Riflessioni sulle guerre passate e future!

Home Forum PIANETA TERRA Riflessioni sulle guerre passate e future!

  • This topic has 516 risposte, 48 partecipanti, and was last updated 4 years fa by RichardRichard.
Stai vedendo 10 articoli - dal 491 a 500 (di 517 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #67257
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    Questi avvenimenti sono stati censurati dai media appartenenti al mainstream, i quali proseguono senza tregua il loro sforzo, finalizzato a indurre l'opinione pubblica di tutto il mondo a credere che gli eventi siriani siano una nuova “rivoluzione del popolo”, mentre i fatti dimostrano chiaramente che si tratta di un altro sanguinoso “cambio di regime” incentivato dal Governo americano.

    Questa non dovrebbe essere una sorpresa. La storia ricorda che la CIA ha orchestrato innumerevoli insurrezioni violente in diversi Paesi del mondo, armando bande di mercenari e “squadroni della morte”, con l'obiettivo di rovesciare i governi nazionali ed espandere la dominazione americana in ogni angolo del globo.

    Nel 1988, l'allora comandante del locale distaccamento John Stockwell, che portò avanti la guerra segreta in Angola, valutò che la CIA avesse organizzato approssimativamente 3000 operazioni maggiori e 10.000 operazioni minori di questa tipologia, che provocarono la morte di più di 6 milioni di persone.

    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__obiettivo-siria-libro.php?pn=1085&utm_source=partner&utm_medium=banner&utm_content=468×60&utm_campaign=banner_partner_obiettivo_siria


    #67258
    camillocamillo
    Partecipante

    Ad rivum eundem lupus et agnus venerant
    siti compulsi; superior stabat lupus
    longeque inferior agnus. Tunc fauce improba
    latro incitatus iurgi causam intulit.
    «Cur» — inquit — «turbulentam fecisti mihi
    aquam bibenti?». Laniger contra timens:
    «Qui possum, quaeso, facere, quod quereris, lupe?
    A te decurrit ad meos haustus liquor».
    Repulsus ille veritatis viribus:
    «Ante hos sex rnenses male, ait, dixisti mihi».
    Respondit agnus: «Equidem natus non eram».
    «Pater hercle tuus, ille inquit, male dixit mihi».
    Atque ita correptum lacerat iniusta nece.
    Haec propter illos scripta est homines fabula,
    qui fictis causis innocentes opprimunt.
     
     
    Traduzione  
     
    Un lupo e un agnello, erano giunti al medesimo ruscello spinti dalla sete; il lupo era superiore (in un luogo più alto) l’agnello di gran lunga in basso. Allora il brigante sollecitato dalla sua insaziabile fame suscitò un pretesto per litigare. «Perché», disse, « mi hai reso torbida l’acqua  che bevevo?». L’agnello, timoroso, di rimando : «In che modo posso di grazia fare ciò che ti lamenti, lupo? L’acqua scorre da te alle mie labbra». Quello spinto dalla forza della verità: «Hai sparlato di me, sei mesi fa». L’agnello rispose: «In verità non ero nato». «Tuo padre in verità, quello aveva sparlato di me». E così afferra l’agnello e lo sbrana per un’ingiusta morte. Questa favola è stata scritta per quegli uomini, che opprimono gli innocenti con finti pretesti.
    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1619875&utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+wallstreetitalia+%28Wall+Street+Italia%29


    #67259
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Bella storia Camillo purtroppo è propio vera credo che il lupo pensi di essere una agnello o forse non pensa propio sta di fatto che finite le pecore e agnelli .. che cosa farà?


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #67260
    camillocamillo
    Partecipante

    Beh…! Se attacca Obama abbia almeno la decenza di restituire il nobel per la pace.
    I russi i ribelli e molte altre fonti sostengono che c'è stato un ” errore” da parte dei ribelli stessi. Questa notte Rai new ha mostrato un filmato dei russi che sosteneva la stessa tesi. certo un filmato è solo un filmato. Ma … a parte dire che si sono usate le armi chimiche che prove ha mostrato Obama? Scommetto che l'unica cosa che tutti noi abbiamo visto è un filmato con cadaveri e qualche tanica di chissà che … Punto e basta.
    http://www.tempi.it/siria-ribelli-armi-chimiche-ghouta-reportage#.UihSqnlH6Uk

    Ah capisco Obama ha i Suoi Servizi Segreti, ma… quello che dicono è un segreto, altrimenti che servizi segreti sarebbero!!!? Della serie:
    “Insomma è così! fidatemi di me! scateniamo una guerra più o meno giusta… poi anche voi vedrete i benefici nella bolletta del… petrolio.”


    #67261
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante
    #67262
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    [quote1378386876=camillo]
    Ad rivum eundem lupus et agnus venerant
    siti compulsi; superior stabat lupus
    longeque inferior agnus. Tunc fauce improba
    latro incitatus iurgi causam intulit.
    «Cur» — inquit — «turbulentam fecisti mihi
    aquam bibenti?». Laniger contra timens:
    «Qui possum, quaeso, facere, quod quereris, lupe?
    A te decurrit ad meos haustus liquor».
    Repulsus ille veritatis viribus:
    «Ante hos sex rnenses male, ait, dixisti mihi».
    Respondit agnus: «Equidem natus non eram».
    «Pater hercle tuus, ille inquit, male dixit mihi».
    Atque ita correptum lacerat iniusta nece.
    Haec propter illos scripta est homines fabula,
    qui fictis causis innocentes opprimunt.
     
     
    Traduzione  
     
    Un lupo e un agnello, erano giunti al medesimo ruscello spinti dalla sete; il lupo era superiore (in un luogo più alto) l’agnello di gran lunga in basso. Allora il brigante sollecitato dalla sua insaziabile fame suscitò un pretesto per litigare. «Perché», disse, « mi hai reso torbida l’acqua  che bevevo?». L’agnello, timoroso, di rimando : «In che modo posso di grazia fare ciò che ti lamenti, lupo? L’acqua scorre da te alle mie labbra». Quello spinto dalla forza della verità: «Hai sparlato di me, sei mesi fa». L’agnello rispose: «In verità non ero nato». «Tuo padre in verità, quello aveva sparlato di me». E così afferra l’agnello e lo sbrana per un’ingiusta morte. Questa favola è stata scritta per quegli uomini, che opprimono gli innocenti con finti pretesti.
    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1619875&utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+wallstreetitalia+%28Wall+Street+Italia%29
    [/quote1378386876]

    Che strano oggi il blog di Grillo a citato in un nuovo post la favola del lupo ..sincronicità? Oppure legge Altrogiornale

    http://www.beppegrillo.it/2013/09/i_lupi_alle_porte.html#commenti


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #67263
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1378416859=Richard]
    Gli autori del messaggio hanno accusato il Presidente degli USA Barack Obama di complicità con l'organizzazione internazionale terroristica Al-Qaeda e hanno esortato i militari americani a non eseguire ordini del comando http://italian.ruvr.ru/2013_09_02/Lesercito-digitale-siriano-ha-crackato-il-sito-dei-marines-degli-USA/

    Il vincitore del Premio Nobel per la fisica e il vice presidente dell'Accademia delle Scienze della Russia Jores Alfiorov ritiene che il Presidente degli USA Barack Obama non merita il Nobel per la pace.
    http://italian.ruvr.ru/2013_09_03/Jores-Alfiorov-Obama-non-merita-il-Premio-Nobel-per-la-pace/

    La Siria sarà il tema principale di Ban Ki-moon durante il summit del G20
    http://italian.ruvr.ru/2013_09_03/La-Siria-sara-il-tema-principale-di-Ban-Ki-moon-durante-il-summit-del-G20/

    altre notizie
    http://italian.ruvr.ru/search.html?q=siria
    [/quote1378416859]
    http://italian.ruvr.ru/2013_09_05/Quando-il-sarin-intossica-l-informazione/
    I risultati dell’analisi dei campioni effettuata, su richiesta delle autorita’ siriane, dal laboratorio russo autorizzato dall’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, il 9 luglio erano stati consegnati al segretario generale delle Nazioni Unite, a cui si erano rivolte le autorita’ siriane per un’inchiesta indipendente.

    Gli esperti russi hanno scoperto che il gas sarin usato non era stato prodotto in modo industriale. Rudimentale era anche l’ordigno, molto simile a quelli lanciati nel nord della Siria dai guerriglieri della cosiddetta brigata Bashair al-Nasr. Come esplosivo in quell’attacco era stata usata la ciclotrimetilentrinitroammina non in dotazione all’esercito.

    http://italian.ruvr.ru/2013_09_06/Il-Partito-comunista-russo-ha-intenzione-di-chiedere-la-revoca-del-Nobel-ad-Obama/
    Il Partito Comunista della Federazione Russa ha intenzione di avviare la campagna per la revoca del titolo Nobel al Presidente degli USA Barack Obama in relazione alla situazione in Siria

    http://italian.ruvr.ru/2013_09_05/G20-Papa-Francesco-ha-scritto-a-Putin/
    Secondo Papa Francesco la crisi va risolta solo tramite trattative e lo ripete nella lettera a Vladimir Putin.


    #67264
    camillocamillo
    Partecipante

    Citazione fonte La Stampa

    http://www.lastampa.it/2013/09/03/blogs/underblog/bzrezinski-il-risveglio-poltico-globale-rende-difficile-la-guerra-in-siria-e-i-sondaggi-effettivamente-eMHwGccibVKlgTdZOxMaGK/pagina.html

    “…Le maggiori potenze del mondo, vecchie e nuove, sono di fronte a una nuova realtà: mentre la letalità del loro esercito può essere la più grande da sempre, la loro capacità di imporre un controllo sul risveglio politico delle masse del mondo è al suo minimo storico. Detto senza mezzi termini: un tempo era più facile controllare un milione di persone che ucciderne un milione fisicamente; oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone che controllarne un milione”, ha detto Bzrezinski nel 2010 durante una conferenza del Council on Foreign Relations a Montreal (video).

    Blog e siti “alternativi” non possono che compiacersi, trovando in queste parole la conferma del loro impegno nel fornire versioni che contraddicono le cosiddette “narrazioni ufficiali”.

    La teoria dell’ex consigliere del presidente Jimmy Carter sembra in ogni caso trovare conferma nei sondaggi che mostrano una netta contrarietà verso un intervento militare occidentale in Siria da parte di una grande maggioranza di cittadini, negli Usa e ancor di più in Germania, Francia, e Gran Bretagna. Dove l’avversione dell’opinione pubblica – che incidentalmente coincide col punto di vista del neo governatore della Bank of England, la Banca Centrale inglese – ha sicuramente contribuito al voto negativo del parlamento che ha sconfessato il primo ministro David Cameron.

    GB: il 60% degli Inglesi disapprova un’azione militare in Siria, l’80% ritiene necessario si pronunci l’ONU.

    Francia: il 59% dei Francesi è contrario a che la Francia intervenga con gli Usa.

    Germania: il 69% dei Tedeschi si oppone a un’azione militare in Siria

    Usa: il 53% degli americani si pronuncia per star fuori dalla Siria (era il 60% una settimana prima). Solo il 20% favore (era il 9%)

    Il 29% direbbe sì all’intervento se si dimostrasse che Assad è colpevole (era il 25%) Il 44% è contrario comunque.

    Ad approvare il coinvolgimento Usa in Libia era stato il 47% degli americani, il 76% dei quali erano stati favorevoli alla guerra in Iraq, e addirittura il 90% a quella in Afghanistan, subito dopo l’11 settembre.

    Un Pew Poll molto esteso dello scorso maggio, dopo il primo attacco con armi chimiche attribuito al regime siriano (poi dichiarato opera dei ribelli dall’investigatrice Onu Carla Del Ponte):
    l’82% dei tedeschi, il 69% dei francesi, il 57% degli inglesi, e persino il 65% dei turchi – oltre all’80% dei libanesi, 68% dei tunisini, 59% degli egiziani – si erano detti contrari a un appoggio ai ribelli siriani da parte degli Occidentali.

    Chissà che di questa diffusa contrarietà dell'opinione pubblica non finisca per tener conto anche il Congresso Usa, che il 9 settembre dovrà dare il suo assenso a un'azione militare. “


    #67265
    RichardRichard
    Amministratore del forum


    #67266
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante
Stai vedendo 10 articoli - dal 491 a 500 (di 517 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.