pi greco e la base 12

Home Forum MISTERI pi greco e la base 12

Questo argomento contiene 82 risposte, ha 13 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolo-r 11 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 83 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #5054

    deg
    Partecipante

    [quote1225383602=paolo-r]
    il fumo sì…eh eh…12 note in un'ottava
    [/quote1225383602]

    Wow! Non ci avevo mai fatto caso!


    #5055

    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1225384073=paolo-r]
    ma i colori sono 7…come si arriva a 12…?
    [/quote1225384073]

    I colori sono 7 solo per convenzione, suddivisi in base alla percezione che ha di essi l'occhio umano secondo Maxwell (o Newton?). Tra l'altro in origine i colori dovevano essere 6 (metà di 12) ma è stato aggiunto l'indaco dallo scienziato (tra il blu e il violetto) perchè simbologicamente gli piaceva di più. Il 6 era troppo satanico! :hehe:

    Altri 2 studiosi (Berlin e Kay) studiarono il numero di nomi dedicati ai colori nelle diverse culture definendone un minimo di 2 (chiaro e scuro) e un massimo di 11.


    #5056

    Carlez
    Bloccato

    12 Chakra
    1° CHAKRA Chakra della radice (tra il coccige e gli organi sessuali, dal basso verso l'alto)

    2° CHAKRA Chakra della seduzione (posteriormente, appena sopra organi sessuali, da dietro verso l'interno)

    3° CHAKRA Chakra sessuale (anteriormente, appena sopra gli organi sessuali, da davanti verso l'interno)

    4° CHAKRA Chakra della pace (posteriormente, sulle vertebre lombari, da dietro verso l'interno)

    5° CHAKRA Chakra del potere (anteriormente, sulla pancia, da davanti verso l'interno)

    6° CHAKRA Chakra della bellezza (posteriormente, altezza cuore sulla schiena, da dietro verso l'interno)

    7° CHAKRA Chakra del cuore (anteriormente, sul cuore, da davanti verso l'interno)

    8° CHAKRA Chakra della magia (posteriormente, sulla nuca, da dietro verso l'interno)

    9° CHAKRA Chakra della comunicazione (anteriormente, sulla gola, da davanti verso l'interno)

    10° CHAKRA Chakra del progresso (posteriormente, altezza fronte, da dietro verso l'interno)

    11° CHAKRA Chakra del futuro (anteriormente, sulla fronte, da davanti verso l'interno)

    12° CHAKRA Chakra della corona (sopra la testa, dall'alto verso il basso)


    #5057

    mudilas
    Partecipante

    [quote1225384841=farfalla5]
    [quote1225373201=ezechiele]
    ma non potrebbero essere invece solo le costellazioni che sono 12 ad aver determinato la numerazione in base 12? in fondo da sempre l'uomo guarda il cielo per cercare regole quaggiu
    [/quote1225373201]

    12 mesi, 12 apostoli, 12 costellazioni, 12 segni zodiacali…ecc.
    aiuto mi fuma davvero….. !amazed

    [/quote1225384841]
    in realtà le costellazioni potrebbero essere 13 perchè comprendono anche un'altra costellazione, quella di ofiuco situata tra lo scorpione e il sagittario…ed infatti c'è la disputa di ofiuco da cui il nome, con cui gli astronomi contestano l'astrologia e le teorie sul 2012…


    #5058

    ben.b
    Partecipante

    Salve ragazzi.

    La base 12 è una cosa e l'usare il 12 è un'altra.
    Usare il dodici deriva dal fatto che i nostri antichi “governatori” , gli annunaki hanno 12 dita , 6+6 , hanno avuto anche figli umani ed è rimasta la linea genetica di 6 dita.
    Alcuni regnanti , specie inglesi , avevano sei dita , e , si sa , molte unità di misura le stabilivano i re senza interpellare alcun scienziato , vedi il pollice , il piede , ecc. (c' è un quadro dove si vedono le sei dita).

    Per la musica vorrei segnalare che la scala naturale non è di 12 note , ma di 36 note , l'intervallo è sempre di 2 , ma la divisione è a radice 36. La scala a 12 è quella temperata , per semplificare gli stumenti a tasti .
    Si è presentato questo problema con i primi cembali e Bach ha fatto molte partiture per diffondere l 'uso della scale temperata.
    Gli orecchi fini riescono a percepire le lievi dissonaze che ci sono.
    Gli orientali (indiani) hanno una scala più fitta e ci sembra un suono strano.

    Qualcuno ha parlato dei sei-sette colori. I colori sono infiniti , sono delle frequanze singole o multiple. L'occhio ha tre sensori centrati su tre zone dello spettro , noi percepiamo solo una parte dei colori possibili e perciò non sono nè sei nè sette. Esattamente la stessa tecnica dei tv , crt , plasma o lcd.

    Per la base 12 è un buon argomento per una tesi , sotto! studenti di matematica !! Elaborate una buona tecnica per la divisione e l'estrazione di radice , senza passare dai logaritmi !

    Gazie , Ben.


    #5059
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1225385946=paolo-r]
    ed ancora quale incredibile relazione si celava dietro verde-calora e quinta musicale secondo Rol?
    [/quote1225385946]
    forse questo può aiutare?

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.3516.7

    stiamo cercando tutti di comprendere

    ——

    Le 7 “note” e gli 8 livelli atomici (livello energetico)
    Attenzione, che questa è la chiave di tutto! (NdR: un poco di analogia non guasta) L'ottava in acustica, o in fenomenologia oscillatoria (vibrazione – frequenza) in genere, è l’intervallo che intercorre tra una frequenza e il suo doppio.

    Tra il DO (Ndr: nota musicale – es. F di DO = 32,69 Hz) e il suo Do maggiore (es. Do superiore 65,38 Hz), vi è un’ottava, (Do base=32,69 Hz – Do superiore =65,38 Hz) ecc. (NdR: la scala della nota musicale DO, NON ha diesis ne' bemolli – idem nel C.E.M. – precisazione per scala musicale: ogni dodici semitoni si ha una frequenza doppia, ovvero un intervallo di un ottava).
    Tra il ROSSO e il VIOLA vi è lo stesso un’ottava (800 nanometri -400 nanometri).

    Straordinario è apprendere che una “vibrazione” a frequenza “fondamentale” genera un cerchio! Facciamo ordine mentale. Ernst Chladni poneva della polvere fine su un piatto d’ottone e poi suonava fortissima la nota DO. Vedeva accadere qualcosa di impressionante: si formava un cerchio largo, intorno a uno strettissimo. Se non fosse vissuto prima di Bohr avrebbe compreso al volo che si era “disegnato” l'atomo di idrogeno !

    Questa cosa era lì per comprenderla il fisico successore Hans Jenny, nel 1967, il quale inquadrò analiticamente l'interazione tra il suono e la materia, fondando la cimatica (da Kyma = onda) e grazie a lui ora vi posso dire che chimica è uguale a: disciplina che studia l'effetto delle onde sulla “matrice”, generatrice della materia. Ecco, questa è chiarezza!

    Nessuno ancora si è accorto di questo aspetto, prossimo ad aprire nuovi orizzonti.
    Il “Mantra” OM, il Vuoto Quantomeccanico e i 112 Elementi

    La sorella di mio padre aveva 6 dita per piede , poi le sono state tolte !lol
    ora non ricordo ma non è l'unica dalla parte di mio padre..

    Le persone che usano le abilità di cui parla Rol , sentono la corrispondenza per “significato”

    [youtube=425,344]WcDSl0LaFLI

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.314.9

    Percezione dermo-ottica: un caso clinico

    Estratto dello studio pubblicato su:
    “Archivio di Psicologia Neurologia e Psichiatria”
    Università Cattolica Sacro Cuore – Roma

    di L. Ancona e A. Bellagamba

    Questa ricerca riguarda un fenomeno conosciuto sotto il nome di “percezione dermo-ottica” (PDO) in riferimento alla natura dell'operazione secondo cui si svolge: essa consiste nella capacità di vedere luci, colori, scritti senza l'ausilio della vista mediante la cute di una parte del corpo, a contatto diretto o a distanza.
    Il fenomeno della percezione dermo-ottica nel campo umano appare come un evento sorprendente che suscita contemporaneamente interesse e critiche, apparendo come una sfida da affrontarsi in termini di fisica, di ottica, di istologia e di neurofisiologia.

    Questi due ultimi studiosi esaminarono il caso di una donna che poteva discriminare tra di loro, senza guardarli, oggetti di carta o plastica di differente colore e stabilirono che poteva distinguere la luminosità della luce ambientale con le dita della mano sinistra ovvero, dopo uno speciale allenamento, discriminare con le dita dei piedi tra colore bianco e nero.
    Contemporaneamente nel 1963 R. P. Youtz negli USA comunicava che un suo soggetto poteva distinguere tra loro oggetti colorati ed identificare nonché nominare i colori quando gli venivano presentati alla cieca, con una significatività di risultati al livello di 0,001.

    Lo stesso Youtz presentò a 133 ragazze del Barnard College quadrati di plastica diversamente colorati; posti tali quadrati in una scatola dove non fosse possibile guardare, i soggetti erano in grado di discriminare tra rosso e bianco, bleu e bianco, rosso e bleu, identificando il quadrato dispari tra una coppia di altri quadrati dello stesso colore; e ciò con una frequenza più elevata della media, molti ad un livello di significatività dello 0,001.

    Infine, dopo le conferme di Bucknout (1965) e Makous (1966), Zavala (1967) nel confronto tra un soggetto dotato di tale insolita capacità sensoriale e tre soggetti normali di controllo verificavano che il soggetto sperimentale riusciva a discriminare i colori presentati, il numero ed il tipo dei semi delle carte da giuoco e le luci proiettate con una frequenza nettamente superiore a quella casuale dei soggetti di controllo.
    In riferimento alla letteratura sovrariportata si può pertanto affermare, con ragionevole sicurezza, che il fenomeno della visione con le dita è reale e che l'aspro scetticismo avanzato a suo tempo da Gardner (1966) non si è dimostrato consistente.

    ———
    Capacità a disposizione di Esseri ET come descrive sopra Clifford Stone nel filmato, quindi siamo tutti UNO

    la Coscienza per me è la Chiave

    Abbiate pazienza, guardate solo le immagini 😉


    #5061

    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1225388105=ben.b]
    Qualcuno ha parlato dei sei-sette colori. I colori sono infiniti , sono delle frequanze singole o multiple. L'occhio ha tre sensori centrati su tre zone dello spettro , noi percepiamo solo una parte dei colori possibili e perciò non sono nè sei nè sette. Esattamente la stessa tecnica dei tv , crt , plasma o lcd.
    [/quote1225388105]

    Si infatti, hai ragione Ben, ho dimenticato di specificarlo!
    Parlando di fisiologia applicata alla natura universale, gli Annunaki avranno avuto 6 dita per qualche motivo di organizzazione cosmica, come ad esempio la proporzione aurea. Citavo il numero di “gruppi di colori” percepiti dall'uomo come ulteriore esempio di questa nostra fisiologia improntata anche su questa ripetitività del n.12. Non ne distinguiamo 3 o 20, ma 6, tutto qui. :si:


    #5062

    ezechiele
    Partecipante

    paolo scusa, quali sarebbero i sette colori? :ummmmm:


    #5063
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1225396616=ben.b]
    Salve ragazzi.

    La base 12 è una cosa e l'usare il 12 è un'altra.
    Usare il dodici deriva dal fatto che i nostri antichi “governatori” , gli annunaki hanno 12 dita , 6+6 , hanno avuto anche figli umani ed è rimasta la linea genetica di 6 dita.
    Alcuni regnanti , specie inglesi , avevano sei dita , e , si sa , molte unità di misura le stabilivano i re senza interpellare alcun scienziato , vedi il pollice , il piede , ecc. (c' è un quadro dove si vedono le sei dita).

    Gazie , Ben.

    [/quote1225396616]

    Ben, sai mica se è esistita una civiltà con 4 dita?


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #5064

    Mr.Rouge
    Partecipante

    Ti rispondo io ezechiele… 😉
    colore – intervallo lun. d'onda – intervallo freq.
    [color=#ff0000]rosso – ~ 700–630 nm – ~ 430–480 THz[/color]
    [color=#ff9900]arancione – ~ 630–590 nm – ~ 480–510 THz[/color]
    [color=#ffff00]giallo – ~ 590–560 nm – ~ 510–540 THz[/color]
    [color=#00ff00]verde – ~ 560–490 nm – ~ 540–610 THz[/color]
    [color=#0000ff]blu – ~ 490–450 nm – ~ 610–670 THz[/color]
    [color=#9900ff]viola – ~ 450–400 nm – ~ 670–750 THz[/color]

    [color=#9999ff]L'indaco starebbe tra il blu e il viola.[/color]

    questi sono i colori (con le loro sfumature) che percepiamo e a cui diamo un nome. :sagg:


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 83 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.