Preparativi per il 2012

Home Forum PIANETA TERRA Preparativi per il 2012

Questo argomento contiene 334 risposte, ha 61 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Voorst 11 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 335 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #62374

    rigelpd
    Partecipante

    dipende dal tipo di inversione, potrebbe essere un inversione che prevede un leno e graduale indebolimento, fino alla cessazione per poi una ripresa altrettanto lenta e graduale del campo invertito

    oppure potrebbe essere una situazione che vede il campo magnetico prima frammentarsi e diventare più caotico, e meno ordinato rispetto a questo, con più poli nord e sud; per poi riordinarsi con polarità invertita

    delle due la peggiore è la prima, essenzialmente xchè prevede un periodo di assenza di campo magnetico

    l'assenza di campo magnetico vuol dire assenza di scudo di protezione dalle particelle iper energetiche di vento solare, sono elettroni, protoni, e particelle alfa (nuclei di elio) che si muovono a velocità altissime e trasportano quindi una quantità di energia elevata

    si tratta di radiaizioni simili, almeno in parte, a quelle nucleari, e quindi dannose per l'organismo

    in realtà saremmo comunque protetti dall'atmosfera, solo che mancando l'altra protezione data dal campo magnetico arriveranno più di queste radiazioni al suolo

    insomma, tumori, leucemie, deformazioni etc…

    non a caso si stà pensando di collegare le grandi estinzioni della storia a periodi di inversione del campo magnetico terrestre


    #62377

    Voorst
    Partecipante

    Mi fanno molto piacere queste obiezioni, perché sono questioni già sollevate da altre persone in passato.
    Rispondo intanto ad Altair:

    Facciamo chiarezza, perché spesso ci sono fraintendimenti con termilogia che io normalmente non utilizzo, ma che adesso serve.

    1. le scorie radiottive sono una cosa, il materiale fisisile è un altro. Le scorie e il materiale fissionabile (U238 ad esempio) non possono creare fallout o campi radiattivi estesi. Il materiale fissile (U235, P239, U233, P241, N237, ecc…ecc…ec…) può, in certe precise situazioni, essere usato per una reazione di fissione a catena. Qualunque fisico nucleare può dirti che terremoti o diluvi o inversioni di campi magnetici non sono in grado di far partire da sole una reazione a catena di tutte le testate\centrali nucleari del mondo, poiché questa ha bisogno di specifici “input” che puoi vedere anche su wikipedia.

    Detto questo mi pare abbastanza evidente che a qualche migliaio di km di distanza da centrali nucleari si è sufficientemente al sicuro dalle radiazioni e dalla maggior parte degli effetti del fallout, a maggior ragione i campi radioattivi diretti di scorie hanno un campo d'azione molto inferiore!

    2. Arsenali NBC. Non tutti i paesi ne hanno, e non tutti gli agenti B e C sono in grado di sopravvivere\essere portati per migliaia di km in sudafrica da venti o acque…anzi, se facessimo un calcolo probabilistico esso sarebbe MOLTO basso (calcolo che lascio fare a te se vuoi J, se hai bisogno di sapere gli agenti B e C maggiormente prodotti e le caratteristiche di persistenza, ho qualche libro in merito, scrivimi pure in privato). Una nuova Bopal può creare grossi problemi solo nel raggio di pochi km. Ma qui ti chiedo la gentilezza di fornire degli esempi pratici; ovvero sarò sulle Drakensberg: quali impianti chimici, batteriologici o nucleari vedi come altamente rischiosi?

    Ti do un quadro più completo della notizia che riporti: gli inquinanti industriali americani ed europei arrivano più che grazie ai venti, grazie alle correnti marine: gli additivi si depositano infatti sul mare e sul plancton costituendo il cibo per i pesci, essi forniscono l’alimento principale dei mammiferi marini che lo sono a loro volta prede degli orsi polari.
    Il composto è il PBDE (polibrominato difenile) ed agisce sul sistema ormonale.

    Altra interessante notizia apparsa alcuni mesi fa riportava che bastarebbe che l’uomo sparisse da domani dalla faccia della terra perché l'inquinamento cominciasse già da subito a migliorare sensibilmente. Ovviamente certi inquinanti non sparirebbero che in migliaia di anni, ma la maggior parte dei prodotti dell’uomo si.
    Volevo solo dare un input “positivo” !shy
    🙂


    #62376

    altair
    Partecipante

    Per Voorst:

    Ti ringrazio per le informazioni molto dettagliate che ci hai fornito e passo a rispondere alla domanda che mi hai posto.

    Ma qui ti chiedo la gentilezza di fornire degli esempi pratici; ovvero sarò sulle Drakensberg: quali impianti chimici, batteriologici o nucleari vedi come altamente rischiosi?

    La dislocazione degli arsenali NBC piacerebbe a tutti conoscerla, ma, come tutti sappiamo, ciò non è possibile. Segreto militare. Molti siti sono tuttavia conosciuti o perlomeno sospettati.
    Chi può dire quanti sono quelli sconosciuti e, soprattutto, dove sono?

    Senz'altro la scelta delle Drakensberg è stata attentamente valutata, ma gli arsenali NBC in teoria possono essere dovunque.


    #62378

    Voorst
    Partecipante

    [quote1188929519=rigelpd]
    la fonte è la semplice conoscienza della fisica e della meccanica analitica

    sono laureato in astronomia a indirizzo planetologico, anche se adesso a un anno dalla laurea ho deciso di dedicarmi più all'ottica.

    comunque i fatti:

    la Terra possiede un enorme energia cinetica rotazionale:

    2.6 x 10^29 Joule

    Trattasi di una quantità di energia pari a quella che l'intero sole produce in tutte le direzioni in 100 secondi

    se si considera xò che il volume della Terra è 1.3 milioni di volte inferiore a quello del Sole, immagina tutta quell'energia stipata in un volume così “piccolo”

    la superficie solare è a 6000°C la superficie della Terra sarebbe a decine di migliaia di gradi

    la fisica e la meccanica ci dicono che quando rallentiamo un corpo rotante l'energia cinetica si trasforma in energia termica per via degli attriti

    quindi…

    aggiungo che non metto in dubbio l'ipotesi che il campo magnetico si inverta, quello si che è già successo e succederà ancora, quello che trovo assurdo è l'inversione della rotazione terrestre

    anche tenuto conto del fatto che il campo magnetico solare è enormemente inferiore a qualsiasi campo magneticoprodotto da magneti di laboratorio

    il campo magnetico solare, e quello terrestre, saranno anche molto estesi ma sono moooolto deboli, al massimo possono interagire tra loro ma non possono certo fermare la rotazione della Terra, a ma la pena hanno la forza di deviare il modo di particelle di pulviscolo interplanetario temporaneamente caricate dal vento solare
    [/quote1188929519]

    Si, ma non dimentichiamoci della conoscenza dell'italiano!!! !lol
    Sto scherzando ovviamente!
    Rispondo rapidamente xché devo uscire.

    Nei tuoi scritti confermi l'ipotesi del tuo “collega” Paul La Violette, che ha descritto nel suo “Earth under Fire” la possibilità di inversione dei poli magnetici.
    Sulla possibilità che la terra giri in senso inverso confermo che molti scienziati escludono tale possibilità: ma come spieghi le antiche leggende di pressoché tutte le popolazioni del mondo (dai Maori, agli Hopi, dalla bibbia alla Popul Vuh, fino ai testi sacri indiani come l'hahabarata e il ramayana, cinesi o dell'antico Egitto) i quali raccontano all'unisono di un periodo prolungato di buio o di luce? Sembra dunque che questo sia già accaduto, e se qualcuno è riuscito a tramandarlo…vuol dire che è riuscito a salvarsi.

    La soluzione + semplice per l'inversione del verso di rotazione è quella data proprio dalla meccanica: una dinamo i cui poli magnetici vengono invertiti comincerà a girare in senso opposto. Ma questo non è a mio avviso il punto + importante.

    Confermo anche la teoria secondo la quale saremo colpiti da immense radiazioni, con le conseguenze del caso. E questo è uno dei rischi maggiori nel caso si sopravviva: che non si tratti solo di una fortuna momentanea.
    D'altro canto le radiazioni diffilmente passano spessi strati di cemento armato, pietra e metallo, come gli HAB che abbiamo intenzione di costruire 😉
    Ciao


    #62379

    rigelpd
    Partecipante

    indipendentemente dal meccanismo che fa fermare un corpo rotante esso nel suo rallentare si scalda, e l'energia cinetica rotazionale diventa energia termica

    sia che la fermi con un grosso freno a contatto, sia che la fermi con l'azione di un campo magnetico la temperatura della Terra schizzerà a decine di migliaia di gradi per la semplice legge di conservazione dell'energia

    d'altra parte ribadisco una cosa importante:

    i campi magnetici solare e Terrestre sono infinitesimi

    il campo magnetico generato da un magnete di quelli che si possono trovare nei semplici microfoni è 100mila volte più potente e intenso di quello della Terra e milioni di volte più intenso di quello del Sole a questa distanza

    l'unica caratteristica che hanno questi campi magnetici è di essere molto estesi, soprattutto quello solare, ma, per esempio, anche l'atmosfera della Terra è molto estesa ma certo non riesce a sollevare nemmeno un piccolo sasso da 10kg

    si può sempre ipotizzare che il campo magnetico solare si potenzi di miliardi di miliardi di volte nei periodi di picco di cui parli, ma un campo così intenso non avrebbe effetto solo sulle correnti indotte ma anche e soprattutto sulla materia stessa, per farti un'esempio: se un campo magnetico solare tanto potente da far invertire la rotazione terrestre fosse stato presente 25800 anni fa lo avremmo dovuto rilevare nel paleomagnetismo, in modo enormemente più forte di come rileviamo il campo magnetico Terrestre

    ricorda, serve un campo magnetico miliardi di miliardi di volte superiore a quello attuale per fare ciò che dici

    per me la spiegazione più probabile ai periodi di notte molto lunga sono gli “inverni nucleari” (immaginoc he sai cosa intendo) dovuti alla caduta di un'asteroide o all'eruzione di un potente vulcano


    #62380

    Voorst
    Partecipante

    [quote1189009409=rigelpd]
    indipendentemente dal meccanismo che fa fermare un corpo rotante esso nel suo rallentare si scalda, e l'energia cinetica rotazionale diventa energia termica

    sia che la fermi con un grosso freno a contatto, sia che la fermi con l'azione di un campo magnetico la temperatura della Terra schizzerà a decine di migliaia di gradi per la semplice legge di conservazione dell'energia

    d'altra parte ribadisco una cosa importante:

    i campi magnetici solare e Terrestre sono infinitesimi

    il campo magnetico generato da un magnete di quelli che si possono trovare nei semplici microfoni è 100mila volte più potente e intenso di quello della Terra e milioni di volte più intenso di quello del Sole a questa distanza

    l'unica caratteristica che hanno questi campi magnetici è di essere molto estesi, soprattutto quello solare, ma, per esempio, anche l'atmosfera della Terra è molto estesa ma certo non riesce a sollevare nemmeno un piccolo sasso da 10kg

    si può sempre ipotizzare che il campo magnetico solare si potenzi di miliardi di miliardi di volte nei periodi di picco di cui parli, ma un campo così intenso non avrebbe effetto solo sulle correnti indotte ma anche e soprattutto sulla materia stessa, per farti un'esempio: se un campo magnetico solare tanto potente da far invertire la rotazione terrestre fosse stato presente 25800 anni fa lo avremmo dovuto rilevare nel paleomagnetismo, in modo enormemente più forte di come rileviamo il campo magnetico Terrestre

    ricorda, serve un campo magnetico miliardi di miliardi di volte superiore a quello attuale per fare ciò che dici

    per me la spiegazione più probabile ai periodi di notte molto lunga sono gli “inverni nucleari” (immaginoc he sai cosa intendo) dovuti alla caduta di un'asteroide o all'eruzione di un potente vulcano

    [/quote1189009409]

    Ciao Rigel,
    rispondo qui, ma eventualmente se vuoi continua pure su un post a parte, perché questo era rivolto a stabilire “cosa fare”, non alle cause che lo determinano. Anche la Netiquette vuole la sua parte! 😉

    Hai considerato che la terra non ha campo magnetico uniforme, infatti negli ultimi 2000 anni esso è sceso di intensità del 60% e ai poli sta diminuendo con maggior velocità (Fonte: G. Hulot – Istituto di Geofisica di Parigi).

    L'eventualità proposta da Geryl è un”esplosione elettromagnetica”, quindi un rapido aumento del magnetismo, ma anche una rapida diminuzione.
    Anche se il senso di rotazione non cambiasse, ciò non significa che l'evento catastrofico sia da escludersi.
    Questo è a mio avviso solo un dettaglio che nulla cambia la situazione ed i preparativi oggetto di questo post, ed un punto cui dò pochissimo peso in tutta onestà.

    Purtroppo la teoria degli inverni è valida solo per le leggende che parlano di giorni senza sole, ma non valida per i giorni senza notte. La considero cmq un'ottima possibilità, specialmente in vista delle eruzioni vulcaniche. Basti pensare che gli strati più bassi delle calotte polari contengono metalli tipici di eruzioni…e guarda caso i carotaggi, secondo alcune stime, fanno risalire l'ulitmo periodo “caldo” a 11.500 anni fa.
    Un caso? Forse si.

    Peraltro mi auguro che ciò che dici, riguardo all'impatto elettromagnetico, sia vero. Ho tutto da guadagnarci! 😉


    #62381

    zret
    Partecipante

    Bisogna prepararsi al peggio: carestie, siccità, conflitti, NWO etc. Forse la luce, ma dopo…


    #62382

    Anonimo

    Ritengo modestamente IMPOSSIBILE un arresto rotazionale della terra e sua ri-partenza in senso opposto, anche se fantascientificamente possibile.
    Quello che affermo è che invece potremmo giustificare una rotazione opposta partendo dal aftto che l'inclinazione dell'asse vari sensibilmente andando ben oltre i gradi dell'eclittica …. in tal modo la terra pur continuando a girare nello stesso verso, ai nostri occhi (abitanti) vedremmo il sole sorgere a occidente e morire ad oriente (come riporta bibbia e credo corano) dopo una lunga fase di non-giorno non-notte (asse inclinata a metà) ….cosa ne pensate?


    #62383
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1189346191=sakamopo]
    Ritengo modestamente IMPOSSIBILE un arresto rotazionale della terra e sua ri-partenza in senso opposto, anche se fantascientificamente possibile.
    Quello che affermo è che invece potremmo giustificare una rotazione opposta partendo dal aftto che l'inclinazione dell'asse vari sensibilmente andando ben oltre i gradi dell'eclittica …. in tal modo la terra pur continuando a girare nello stesso verso, ai nostri occhi (abitanti) vedremmo il sole sorgere a occidente e morire ad oriente (come riporta bibbia e credo corano) dopo una lunga fase di non-giorno non-notte (asse inclinata a metà) ….cosa ne pensate?

    [/quote1189346191]

    Parli in pratica di un ribaltamento della terra?


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #62384

    Anonimo

    Per Pasqal:
    si prtaicamente un “ribaltamento” che se non vado errato da dati di astrifisici vari, pare sia già accaduto , parecchie ere addietro….
    posso informarmi meglio a riguardo dandoti dati piu precisi.


Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 335 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.