Riflessioni sulle guerre passate e future!

Home Forum PIANETA TERRA Riflessioni sulle guerre passate e future!

Questo argomento contiene 516 risposte, ha 48 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 517 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #66797
    elerko
    elerko
    Partecipante

    La seconda guerra Mondiale

    finì così … terminò con un lampo

    con l'arma di distruzione di massa ( pardon “arma tattica nucleare”)

    In un milionesimo di secondo, un nuovo sole si accese nel cielo,
    un bagliore bianco, abbagliante, cento volte più dello stesso sole
    In un secondo la prima palla di fuoco irradiò milioni di gradi su Hiroshima (350.000 abitanti).
    In questo secondo, 86 000 persone arsero vive all'istante.
    In questo secondo, altre 72 000 persone subirono gravi ustioni e per anni seguì
    una sinistra scia di morte e sofferenza. Alla fine per i danni arrecati dalle radiazioni nucleari le vittime accertate della bomba atomica furono 221.823 su 350.000 abitanti.
    In questo secondo, 6.820 case furono sbriciolate e scagliate in aria dal risucchio di un vuoto d’aria, per chilometri di altezza nel cielo sottoforma di una colossale nube di polvere.
    In questo secondo, furono spazzati via altri 3.750 edifici, le cui macerie si incendiarono.
    In questo secondo, raggi mortali di neutroni e raggi gamma, bombardarono
    il luogo dell’esplosione per un raggio di un chilometro e mezzo;
    le giovani donne sopravissute colpite da queste radiazioni in seguito partorirono mostri.

    In questo secondo, l’uomo, che Dio aveva creato a sua immagine e somiglianza,
    ha compiuto, con l’aiuto della scienza (che dicono dovrebbe “civilizzare”) ,
    il primo tentativo per annientare se stesso.
    Il tentativo è perfettamente riuscito.
    Gli uomini con quest'arma micidiale
    sono riusciti a creare uomini a loro immagine e somiglianza:
    cioè dei mostri


    senza testa… senza corpo… senza gambe… senza faccia ….senza cervello

    E se qualcuno in Europa metteva dentro i forni crematori gli uomini,
    in Giappone il forno crematorio a tutti gli abitanti glielo hanno invece servito a domicilio,
    dall'alto, che è … meno “ripugnante”.

    Truman alla notizia del felice esito distruttivo:
    “Con questa bomba noi abbiamo ora raggiunto una gigantesca forza di distruzione, che servirà ad aumentare la crescente potenza delle forze armate. Stiamo ora producendo bombe di questo tipo, e produrremo in seguito bombe anche più potenti”
    (Comunic.Ansa, 6 agosto 1945, ore 20,45)

    Fonte e Articolo completo: http://cronologia.leonardo.it/storia/a1945.htm

    MA QUESTI UN ANIMA CE L'HANNO???? :&o


    #66799
    elerko
    elerko
    Partecipante

    Guerra in Iran? America sconfitta in partenza

    Con la crisi finanziaria e le speculazioni sul petrolio, si fa sempre più vicina l'ipotesi di un prossimo conflitto armato con l'Iran per rispondere al fallimento del sistema economico-energetico del mondo occidentale. Possiamo tuttavia ipotizzare che il conflitto iraniano è quanto meno lontano, considerando che gli Stati Uniti hanno messo su una grande campagna di minacce e propaganda per demonizzare l’Iran e creare il terrore intorno alle politiche di arricchimento dell’uranio…..

    continua: http://italia.etleboro.com/?read=10427


    #66798

    iniziato
    Partecipante

    sarebbe la fine degli usa, una guerra con l'iran li metterebbe a terra, poi come facciano a mantenere tutti questi fronti??bo? impossibile dai, afghanistan iraq somalia … con tutti i retroscena che ben sappiamo dove il singolo soldato è ormai mentalmente ed emotivamente distrutto e giù di suicidi, depressioni e morti da uranio impoverito …

    L'unica carta sarebbe la guerra con armi non convenzionali… ma mi auguro che sia una carta che non venga mai giocata.


    #66800
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1214821769=iniziato]
    sarebbe la fine degli usa, una guerra con l'iran li metterebbe a terra, poi come facciano a mantenere tutti questi fronti??bo? impossibile dai, afghanistan iraq somalia … con tutti i retroscena che ben sappiamo dove il singolo soldato è ormai mentalmente ed emotivamente distrutto e giù di suicidi, depressioni e morti da uranio impoverito …

    L'unica carta sarebbe la guerra con armi non convenzionali… ma mi auguro che sia una carta che non venga mai giocata.
    [/quote1214821769]

    Io invece non so…..

    …..Ho come l'impressione che l'attacco all'Iran avvenga prima delle elezioni in America (novembre).

    è una forte sensazione che ho da tempo :hihi:


    #66801

    iniziato
    Partecipante

    spero proprio di no, basta sangue.


    #66802
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1214822826=iniziato]
    spero proprio di no, basta sangue.
    [/quote1214822826]

    Purtroppo loro si nutrono di: paure, sangue, disperazione, cattiveria, rabbia, dolore.

    Non possono permettersi che l'umanita viva in uno stato di PACE e AMORE.
    SAREBBE LA FINE PER LORO.


    #66803
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    fate un po voi

    EUROPA ABBIA ANCHE POLITICA DI DIFESA COMUNE – Nel confronto con Henry Kissinger, Giorgio Napolitano ha affermato che l'Unione Europea deve farsi carico più apertamente anche dei problemi di una politica comune nel campo della sicurezza e della difesa, per rendere credibile il suo operato ed essere conseguente con gli impegni nelle missioni multilaterali di stabilizzazione in numerose aree che comportano già “una presenza anche militare con uno spiegamento di uomini e mezzi mai raggiunto dopo la Seconda Guerra Mondiale”. L'Europa nel suo insieme, ha aggiunto il Presidente della Repubblica, “ha riconosciuto e riconosce di dover rafforzare la sua 'capability' militare”. La fase di transizione attraversata dall'Europa, ha detto Napolitano, crea certamente delle “difficoltà sul terreno di un impegno comune Ue-Usa per la sicurezza mondiale, ma non regge la polemica distinzione che si è fatta tra Marte e Venere. In Europa si è manifestata in misura crescente la consapevolezza dell'impossibilità di fare esclusivo riferimento alla forza degli Stati Uniti per fronteggiare le sfide globali”.
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_104795341.html


    #66804
    elerko
    elerko
    Partecipante

    Dove ci vuole portare quest'individuo?
    Leggete tutto l'articolo e traetene la conclusioni:

    Napolitano: “L'Italia ce la può fare
    ma servono concordia e sacrifici”

    Il “filo rosso” che verrà. Sulla necessità di collaborazione tra Europa e Usa, non solo in campo economico ma anche in quello della sicurezza, si è soffermato poi Giorgio Napolitano, augurandosi che “non sia troppo lontano il momento in cui per parlare con l'Europa il presidente degli Stati Uniti potrà chiamare un singolo numero di telefono e trovare all'altro capo chi sappia e possa rispondergli rappresentando e impegnando l'Unione Europea nel suo insieme”.

    http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/politica/napolitano-cinque/filo-rosso-ue-usa/filo-rosso-ue-usa.html

    Perchè non comincia lui a fare sacrifici.


    #66805
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ops!

    http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Curiosita/IL-FMI-CONTROLLERA-GLI-STATI-UNITI-di-Maurizio-Blondet/

    Quando uno Stato è incapace di tenere i suoi conti in ordine, accumula debiti su debiti con le banche estere, ed è vicino all’insolvenza, di solito riceve la visita di esperti del Fondo Monetario Internazionale. Questo ente sovrannazionale, nato a Bretton Woods, gestisce la sanità del sistema monetario internazionale; può fornire ulteriori prestiti al Paese rovinato, ma come contropartita, può imporre durissime «ricette di risanamento», che vanno dalla svalutazione della moneta nazionale, alla «privatizzazione» o vendita di «attivi» nazionali (miniere, ad esempio), a tagli della spesa pubblica giudicata improduttiva (secondo i creditori). Praticamente, il Paese è sottoposto a gestione controllata e a pignoramento.

    Ma non è mai accaduto che i revisori del Fondo Monetario bussassero alla porta di Washington: non foss’altro perchè Washington è il principale «azionista» del Fondo, di cui detiene con Londra (i due vincitori della seconda guerra mondiale)
    il 60% delle quote.

    Stavolta invece accade, e ne dà notizia lo Spiegel: il Fondo Monetario «ha informato» Ben Bernanke, il governatore della Banca Centrale USA (Federal Reserve) che intende procedere a un esame generale del sistema finanziario USA. Il consiglio direttivo ha decretato quello che chiama un «Financial Sector Assessment Program» delle finanze americane. Sarà, scrive Der Spiegel, «nè più nè meno che una radiografia completa del sistema finanziario USA».

    La conclusione: «Mai nessun governatore della Federal Reserve nella storia americana è stato obbligato a sottoporsi alla umiliazione che attende Ben Bernanke»…..

    e oplà!

    http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Geopolitica/ANCORA-SUL-TRATTATO-DI-LISBONA-News-Internazionali/

    ANCORA SUL TRATTATO DI LISBONA News Internazionali

    Nonostante la palese difficoltà, per il normale cittadino, di comprendere le effettive conseguenze che comporterebbe l’implementazione del trattato di Lisbona, è ormai chiaro che il rifiuto dell’Irlanda ha fatto da catalizzatore ad un malcontento inespresso, che ha trovato voce di recente anche nei presidenti di Cecoslovacchia e Polonia.

    Quella che segue è la traduzione di un articolo irlandese – pubblicato prima del rifiuto referendario – che cercava di illustrare ai cittadini tali potenziali conseguenze negative. Fatto salvo per un paio di argomentazioni che riguardano l’Irlanda (la sua neutralità militare, soprattutto), il resto delle obiezioni ha lo stesso identico valore anche per noi.

    mi sa che qualcosa non sta funzionando come doveva..


    #66806
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    oooooooooooops!!! e Titor aveva torto?

    SEDUTA SEGRETA AL PARLAMENTO USA di Maurizio Blondet

    E’ accaduto il 13 marzo scorso. La camera dei rappresentanti degli Stati Uniti (la Camera Bassa) ha tenuto una seduta segreta e notturna, su richiesta del partito repubblicano. L’argomento in discussione, apparentemente, una proposta di legge dei democratici che, sostanzialmente, toglieva l’immunità retroattiva – voluta da Bush – alle compagnie telefoniche che hanno condotto intercettazioni delle telefonate dei loro clienti senza mandato giudiziario, com’è accaduto dopo l’11 settembre.

    Secondo gli australiani, diversi rappresentanti sono usciti dalla sessione segreta «così furiosi e preoccupati dal futuro del Paese, che hanno lasciato filtrare qualche informazione». Perchè, a quanto pare, i repubblicani, per convincere i democratici a ritirare la proposta che limita le intercettazioni, hanno rivelato ben più che sul tema all’ordine del giorno.

    I rappresentanti avrebbero ascoltato dettagli su «l’imminente collasso dell’economia USA previsto per settembre 2008, l’imminente collasso delle finanze statali per febbraio 2009, la possibilità di guerra civile in USA come conseguenza del crollo» economico. Si sarebbe parlato anche di «retate anticipate di cittadini USA insorgenti» e della loro detenzione in campi di concentramento (denominati REX 84) già costruiti sul territorio.

    ———————-
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.834

    24 Alcuni saranno uccisi dalle armi nemiche, altri saranno deportati in tutte le nazioni del mondo. Gerusalemme sarà conquistata e calpestata dagli stranieri, finché non finirà il periodo del loro trionfo.

    ——————–


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 517 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.