Riflessioni sulle guerre passate e future!

Home Forum PIANETA TERRA Riflessioni sulle guerre passate e future!

Questo argomento contiene 516 risposte, ha 48 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 3 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 311 a 320 (di 517 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #67077
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #67078
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    Libia, il discorso di Gheddafi dopo i bombardamenti

    http://notizie.tiscali.it/articoli/esteri/11/03/20/discorso-gheddafi.html


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #67079
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Giulietto Chiesa: “Intervento in Libia per proteggere i civili?
    No, solo per mettere le mani su petrolio e gas”

    http://notizie.tiscali.it/articoli/interviste/11/03/chiesa-giulietto-libia-intervista.html


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #67080
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Crisi libica, Cecilia Strada (Emergency): nessuna guerra può essere umanitaria

    http://notizie.tiscali.it/articoli/interviste/11/03/intervista-audio-cecilia-strada.html


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #67081
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Giusto per andare anche un po' in controtendenza… Questo articolo in rime mi ha fatto riflettere, e da un senso secondo me al peccato originale biblico, ovvero che vivendo ci si sporca (forse) comunque.
    Gli alleati non sarebbero dovuti intervenire contro il nazifascismo? Non hanno fatto morti anche loro a quel tempo? Non hanno avuto anche i loro interessi e guadagni economici in Europa intervenendo?
    …Sangue contro sangue… ~grrr

    Io sono personalmente che l'unica strada da percorrere era la diplomazia, ma non mi pare che ci sia mai stata la volontà da nessuna delle due parti… (occidentali e Gheddafi)…
    fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/23/gheddafi-ha-lo-stile-e-il-passo-degli-assassini/99481/

    Gheddafi ha lo stile e il passo degli assassini

    Una – rispettosa – lettera di dissenso a Giulietto Chiesa e altri compagni di viaggio. Sulla guerra in Libia.

    Io non ho conosciuto né Hitler né Mussolini,
    ma sento che Gheddafi somiglia a quegli assassini.
    Per l’alterigia fascista, lo stile, la celebrazione
    paranoica di se stesso, per l’astio, per l’ossessione.
    Per il plagio dei moltissimi miserabili innamorati
    che agitano i suoi ritratti vestiti da soldati.
    Per le minacce agli insorti di riprendere Bengasi
    e di ammazzarli tutti, cercandoli casa per casa.
    Per le camicie sgargianti, per la tenda da cialtrone,
    per le arroganze da servo che è diventato padrone.

    Per la malattia comune a molti liberatori
    di ripetere in grottesco lo stile degli oppressori.
    Per le minacce da mercante di schiavi africani
    di muovere carne umana contro i porti italiani.
    Per l’idea che ribadisce attraverso i propri figli
    che di un intero paese sia padrona una famiglia.
    Per il suo potere ottuso, arcaico, avaro,
    legittimato dal petrolio, benedetto dal denaro.
    E perché attacca gli insorti coi reparti militari,
    Con i carri, l’aviazione, le colonne di mercenari.

    Io non ho conosciuto nè Hitler né Mussolini
    Ma Gheddafi ha lo stile e il passo degli assassini.
    La rivolta in Nordafrica non ha un preciso confine:
    Non ha limiti egiziani, né libici o tunisini.
    Parole dimenticate sembrano parole nuove:
    Libertà, Tirannia, ritornano da chissà dove.
    È strana la coincidenza, ma sono gli stessi accenti
    Di Libertà e di Morte del nostro Risorgimento.
    E tra le molte assonanze, una di certo è sicura:
    Gli insorti vanno a morire contro una dittatura.

    Non intervenire in Libia perché è uno “stato sovrano”
    È come ammazzare di nuovo i nostri partigiani.
    Che di sicuro facevano il gioco degli americani
    Quando insorgevano, antifascisti e repubblicani.
    Dovevano gli alleati lasciar tranquilli i fascisti
    Onde evitare di dare una mano ai comunisti?
    Era meglio lasciar perdere l’intero fronte italiano
    O vincere, con l’aiuto di Cosa Nostra e Luciano?
    Che fastidio, le rivolte! Son così poco precise,
    e non sai mai chi comanda, chi paga, chi le ha decise…

    Allora, seguo l’istinto. Se vedo l’insurrezione
    contro un tiranno, d’istinto, sto con la ribellione.
    Se in dieci giorni si incendia quasi l’intera nazione,
    d’istinto so che quel popolo fa una rivoluzione.
    Se il dittatore risponde coi caccia e coi mercenari,
    d’istinto chiedo rimedi equivalenti e contrari.
    Se il dittatore vocifera di crociati e di martirio,
    D’istinto soffro con chi subisce questo delirio.
    E per istinto dico che Gheddafi è un assassino
    E che somiglia a Hitler, e somiglia a Mussolini.

    E’ vero che le Potenze attivano strategie
    Per disegnare nel mondo sanguinose geometrie.
    Ma suggerisco l’ipotesi che le Rivoluzioni
    Chiedano ragionamenti, ma soprattutto passione.
    Quindi, massimo rispetto per Strada e Chiesa,
    ma sento da quei deserti vibrare la Marsigliese.
    E massimo rispetto per Fini e Zanotelli
    Ma sbocciano primavere. E questa è una di quelle.
    E ribadendo disprezzo per il ciarpame latino
    e l’identico ciarpame dell’orgoglio beduino,

    ripeto che non ho visto né Hitler né Mussolini,
    ma che Gheddafi ha lo stile e il passo degli assassini.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #67082
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #67083
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    mmmmmmmmmmmmmmmmmmm


    #67084
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    Quando i ricchi si fanno guerra tra loro,
    sono i poveri a morire…
    Jean Paul Sartre


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #67085
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #67086
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1300993653=brig.zero]

    Quando i ricchi si fanno guerra tra loro,
    sono i poveri a morire…
    Jean Paul Sartre
    [/quote1300993653]

    Questo è vero… ma quindi tu non combatteresti in nessun caso? La pseudo-libertà che abbiamo acquisito, è stata pagata a caro prezzo…
    In questi giorni ci penso continuamente… fino a dove può arrivare il pacifismo, valore nobile a mio modo di vedere, ovvero ferma volontà nel non utilizzo della violenza? Diventa indifferenza?

    [quote1300993806=kingofpop]
    mmmmmmmmmmmmmmmmmmm
    [/quote1300993806]
    Ommm 🙂


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

Stai vedendo 10 articoli - dal 311 a 320 (di 517 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.