Raeliani (senza polemica)

Home Forum PIANETA TERRA Raeliani (senza polemica)

  • This topic has 15 partecipanti and 116 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 117 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #77901
    Omega
    Partecipante

    [quote1229000396=windrunner]

    La religione professata dice: “NON BERE!” e questo viene visto come una restrizione, una privazione della libertà umana. Ma se ti avessero detto:

    “Guarda che se bevi molti alcolici crei delle brecce nella tua aura che potrebbero portare a spiacevoli conseguenze nonchè a 'visite sgradite' ” – allora forse le cose sarebbere diverse ora… ma è così…

    Questo è quanto sono arrivato a comprendere ma, ripeto, pieno rispetto a chi la pensa diversamente. Ma proprio a questi ultimi chiedo non solo di leggere i libri di Rael o di Sai Baba ma anche di leggere qualcosa sui Veda, qualcosa sui Chakra… insomma chi conosce le energie ed i Chakra non potrà mai dire: “Bevi fin che puoi perchè è la religione che per controllarci lo ha proibito” allora non si è capito proprio nulla ed anzi… a questo punto diventiamo noi stessi fautori di disinformazione.

    Prego di ragionare su queste parole. Grazie…
    [/quote1229000396]
    Windrunner, la religione autentica descrive il processo di Trasformazione interiore, necessario quanto urgente (seppur non obbligatorio) per questa Civiltà Terrestre. Non confondere le chiese, imperi e istituzioni con quanto i Profeti e Saggi hanno REALMENTE insegnato agli Uomini di buona Volontà.

    La Verità è nell'Essere – i limiti spirituali ce li siamo IMPOSTI noi umani per la questione di controllo, non per la questione di intelligenza. L'uomo ordinario è il giudice di se stesso.

    La libertà non è agire casualmente, ma scegliere se, quando e perché agire ed è per questo che occorre imparare ad usare la Coscienza, o meglio: i centri superiori della Coscienza umana.

    I limiti oscurantisti creano “pecore”, noi però siamo Esseri umani creati a immagine del Padre, creatori o co-creatoiri della Realtà interna ed esterna. Se sono gli altri a doverti dire di non ubriacarti, vuol dire che manchi di Coscienza, Conoscenza di te stesso, Comprensione della Realtà, Amore per il tuo Essere e l'Umanità.

    Nessuna religione può donarci quello che gli Antichi hanno chiamato “lo Sprito”, è una nostra precisa Scelta, quella di Ri-Conoscersi per quello che ognuno di noi E', ed Essere, senza dipendere dalle divinità oppure il Verbo di un Maestro. Non bisogna dire alla gente semplicemente: “Bevi fin che puoi”, ma occorre spiegare perché e come risvegliarsi o “illuminarsi” quindi lasciargli la libertà di bere fin che desiderano.

    Un Essere Consapevole non si ubriaca mai, ma non perché glielo impone questa o quella dottrina, è per scelta – e questa scelta se proviene da fuori di te non ha ALCUN valore spirituale. Non puoi diventare “spirituale” ossia “Essere”, per imposizione, vivendo immerso nella paura dalla punizione oppure dell'opinione del Prossimo.
    [color=#cc0066]__________________________________________________________[/color]

    Quanto segue è tratto da [link=http://ecologia.swami-center.org/page_44.shtml]Neale Donald Walsh “CONVERSAZIONI CON DIO”[/link]

    [color=#0077dd]__________________________________________________________[/color]

    — [color=#0033cc]No, intendo che Tu appaia in un modo indiscutibile, che non possa essere negato.[/color]
    — Come, per esempio?
    — [color=#0066ff]Per esempio, comparendo proprio adesso davanti ai miei occhi.[/color]
    — Lo sto facendo.
    — [color=#0099ff]Dove?[/color]
    — Dovunque tu guardi.
    — [color=#0099ff]No, intendo che sia in modo indiscutibile. Così che nessuno possa negarlo.[/color]
    — In quale modo potrebbe essere? In che aspetto ed in quale forma vorresti che Io appaia?
    — [color=#0099ff]Nell’aspetto e nella forma che hai veramente.[/color]
    — E’ impossibile, perché non ho un aspetto o una forma che potreste capire. Posso prendere un aspetto o una forma chiare per voi, però allora ognuno crederà che ciò che ha visto lui, è l’unico aspetto o forma di Dio, ma non uno dei tanti.
    La gente pensa che sono proprio così come Mi vede, e non come non Mi vede. Invece, sono Il Grande Invisibile e non quello che Mi mostro in un certo momento. In un certo senso, Io sono ciò che non sono.[color=#ff0000]20[/color] Arrivo proprio dal “non-Io” e ci ritorno sempre.
    Ma quando arrivo prendendo una certa forma… nella quale, secondo me, la gente Mi potrà capire, la gente Mi attribuisce per sempre questa forma.
    E se arrivo prendendo un'altra forma… affermeranno che non sono Io, perché ho un altro aspetto e dico altre cose. Quindi, come posso essere Io?

    Non è importante, in quale forma ed in che modo Mi apro. Qualunque aspetto Io scelga, qualunque forma prenda, — nessuno di essi sarà innegabile.
    — [color=#0099ff]Ma se Tu fai qualcosa che potrà provare che sei proprio Tu, senza domande né dubbi…[/color]
    — … Ci sarebbero ugualmente coloro che sosterrebbero che questo è un diavolo oppure il gioco di fantasia di qualcuno…
    Se Mi dimostro come Dio Onnipotente, il Signore della Terra e del Cielo e sposto le montagne per provarlo, lo stesso si troverà qualcuno che dirà: “E’ Satana”.
    E deve essere proprio così, perché Dio non rivela la Sua Essenza Divina per mezzo della percezione esterna, ma soltanto tramite la cognizione interna. Dopo che la cognizione interna ha scoperto la Propria Essenza Divina, la percezione esterna diventa inutile. Se, invece, avete bisogno della percezione esterna, la cognizione interna è impossibile.
    … (Per di più), non riceverai (da Dio) ciò che chiedi e non potrai avere ciò che vuoi, perché una preghiera, di per se, è l’affermazione che manca qualcosa.
    … La gratitudine, ecco l’affermazione più valida rivolta a Dio…
    Quindi, non devi chiedere mai. Ringrazia!
    … Se invece chiedi ed implori, avrai poche possibilità di provare ciò che, come ti sembra, tu scegli, poiché … il pensiero che sta dietro ogni preghiera, è l’affermazione che ti manca quello che desideri. Proprio questo … pensiero diventa la tua realtà.
    … Dio è l’osservatore e non il creatore (dei beni terrestri per la gente)[color=#ff0000]21[/color]. Dio è pronto ad aiutarti nella tua vita, ma non come ti potresti aspettare.
    … Dio ha creato il processo vitale e la vita stessa così come la conosci. E Dio ti ha dato la libertà di scegliere, cioè trattare la tua vita come ti piace.

    … Dio ha piena forza di combinare le intenzioni con i risultati. Non puoi crederci e non ci crederai (nonostante le tue affermazioni che Dio è onnipotente), perciò devi creare nella tua immaginazione una forza pari a Dio per trovare la causa che ostacola la realizzazione della volontà di Dio. Così avete creato nella vostra mitologia un essere che si chiama “diavolo”. Avete persino immaginato che Dio lotta contro di lui (pensando che Dio risolve i problemi con gli stessi metodi vostri). In fine avete immaginato che Dio può persino perdere questa guerra.
    … E se tu avessi preso un'altra decisione? Quale sarebbe il risultato?
    Ti dirò quale: vivresti come hanno vissuto Budda, Gesù, come hanno vissuto tutti i santi che sono deificati da voi.
    Però in questo caso la gente non ti avrebbe capito, com’è successo con la maggioranza di questi santi. E se tu avessi cercato di spiegare loro il tuo stato di tranquillità, la gioia di vita, l’estasi interna, avrebbero ascoltato le tue parole senza sentirle. Avrebbero cercato di ripetere le tue parole, però aggiungendo quello che pensano loro.

    Poi si sarebbero stupiti di come puoi avere ciò che loro non riescono trovare. Allora, avrebbe cominciato a crescere in loro la gelosia. Poco dopo la gelosia si sarebbe convertita in rabbia, e loro, pieni di collera, avrebbero cercato di convincerti che tu non capisci Dio.
    E se non fossero riusciti a disturbare la tua gioia, la loro furia sarebbe stata talmente grande, che avrebbero aspirato ad arrecarti del danno. E dopo, quando avresti detto loro che ciò non aveva importanza, che neppure la morte poteva interrompere la tua gioia e far vacillare la tua verità, sicuramente ti avrebbero ammazzato. Poi, dopo aver visto con quanta tranquillità avresti accettato la morte, ti avrebbero fatto santo e cominciato ad amarti di nuovo.

    … Se solo sapessi che sei il bellissimo, il più magnifico, il più meraviglioso essere mai creato da Dio[color=#ff0000]22[/color], non avresti mai paura!
    … Però non sai chi sei e credi d’essere molto piccolo. E da dove arriva la convinzione che sei molto meno bello di ciò che sei veramente? …Dalla gente di cui ti fidavi completamente…
    … Hai dimenticato come si può essere amato senza condizioni. Non ti ricordi la sensazione dell’amore di Dio. Ed hai cercato di immaginare che l’amore di Dio deve essere simile a quello che hai visto nel mondo.
    Hai attribuito a Dio il ruolo del ”genitore” (terrestre) e L’hai immaginato come Dio che giudica, premia o punisce in base alla valutazione che Egli compie delle tue azioni. Però è una visione di Dio primitiva basata sulla vostra mitologia e non ha niente che vedere con ciò che sono Io.

    In tal modo è stata creata tutta una teoria su Dio basata non sulle verità spirituali, ma sull’esperienza umana…: la paura.., l’idea di Dio severo e vendicativo. Questa teoria non è corretta, però negare questa idea sarebbe distruggere tutta la vostra teologia. Nonostante la nuova teologia che potrebbe sostituirla, vi avrebbe salvato veramente, non siete in grado di accettarla, perché l’idea di Dio, che non deve essere temuto, non giudica e non ha ragioni per punire, è troppo bella perché trovi un posto tra le vostre idee più audaci su Chi e Che cosa sia Dio.
    … Ti sto insegnando quanto segue: quando sceglierai di agire incitato dall’amore, farai (molto) più del solo sopravvivere, più del vincere, … più del conseguire progressi. Proverai tutta la gloria di Colui che Io sono e Che potresti (anche tu) diventare.
    Per raggiungerlo, devi lasciare gli insegnamenti dei tuoi… educatori… che sbagliano ed ascoltare coloro i cui insegnamenti e saggezza provengono da un’altra fonte.

    … Ti do il compito di conoscere te stesso come conosci Me.
    … Per diminuire il dolore che, secondo te, è collegato con l’esperienza terrestre e con ciò che capita a te ed agli altri, devi cambiare il tuo atteggiamento nei confronti di quest’esperienza e di questi eventi.
    Non puoi cambiare un evento esterno (perché è creato da tanti e non sei ancora sufficientemente grande come coscienza per cambiare individualmente ciò che è stato creato collettivamente), quindi, devi cambiare la tua percezione interna. E’ (questa) la via verso la maestria nella vita.
    Nulla è doloroso di per sé. Il dolore è il risultato di un pensiero sbagliato. E’ mentalità errata.
    … Però non devi biasimare né maledire, perché non sai il perché di quest’evento e cosa ne consegue.
    … Ho mai stabilito che cosa è “corretto” e cos’è “scorretto”, “devi fare”, “non devi fare”. Se l’avessi fatto, ti avrei lasciato senza un gran dono: la capacità di fare come vuoi e provare il risultato… Dirti di non fare qualcosa, sarebbe proibirtelo. Proibire significherebbe porti dei limiti…

    Ci sono persone che sostengono che ti ho dato la libera volontà. Nello stesso tempo affermano che se non Ti sottometti a Me, ti manderò all’inferno. E dov’è allora la libera volontà? E non dirti niente dei mutui rapporti tra noi (Io e te), non è quello che fa diventare Dio uno zimbello?
    … Esiste l’inferno, però esso non è quello che pensi. E lo stai provando non per le ragioni che ti hanno detto.

    — [color=#0099ff]Cos’è l’inferno?[/color]
    — E’ l’esperienza che viene creata dalle peggiori conseguenze possibili delle tue scelte, decisioni e creazioni.
    … L’inferno è il contrario della gioia. E’ la non realizzazione. E’ sapere chi e che cosa sei e non riuscire a provarlo.
    … Però non esiste l’inferno come un posto, inventato da voi, dove ti bruciano in una specie di fuoco eterno o dove permani costantemente tormentato. A quale proposito l’avrei creato?
    Anche se mi fossi attenuto all’idea completamente non Divina che tu “non meriti il Cielo”, perché avrei aspirato a vendicarmi in qualche modo o punirti del tuo fiasco? Non sarebbe più facile eliminarti? Quale Mia parte vendicativa ha bisogno di sottoporti alle sofferenze eterne non descrivibili con parole?

    Se rispondi che ciò è necessario per la giustizia, non sarebbe stato sufficiente solo privarti dei contatti con Me sul Cielo? Perché sarebbe necessario farti anche del male?
    Ti assicuro che non esiste l’esperienza post-mortale che avete inventato nelle vostre teologie basate sulla paura. Però esiste l’esperienza di un’anima talmente infelice, talmente scarsa, in tal grado più piccola dell’intero, talmente lontana dalla somma gioia di Dio, che per te (come anima) sarebbe un inferno. Però — te lo dico — non ti mando lì e neppure ti faccio provare quest’esperienza. Sei tu, tu stesso che te la crei…
    [color=#ffcc00]Footnote:[/color]

    [color=#ff0000]21[/color] – Cioè, noi stessi dobbiamo preoccuparci dei beni terrestri e non chiederli da Dio. Le parole di Gesù Cristo della preghiera-meditazione “Padre nostro…”non sono in contraddizione con quello che è stato detto: ciò che nella preghiera è stato tradotto come “Daci il pane quotidino per oggi” è l’alterazione completa di ciò che pensava Gesù (nella traduzione in ru sso). In questa frase Gesù parlava del contrario: del “pane spirituale”, cioè di conoscere il non materiale, il Divino, il Creatore, il Santo Spirito, il cos’è un Messia-Cristo, i metodi di cognizione del“Divino” e di come svilupparsi in Esso. E’ proprio il“cibo” che abbiamo il diritto e siamo obbligati a chiedere Dio\34. Tolstoi L.N. — Critica della teologia. “Izd. I.D. Sytina”, 1913\.


    #77902
    Pyriel
    Bloccato

    ….

    Ciò che è imperfetto crea imperfezione, genera putrefazione.


    #77903
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    [quote1229007453=Pyriel]
    ….

    Ciò che è imperfetto crea imperfezione, genera putrefazione.
    [/quote1229007453]

    UN PO' DI VITA !!!!…unn po' di ottimismo…siamo o non siamo figli di dio?…vedrai che non tutto è così sbagliato!
    …il pessimismo mi sa che ti ha fatto diventare cieco!


    #77904
    Pyriel
    Bloccato


    #77905
    Pyriel
    Bloccato

    C'è chi ha occhi alla carne chi allo Spirito, la vita non è Vita e non tutti sono figli di Dio, anzi… gli eloim sono dei veri maniaci
    sessuali, nella loro pseudo creazione ad
    ogni bestia hanno attaccato il loro chiodo
    fisso, e gli umani li compiacciono sempre,
    diventando schiavi della loro possessione.


    #77906
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    [quote1229112050=Pyriel]

    C'è chi ha occhi alla carne chi allo Spirito, la vita non è Vita e non tutti sono figli di Dio, anzi… gli eloim sono dei veri maniaci
    sessuali, nella loro pseudo creazione ad
    ogni bestia hanno attaccato il loro chiodo
    fisso, e gli umani li compiacciono sempre,
    diventando schiavi della loro possessione.
    [/quote1229112050]

    mi sa che staresti meglio se facessi un po' di SANO e tanto demonizzato…(da te…)…sesso!


    #77907
    meskalito
    Partecipante

    [quote1229115250=NEGUE72]
    [quote1229112050=Pyriel]

    C'è chi ha occhi alla carne chi allo Spirito, la vita non è Vita e non tutti sono figli di Dio, anzi… gli eloim sono dei veri maniaci
    sessuali, nella loro pseudo creazione ad
    ogni bestia hanno attaccato il loro chiodo
    fisso, e gli umani li compiacciono sempre,
    diventando schiavi della loro possessione.
    [/quote1229112050]

    mi sa che staresti meglio se facessi un po' di SANO e tanto demonizzato…(da te…)…sesso!

    [/quote1229115250]

    :hehe:


    #77908
    Pyriel
    Bloccato

    …..

    Eccone due di quelli.


    #77909
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    [quote1229158536=Pyriel]
    …..

    Eccone due di quelli.
    [/quote1229158536]
    che noioso che sei!
    …ma rilassati un po' Michè!


    #77910
    Omega
    Partecipante

    [quote1229159302=Pyriel]

    C'è chi ha occhi alla carne chi allo Spirito,
    la vita non è Vita e non tutti sono figli di
    Dio, anzi… gli eloim sono dei veri maniaci
    sessuali, nella loro pseudo creazione ad
    ogni bestia hanno attaccato il loro chiodo
    fisso, e gli umani li compiacciono sempre,
    diventando schiavi della loro possessione.

    [/quote1229159302]
    La vera questione è come poter [color=#cc0000]Amare[/color] il [color=#0066ff]Padre[/color], separati da se stessi ?

    Se abbiamo Paura di una parte di noi (vedi la Sessualità)

    evidentemente la nostra Comunicazione con la Sorgente ne risente,

    in termini di qualità, completezza, coscienza e Consapevolezza.

    L'Uomo ordinario ha DIVISO se stesso in due parti uguali

    (“demoniaco” e “divino”) per poter imperare sulle singole parti

    in mancanza della VERA Conoscenza della Realtà unitaria.

    Amare l'Essere che siamo, Spirito e Materia, Coscienza e Corpo

    (che sono la stessa cosa, seppur ognuno diverso)

    vuol dire tornare alle Origini – e Ri-Conoscersi l'Eterno Io Sono.

    La Sessualità Consapevole non è che una parte del tutto. Chi ne vede

    il pericolo, nel suo uso Equilibrato, denota una forte dipendenza

    forzatamente repressa e come tale un Errore da elaborare e Trascendere.


Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 117 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.