Riflessioni sulle guerre passate e future!

Home Forum PIANETA TERRA Riflessioni sulle guerre passate e future!

Questo argomento contiene 516 risposte, ha 48 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 3 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 331 a 340 (di 517 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #67095

    deg
    Partecipante

    [quote1301870095=prixi]

    ed ovviamente si riferivano al Risiko del sabato sera 🙂
    [/quote1301870095]

    hahaha

    L'intervista in realtà è del 2007 ma non sapevo se era già stata tradotta …. e essendo di attualità .. 😉


    #67098
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    bhè molti di questi attacchi sono sempre fatti sottobanco..non mi sorprende leggere queste cose..la gente invece si meraviglia quando sente o legge certe dichiarazioni


    #67099

    Erre Esse
    Partecipante

    Benjamin Fulford:
    http://benjaminfulford.net/

    This Week’s Weekly Geopolitical News and Analysis will come out on Tuesday, April 5th because we wish to see if our Serbian intelligence contact was right about the impending nuclear attack on Camp Bondsteel. If he is, then some sort of announcement by the perpetrators of this attack is expected to follow. If not, then we try to figure out what the purpose of will have turned out to be disinformation was.

    Questa rassegna settimanale di news e analisi geopolitiche uscirà martedì 5 aprile, perchè vogliamo vedere se il nostro contatto dell'intelligence serba ha ragione nel ritenere incombente un attacco nucleare su [link=http://fr.wikipedia.org/wiki/Camp_Bondsteel]Camp Bondsteel[/link]. Se ha ragione, un qualche tipo di annuncio è atteso in seguito da coloro che ci stanno dietro, Se non ha ragione, proveremo dunque a calcolare a che scopo vi sia stata volontà di spargere disinformazione.

    Mah, non so che pensare…
    ~grrr


    #67100

    deg
    Partecipante

    [quote1302035995=deg]
    L'attacco alla Libia era previsto da 10 anni

    [youtube=]w4USJnoOgiY

    [/quote1302035995]

    Ecco, hanno inserito la mia traduzione corretta, lo ripropongo, si segue meglio:

    [youtube=]fW8mLDtq9Ls


    #67101

    AURASOMA
    Partecipante

    B.giorno a Tutti.
    Vorrei postare questo pensiero che mi è venuto guardando i video/tv
    sulle masse di clandestini/profughi che stanno arrivando in queste ore.
    Non so per quale motivo, ma io sto associando tutto cio' ad una “invasione” silenziosa. Non sento che si tratti di profughi…, non vedo famiglie in fuga, non vedo disperazione….// Vedo solo un di giovani (soldati???) neanche così sofferenti, anzi talvolta irriverenti verso chi li ospita. Cosa si nasconde dietro tutto ciò, chi manovra questo?? E i nostri governanti sono così privi di responsabilità?? Perchè permettono questa “invasione” contrariamente a tutti gli Stati a noi vicini che contro i clandestini (e sottolineo clandestini – quindi non in regola con la legge del Paese che li ospita – usano ben altri mezzi per contrastarla???
    E' un caso (l'ho letto da qualche parte) che i trafficanti di armi negli ultimi tempi stiamo facendo ottimi affari con Paesi del Nord Africa???
    Cosa ci dovremo aspettare in un futuro prossimo secondo voi???
    Spero di aver trasmesso il mio pensiero e sarei curiosa di sapere se qualcuno ha le stesse mie sensazioni.:(


    #67102
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum


    #67103

    AURASOMA
    Partecipante

    [quote1302081971=AURASOMA]
    B.giorno a Tutti.
    Vorrei postare questo pensiero che mi è venuto guardando i video/tv
    sulle masse di clandestini/profughi che stanno arrivando in queste ore.
    Non so per quale motivo, ma io sto associando tutto cio' ad una “invasione” silenziosa. Non sento che si tratti di profughi…, non vedo famiglie in fuga, non vedo disperazione….// Vedo solo un esercito di giovani (soldati???) neanche così sofferenti, anzi talvolta irriverenti verso chi li ospita. Cosa si nasconde dietro tutto ciò, chi manovra questo?? E i nostri governanti sono così privi di responsabilità?? Perchè permettono questa “invasione” contrariamente a tutti gli Stati a noi vicini che contro i clandestini (e sottolineo clandestini – quindi non in regola con la legge del Paese che li ospita – usano ben altri mezzi per contrastarla???
    E' un caso (l'ho letto da qualche parte) che i trafficanti di armi negli ultimi tempi stiamo facendo ottimi affari con Paesi del Nord Africa???
    Cosa ci dovremo aspettare in un futuro prossimo secondo voi???
    Spero di aver trasmesso il mio pensiero e sarei curiosa di sapere se qualcuno ha le stesse mie sensazioni.:(
    [/quote1302081971]


    #67104
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    D.T. – Come possiamo cambiare questa situazione?
    M.M. – Non so, credo che si debba partire col tentare di dare una risposta a noi stessi, al nostro vicino di casa, al nostro compagno di banco, al nostro collega. Dovremmo ricercare un atteggiamento di ascolto sia nei confronti del sé che dell’altro.
    Anche in questo caso, i media svolgono un ruolo chiave seminando il terrore e cercando di dipingere il nostro vicino, collega o parente come il vero nemico. Qui abbiamo assistito ad un cambio di paradigma. Prima il nemico era all’esterno, era il “comunista”, il “russo”, l’anticapitalista. Oggi è il nostro vicino di casa.
    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/warology-documentario-guerra.php


    #67105
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1302122651=AURASOMA]
    [quote1302081971=AURASOMA]
    B.giorno a Tutti.
    Vorrei postare questo pensiero che mi è venuto guardando i video/tv
    sulle masse di clandestini/profughi che stanno arrivando in queste ore.
    Non so per quale motivo, ma io sto associando tutto cio' ad una “invasione” silenziosa. Non sento che si tratti di profughi…, non vedo famiglie in fuga, non vedo disperazione….// Vedo solo un esercito di giovani (soldati???) neanche così sofferenti, anzi talvolta irriverenti verso chi li ospita. Cosa si nasconde dietro tutto ciò, chi manovra questo?? E i nostri governanti sono così privi di responsabilità?? Perchè permettono questa “invasione” contrariamente a tutti gli Stati a noi vicini che contro i clandestini (e sottolineo clandestini – quindi non in regola con la legge del Paese che li ospita – usano ben altri mezzi per contrastarla???
    E' un caso (l'ho letto da qualche parte) che i trafficanti di armi negli ultimi tempi stiamo facendo ottimi affari con Paesi del Nord Africa???
    Cosa ci dovremo aspettare in un futuro prossimo secondo voi???
    Spero di aver trasmesso il mio pensiero e sarei curiosa di sapere se qualcuno ha le stesse mie sensazioni.:(
    [/quote1302081971]

    [/quote1302122651]
    Ciao Aurasoma,
    non mi trovo in accordo con la tua sensazione.
    Quello che la Tv trasmette, a mio parere ha solo lo scopo di creare paura e diffidenza, come se già quella che è in essere da tanti anni non bastasse.
    Le migrazioni non sono mai avvenute,correggimi se sbaglio, in prima istanza con intere famiglie … vanno in avanscoperta gli uomini giovani, cioè quelli “forti”, per cercare un luogo che possa offrire un lavoro, una casa, quello che serve per vivere … e questa ricerca comporta dormire dove capita, fare la fame, e chissà quanta strada e chissà quanto tempo prima di trovare ciò per cui si è partiti … solo dopo aver trovato questo, le famiglie li raggiungono …
    Molti dei nostri nonni o padri, conoscono bene il sacrificio di una migrazione.
    Se poi alla TV, trasmettono solo episodi di gente “poco rispettosa” (o forse solo esasperata dal confinamento a “dei campi di concentramento” come le tendopoli senza giurisdizione improvvisati e senza sbocco), siamo di fronte all'ennesimo giochetto dei media per alimentare un razzismo pregiudizievole.
    Il commercio di armi con l'Africa è solo la punta dell'iceberg di un commercio planetario, che si perpetua per scopo di lucro ancor prima di “ideare” una manovra politica.
    Permettere a migranti in fuga da una situazione di conflitto bellico e/o politico, di entrare in uno stato, è un atto doveroso e di umanità … la pre-etichettatura clandestina, la eviterei , poichè che siano clandestini o aventi diritto di cittadinanza e/o asilo politico, è da verificare caso per caso.
    Mettiamoci nei loro panni, da essere umano a essere umano … non faremmo la stessa cosa se il nostro paese di origine non ci permettesse più una vita come abbiamo ora ???
    Che poi tutta questa cosa sia stata molto mal gestita e abbia politicamente delle zone molto poco chiare, ne convengo … ma eviterei di pensare ad una invasione dai risvolti cosi inquietanti come supponi …
    Cerchiamo di non sprofondare nella filosofia del terrore .. perchè ( a mio parere) perpetuare questi pensieri di angoscia e di inevitabili conflitti, è di per sè un'arma che puntiamo contro noi stessi . .. e potremo trovarci, nostro malgrado, ad essere profeti di un evento che non era neppure stato pianificato in origine.


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #67106

    AURASOMA
    Partecipante

    b.Giorno Prixi.
    Comprendo la tua posizione ma continuo a rimanere della mia opinione. Al di là di ciò che ci propinano i media, vorrei solo sottilineare alcune cose. In una vera situazione di pericolo, non si mandano prima quelli forti in avanscoperta….ma si fanno i fagotti e si fugge cercando di mettere in salvo la propria famiglia (profughi). se si tratta invece di lavoratori in cerca di futuro, come sono stati i nostri nonni, allora è un'altra storia. Anche noi siamo stati un popolo di migranti, anche noi lo abbiamo già fatto…e dobbiamo rispettare chi ci ha accolto e fare la stessa cosa con chi ha più bisogno di noi in questo momento. Qui pero' credo si tratti di altro (ripeto, sono sensazioni, come ho ben specificato) qui si entra nel discorso Clandestinità…..e già sapere che 10/20.000…chissà quante persone, sono appena entrate nel nostro Paese, senza un nome, senza un indirizzo, senza un lavoro, che dopo pochi giorni nei campi di accoglienza spariscono nel nulla…..
    Anche i miei nonni sono migrati in francia ai primi del novecento, per lavorare, ma si erano “accreditati” presso il paese ospitante!
    Mi risulta che a Lampedusa, siano già stati commessi furti, effrazioni in abitazioni, etc…e che la polizia locale non abbia nemmeno accettato la denuncia degli abitanti danneggiati….Perchè??????
    Chi dobbiamo compiacere??
    Non sarebbe forse meglio aiutare questa gente nel loro Paese in primis, invece di fomentare questo commercio illegale di carne umana, oppure di programmare gli ingressi in modo da accogliere gli immigranti in modo “legale” garantendo loro un minimo di dignità e una maggiore sicurezza per noi e loro???
    Tutta questa gente senza nome, adesso dove va a finire?????? dove troverà le risorse per sostenersi?
    E infine, perchè spetta solo all'Italia questo compito??? vero che Lampedusa è la più vicina, ma visto che è la Francia la prima ad attaccare, perchè ci lascia a noi tutta la patata bollente???
    Sono tutte riflessioni buttate là…a raffica….


Stai vedendo 10 articoli - dal 331 a 340 (di 517 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.