lo disturberanno profondamente. Questo perché il nuovo Mondo non tollererà più le basse frequenze della coscienza Umana.

    La Meditazione profonda ad esempio ha effetti infinitamente migliori delle sostanze ed è priva di effetti collaterali.

    [quote1341578746=Richard]
    http://www.edgarcayce.it/media/paradisoinferno.htm
    PARADISO E INFERNO SONO STATI DI COSCIENZA
    Il paradiso è quel posto, quella consapevolezza dove l’anima—con tutti i suoi attributi, la sua mente, il suo corpo—diventa consapevole di essere nella presenza delle Forze Creatrici o tutt’una con esse. Quello è il paradiso. 262-88

    Si cresce verso il paradiso, non si va in paradiso. 3409-1..
    [/quote1341578746]
    E' vero, ma non semplice da mettere in pratica ancora per molti.

    [quote1341578860=civile]
    anche questo é soggettivo, (…) ma devo dire che ne é valsa la pena…ripeto si parla di sostanze legali,altro non so :hehe:
    [/quote1341578860]
    Tutte le sostanze psico-attive, fanno qualcosa. Ma la domanda è cosa. :hehe: Queste sperimentazioni andavano di moda negli anni 70 del secolo scorso. !alien Io preferisco cercare di comprendere il funzionamento della mente-coscienza e le sue potenzialità senza alcun aiuto “esterno” o chimico.

    Conosci l'espressione “carne degli Dèi”? Ecco, con le sostanze un Ateo smette di essere Ateo perché ne vede di tutti i colori e torna a dipendere dalle divinità, vere o finte che siano. #fisc


    #16110
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1341580543=civile]
    anche questo é soggettivo,io ho sperimentato diverse sostanze tutte legali,e doevo dire che sono riuscito a raggiungere profondità maggiori,i greci consamuvano molto vino rosso durante i loro raduni filosofici,guarda aristotele,grande consumatore di vino…di certo raggiungi profondità mai viste…almeno spero,devi avere una mente pulita e priva di schizofrenie imposte,altrimenti non riesci nell'intento,ovviamente ci sono effetti collaterali nel abuso di certe sostanze,ho sperimentato anche diversi psicofarmaci e nn me ne vergognio,melatonina a grandi dosi,camomilla e tisane varie,tutte portano stati di coscenza alterati,dovete sperimentare…..il bello é non avere vergognia nel dirlo,é gia un grande passo,sopratutto non diventare tossicodipendenti delle sostanze,ma farlo di tanto in tanto per provare il potenziale innato…credetemi tutti i testi di filosofia più famosi sono stati scritti sotto l'effetto del vino,leggete Baudelaire,ha fatto tutte le sperimentazioni possibili…..mi rendo conto di non essere un esempio ma devo dire che ne é valsa la pena…ripeto si parla di sostanze legali,altro non so :hehe:
    [/quote1341580543]

    Questa è una cosa che ultimamente mi ha dato pensare. Sono stato sempre contrario a tutti i tipi di droghe, anche quelle legali come l'alcohol o il fumo.
    Non credo faccia bene neanche alla nostra salute, al nostro corpo e alla nostra mente.
    Ma riguardando una puntata di X-Files, mi sono chiesto se le sostanze usate spesso nelle tribù siano allucinatorie (al 95%) o davvero in taluni casi aprono al mondo di dimensioni diverse della nostra… (molto difficile ma chissà…).

    [quote1341580543=kingofpop]
    pensa male crei male,pensa bene crei bene…non voglio dividere tutti in 2 gruppi ma di sicuro ognuno con i proprio pensieri determina l'andamento della sua vita
    [/quote1341580543]
    Ma i miei pensieri non sono miei.
    Se io vedo un uomo torturare e uccidere una povera creatura, quello che penso è anche frutto di quello che ho visto.
    Non sarà che invece aprire gli occhi, nella consapevolezza e coscienza, porta ad un fardello sempre maggiore per ognuno di noi?
    Se io vengo addestrato a non avere nessun empatia, nemmeno verso gli altri esseri umani, di sicuro non conoscerò la compassione e di contro non soffrirò nel vedere “un corpo” che muore o viene torturato, etc (es. certi tipi di forze armate etc.)

    E' il frutto amaro del famoso albero?

    [quote1341580544=♫nessuno♫]
    No, il pensare o non pensare è ininfluente a lungo termine perché poi emerge la Volontà dell'inconscio.

    Il significato sarebbe il seguente: se l'uomo cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno gradite mentre quelle negative non lo toccheranno minimamente.

    Non è l'assenza di Compassione, anzi, ma una visione realistica della realtà.

    Se invece l'uomo non cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno indifferenti mentre quelle negative lo disturberanno profondamente. Questo perché il nuovo Mondo non tollererà più le basse frequenze della coscienza Umana.[/quote1341580544]
    Quindi dovrebbe essere il contrario, se ti sintonizzi su altre frequenze… quelle attuali ti dovrebbero disturbare (distruzione e morte)…
    Una persona malvagia è quasi indifferente al male, ma può ancora apprezzare il bene che gli fanno, a lui magari, talvolta…
    Il rimanere indifferenti al male, secondo me lo si ottiene grazie ad un muro, che azzera la nostra empatia, non certo alla consapevolezza…

    La visione realistica della realtà, non penso c'entri molto con il rimanere indifferenti…

    [quote1341580544=♫nessuno♫]La Meditazione profonda ad esempio ha effetti infinitamente migliori delle sostanze ed è priva di effetti collaterali.[/quote1341580544]

    Non so per quale motivo, ma la posizione della meditazione in realtà la trovo piuttosto scomoda e mi crea inutili tensioni…

    [quote1341580544=♫nessuno♫][quote1341578746=Richard]
    Si cresce verso il paradiso, non si va in paradiso. 3409-1..
    [/quote1341578746]
    E' vero, ma non semplice da mettere in pratica ancora per molti.

    Tutte le sostanze psico-attive, fanno qualcosa. Ma la domanda è cosa. :hehe: Queste sperimentazioni andavano di moda negli anni 70 del secolo scorso. !alien Io preferisco cercare di comprendere il funzionamento della mente-coscienza e le sue potenzialità senza alcun aiuto “esterno” o chimico.

    Conosci l'espressione “carne degli Dèi”? Ecco, con le sostanze un Ateo smette di essere Ateo perché ne vede di tutti i colori e torna a dipendere dalle divinità, vere o finte che siano. #fisc
    [/quote1341580544]
    Siamo ancora figli di quella cultura dello sballo… Non so quanto positiva in realtà.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #16111

    Anonimo

    [quote1341585016=InneresAuge]
    Quindi dovrebbe essere il contrario, se ti sintonizzi su altre frequenze… quelle attuali ti dovrebbero disturbare (distruzione e morte)…[/quote1341585016]
    Per me no, perché un uomo evoluto comprende il suo livello e quelli sottostanti, mentre un uomo poco evoluto riesce a capire soltanto il proprio livello, non può comprendere e tanto meno accettare quelli superiori al suo.

    [quote1341585016=InneresAuge]
    Una persona malvagia è quasi indifferente al male, ma può ancora apprezzare il bene che gli fanno, a lui magari, talvolta…[/quote1341585016]
    Apprezzare sì ma non si auto-Realizza, resta comunque confusa.

    [quote1341585016=InneresAuge]
    Il rimanere indifferenti al male, secondo me lo si ottiene grazie ad un muro, che azzera la nostra empatia, non certo alla consapevolezza…[/quote1341585016]
    Non dicevo indifferenti al male, ma indifferenti al resto (alle miriadi di costruzioni mentali del falso io, incatenate una dentro l'altra).

    [quote1341585016=InneresAuge]
    La visione realistica della realtà, non penso c'entri molto con il rimanere indifferenti…[/quote1341585016]
    Parto dal presupposto che parliamo di un Giusto.

    Se questo uomo giusto dovesse assistere ad una violenza, potrebbe reagire in due modi.

    Se è anche saggio, libererà la vittima e dimenticherà quello che ha visto.

    Se non è saggio inizierà a torturare la sua mente con infinite domande inutili tipo “come possono accadere cose simili”? E' l'inizio della propria autodistruzione, la Morte nello Spirito.

    Un tale uomo non sarà mai felice perché si è caricato di tutta la negatività dell'universo, la negatività che non gli appartiene in quanto lui è un Giusto, quella negatività altrui non lo riguarda.

    Un uomo saggio non si opprime senza motivo ma gioisce della Vita. Sempre. Ogni singolo istante.


    #16112

    civile
    Partecipante

    nessuno ha scritto:
    Tutte le sostanze psico-attive, fanno qualcosa. Ma la domanda è cosa. Queste sperimentazioni andavano di moda negli anni 70 del secolo scorso. Io preferisco cercare di comprendere il funzionamento della mente-coscienza e le sue potenzialità senza alcun aiuto “esterno” o chimico.
    non consocere significa non poter commentare,non si parla per sentito dire,ecco il problema dei credenti,parlano per sentito dire,ma cosa hai sperimentato?
    una meditazione in fase chimica ti assicuro che porta a dei risultati positivi,non per questo é giusto farlo,mai escludere l'insoluto…
    meglio comunque non usare sostanze chimiche hai ragione,acqua e meditazione é più sano,confermo,il mio era solo un esporre un esperienza positiva ma rischiosa….tutto quà


    #16113

    civile
    Partecipante

    [quote1341591736=InneresAuge]
    [quote1341580543=civile]
    anche questo é soggettivo,io ho sperimentato diverse sostanze tutte legali,e doevo dire che sono riuscito a raggiungere profondità maggiori,i greci consamuvano molto vino rosso durante i loro raduni filosofici,guarda aristotele,grande consumatore di vino…di certo raggiungi profondità mai viste…almeno spero,devi avere una mente pulita e priva di schizofrenie imposte,altrimenti non riesci nell'intento,ovviamente ci sono effetti collaterali nel abuso di certe sostanze,ho sperimentato anche diversi psicofarmaci e nn me ne vergognio,melatonina a grandi dosi,camomilla e tisane varie,tutte portano stati di coscenza alterati,dovete sperimentare…..il bello é non avere vergognia nel dirlo,é gia un grande passo,sopratutto non diventare tossicodipendenti delle sostanze,ma farlo di tanto in tanto per provare il potenziale innato…credetemi tutti i testi di filosofia più famosi sono stati scritti sotto l'effetto del vino,leggete Baudelaire,ha fatto tutte le sperimentazioni possibili…..mi rendo conto di non essere un esempio ma devo dire che ne é valsa la pena…ripeto si parla di sostanze legali,altro non so :hehe:
    [/quote1341580543]

    Questa è una cosa che ultimamente mi ha dato pensare. Sono stato sempre contrario a tutti i tipi di droghe, anche quelle legali come l'alcohol o il fumo.
    Non credo faccia bene neanche alla nostra salute, al nostro corpo e alla nostra mente.
    Ma riguardando una puntata di X-Files, mi sono chiesto se le sostanze usate spesso nelle tribù siano allucinatorie (al 95%) o davvero in taluni casi aprono al mondo di dimensioni diverse della nostra… (molto difficile ma chissà…).

    [quote1341580543=kingofpop]
    pensa male crei male,pensa bene crei bene…non voglio dividere tutti in 2 gruppi ma di sicuro ognuno con i proprio pensieri determina l'andamento della sua vita
    [/quote1341580543]
    Ma i miei pensieri non sono miei.
    Se io vedo un uomo torturare e uccidere una povera creatura, quello che penso è anche frutto di quello che ho visto.
    Non sarà che invece aprire gli occhi, nella consapevolezza e coscienza, porta ad un fardello sempre maggiore per ognuno di noi?
    Se io vengo addestrato a non avere nessun empatia, nemmeno verso gli altri esseri umani, di sicuro non conoscerò la compassione e di contro non soffrirò nel vedere “un corpo” che muore o viene torturato, etc (es. certi tipi di forze armate etc.)

    E' il frutto amaro del famoso albero?

    [quote1341580544=♫nessuno♫]
    No, il pensare o non pensare è ininfluente a lungo termine perché poi emerge la Volontà dell'inconscio.

    Il significato sarebbe il seguente: se l'uomo cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno gradite mentre quelle negative non lo toccheranno minimamente.

    Non è l'assenza di Compassione, anzi, ma una visione realistica della realtà.

    Se invece l'uomo non cambia la frequenza della coscienza le cose positive che incontra gli saranno indifferenti mentre quelle negative lo disturberanno profondamente. Questo perché il nuovo Mondo non tollererà più le basse frequenze della coscienza Umana.[/quote1341580544]
    Quindi dovrebbe essere il contrario, se ti sintonizzi su altre frequenze… quelle attuali ti dovrebbero disturbare (distruzione e morte)…
    Una persona malvagia è quasi indifferente al male, ma può ancora apprezzare il bene che gli fanno, a lui magari, talvolta…
    Il rimanere indifferenti al male, secondo me lo si ottiene grazie ad un muro, che azzera la nostra empatia, non certo alla consapevolezza…

    La visione realistica della realtà, non penso c'entri molto con il rimanere indifferenti…

    [quote1341580544=♫nessuno♫]La Meditazione profonda ad esempio ha effetti infinitamente migliori delle sostanze ed è priva di effetti collaterali.[/quote1341580544]

    Non so per quale motivo, ma la posizione della meditazione in realtà la trovo piuttosto scomoda e mi crea inutili tensioni…

    [quote1341580544=♫nessuno♫][quote1341578746=Richard]
    Si cresce verso il paradiso, non si va in paradiso. 3409-1..
    [/quote1341578746]
    E' vero, ma non semplice da mettere in pratica ancora per molti.

    Tutte le sostanze psico-attive, fanno qualcosa. Ma la domanda è cosa. :hehe: Queste sperimentazioni andavano di moda negli anni 70 del secolo scorso. !alien Io preferisco cercare di comprendere il funzionamento della mente-coscienza e le sue potenzialità senza alcun aiuto “esterno” o chimico.

    Conosci l'espressione “carne degli Dèi”? Ecco, con le sostanze un Ateo smette di essere Ateo perché ne vede di tutti i colori e torna a dipendere dalle divinità, vere o finte che siano. #fisc
    [/quote1341580544]
    Siamo ancora figli di quella cultura dello sballo… Non so quanto positiva in realtà.

    [/quote1341591736]
    la fantasia dell'uomo é allucinatoria credimi…noi siamo completamente immersi in sostanze chimiche genrate dal cervello,i nostri pensieri sono all'90% irreali…la vera realtà é talmente profonda che bisognerebbe estrarla con le pinze,non usare mai sosntanze attive,mi pento di averlo scritto,usate la meditazione e l'acqua


    #16114

    civile
    Partecipante

    [quote1341591893=Richard]
    [quote1341569354=InneresAuge]
    [quote1341568748=♫nessuno♫]
    [quote1341564161=Tru]
    Coloro che ereditano da chi è morto sono essi stessi morti ed ereditano cose morte.
    [/quote1341564161]

    'Quelli che si sintonizzeranno sulle nuove frequenze, scopriranno che la vita diventa ogni giorno più meravigliosa. Coloro che si sintonizzeranno sulla paura, troveranno che tutto va a pezzi. Cominceranno a formarsi sempre più distintamente due universi di coscienza: il mondo dell'Amore e della Vita, e il mondo della paura e della morte. Continuerà ad esserci ancora qualche sovrapposizione di questi due mondi per parecchi anni, alcuni individui oscilleranno ancora per un po', ma man mano che il secolo andrà verso la fine, questa polarizzazione continuerà ad intensificarsi. Il momento della nascita sarà anche il momento del Giudizio Finale, il momento della finale separazione. Per alcuni ci saranno tempi migliori, e per altri peggiori, a seconda del loro orientamento e coinvolgimento.'

    Tratto da: “[color=#0000ff]Trasmissioni Stellari[/color]” di Ken Carey ([color=#cc3300]1979[/color]).


    [/quote1341568748]

    Insomma se vedo del marcio e penso che ci sia del marcio, è tutta colpa mia… a questo punto la via sarebbe prendere qualche sostanza che migliori l'umore in modo da sintonizzarmi in altre frequenze… ?
    La via del me ne frego anziché quella del mi interesso (che solitamente è più dolorosa)…
    [/quote1341569354]
    http://www.edgarcayce.it/media/paradisoinferno.htm
    PARADISO E INFERNO SONO STATI DI COSCIENZA
    Il paradiso è quel posto, quella consapevolezza dove l’anima—con tutti i suoi attributi, la sua mente, il suo corpo—diventa consapevole di essere nella presenza delle Forze Creatrici o tutt’una con esse. Quello è il paradiso. 262-88

    Si cresce verso il paradiso, non si va in paradiso. 3409-1..
    [/quote1341591893]
    richard hai ragione,il paradiso é qua e ora,é uno stato mentale…chi attende il paradiso da altri perde solo tempo prezioso,ma come sai le credenze fanno miracoli… :hehe:


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 47 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.